Dragpennyopra

foto_Dragpennyopera_valentinabianchi
foto_Dragpennyopera_valentinabianchi

È l’alba. Nel cortile di un carcere, un plotone di vedove attende l’esecuzione del bandito Macheath. Polly, Peachum, Jenny, Lucy, Tigra: donne che tradiscono, che lottano, donne che si usano a vicenda. Cuori neri dalla nascita o anneriti dalla vita, che pulsano vitali in uno scenario desolato. Saranno loro a dare vita a questa storia: una storia di amore, morte, sesso e soldi. Macheath è l’unico uomo, il bandito, l’eterno assente, e suscita in questi cuori neri sentimenti assoluti.

Lo spettacolo è ispirato a “The Beggar’s Opera” di John Gay, commedia musicale scritta nel 1728, in cui l’autore miscelava la musica colta e la canzone da osteria, adattando canzoni già note al pubblico.

Allo stesso modo le Nina’s Drag Queens attingono al repertorio della musica contemporanea e lo reinventano all’interno di un cabaret agrodolce, sotto il segno di un umorismo amaro e politicamente scorretto.

La frammentazione dello spazio scenico procede di pari passo con un testo esploso, mescolato a canzoni in playback, coreografie, continui cambi di punto di vista, continui dentro-fuori dall’azione scenica. Nel guardare a ‘The Beggar’s Opera’ non si può prescindere dalla versione di Brecht/Weil.

MTM Teatro Leonardo
Dal 20 e 23 febbraio 2020
PRODUZIONE NINA’S DRAG QUEENS

Kinky Boots – La nuova produzione Teatro Nuovo di Milano

logo kinky boots
logo kinky boots

Teatro Nuovo di Milano è orgoglioso di annunciare la nuova produzione: KINKY BOOTS, il favoloso musical che ha debuttato a Broadway nel 2013 aggiudicandosi sei premi alla 67ª edizione dei Tony Awards, tra cui miglior musical e miglior colonna sonora.

La musica e i testi sono di Cyndi Lauper e libretto è firmato da Harvey Fierstein. Il musical, nel 2015 ha debuttato a Londra ed è pronto a conquistare Milano a partire dal prossimo autunno.

Kinky Boots, vincitore di tutti i maggiori premi Best Musical, tra gli spettacoli più apprezzati di Broadway e del West End di Londra, è una favolosa celebrazione musicale dell’amicizia e della convinzione che può cambiare il mondo quando, si cambia idea, quando si riesce a vedere tutto con altri occhi.

Kinky Boots ci trascinerà dagli angusti spazi della fabbrica, alle sfilate glamour di Milano. Charlie Price eredita dal padre la fabbrica di scarpe di famiglia, ormai ridotta al lastrico. È costretto a licenziare alcuni dipendenti e, per risollevare le sorti dell’azienda, capisce che deve assolutamente diversificare la sua produzione.

Serve un’idea straordinaria che arriverà proprio assistendo allo spettacolo di Lola, una favolosa drag queen che, per esigenze sceniche, ha bisogno di nuovi stivali, forti e robusti.

La produzione italiana, diretta da Claudio Insegno, debutterà al Teatro Nuovo di Milano il prossimo autunno.

Gli OTTAVO RICHTER presentano: “UNA BELLA SERATA”

Giovedì 21 giugno gli OTTAVO RICHTER presenteranno il loro nuovo disco “Una bella serata alla Feltrinelli di Milano (ore 18.30 / Piazza Piemonte, 2) dove saranno presentati da Cassandra Casbah, la prima drag queen intellettuale, mentre la sera si esibiranno in concerto alla Salumeria della Musica di Milano (ore 22.00 / via A. Pasinetti, 4 / biglietto €10). 

 

La band, composta da sei musicisti fuori dall’ordinario e soprattutto fuori controllo che mescolano al jazz i più svariati generi musicali con l’intento di divertirsi e far divertire, alla Salumeria della Musica sarà accompagnata da ospiti d’eccezione: Rupert Sciamenna (voce recitante e presenza scenica), il cantante della Banda Osiris Gian Luigi Carlone (Voce & Sax) e la nota cantante valtellinese Nadia Braito (Voce). 

 

Gli Ottavo Richter sono: Luciano Macchia (trombone), Raffaele Köhler (tromba e flicorno), Domenico Mamone (sax baritono), Alessandro Sicardi (chitarra elettrica), Marco Xeres (basso elettrico), Paolo Xeres (batteria).

 

A questo link www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=WLqeZ4l_tJY è possibile vedere il video promozionale che gli OTTAVO RICHTER hanno girato in occasione del nuovo album uscito il 18 giugno.

 

Distribuito da Egea (www.egeamusic.com), “Una bella serata” è stato prodotto da Timur Semprini e Fausto Dasè; quest’ultimo oltre che essere il produttore artistico del disco , ne ha curato, insieme a Gabriele Simoni, la registrazione e il missaggio presso l’Accademia del Suono di Milano.

 

Alla realizzazione dell’album hanno partecipato: Nadia Braito (track 2), Antonio Di Bella (track 13), Gianluigi Carlone (track 6 e 14), Rupert Sciamenna (track 6).

Questa la tracklist di “Una bella serata”: “Bradipo missile”, “Richter samba”, “Soufflé Dasè”, Dancin’ flab”, “Rum”, “Little bird”, “Noise”, “Complotto a Varsavia”, “Venere”, “Zerozerottavo”, “Una bella serata”, “Maialino latino”, “Oculista innamorato”, “Parlami d’amore Mariù”.

Il gruppo nasce dalle raffinate e singolari idee di due giovani musicisti: Raffaele Köhler (tromba) e Luciano Macchia (trombone). Il loro percorso ha un classico inizio da biografia d’artista: suonano per strada nelle notti di Milano, applauditi dai passanti, ma quasi sempre scacciati dalle forze dell’ordine.
L’unione tra una sezione fiati “sinfonica” ed una ritmica “turbo power”, motivata da una chitarrina “indisciplinata” genera movimenti sussultori in platea, trasforma teatri in sale da ballo e strade cittadine in auditorium. Senza pudori gli Ottavo Richter si avventurano in viaggi musicali in balìa di loro stessi, dimenticando meta e bussola.

Hanno all’attivo due album: “Molly Malone’s” e “Clinkin’ glasses” e in passato hanno partecipato a importanti festival, trasmissioni televisive e radiofoniche (Tg3 Linea Notte, Parla con me, Caterpillar, Caterraduno, Gli spostati, La banda).

Gli Ottavo Richter hanno condiviso le loro scorribande con Gianluigi Carlone, Banda Osiris, Antonio Di Bella, Andrea Giuffredi, Gaetano Liguori, Massimo Cirri, Filippo Solibello, Giampaolo Köhler, Radio Popolare, Rupert Sciamenna.

La band si rende disponibile per matrimoni, feste di piazza, cresime, comunioni, divorzi, nonché funerali (previo avviso anticipato di almeno mesi sei).