Riforma dell’autotrasporto in Europa

Riforma autotrasporto
Riforma autotrasporto

De Micheli: “Ok a pacchetto mobilità è successo per Italia e Ue”

Vera e propria riforma dell’autotrasporto in Europa

L’approvazione da parte del Consiglio ed oggi del Parlamento europeo del pacchetto Mobilità rappresenta un successo per l’Unione europea e anche per l’Italia, che ha visto accolte le priorità rappresentate nel corso del negoziato durato tre anni: certezza delle norme, loro controllabilità, strumenti di controllo, tutela delle condizioni dei lavoratori, criteri certi per le condizioni di accesso al mercato e alla professione, regolamentazione delle attività di cabotaggio.

Si tratta di una vera e propria riforma del settore dell’autotrasporto in Europa, che stabilisce norme chiare sulle condizioni di accesso al mercato e alla professione nel settore dell’autotrasporto, sui tempi di guida e di riposo ed in generale sulle condizioni di lavoro degli addetti del settore e sull’uso dei dispositivi per il controllo delle prestazioni di lavoro. Norme che non si prestano ad interpretazioni che consentano la loro circonvenzione e che assicurano parità di condizioni alle imprese dell’autotrasporto.

 

Mit: attenzione ai porti del Nord Est

Zeno D'Agostino
Zeno D’Agostino

Mit: massima attenzione ai porti del Nord Est

25 giugno 2020 – Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha sempre seguito con attenzione le recenti vicende che stanno interessando i porti di Trieste e Venezia.

In merito al primo, il tempestivo, oltre che dovuto, conferimento dell’incarico di Commissario straordinario del Mare Adriatico Orientale a Mario Sommariva ha voluto assicurare continuità all’azione amministrativa dell’Autorità di Sistema Portuale ed impedire stasi connesse alla decadenza degli organi ordinari.

Il Ministro De Micheli ha sempre confermato la propria stima nell’operato del Presidente Zeno D’agostino, motivo per il quale il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, per mezzo dell’Avvocatura generale dello Stato, si è costituito a difesa del provvedimento di nomina nel ricorso proposto dal Presidente.

In relazione al Porto di Venezia, il Mit ha formalmente incaricato la competente Direzione ministeriale di procedere ad approfondimenti tecnici e amministrativi sulla correttezza dei rilievi formulati dai due componenti del comitato di gestione in merito all’approvazione del rendiconto, senza però trascurare il parere favorevole espresso, a questo proposito, dai revisori dei conti.

Qualsiasi futuro provvedimento del Ministero sarà conseguente all’esito di tali verifiche.

 

Sicilia: riqualificazione infrastrutture

Incontro Ministri
Incontro Ministri

Sicilia, incontro dei Ministri De Micheli e Provenzano con Musumeci: più aerei, riqualificazione delle strade provinciali e alta velocità

Incontro dedicato alle infrastrutture siciliane e ai collegamenti aerei con l’isola, quello che si è tenuto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra la Ministra Paola De Micheli, il Ministro del Sud e della Coesione territoriale Giuseppe Provenzano e il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci.

La Ministra De Micheli ha spiegato di voler affrontare con rapidità il tema della piena ripresa del trasporto aereo nello scenario del dopo emergenza sanitaria, attraverso la convocazione di un apposito tavolo con Enac e le compagnie aeree nazionali attive nei collegamenti con la Sicilia, per definire una programmazione di voli in grado di soddisfare la ripresa della domanda di mobilità nei principali scali e con le isole minori.

Quanto all’aeroporto di Trapani Birgi, la Ministra ha affermato che la società aeroportuale ha chiesto la riapertura dello scalo nella giornata di ieri e rispetto al ripristino di un volo quotidiano Alitalia con Roma, è in corso la valutazione da parte dell’amministrazione straordinaria della compagnia di bandiera.

Il Ministro Provenzano ha posto l’esigenza di affrontare sul piano strategico le diverse urgenze infrastrutturali della Sicilia, con una chiara assunzione di responsabilità da parte di tutti i livelli di governo, nello spirito di una leale collaborazione istituzionale, i cui frutti devono essere tangibili sul miglioramento della mobilità dei siciliani, anche per contrastare gli effetti della crisi economica e sociale che rischia di abbattersi sull’isola.

La Ministra De Micheli ha ricordato i recenti stanziamenti del Mit alle Province per la riqualificazione della rete viaria di competenza e chiesto ai rappresentanti della Regione Sicilia di inviare un elenco con le opere prioritarie e i relativi costi: l’obiettivo è reperire le risorse necessarie per dare copertura a una prima corposa tranche di interventi da attuare.

In tema di infrastrutture ferroviarie la Ministra ha ricordato, oltre alla realizzazione in corso della Catania-Messina-Palermo, anche il progetto dell’anello di Alta Velocità di rete inserito tra quelli da finanziare attraverso il piano europeo del Recovery fund.

Per tutta la restante programmazione relativa alle infrastrutture siciliane verrà insediato un tavolo permanente con le istituzioni regionali, Rfi, Anas e il Consorzio per le Autostrade Siciliane.

 

Ryder Cup 2022: stanziati 50 milioni di euro

Ryder Cup 2022
Ryder Cup 2022

Ministri De Micheli e Gualtieri stanziano 50 milioni di euro per le infrastrutture della Ryder Cup 2022

E’ stato firmato dalla ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli e dal ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri il decreto interministeriale MiT – MeF per l’erogazione di fondi da destinare alla realizzazione e manutenzione delle opere infrastrutturali e viarie connesse all’evento sportivo della Ryder Cup. Si tratta di 50 milioni di euro da utilizzare nel triennio 2020/2022. La Ryder Cup è la più prestigiosa competizione internazionale di golf che l’Italia ospiterà dal 30 settembre al 4 ottobre 2022 a Guidonia Montecelio, in provincia di Roma.

Le risorse stanziate sono il risultato dell’intesa raggiunta con la Regione Lazio, in qualità di soggetto attuatore degli interventi necessari alla realizzazione della manifestazione sportiva.

I lavori, gia’ contenuti negli elenchi allegati al decreto, riguarderanno l’efficientamento e l’adeguamento delle infrastrutture esistenti, l’accessibilità ai luoghi che ospiteranno gli eventi sportivi nonché la valorizzazione territoriale delle aree interessate. Tra gli interventi previsti, quello sulla nuova viabilità di raccordo con uno stanziamento di 7 milioni di euro, la messa in sicurezza delle rotatorie extraurbane e delle tratte viarie nonché 13 milioni di euro per il raddoppio di via Marco Simone e di parte della SP Palombarese.

Complessivamente si tratta di interventi che, uniti alla manutenzione straordinaria della viabilità locale dei comuni interessati, miglioreranno sensibilmente la qualità di vita di chi giornalmente si sposta nel quadrante nord – est di Roma e provincia.