EA7 Emporio Armani Olimpia Milano – Vanoli Cremona

EA7 Olimpia - Vanoli Cremona
EA7 Olimpia – Vanoli Cremona

Milano supera Cremona e conquista la matematica certezza di avere il primo posto in griglia play off.
Cremona illude di essere in serata con i primi 5 punti del match, poi inizia l’assolo di Milano che, in uscita dal primo timeout chiamato da Coach Repesa dopo solo un minuto di gioco, piazza un 13 a 0 di parziale sfruttando i continui regali della Vanoli contententi ogni tipo di palle perse possibili.

Gli ospiti abbozzano una reazione ma lo strapotere fisico di Batista sotto le plance e la precisione chirurgica di Simon non hanno soluzioni per la difesa di Cremona, e in avvio di seconda frazione il gap è già +14, stesso margine dell’intervallo lungo giunto sul 46 a 32 EA7.

Nella ripresa sembra che la Vanoli non abbia ne i mezzi ne l’energia per recuperare il distacco che rimane invariato fino all’inizio dell’ultima frazione, poi un sussulto di Cremona rimette in discussione la gara. Milano è un pò a corto e un pò corta. Chiede gli straordinari a Batista che risponde presente.

L’uruguayano completa la sua prestazione mostruosa con una doppia doppia da 28 puti e 13 rimbalzi che permette a Milano di contenere il pericoloso ritorno degli ospiti, che recuperano fino al meno 2 nell’ultimo minuto di gioco, e vincere la gara per 81 a 77.

Per la regular season può bastare così, ma nei Play Off è necessaria la crescita di tutti perchè allo stato attuale per questa Olimpia non c’è nessun accoppiamento scontato.

(Stefano Daprile)

 

Al Festival AcqueDotte, Concorso per talenti del Jazz

Concorso Jazz
Concorso Jazz

Il cartellone del Festival AcqueDotte si arricchisce di un nuovo appuntamento legato al bando di concorso lanciato dalla sezione lombarda di MIDJ, l’associazione Musicisti Italiani di Jazz: i due progetti musicali che verranno selezionati dalla giuria del concorso diventeranno protagonisti dell’appuntamento di chiusura della rassegna. Il doppio concerto andrà in scena il 17 settembre nel cortile del Museo ‘Ala Ponzone’ a Cremona.

AcqueDotte – a cura di Comune di Cremona, Comune di Salò e Pro Loco ‘Città di Salò’ – è un festival ispirato all’acqua, intesa non solo come elemento naturale intorno a cui ruota la vita di ogni essere vivente, ma anche come via di comunicazione tra i popoli e fonte d’ispirazione per gli artisti di ogni epoca. In cartellone figurano i nome di Dee Bridgewater, Ute Lemper, Hevia, Saba Anglana, Banda Osiris, Moni Ovadia e Greta Panettieri-Fabrizio Bosso.

MIDJ è un sodalizio di respiro nazionale che vanta al suo interno una folta schiera di artisti, compresi big come Paolo Fresu, Ada Montellanico, Maria Pia De Vito e Franco D’Andrea. Tra le finalità di MIDJ rientrano il sostegno all’attività nazionale e internazionale per la promozione di giovani talenti; la promozione della pratica improvvisativa, a partire dalla scuola primaria; lo sviluppo dei dipartimenti di jazz nei Conservatori; il confronto con le Istituzioni per avere un sostegno di finanziamenti pubblici; il perseguimento di più favorevoli normative fiscali e previdenziali.

MIDJ Lombardia promuove una selezione regionale per progetti musicali originali da inserirsi nel palinsesto di MIDJ in AcqueDotte 2016 – Giornata dei Musicisti Italiani di Jazz che si terrà sabato 17 settembre 2016, presso il Museo Civico “Ala Ponzone”, via Ugolani Dati 4 , Cremona.

L’iniziativa ha l’obiettivo di individuare due (2) progetti musicali, nell’ambito della musica jazz che si connoteranno per qualità e innovazione, da presentare nel contesto della giornata MIDJ che si realizzerà nell’ambito di AcqueDotte – Festival musicale tra Cremona e Salò – 2^ edizione che si terrà dall’8 luglio al 17 settembre 2016 (https://www.comune.cremona.it/node/459344 ;https://www.facebook.com/Acquedotte).

 

 

SAMUELE BERSANI MERCOLEDI’ A CREMONA

 

CREMONA – Mercoledì alle 21.30 all’arena Giardino Samuele Bersani inaugura il Festival di mezza estate di Cremona presentando in anteprima il suo nuovo live Psyco in tour: uno spettacolo in cui l’artista comunica con il pubblico non solo attraverso le canzoni, ma anche raccontando (a suo modo) se stesso e il mondo che lo circonda attraverso aneddoti e storie condite di poesia e di lucida autoironia. Un acclamato ritorno, quello di Bersani, a distanza di oltre tre anni dall’ultimo tour e a seguito dell’uscita di Psyco, 20 anni di canzoni, antologia di successi che, insieme agli inediti Un pallone (premio della Critica all’ultimo Festival di Sanremo) e Psyco, compone la scaletta dello spettacolo. In scena Bersani èaccompagnato da Toni Pujia, Silvio Masanotti (chitarre), Davide Beatino(basso), Marco Rovinelli (batteria) e Alessandro Gwis (tastiere).

La settima edizione del Festival di Mezza Estate  – organizzata da PubliAEventi con il patrocinio del Comune di Cremona e sotto la direzione artistica di Elio Conzadori e Ilaria Gradella – condensa musica, comicità e danza in una stagione dal sapore ‘pop’. Il valore aggiunto è la suggestione della location che accoglie gli spettacoli: l’architettura della vecchia fornace di Cremona – proprio alle porte del centro storico cittadino – avvolge il pubblico in un abbraccio totalizzante dipinto del rosso antico dei mattoni a vista e baciato da un’illuminazione appositamente studiata per esaltare lo scenario da archeologia industriale. Le prevendite dei biglietti sono aperte sul circuito www.vivaticket.it. Per il pubblico cremonese sono , inoltre, disponibili le biglietterie di PubliAEventi (in via Antico Rodano, 2, tutti i giorni dalle 8.30 alle 12 e dalle 15 alle 19) e dell’Arena Giardino, in viale Po (tutti i giorni dalle 16 alle 19).


Il programma, dopo l’apertura con Samuele Bersani, prosegue con il concerto dell’originale songrwriter romano Alessandro Mannarino – premiato dalla Siae come ‘miglior cantautore italiano’ – volto (e voce) noto soprattutto per la sua partecipazione al programma televisivo Parla con me: anche per il cantautore della capitale quella al Festival di Mezza Estate sarà la ‘data zero’ della tournée estiva. Poi spazio all’umorismo tutto dialettale de I Legnanesi e, quindi, al raffinato duetto all’aroma di jazz fra Gino Paoli e Danilo Rea. Ancora sonorità eleganti e ricercate con l’esibizione di Eduardo De Crescenzo, prima dell’irresistibile comicità ‘zelighiana’ di Paolo Cevoli. La svolta rock è assicurata dal live dei Marlene Kuntz. Due, uno in fila all’altro, gli appuntamenti a passo di danza: prima il tango con Los Hermanos Macana, quindi la classica con lo straordinario gala dello Young Russian Ballet. Al solito il Festival di Mezza Estate riserva uno spazio al musical: quest’anno tocca alle atmosfere esotiche de Il libro della giungla. In chiusura, ancora musica di classe (tra tradizione e sperimentazione) con un doppio recital per mani vellutate: quelle del chitarrista Roberto Fabbri e del pianista Roberto Cacciapaglia. Ecco il programma nel dettaglio.

 

 

FESTIVAL DI MEZZA ESTATE 2012

CREMONA — Si apre il 13 giugno con l’anteprima del nuovo tour di Samuele Bersani la settima edizione del Festival di Mezza Estate, rassegna in scena all’Arena Giardino di Cremona. Il cartellone allestito da PubliAEventi con il patrocinio del Comune di Cremona e sotto la direzione artistica di Elio Conzadori e Ilaria Gradella condensa musica, comicità e danza in una stagione dal sapore ‘pop’. Il valore aggiunto è la suggestione della location che accoglie gli spettacoli: l’architettura della vecchia fornace di Cremona – proprio alle porte del centro storico cittadino – avvolge il pubblico in un abbraccio totalizzante dipinto del rosso antico dei mattoni a vista e baciato da un’illuminazione appositamente studiata per esaltare lo scenario da archeologia industriale. Le prevendite dei biglietti sono aperte sul circuito www.vivaticket.it. Per il pubblico cremonese è, inoltre, disponibile la biglietteria di PubliAEventi (in via Antico Rodano, 2, tutti i giorni dalle 8.30 alle 12 e dalle 15 alle 19); l’11 giugno aprirà anche il botteghino dell’Arena Giardino, in viale Po (tutti i giorni dalle 16 alle 19).


Il programma, dopo l’apertura con Samuele Bersani (che sarà presente a Cremona già da giovedì 7 giugno per il collaudo del tour), prosegue con il concerto dell’originale songrwriter romano Alessandro Mannarino – premiato dalla Siae come ‘miglior cantautore italiano’ – volto (e voce) noto soprattutto per la sua partecipazione al programma televisivo Parla con me: anche per il cantautore della capitale quella al Festival di Mezza Estate sarà la ‘data zero’ della tournée estiva. Poi spazio all’umorismo tutto dialettale de I Legnanesi e, quindi, al raffinato duetto all’aroma di jazz fra Gino Paoli e Danilo Rea. Ancora sonorità eleganti e ricercate con l’esibizione di Eduardo De Crescenzo, prima dell’irresistibile comicità ‘zelighiana’ di Paolo Cevoli. La svolta rock è assicurata dal live dei Marlene Kuntz. Due, uno in fila all’altro, gli appuntamenti a passo di danza: prima il tango con Los Hermanos Macana, quindi la classica con lo straordinario gala dello Young Russian Ballet. Al solito il Festival di Mezza Estate riserva uno spazio al musical: quest’anno tocca alle atmosfere esotiche de Il libro della giungla. In chiusura, ancora musica di classe (tra tradizione e sperimentazione) con un doppio recital per mani vellutate: quelle del chitarrista Roberto Fabbri e del pianista Roberto Cacciapaglia.

FESTIVAL “LE CORDE DELL’ANIMA”

CREMONA –  Si rinnova nel primo week end di giugno, in una magica cornice d’inizio estate, l’appuntamento con il festival di letteratura e musica LE CORDE DELL’ANIMA, una full immersion di incontri, reading d’autore, novita’ editoriali, spettacoli e laboratori, di scena quest’anno nel week end di Pentecoste, da venerdì 1 a domenica 3 giugno, come sempre nel centro storico di Cremona. Musica e letteratura si intrecciano per il terzo anno nella città di Stradivari e delle magiche “botteghe” di liuteria, tra chiostri, piazze, caffè storici e palazzi, in primis il magnifico Duomo romanico dove si svolgeranno gli incontri più importanti. Anche quest’anno tante anteprime, il meglio delle novità letterarie e della musica rock e classica, jazz e pop, in dialogo fra loro.

La direzione scientifica de LE CORDE DELL’ANIMA 2012 è affidata ad Anna Folli, il comitato scientifico è formato da Vittorio Cosma (musica), Mercedes Meloni (immagine), Nicoletta Polla-Mattiot (letteratura).

 

A scandire il festival saranno incontri con autori di richiamo e importanti PRIME LETTERARIE: se l’autrice inglese Catherine Dunne presenterà proprio a Cremona, in anteprima internazionale, il nuovo romanzo “The things we know now”, dedicato alla musica e al violino come passione totalizzante di una vita (il romanzo è tuttora inedito anche nel Regno Unito, in Italia uscirà in autunno per Guanda), è altrettanto atteso al festival lo scrittore e sceneggiatore inglese David Nicholls, celebrato autore di One day, il romanzo che ha ispirato l’omonimo, fortunato film con Anne Hathaway. Sul palcoscenico di Cremona incontrerà il cantautore Niccolo’ Fabi, per una serata che promette alchimie originali e coinvolgente fra due artisti che hanno saputo raccontare, con la scrittura e con la musica, i desideri, le aspettative e le inquietudini della loro generazione. La scrittrice danese Anne Lise Marstrand-Jorgensen, appassionata studiosa del Medio Evo, presenterà in prima a Cremona il romanzo La Sognatrice, dedicato alla figura di Ildegarda di Bingen, monaca veggente, poetessa e musicista (Sonzogno). E un’altra autrice straniera, la neozelandese Sarah Quigley, sarà a Cremona per presentare in anteprima nazionale il romanzo Sinfonia di Leningrado, sulle note del pianista  Emanuele Ferrari (Neri Pozza).

Sempre in tema di anteprime letterarie, torna a LE CORDE DELL’ANIMA una figura carismatica e indimenticabile della scena italiana, il grande compositore e musicista triestino Lelio Luttazzi: al festival sarà ricordato nella dimensione artistica di scrittore con l’anteprima assoluta del romanzo inedito “L’erotismo di Oberdan Baciro”, edito Einaudi. Con la moglie Rossana Luttazzi, presidente della Fondazione dedicata al Maestro, saranno a Cremona il grande chitarrista jazz Franco Cerri e il giornalista Alessandro Mezzena Lona.

Numerosissimi i protagonisti del cartellone 2012 del festival: sfogliando il programma troviamo Dario Vergassola, chiamato a presentare il suo Panta Rai: tutta l’ironia e l’irriverente comicità di Vergassola racchiusa in un libro, uno spazio inventato in cui rilegge il Paese reale e il Paese irreale, la nostra storia e il mondo. E Veronica Pivetti, che incontrerà il pubblico in uno scoppiettante aperitivo domenicale, raccontando il suo rapporto con i libri e la letteratura, e suggellerà questa edizione del festival, in serata, con lo spettacolo di imminente debutto, “Tête a tête. Passioni stonate”, accompagnata al pianoforte da Alessandro Nidi. Fra musica e parole, dopo il successo al Festival di San Remo, a Cremona farà tappa Arisa, fresca autrice del romanzo autobiografico Il paradiso non è un granché. Storia di un motivetto orecchiabile. Nel segno di un tuffo fra storia e mistero, Marco Buticchi presenterà La voce del destino, sulle note dell’arpista Vincenzo Zitello. Fulvio Ervas, fresco autore di Se ti abbraccio non avere paura, racconterà il viaggio attraverso l’America di un padre e un figlio “diverso”, sulla colonna sonora on the road del musicista itinerante Tao. E nell’ambito del progetto Lingua Madre, si rinnova al festival l’incontro con tre autrici selezionate all’edizione 2012 del Premio, giovani donne straniere che scrivono in italiano. Quest’anno a Cremona un focus sul Brasile, nei libri di Gracy Pelacani, Simone Silva e Claudileia Lemes Dias.

 

Dialoghi eccellenti fra parole e musica, anche per questa edizione 2012, a LE CORDE DELL’ANIMA:  li intrecceranno lo scrittore  Erri De Luca, chiamato a raccontarsi in una conversazione “per accordi di violino”, e il Premio Bagutta Gianfranco Calligarich, autore di Privati Abissi, protagonista al festival di un originale dialogo musicale con il cantautore Samuele Bersani; mentre l’eclettico attore-autore-cantautore David Riondino incontrerà il disegnatore Milo Manara in una performance dedicata a Il trombettiere: ovvero, alla storia quasi vera del trombettiere di Giuseppe Garibaldi e del generale Custer.  Alla tromba il jazzista Giovanni Falzone.

 

Una emozionante ‘linea gialla’ attraversa quest’anno LE CORDE DELL’ANIMA, schiudendo la scena ai grandi autori “noir” della letteratura italiana contemporanea: ci saranno infatti Gianni Biondillo, con la raccolta di racconti Strane Storie, diciassette storie che spaziano dall’horror al comico, dall’erotico al fantascientifico fra luoghi comuni e leggende metropolitane. E con lui i Calibro 35, gruppo funk, jazz, rock che si ispira alle colonne sonore dei film polizieschi Anni Settanta. E ci sarà Donato Carrisi, autore fra i più amati dai lettori italiani, anche lui chiamato a esibirsi in una performance musicale nel segno dell’happening. Paroliere, attore, scrittore, e a Cremona anche musicista: Giorgio Faletti sarà protagonista con la sua band, al festival, per un medley dal vivo dedicato ai suoi più grandi successi autoriali. Torna a Cremona anche Marco Malvaldi, vero beniamino del pubblico del festival: e lo farà, a sorpresa, per mcimentarsi addirittura in alcune romanze nel ruolo di baritono.

 

Alle CORDE DELL’ANIMA 2012 anche le riflessioni sull’amore, e sulle parole migliori per raccontarlo: ne parleranno Sveva Casati Modignani (autrice di Leonie), Ambra Somaschini (Le regole della nebulosa) ed Elena Stancanelli (Un uomo giusto). Ad accompagnarle sarà la voce straordinaria di Rossana Casale. E sempre di amore, ma da una prospettiva diversa e decisamente contemporanea, parlerà a Cremona anche il giovane autore piu’ trendy del momento, Gugliemo Scilla – in arte, Willwoosh – con le sue ormai celebri “dieci regole” per far innamorare.

 

Incontro decisamente inedito, a LE CORDE DELL’ANIMA, fra lo scrittore Diego De Silva e la rock band dei Marlene Kuntz: insieme sfoglieranno a Cremona l’ultimo libro dell’autore, Sono contrario alle emozioni, brillante sproloquio di un uomo che soffre per amore, e che invece di piangere si ride addosso. Da Sette storie gotiche di Karen Blixen è tratto il racconto musicale Un conflitto irrisolto, che sarà proposto dal saggista e drammaturgo Luca Scarlini. E sarà invece itinerante nel centro storico cittadino, lo spettacolo teatrale Lo specchio di Borges, di e con Massimiliano Finazzer Flory, accompagnato dalle musiche di Astor Piazzolla. Ancora un esordio letterario: quello del grande compositore e direttore d’orchestra Carlo Pedini, che a Cremona presenterà l’opera prima  La Sesta stagione. Debutto sulla scena letteraria anche per il giornalista Giuseppe di Piazza, a Cremona con il romanzo d’esordio I quattro canti di Palermo.

 

Le atmosfere sospese di un mondo che sembra vivere solo d’estate riecheggeranno nell’incontro con Fabio Genovesi, esperto di musica e autore di Versilia Rock City: una conversazione musicale in compagnia della più irriverente tra le band di blues, gli Cyborgs. E al festival di Cremona, fra musica e letteratura non poteva mancare un incontro di presentazione della raccolta edita Minimum fax, dedicata interamente alla creatività musicale: Cosa volete sentire, florilegio di celebri autori della nuova scena musicale italiana alle prese con la narrativa, sarà presentata a Cremona da Alessandro Raina degli Amor Fou, Dario Brunori dei Brunori Sas, Max Collini degli Oflaga Disco Pax, Rossano Lo Mele dei Perturbazione.

 

L’offerta turistica: Anche quest’anno, LE CORDE DELL’ANIMA offre agli spettatori la possibilità di incontrare i loro scrittori e musicisti preferiti nelle vie e nelle piazze della città: un modo per assaporare, in un’atmosfera non accademica, il piacere della letteratura abbinata ad un’esecuzione dal vivo. Attive una serie di proposte turistiche e pacchetti speciali che guideranno i visitatori nei percorsi più suggestivi di Cremona, e verso le sponde del Po, per gustare Cremona e il suo fiume attraverso due escursioni in barca, fra musiche e letture. “Un Po di musica e parole” è il tema del suggestivo itinerario lungo il fiume, che salperà domenica alle 17.30 ed alle 18.30. E inoltre, sabato 2 e domenica 3 giugno Casa Stradivari apre le sue porte: sarà un’occasione straordinaria per visitare la casa natia di Antonio Stradivari, eccezionalmente aperta al pubblico. Così come, nella giornata di sabato, un elegante percorso di “liuterie aperte” accoglierà i visitatori del centro storico cittadino. E nel corso del festival, per tutti l’angolo “A tu per tè”: un accogliente luogo relax, predisposto nella Loggia dei militi, dove lasciare messaggi, informarsi e rilassarsi fra  profumi e una tazza di tè.

 

INFO LE CORDE DELL’ANIMA 2012

Cremona, varie location del centro storico 1/3 giugno 2012

tel: (+39) 0372404512 – 0372404565 – 3341517736   publia.eventi@publia.it