United for the heart

"United for the Heart" -
“United for the Heart” –

110mila euro in favore della Fondazione IEO-CCM per sostenere il progetto di Ricerca del Centro Cardiologico Monzino sulla morte improvvisa dei giovani atleti. È questo il risultato ottenuto da “United for the heart”, l’evento solidale che si è tenuto lunedì 3 febbraio all’Hotel Principe di Savoia di Milano, e promosso dalla “United Onlus” di Riccardo Calleri, Chiara Geronzi e Alessandro Moggi.

Dopo il successo dello scorso anno, che ha visto il mondo dello sport mobilitarsi intorno all’iniziativa d’esordio dell’associazione per una raccolta fondi in favore della popolazione colpita dal crollo del ponte Morandi di Genova, i fondatori della United Onlus hanno deciso di trasformare l’evento in un appuntamento fisso da tenersi ogni anno.

Presentata da Massimo Giletti e Roberta Morise, alla serata di quest’anno hanno partecipato numerosi ospiti, tra cui il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, la presidente della Fondazione IEO-CCM, Patrizia Sandretto Re Rebaudengo e il gotha del giornalismo sportivo e dello sport nazionale: dal presidente del Coni Giovanni Malagò a Gabriele Gravina, presidente della Figc; dall’ad della Lega Serie A, Luigi De Siervo, a presidenti e dirigenti di Club, dall’impreditore e manager Flavio Briatore al presidente del Credito Sportivo Andrea Abodi, dalla giornalista e conduttrice televisiva Paola Ferrari a tanti altri protagonisti del mondo dello sport, della medicina, della politica, dello spettacolo e della cultura.

I numerosi ospiti sono stati allietati dalla musica di Alessandro Ristori & the Portofinos e dal simpatico intrattenimento di Cristiano Militello.
Al centro della serata l’asta di beneficenza, animata da due “battitori” d’eccezione: i comici Pio e Amedeo. Fra i cimeli sportivi battuti all’asta e oggetto di “accanite” quanto divertenti contese a colpi di rilanci, le maglie autografate di Puyol del Barcellona, di Totti della Roma, di Lukaku dell’Inter, la maglia della Nazionale di Ciro Immobile, la maglietta e la racchetta del campione del tennis italiano Matteo Berrettini.

I fondi sosterranno il progetto di Ricerca del Centro Cardiologico Monzino dedicato alla Cardiomiopatia Aritmogena, grave disfunzione cardiaca che colpisce anche in giovane età e che costituisce una delle prime cause di morte improvvisa nei giovani e negli atleti. Il responsabile del progetto è il Prof. Giulio Pompilio – Vicedirettore Scientifico e responsabile dell’Unità di Biologia vascolare e Medicina rigenerativa del Centro Cardiologico Monzino – in collaborazione con il suo team di lavoro.

Tra gli obiettivi della Fondazione IEO-CCM c’è la volontà di riportare l’attenzione sull’importanza della prevenzione e del sostegno alla ricerca scientifica. Supportare la ricerca in prevenzione e cura di un’eccellenza italiana come il Centro Cardiologico Monzino è un investimento per il futuro di tutti.