Milano: flash mob per la malattia di Huntington

Milano- flash mob
Milano- flash mob

Grande partecipazione al flash mob organizzato in Piazza del Duomo per chiudere gli Huntington’s Days, le giornate di consapevolezza della malattia di Huntington promosse da HUNTINGTON ONLUS.

Centinaia di persone si sono ritrovate nel centro di Milano per attirare l’attenzione sui problemi delle persone colpite dall’Huntington, una malattia genetica che causa il deterioramento delle cellule nervose per la quale non esiste una cura.

Le famiglie e i volontari di HUNTINGTON ONLUS, la rete Italiana della malattia di Huntington, hanno srotolato una riproduzione del gene lunga 70 metri mai realizzata finora.

L’Arciprete del Duomo, Monsignor Borgonovo, ha invitato i volontari a esporre lo striscione direttamente sul sagrato del Duomo per rendere più visibili le ragioni dei malati e fare proprio il messaggio di Papa Francesco rivolto nel maggio 2017 alla comunità della malattia di Huntington “mai più nascosta!”.

I partecipanti hanno poi fatto sfilare la lunga riproduzione del gene lungo la Galleria, raggiungendo Palazzo Marino e piazza della Scala, tra la curiosità dei tanti turisti e passanti presenti nel centro di Milano.

Si è unito al flash mob, a rappresentare Regione Lombardia, anche l’Assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini che ha promesso che la Regione ascolterà con grande attenzione i problemi delle famiglie che vedono la propria vita devastata da questa malattia.

Gli aderenti al flash mob si sono poi ritrovati nella sede Telethon di Milano per brindare alla conclusione degli Huntington’s Days che hanno riscosso quest’anno un grande successo, proponendo eventi di alta qualità scientifica uniti a momenti di comunicazione e sensibilizzazione.

Le giornate di consapevolezza della malattia di Huntington si sono aperte il 30 maggio con un convegno all’Accademia delle Scienze di Torino sul silenziamento genico, una sperimentazione in corso a cui i malati di Huntington e di tante malattie genetiche guardano con grande speranza.

“Vogliamo che l’Italia abbia un ruolo di primo piano nelle ricerche genetiche in corso” è una della principali richieste delle famiglie che hanno preso parte al flash mob di HUNTINGTON ONLUS.

Sindaco Sala con “Stramilano” per bambini del Policlinico

Giuseppe Sala
Giuseppe Sala

Questo pomeriggio il Sindaco di Milano Giuseppe Sala ha incontrato giovani degenti ospitati presso il reparto di chirurgia pediatrica dell’Ospedale Maggiore Policlinico di Milano: i pazienti hanno ricevuto in dono una sacca Stramilano, la storica corsa milanese che si terrà domenica 25 marzo.

Il primo cittadino e gli organizzatori della manifestazione hanno voluto regalare ai bambini un pomeriggio diverso dal solito, per sostenerli nelle sfide che quotidianamente si trovano ad affrontare.

La visita è stata l’occasione di festeggiare il compleanno di Abio, l’Associazione per i Bambini in Ospedale nata 40 anni fa proprio nel Padiglione Alfieri del Policlinico e che accompagna quotidianamente i piccoli pazienti del reparto con oltre 20 volontari.

“Stramilano è una bellissima festa per tutta la città, una corsa che da anni attira migliaia di persone con una partecipazione e un affetto straordinari. Ma questa festa dello sport diventa veramente speciale quando al nastro di partenza ci sono i bambini e i ragazzi, con tutta la loro voglia di correre e di vincere, divertendosi insieme. È per questo che siamo venuti qui oggi a consegnare ufficialmente agli ospiti di questo reparto le sacche con il pettorale di partecipazione alla Stramilano. Per questa volta non riusciranno ad essere con noi in piazza Duomo, ma certamente saranno con noi con tutta la loro forza e il loro entusiasmo”, ha detto il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Milano: lavori al Duomo

duomo-milano-notte
duomo-milano-notte

Si avvicina un grande traguardo per il simbolo di Milano nel mondo: il completamento del nuovo impianto d’illuminazione esterna del Duomo.

Nei giorni scorsi, infatti, il Consiglio di Amministrazione della Veneranda Fabbrica ha dato il via libera definitivo a un importante accordo stipulato congiuntamente con il Comune di Milano e A2A per la valorizzazione dell’illuminazione esterna della Cattedrale, che permetterà ai turisti e ai cittadini di Milano di ammirare il monumento simbolo della città in tutta la sua bellezza anche nelle ore serali e notturne.

I lavori partiranno a breve e prevedono, dopo il completamento della nuova illuminazione interna della Cattedrale inaugurata il 1 maggio 2015 e di quella della Madonnina, della facciata e delle vetrate ultimata in occasione del Natale 2016, il rifacimento di quella perimetrale e della parte alta del Duomo, comprendente le coperture e le guglie.

Le attività per la nuova illuminazione esterna dovrebbero terminare entro dicembre 2018, quando il simbolo di Milano risplenderà finalmente in tutto il suo fulgore, interamente rivestito di nuova luce.

574 PROIETTORI A LED
Il nuovo impianto di illuminazione degli esterni del Duomo, che comprende l’intero perimetro della Cattedrale, le coperture e le guglie, prevede un aumento di 196 proiettori rispetto ai 378 installati attualmente da A2A (non ancora LED), elevando il numero complessivo a 574, di cui 368 allocati sulle Terrazze del Duomo e 206 distribuiti sui pali ed i palazzi circostanti (consulta il progetto).

La Veneranda Fabbrica, sulla base del progetto esecutivo affidato nel 2016 all’Ing. Pietro Palladino dello Studio Ferrara Palladino e Associati (approvato dalla Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio di Milano) ha acquistato i nuovi corpi illuminanti relativi all’impianto: tutto è dunque pronto per la partenza dei lavori.

La scelta degli apparecchi, appositamente realizzati da ERCO, prosegue nel segno dell’efficienza e del rispetto dell’ambiente, privilegiando la tecnologia LED. L’intero progetto prevede una spesa per la Veneranda Fabbrica indicativamente di oltre € 1.000.000,00.

L’ACCORDO
L’accordo sottoscritto prevede una durata della convenzione pari a 4 anni, la fornitura da parte della Veneranda Fabbrica ad A2A dei corpi illuminanti da installarsi sul Duomo e sugli edifici circostanti.
La Veneranda Fabbrica, inoltre, provvederà, a propria cura e spese alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di illuminazione installato sulla sezione Duomo.
A2A si occuperà dell’installazione dei corpi illuminanti e della manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di illuminazione installato nelle aree limitrofe al Monumento. Inoltre, A2A curerà la posa dei contatori dedicati alla nuova illuminazione, realizzando il sezionamento in modo da poter misurare con precisione i consumi energetici del Duomo.

Il Comune di Milano, riconoscendo gli oneri conseguenti alle attività di relativa competenza, corrisponderà ad A2A il costo dell’installazione dell’impianto, stimato in € 195.000,00. Inoltre, Il Comune si farà carico anche del costo delle utenze dell’energia elettrica, limitando a 3.650 ore l’utilizzo annuo dei proiettori posti sulla sezione Duomo.

Pasqua a Milano. In Duomo la “Passione secondo Matteo”

Milano Duomo
Milano Duomo

Il Duomo di Milano apre nuovamente le proprie porte alla grande musica, per una serata che rivestirà di note le alte navate gotiche della Cattedrale. Un evento di alto livello artistico, basato sulla lettura della Passione nella versione di Matteo (capp. 26-27) con soste meditative (arie) e preghiere di tutto il popolo (corali), offerto a tutta la città, grazie alla collaborazione tra Veneranda Fabbrica del Duomo, Comune di Milano e laVerdi, e al contributo del Distretto Rotary 2041.

Dopo il successo registrato lo scorso anno con la “Passione secondo Giovanni”, dunque, Ensemble laBarocca, Coro Sinfonico, Coro di Voci bianche de laVerdi, diretti rispettivamente da Ruben Jais, Erina Gambarini e Maria Teresa Tramontin, propongono in Cattedrale un nuovo appuntamento aperto a tutti in programma mercoledì 12 aprile alle 19:30. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti a partire dalle 19:00.

Un cast internazionale di voci soliste, specialisti in questo campo, completa le formazioni in scena: soprano Céline Scheen, controtenore Pascal Bertin, tenore (Evangelista) Moritz Kallenberg, tenore Arie Nathan Vale, baritono (Jesus) Simon Schnorr, basso Arie Marco Granata, baritono (PPPJ) Lukáš Zeman; con Cristiano Contadin alla Viola da Gamba.

La “Passione secondo Matteo”, composizione di musica sacra per voci soliste, doppio coro e doppia orchestra, su libretto del poeta Christian Friedrich Picander, è la trasposizione musicale dei capitoli 26 e 27 del Vangelo secondo Matteo, inframmezzata da corali e arie. Fu proposta al pubblico per la prima volta nel 1727 a Lipsia, nella chiesa di San Tommaso, per la liturgia luterana del venerdì santo.

Milano – Uomo caduto dal Duomo: annullato concerto in programma

guglie Duomo Milano
Duomo Milano

Si informa che, a seguito della caduta di un uomo dalle Guglie del Duomo, sono in corso gli opportuni accertamenti da parte delle autorità competenti.

In segno di rispetto, la Veneranda Fabbrica del Duomo ed il Comune di Milano comunicano la sospensione del concerto di Natale in programma questa sera alle ore 19.30.