Norah Jones – Live at Ronnie Scott’s

Norah Jones - Live at Ronnie Scott's
Norah Jones – Live at Ronnie Scott’s

Norah Jones appare per la prima volta sul palcoscenico mondiale con l’uscita nel 2002 di “Come Away With Me”, descritto dalla stessa Norah come un “piccolo album malinconico” che ha introdotto una singolare nuova voce diventata poi un vero fenomeno a livello mondiale, facendo incetta di GRAMMY Awards nel 2003 e segnando un vero cambio di rotta lontano dalla musica pop prevalente del tempo.

Da allora, Norah Jones ha venduto quasi 50 milioni di album in tutto il mondo e ottenuto ben 9 GRAMMY. Ha pubblicato una serie di album da solista, acclamati dalla critica e di enorme successo, e album con le sue band The Little Willies e Puss N Boots.

La sua musica intreccia un ricco arazzo che combina i fili di diversi stili della musica americana: country, folk, rock, soul e jazz, spesso trascendendo i generi. Norah Jones ha collaborato con diversi artisti come Willie Nelson, Outkast, Herbie Hancock, Foo Fighters e Danger Mouse.

Adesso con il DVD / Blu-ray Live at Ronnie Scott’s, che sarà pubblicato il 15 giugno (già disponibile in pre-ordine), Norah Jones delizia i suoi fan con il suo trio composto da Brian Blade alla batteria e Christopher Thomas al basso, nell’iconico ambiente del famosissimo jazz club Ronnie Scott’s a Londra.

Norah Jones
Live at Ronnie Scott’s

Track listing:
1. Sleeping Wild
2. Don’t Be Denied
3. After The Fall
4. Sinkin’ Soon
5. Out On The Road
6. E poi ci sei stato
7. È un momento meraviglioso per amare
8. Fleurette Africaine (fiore africano)
9. Flipside
10. Pausa di giorno
11. Usignolo
12. Tragedia
13. Piccoli cuori spezzati
14. Continua
15. Non Sapere perché
16. Devo rivederti

Noemi. “La Luna”

Noemi - ph-credit-Julian-Hargreaves_
Noemi – ph-credit-Julian-Hargreaves_

Arrivato a due anni distanza dall’ultimo “Cuore d’artista”, “LA LUNA” è un album variegato e versatile, in cui convivono diversi arrangiamenti e generi: il rock, l’elettronica, ma anche il blues, il cantautorato e perfino il country come in “My good, bad and ugly”.

Un disco molto femminile, coraggioso e sentito, dove una Noemi inedita si rimette in gioco sperimentando nuove sonorità e rivelando al pubblico lati inaspettati. L’album è composto da 13 brani inediti, tra cui “Non smettere mai di cercarmi”, canzone presentata sul palco della 68a edizione del Festival di Sanremo.

«Tra i tanti motivi per cui ho scelto il titolo “La Luna” – racconta Noemi – è perché, come dice Vasco Rossi in «Dillo alla luna», mi piace l’idea di poter parlare alla luna, sperando che porti fortuna. E poi anche perché la luna è un po’ diva, proprio come voglio vivere anch’io questo album.»

A fine maggio, inoltre, Noemi sarà protagonista di due esclusive date live a Milano e Roma per presentare dal vivo i brani contenuti nell’album, oltre ai suoi più grandi successi: il 29 maggio al Teatro degli Arcimboldi di Milano e il 30 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

I biglietti per le date, prodotte e organizzate da F&P Group, sono disponibili in prevendita su TicketOne (www.ticketone.it) e nei punti vendita abituali (info: www.fepgroup.it).

RTL 102.5 è media partner del tour.

Noemi è attualmente impegnata in un instore tour nelle principali città italiane per incontrare il pubblico e presentare il disco.

Queste le prossime date:
24 marzo al Mediaworld del Centro Commerciale Etnapolis di Catania (ore 17.00),
25 marzo alla Feltrinelli di Palermo (Via Cavour – ore 16.00),
8 aprile al Centro Commerciale LatinaFiori di Latina (ore 17.00),
14 aprile al Centro Commerciale I Portali di Cosenza (ore 17.00),
15 aprile al Centro Commerciale Le Fontane (ore 17.00).

“La Luna”: nuovo album di Noemi

noemi-la-luna-copertina-nuovo-album
noemi-la-luna-copertina-nuovo-album

Si intitola “La Luna” il nuovo album di Noemi, in uscita il prossimo 9 febbraio, su etichetta Sony Music.

Il nuovo progetto discografico arriva a due anni distanza dall’ultimo “Cuore d’artista” ed è composto da 13 brani inediti, tra cui “Non smettere mai di cercarmi”, il pezzo con cui Noemi si presenterà sul palco della 68a edizione del Festival di Sanremo il prossimo 6 febbraio, accompagnata da Paola Turci nella serata dei duetti.

Scritto da Noemi, con Diego Calvetti, Massimiliano Pelan e Fabio De Martino, “Non smettere mai di cercarmi” è – come afferma lei stessa – “uno slogan da cantare a polmoni aperti”. Un brano pop che rappresenta al 100% l’artista ed unisce l’elettronica alla musica d’autore italiana. Una produzione quasi cinematografica per la canzone che segna la quinta partecipazione di Noemi al Festival di Sanremo e che le permette di dare sfogo alla sua voce grintosa e graffiante.

“La Luna” è il sesto album di inediti dell’artista romana, che spiega così la scelta: “Tra i tanti motivi per cui ho scelto questo titolo è perche, come dice Vasco Rossi in «Dillo alla luna», mi piace l’idea di poter parlare alla luna, sperando che porti fortuna. E poi anche perché la luna è un po’ diva, proprio come voglio vivere anch’io questo album.”

Il disco vanta alcune collaborazioni importanti tra cui Francesco Tricarico che ha scritto per lei il brano dall’impronta blues/rock “La Luna Storta”; Tommaso Paradiso che firma “Autunno” e Giuseppe Anastasi che le ha regalato il brano “L’attrazione”.

Presente in tutto l’album con la sua anima e la sua eredità anche Lucio Dalla: Noemi lo rievoca nella scrittura e nella produzione di “Oggi non esisto per nessuno” e in “Domani”, arrangiato con il celebre produttore Celso Valli.

“La Luna” è un album variegato e versatile, in cui convivono diversi arrangiamenti e generi: il rock, l’elettronica, ma anche il blues, il cantautorato e perfino il country come in “My good, bad and ugly”. Un disco molto femminile, coraggioso e sentito, dove una Noemi inedita si rimette in gioco sperimentando nuove sonorità e rivelando al pubblico lati inaspettati.

Il nuovo progetto di Noemi sarà presentato anche dal vivo con due speciali eventi live in programma il 27 maggio a Roma (Auditorium Parco della Musica) e il 29 maggio a Milano (Teatri degli Arcimboldi).

I biglietti per le date, prodotte da F&P Group, saranno disponibili online sul sito di TicketOne (www.ticketone.it) dalle ore 11.00 di lunedì 29 gennaio e in tutti i punti vendita autorizzati dal 1° febbraio.

Nuovo singolo di Melody Castellari: “Ci sarà da correre”

-ci-sara-da-correre-melody musica
“Ci sarà da correre” è il primo singolo di Melody Castellari estratto dal suo omonimo album.
Un disco interamente dedicato e composto a quattro mani con il padre, Corrado Castellari, autore per i più grandi interpreti della musica italiana (Mina, Vanoni, De André, Milva, Celentano…) e scomparso nel 2013.

Questo brano musicalmente arioso e leggero, con sonorità tra il pop e il country, accompagna un testo tutt’altro che frivolo, liberamente ispirato alla cronaca dei nostri giorni.

Racconta storie di disperazione, inquietudine, violenza, notizie che quotidianamente ritroviamo narrate in giornali e telegiornali. Racconta di come sia normale ormai, per quanto grottesco, scambiare “la morte con il folklore” nell’abitudine del “pubblico” di visitare i luoghi dei delitti come fossero normalissima meta di una qualsiasi gita fuori porta.
“Ci Sarà da Correre” è però anche un inno alla vita, nel suo epilogo infatti è chiaro il messaggio: «Il buio è una cosa e un’altra cosa è la vita».

Per guardare  video: https://www.youtube.com/watch?v=QQw7EMocb1s

Sito Ufficiale https://melodyca.com/
Facebook https://www.facebook.com/melodycastellari/?fref=ts
Twitter https://twitter.com/Melodyssima
YouTube https://www.youtube.com/channel/UCYs-W9OzohmjdvLsIWb_qRA
Instagram https://www.instagram.com/melodyssima/
Itunes https://itunes.apple.com/it/album/ci-sara-da-correre/id948793059

 

PAOLO NUTINI

Festival Villa Arconati

26 giugno – 24 luglio 2012

14 luglio 2012, di Elisa Zini Paolo Giovanni Nutini approda al Festival di Villa Arconati accolto da un pubblico entusiasta. Giovane cantautore britannico, classe 1987, nato a Paisley in Gran Bretagna da padre toscano e madre scozzese, Nutini ha un animo energico, allegro, candido.

A soli 17 anni si trasferisce a Londra e inizia ad esibirsi nei locali londinesi ma il grande successo arriva grazie alla rete. I suoi brani diventano in poco tempo i più scaricati e Nutini desta l’interesse della casa discografica Atrantic Records. Immediata la decisione di definire un contratto mettendo Nutini nelle mani di Ken Nelson, produttore dei Coldplay. Incontro fruttuoso che porterà all’incisione del primo album These Streets Liverpool, nel 2006, molto apprezzato da critica e pubblico.

E proprio il suo pubblico non lo abbandona: grande entusiasmo e coinvolgimento ieri sera al Festival dove anche nelle ultime file ci si abbandonava al ballo. Un sound coinvolgente che abbraccia generi diversi: dal folk al blues, dal country al soul sapientemente miscelato ad un rock melodico. Bella la presenza dei fiati sul palco a scaldare sonorità dalla poetica e veritiera genuinità.

Paolo Nutini, a beneficio dei suoi fan, è un tifoso dei bianco verdi del Celtic Glasgow; i suoi genitori, notizia curiosa, gestiscono da anni un negozio di fish and chips.