Re Tour: aggiunta nuova data

davide-van-de-sfroos
davide-van-de-sfroos

Il RE – TOUR del cantautore e scrittore DAVIDE VAN DE SFROOS, in partenza il 16 agosto da TRAVO (PC) per il Travo Balafolk Festival, si arricchisce di un nuovo appuntamento! L’artista si esibirà infatti live il 9 settembre presso l’Arena Bike-In di Campo Canoa a Mantova (biglietti disponibili su www.mailticket.it o presso il box office di Corso Umberto I a Mantova). Bike-In è un format che promuove lo spettacolo in bicicletta, un progetto nato da un’idea di Fresh Agency, Live Club e Shining Production.

Queste le prime date di RE-TOUR:
16 agosto Travo (PC) – Travo Balafolk Festival, Parco Archeologico (biglietti disponibili su www.botteghinoweb.com)
22 agosto Livigno (SO) – (ingresso libero previa prenotazione);
27 agosto Omegna (VB) – 117ª Edizione Festeggiamenti San Vito Omegna (ingresso libero previa prenotazione su www.prenotasanvito.it)
5 settembre Courmayeur (AO) – Palazzo del Ghiaccio (ingresso libero previa prenotazione);
6 settembre Saluzzo (CN) – Festival Occit’Amo, Ex Caserma Mario Musso, Piazza Montebello 1 (biglietti disponibili su www.mailticket.it);
9 settembre Mantonva – Campo Canoa, Arena Bike-In (biglietti disponibili su www.mailticket.it o presso il box office di Corso Umberto I a Mantova)

Davide Van De Sfroos si esibirà in versione “street”, accompagnato dal suono di un violino, di una tastiera, di una chitarra e della batteria. Una formazione ridotta ma che sarà comunque in grado di coinvolgere il pubblico al ritmo dei più importanti brani del suo repertorio.

Biagio Botti: “Deli”

Biagio Botti_Ph G Marchetti
Biagio Botti_Ph G Marchetti

Da giovedì 23 luglio, è online il video di “DELI”, il nuovo singolo del cantautore BIAGIO BOTTI estratto dal suo ultimo album “STORIE, SOGNI E CONVERSIONI”, disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download. Il video è visibile al seguente link: https://youtu.be/yq_UBh4PUNk.

«“Deli” è una dedica alla forza di una donna molto provata dalla sofferenza, – dichiara Biagio Botti – ma che grazie alla fede trova il coraggio di non abbandonarsi all’infelicità e sorridere ancora, mostrando tutta la sua bellezza interiore».

Il videoclip, realizzato e montato da Antonio Losa, è stato interamente girato a casa di Biagio, con l’intento di ricreare l’ambientazione e l’atmosfera che hanno portato il cantautore a scrivere e comporre questo brano.

“Storie, sogni e conversioni” è un album composto da dieci brani, ovvero una collezione di fotografie intime e veraci attraverso le quali il cantautore di Lecco ha voluto mettere a nudo se stesso, le proprie emozioni e i propri pensieri. Con testi e musiche scritte dallo stesso Biagio Botti, il disco è stato prodotto e arrangiato da Alessandro Arban e mixato e masterizzato da Brian Burgan.

Questa la tracklist del disco: “Noi”, “L’anima di Sissi”, “Bye bye bye”, “Lì”, “Quel tremare”, “Lacrime e caffè”, “Piove sempre più”, “Deli” , “Amati Cate” e“Sei Luce”.

Francesco Sacco: ” I 72 Spiriti della Chiave di Salomone”

Franceso Sacco @Federica Sasso
Franceso Sacco @Federica Sasso

Il poliedrico cantautore e compositore milanese FRANCESCO SACCO è autore della colonna sonora originale dello spettacolo inedito “I 72 Spiriti della Chiave di Salomone” selezionato tra i quattro progetti finalisti di “DNAppunti coreografici”, prestigioso progetto di sostegno alla coreografia curato dai più importanti centri italiani di produzione della danza fra cui Centro Nazionale di produzione Firenze – Compagnia Virgilio Sieni, Fondazione Romaeuropa, Gender Bender Festival di Bologna e Triennale Milano Teatro.

Lo spettacolo è stato ideato dallo stesso Francesco Sacco con la moglie coreografa e danzatrice Giada Vailati e prodotto dal collettivo Cult of Magic, fondato dai due insieme a Samira Cogliandro. Lo spettacolo verrà presentato in forma di studio il 31 ottobre 2020 a Romaeuropa Festival.

«Rileggendo “La Chiave di Salomone” attraverso le teorie dello psicanalista James Hillman – racconta Francesco Sacco – il grimorio medievale appare come un vero e proprio atlante dei desideri dell’uomo espressi con il linguaggio del sogno: questo è il tema di indagine del progetto.»

Santachiara: “Io e Me”

SANTACHIARA
SANTACHIARA

Da oggi martedì 7 luglio, è disponibile “IO E ME”, secondo inedito del giovanissimo cantautore SANTACHIARA.

“IO E ME” è un brano in cui SANTACHIARA cerca di trasmettere la melanconia del tempo passato, l’euforia e la passione dei giorni che verranno, sentimenti che prevalgono soprattutto in momenti in cui si rimane soli con noi stessi, momenti in cui abbiamo davvero la possibilità di pensare e capirci.

Con queste parole racconta com’è nata la canzone:
“IO E ME è nata un po’ per gioco con il mio produttore (e soprattutto amico) Andrea.
Stavamo a casa e avevamo appena parlato di Shiloh Dynasty, che è la voce che XXXTENTACION ha campionato per molti dei suoi beat; come abbiamo smesso di parlarne sapevamo quello che dovevamo fare: dovevamo campionare noi stessi.
Mi sono messo a fare 4 accordi e a cantare in un falsetto graffiato, appena trovato qualcosa di buono ci siamo messi a “registrarlo”.
La chitarra è sporca perché proviene da un vocale Whatsapp (no studio, no microfono) e forse è anche un po’ la sua forza.
Dopodiché, Andrea ha fatto la sua magia, è uscito fuori il beat e mi sono messo a scrivere.
Mano a mano che scrivevo mi rendevo conto che in realtà ero felice, molto felice, di come stavo e della piega che stavano prendendo le cose. Ed è questo il senso della canzone: una felicità ritrovata, una consapevolezza nuova, come se guardandomi indietro potessi dire “rifarei tutto, anche le scelte sbagliate se mi hanno portato a quello che sono ora”.

Marco Di Noia: “Stella del Pop”

Marco Di Noia_foto Ace of Lovers
Marco Di Noia_foto Ace of Lovers

Il singolo “STELLA DEL POP” (https://youtu.be/XZxSGtQVD38), che ha anticipato “LEONARDO DA VINCI IN POP”, l’ultimo EP del cantautore milanese MARCO DI NOIA, è colonna sonora del videogioco “La corsa di Leonardo”, ideato dall’Amministrazione del Comune di Milano con il contributo della Direzione Organizzazione e Risorse Umane e della Direzione dei Servizi Informatici del Comune di Milano e dedicato ai figli e ai nipoti dei dipendenti comunali e delle società partecipate.

«Da amante di Leonardo e dei videogiochi, mi ha fatto molto piacere aver potuto dare un mio piccolo contributo questa iniziativa. – spiega Marco di Noia – E mi inorgoglisce che il Comune di Milano, la città in cui sono nato e in cui vivo, abbia pensato a un mio brano come colonna sonora di questo simpatico ed educativo gioco per ragazzi».

“LEONARDO DA VINCI IN POP”, disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download (distrokid.com/hyperfollow/marcodinoia/leonardo-da-vinci-in-pop),è un omaggio a Leonardo da Vinci in occasione del cinquecentenario della morte del genio milanese, ricorrenza celebrata a maggio dello scorso anno.
L’EP è composto da cinque tracce in cuil’innovazione si fonde con la tradizione: chitarre elettriche, synth, batteria, percussioni e omnichord dialogano sperimentalmente con gli strumenti ideati dal genio del Rinascimento, come l’organo di carta, la viola organista e la piva a vento continuo. Anche i testi dei brani, interamente scritti dal cantautore milanese, sono incentrati sulla vita e le opere del grande artista e inventore italiano.

L’ultimo singolo,“PARIGI 1911”, è ispirato al furto della Gioconda dal Louvre, che avvenne realmente il 21 agosto 1911. Autore del reato fu il decoratore italiano Vincenzo Peruggia che, convinto erroneamente che la Gioconda facesse parte delle razzie napoleoniche e mosso da ragioni patriottiche, decise di sottrarre il celebre ritratto dal Salon Carré del museo francese, per riportarlo in Italia e rivenderlo alla Galleria degli Uffizi.

Nel videoclip, visibile al seguente link https://youtu.be/vkUA4GrLjw8, (ideato e realizzato “home made” dal cantautore) sono state inserite diverse citazioni e suggestioni artistiche e cinematografiche, tra cui le ballerine di Degas, i quadri e le immagini animate di Harry Potter, documenti storici dell’epoca e, naturalmente, le opere di Leonardo da Vinci.

«L’ultima volta che mi sono recato al Louvre sono rimasto impressionato da quanto il reparto italiano fosse affollato di turisti rispetto alle altre aree. – spiega Marco di Noia – In un certo senso, seppur con un atto illecito, Vincenzo Peruggia diede voce alle sempiterne velleità patriottiche di molti italiani, che sognano di riportare nel Bel Paese il nostro vasto patrimonio artistico sparso per il mondo».

Quetsa la track-list dell’EP “Leonardo Da Vinci In Pop”: “Stella del pop”, “L’ultimo volo di Leonardo”, “Parigi, 1911”, “L’uomo vitruviano”, “La battaglia di Marciano in Val di Chiana”.