Conclusa la seconda edizione di Electroclassic Festival

Electroclassic_Festival_Log
Electroclassic_Festival

Si è conclusa domenica 29 novembre 2020 la seconda edizione di ELECTROCLASSIC FESTIVAL, la rassegna musicale in cui l’elettronica incontra gli strumenti tradizionali, che ha presentato, dal 22 al 29 novembre, otto appuntamenti indiretta streaming sui canali ufficiali del festival in cui si sono tenuti talk, esibizioni live, performance di artisti italiani e ricercatori di fama internazionale.

Ideato e diretto da FLORALEDA SACCHI (artista pluripremiata e vincitrice di un Latin Grammy) in collaborazione con Piero Chianura (fondatore di BIGBOX MAGAZINE e MUSICEDU), patrocinato dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, il festival ha proposto una serie di progetti di musica dal vivo alternati da momenti di discussione e condivisione mediati da Piero Chianura, caratterizzati da un’apertura alla contaminazione e alla multidisciplinarietà artistica. Protagonisti del Festival sono stati artisti, ma anche ricercatori sul suono interpretato come fonte di benessere e conoscenza di sé, pratica fondamentale per essere musicisti consapevoli.

Sono stati molto apprezzati anche gli appuntamenti con la Call for Electroclassic e l’esclusivo Electroclassic MIX realizzato su Mixcloud da Painé Cuadrelli, entrambi frutto della collaborazione con il Corso di Sound Design della scuola di Arti Visive dello IED – Istituto Europeo di Design.

Electroclassic Festival è stata una delle poche manifestazioni musicali a confermare il suo svolgimento proprio nella settimana in cui la Lombardia è entrata nella cosiddetta “zona rossa”, ma il successo degli otto eventi trasmessi in streaming non era per nulla scontato:

“In un momento in cui le relazioni interpersonali sono state stroncate dall’isolamento e dal blocco delle attività collettive” – spiega la direttrice del festival Floraleda Sacchi- “siamo riusciti a coinvolgere sia i musicisti, che si sono fidati di noi ringraziandoci per aver portato avanti il festival con professionalità, sia i responsabili delle sedi che ci hanno ospitato e con i quali abbiamo condiviso quel calore umano così importante in questo momento, sostenendoci a vicenda. La presenza del pubblico è impagabile quando si tratta di concerti”, prosegue Floraleda Sacchi, “ma siamo felici che il nostro lavoro di cura sulla qualità audio e video dello streaming online sia stato apprezzato da molte persone”.

“I musicisti sono i protagonisti di Electroclassic Festival”- aggiunge Piero Chianura- “ma non era per nulla scontato il grande interesse dimostrato dal pubblico per i tre appuntamenti dedicati alla ricerca del benessere attraverso il suono. È evidente che l’autorevolezza e la grande capacità comunicativa dei personaggi coinvolti da Floraleda, insieme alle performance acustiche ed elettroniche che hanno integrato le loro interviste, hanno stimolato l’interesse del pubblico generando un gran numero di visualizzazioni”.

Gli streaming video degli otto eventi Electroclassic Festival hanno ottenuto nella settimana dal 22 al 29 novembre 11.605 visualizzazioni sul canale Electroclassic Festival di Youtube e 6.694 sulla pagina Facebook di Amadeus Arte.

ELECTROCLASSIC FESTIVAL – nuovo appuntamento

Paula ferri carazo
Paula ferri carazo

Domani, giovedì 26 novembre 2020, alle ore 21:30 in diretta streaming dalla Casa delle Donne di Milano, ALBERT RABENSTEIN, noto in tutto il mondo per il suo lavoro di armonizzazione con le campane tibetane armoniche, e PAULA FERRI CARAZO, sound designer selezionata dal Corso di Sound Design dell’Istituto Europeo di Design (IED), saranno gli ospiti di una serata di talk e live set che racconta il potere e i benefici che il suono e la musica delle campane tibetane armoniche hanno su ogni essere umano in termini di benessere e gratificazione personale.

PAULA FERRI CARAZO e ALBERT RABENSTEIN metteranno in scena due distinti live set: uno esemplificativo delle campane tibetane armonizzate da RABENSTEIN e l’altro di rielaborazione in chiave elettronica a cura di FERRI CARAZO.
È possibile consultare il programma dell’ELECTROCLASSIC FESTIVAL sul sito ufficiale del Festival al seguente link

https://electroclassicfestival.com/

ELECTROCLASSIC FESTIVAL, rassegna musicale in cui l’elettronica incontra le sonorità degli strumenti tradizionali, ideato e diretto da FLORALEDA SACCHI (artista pluripremiata e vincitrice di un Latin Grammy) in collaborazione con Piero Chianura (fondatore delle testate BIGBOX MAGAZINE e MUSICEDU),proseguirà fino al 29 novembre 2020.

Otto appuntamenti in diretta streaming sui canali ufficiali del festival in cui si terranno talk, esibizioni live, performance di artisti italiani e ricercatori di fama internazionale.
Il festival, patrocinato dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano, è anche content partner della Milano Music Week 2020.

Il Festival propone progetti di musica dal vivo alternati a momenti di discussione e condivisione mediati da Piero Chianura, caratterizzati da un’apertura alla contaminazione e alla multidisciplinarietà artistica. I protagonisti del Festival saranno artisti, ma anche ricercatori sul suono interpretato come fonte di benessere e conoscenza di sé, pratica fondamentale per essere musicisti consapevoli.

A differenza delle edizioni passate, nel rispetto delle disposizioni governative in merito alla prevenzione della diffusione del COVID 19, le otto serate si svolgeranno gratuitamente in diretta streaming sui canali ufficiali del festival, in collegamento da luoghi e spazi simbolo della cultura e dello spettacolo di Milano.

Intervista a Piero Chianura -Electroclassic Festival

Electrofestival. Foto_edizione_2019
Electrofestival. Foto_edizione_2019

Oggi abbiamo intervistato Piero Chianura, una delle due anime, insieme a Floraleda Sacchi, del ELECTROCLASSIC FESTIVAL

Il festival alla sua seconda edizione, si svolgerà dal 22 al 29 novembre  con otto appuntamenti in diretta streaming sui canali ufficiali del festival in cui si terranno talk, esibizioni live, performance di artisti italiani e ricercatori di fama internazionale.

Qual è il punto di unione tra musica classica ed elettronica? 

“Il punto di unione è la musica stessa. Strumenti acustici come l’arpa, il violino, la fisarmonica la chitarra, vengono rivisitati con l’elettronica. Le due anime musicali quindi sono sempre presenti, gli strumenti non subiscono mai la sovrapposizione elettronica e viceversa.  Questa seconda edizione del Festival, apre ulteriormente, spinge a pensare alla radice del suono. In particolare nell’evento di Pink Noise, c’è proprio un’indagine che agisce nel comprendere quanto la musica elettronica può agire anche sul benessere della persona e il proprio stato psico fisico. Ci sono anche dei gong, delle campane tibetane in forma acustica.   Torniamo alle radici del suono per indagare sulla capacità dell’elettronica, ricreata artificialmente”

Quindi sono musiche che vanno a lavorare sulle nostre frequenze mentali? 

“Il Festival era pensato in presenza, live e per l’emergenza Covid siamo stati costretti a girarlo in streaming. Stiamo preparando un audio di qualità proprio per fare arrivare al meglio i suoni di questa musica. Oltre alla componente della performance, c’è poi una spiegazione”

Streming: Problema, opportunità o meglio live? 

“Entrambe le cose. Inizialmente era un problema. Il modo in cui l’abbiamo risolto è diventata un’opportunità. Sicuramente c’è un arricchimento grazie a quello che lo streaming ci permette di realizzare. Una ripresa migliore su dei particolari, un audio curato al massimo grazie alla tecnologia e non per ultimo, la possibilità di farlo vedere a più persone”

A chi è rivolto questo Festival?

“La prima edizione è stata composta prettamente da musicisti. Quest’anno sicuramente è per un pubblico più ampio, chiunque abbia voglia di ascoltare musica e specie con caratteristiche quali lo psico-benessere. E’ sempre un connubio di musica rispettosa verso la musica armonica”

Buona visione

Intervista a cura di Davide Falco

ELECTROCLASSIC FESTIVAL propone progetti di musica dal vivo alternati da momenti di discussione e condivisione mediati da Piero Chianura, caratterizzati da un’apertura alla contaminazione e alla multidisciplinarietà artistica. I protagonisti del Festival saranno artisti, ma anche ricercatori sul suono interpretato come fonte di benessere e conoscenza di sé, pratica fondamentale per essere musicisti consapevoli. A differenza delle edizioni passate, nel rispetto delle disposizioni governative in merito alla prevenzione della diffusione del COVID 19, le otto serate si svolgeranno gratuitamente in diretta streaming sui canali ufficiali del festival, in collegamento da luoghi e spazi simbolo della cultura e dello spettacolo di Milano.

All’interno delle otto serate, vi sarà anche una serata dedicata alla correlazione suono-equilibrio psicofisico, ambito esplorato dal Dott. Gubert Finsterle, che parlerà di Pink Noise (rumore rosa), un materiale sonoro di base che, rielaborato secondo modalità brevettate, consente di effettuare una seduta di ascolto PAT© (seduta di – Psico-Acustica Transizionale), utilizzando precisi sistemi di neuro modulazione.

 

“ELECTROCLASSIC SUMMER NIGHT”

Floraleda_PhotoGalapono
Floraleda_PhotoGalapono

Il 6 agosto al Castello Sforzesco di Milano si terrà “ELECTROCLASSIC SUMMER NIGHT” (Cortile delle Armi – inizio concerto ore 20.45), anteprima di “Electroclassic Festival”, rassegna musicale in cui l’elettronica incontra le sonorità degli strumenti tradizionali, in programma a Milano dal 22 al 28 novembre 2020.

Protagonista della serata l’arpista pluripremiata e vincitrice di un Latin Grammy FLORALEDA, che per l’occasione si esibirà con la sua arpa espansa in chiave elettronica proponendo un repertorio di sue composizioni e brani di Olafur Arnalds, Ludovico Einaudi e Jim Perkins.

L’evento, organizzato con la collaborazione di Ottavanota, fa parte della rassegna Estate Sforzesca 2020, palinsesto di iniziative che accompagna la ripresa dello spettacolo dal vivo e delle attività culturali, promosso e coordinato dal Comune di Milano|Cultura e da “Aria di Cultura”.

I biglietti del concerto sono disponibili in prevendita al link www.mailticket.it/manifestazione/2L30/ELECTROCLASSIC_NIGHT o acquistabili presso la biglietteria del Castello Sforzesco il giorno del concerto.