Pirandello 2.0 sui canali social

Uno nessuno centomila
Uno nessuno centomila

Dal 5 al 31 maggio avrebbe dovuto andare in scena “Uno, nessuno e centomila” di Pirandello con l’adattamento di Renato Gabrielli e la regia di Lorenzo Loris. Purtroppo il persistere dell’emergenza non ci ha permesso di confermare lo spettacolo. Vogliamo però lanciare un segnale di speranza, anche in ragione della nuova fase che si sta aprendo. A maggio si svolgeranno sul web una serie di iniziative dal vivo e registrate sullo spettacolo e su Pirandello. Dopo i primi passi fatti nel mese di marzo insieme a Roberto Trifirò e a Kafka, alla messa in streaming dei video integrali degli spettacoli “Nome di battaglia Lia” e “Mai morti” di Renato Sarti per la Festa della Liberazione e alla diretta del 29 aprile dello spettacolo “Ghiaccio” di Aia Taumastica, proseguiamo nella sperimentazione online cercando di trovare altri modi per declinare il teatro in attesa che si ritorni alla normalità. Certamente la presenza del pubblico nel teatro è insostituibile, e non potrà certo il web essere una soluzione del problema, ma vogliamo con queste iniziative tenere vivo il rapporto con il pubblico e riempire il vuoto dell’attesa con stimoli e riflessioni.
A partire dal 5 maggio trasmetteremo sui canali social una serie di “Pillole video” di 5 minuti dove gli attori, guidati dal regista Lorenzo Loris, interpreteranno, ciascuno collegato dalla propria abitazione, i dialoghi del copione. I tre personaggi dell’adattamento teatrale: Moscarda 1, Moscarda 2, Moscarda 3, che rappresentano tre identità dello stesso protagonista del romanzo, Vitangelo Moscarda, saranno interpretati da Davide Pinardi, Harriet Carnevale e Giacomo Carson.
Oltre alla messa in rete dei video si svolgeranno, sempre sui social, una serie di brevi conferenze che, a partire dagli aspetti affrontati nel progetto di messa in scena teatrale, affronteranno e approfondiranno Pirandello cercando di riscoprire la sua opera da un punto di vista letterario, storico, filosofico in relazione alla nostra contemporaneità. Rifletteremo anche su quanto stiamo vivendo in questa condizione di forzato isolamento che mette a dura prova la nostra identità come individui sociali e relativizza ogni nostra certezza.

PIRANDELLO 2.0

A partire dal 5 maggio (il martedì, venerdì e il sabato) alle ore 10 su facebook .com/teatrooutoff/ instagram.com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
UNO, NESSUNO E CENTOMILA – 12 Pillole video – (durata 5 minuti)
di Luigi Pirandello
ideazione e progetto Lorenzo Loris e Roberto Traverso
adattamento Renato Gabrielli
con la partecipazione di Lorenzo Loris, Davide Pinardi, Harriet Carnevale e Giacomo Carson
regia di Lorenzo Loris
musiche originali realizzate da Filippo Ferrari, Alessandro Papaianni, Pietro Rodeghiero, allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado del corso di composizione di Alessandro Ponti
regia web audio e video Stefano Sgarella
produzione Teatro Out Off

LE CONFERENZE
Tutti i giovedì alle ore 20.45 si svolgerà una conferenza di approfondimento su Pirandello in rapporto allo spettacolo di Lorenzo Loris.

Giovedì 7 maggio, ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
LA LETTERATURA IN SCENA
Incontro con il regista Lorenzo Loris, lo scrittore e docente di scrittura creativa a Brera, Davide Pinardi e Roberto Traverso, drammaturgo e docente IED.

Giovedì 14 maggio alle ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
DAL TESTO ALLA MUSICA
Incontro con il regista Lorenzo Loris e Alessandro Ponti docente di composizione, Katia Maggioni – corsi IRMus (ricerca musicale) e gli allievi Filippo Ferrari, Alessandro Papaianni, Pietro Rodeghiero della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, autori delle musiche di scena.

Giovedì 21 maggio alle ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
UNO,NESSUNO E CENTOMILA: DAL ROMANZO AL TEATRO
Incontro con Renato Gabrielli, drammaturgo, autore dell’adattamento teatrale di “Uno, nessuno e centomila” il regista Lorenzo Loris e Roberto Traverso, drammaturgo.

Giovedì 28 maggio alle ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
“L’UMORISMO” DI PIRANDELLO
incontro con docenti e studiosi che approfondiranno il rapporto tra letteratura e teatro nell’opera di Pirandello a partire dal suo saggio “L’umorismo”.

Vitangelo Moscarda, un giorno, si rende conto che la moglie nota il suo naso con delle caratteristiche diverse da come lui lo ha sempre percepito. Questa coincidenza innesca un vortice di ragionamenti che lo portano alla consapevolezza di non essere per gli altri come egli è per se stesso. La dissociazione provoca un comico scompiglio anche quando, riflettendo sulla figura del padre banchiere, inizia a sospettare che gli altri lo vedano piuttosto come figlio di un usuraio.
Indagando a fondo il rapporto che si stabilisce, da quel momento in poi, fra il protagonista che guarda e coloro che gli vivono intorno, Vitangelo Moscarda arriva alla conclusione che quello che siamo è il risultato di quello che gli altri vedono; ma quello che gli altri vedono non è esattamente la nostra percezione.
Inizia così un progressivo percorso di destrutturazione della propria identità, in cui il protagonista rifiuta la propria condizione, la forma che lo contiene e cerca di assumere un’altra identità diversa da quella originaria. Ma scopre infine, con stupore, che la propria unicità (Uno) si frantuma arrivando ad una sorta di annullamento della propria apparenza (Nessuno) e realizza che le identità invece possono essere molteplici. (Centomila).
Attraverso umoristiche peripezie egli deciderà infine di liberarsi della banca ereditata per fondarvi un ospizio con l’intento di rinascere a nuova vita.

Il progetto Pirandello 2.0 è realizzato dal Teatro Out Off e, per la parte musicale, in collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.
Si ringrazia Davide Pinardi, Harriet Carnevale e Giacomo Carson.
Teatro Out Off / Web
info@teatrooutoff.it; www.teatrooutoff.it; facebook .com/teatrooutoff/
instagram.com/teatrooutoff/ canale Youtube – Teatro Out Off; Twitter @TeatrOutOff1
linkedin.com/in/teatro-out-off

Pirandello 2.0 sui canali social del Teatro Out Off

Ph Registrazioni video PIRANDELLO 2.0 da sx in alto - Harriet Carnevale e Giacomo Carson; in basso Davide Pinardi, Lorenzo Loris
Ph Registrazioni video PIRANDELLO 2.0 da sx in alto – Harriet Carnevale e Giacomo Carson; in basso Davide Pinardi, Lorenzo Loris

Dal 5 al 31 maggio avrebbe dovuto andare in scena “Uno, nessuno e centomila” di Pirandello con l’adattamento di Renato Gabrielli e la regia di Lorenzo Loris. Purtroppo il persistere dell’emergenza non ci ha permesso di confermare lo spettacolo. Vogliamo però lanciare un segnale di speranza, anche in ragione della nuova fase che si sta aprendo. A maggio si svolgeranno sul web una serie di iniziative dal vivo e registrate sullo spettacolo e su Pirandello. Dopo i primi passi fatti nel mese di marzo insieme a Roberto Trifirò e a Kafka, alla messa in streaming dei video integrali degli spettacoli “Nome di battaglia Lia” e “Mai morti” di Renato Sarti per la Festa della Liberazione e alla diretta del 29 aprile dello spettacolo “Ghiaccio” di Aia Taumastica, proseguiamo nella sperimentazione online cercando di trovare altri modi per declinare il teatro in attesa che si ritorni alla normalità. Certamente la presenza del pubblico nel teatro è insostituibile, e non potrà certo il web essere una soluzione del problema, ma vogliamo con queste iniziative tenere vivo il rapporto con il pubblico e riempire il vuoto dell’attesa con stimoli e riflessioni.
A partire dal 5 maggio trasmetteremo sui canali social una serie di “Pillole video” di 5 minuti dove gli attori, guidati dal regista Lorenzo Loris, interpreteranno, ciascuno collegato dalla propria abitazione, i dialoghi del copione. I tre personaggi dell’adattamento teatrale: Moscarda 1, Moscarda 2, Moscarda 3, che rappresentano tre identità dello stesso protagonista del romanzo, Vitangelo Moscarda, saranno interpretati da Davide Pinardi, Harriet Carnevale e Giacomo Carson.
Oltre alla messa in rete dei video si svolgeranno, sempre sui social, una serie di brevi conferenze che, a partire dagli aspetti affrontati nel progetto di messa in scena teatrale, affronteranno e approfondiranno Pirandello cercando di riscoprire la sua opera da un punto di vista letterario, storico, filosofico in relazione alla nostra contemporaneità. Rifletteremo anche su quanto stiamo vivendo in questa condizione di forzato isolamento che mette a dura prova la nostra identità come individui sociali e relativizza ogni nostra certezza.

PIRANDELLO 2.0

A partire dal 5 maggio (il martedì, venerdì e il sabato) alle ore 10 su facebook .com/teatrooutoff/ instagram.com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
UNO, NESSUNO E CENTOMILA – 12 Pillole video – (durata 5 minuti)
di Luigi Pirandello
ideazione e progetto Lorenzo Loris e Roberto Traverso
adattamento Renato Gabrielli
con la partecipazione di Lorenzo Loris, Davide Pinardi, Harriet Carnevale e Giacomo Carson
regia di Lorenzo Loris
musiche originali realizzate da Filippo Ferrari, Alessandro Papaianni, Pietro Rodeghiero, allievi della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado del corso di composizione di Alessandro Ponti
regia web audio e video Stefano Sgarella
produzione Teatro Out Off

LE CONFERENZE
Tutti i giovedì alle ore 20.45 si svolgerà una conferenza di approfondimento su Pirandello in rapporto allo spettacolo di Lorenzo Loris.

LA LETTERATURA IN SCENA
Incontro con il regista Lorenzo Loris, lo scrittore e docente di scrittura creativa a Brera, Davide Pinardi e Roberto Traverso, drammaturgo e docente IED.

Giovedì 14 maggio alle ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
DAL TESTO ALLA MUSICA
Incontro con il regista Lorenzo Loris e Alessandro Ponti docente di composizione, Katia Maggioni – corsi IRMus (ricerca musicale) e gli allievi Filippo Ferrari, Alessandro Papaianni, Pietro Rodeghiero della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, autori delle musiche di scena.

Giovedì 21 maggio alle ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
UNO,NESSUNO E CENTOMILA: DAL ROMANZO AL TEATRO
Incontro con Renato Gabrielli, drammaturgo, autore dell’adattamento teatrale di “Uno, nessuno e centomila” il regista Lorenzo Loris e Roberto Traverso, drammaturgo.

Giovedì 28 maggio alle ore 20.45
sui canali di facebook .com/teatrooutoff/ e poi in streaming su Youtube
“L’UMORISMO” DI PIRANDELLO
incontro con docenti e studiosi che approfondiranno il rapporto tra letteratura e teatro nell’opera di Pirandello a partire dal suo saggio “L’umorismo”.

Vitangelo Moscarda, un giorno, si rende conto che la moglie nota il suo naso con delle caratteristiche diverse da come lui lo ha sempre percepito. Questa coincidenza innesca un vortice di ragionamenti che lo portano alla consapevolezza di non essere per gli altri come egli è per se stesso. La dissociazione provoca un comico scompiglio anche quando, riflettendo sulla figura del padre banchiere, inizia a sospettare che gli altri lo vedano piuttosto come figlio di un usuraio.
Indagando a fondo il rapporto che si stabilisce, da quel momento in poi, fra il protagonista che guarda e coloro che gli vivono intorno, Vitangelo Moscarda arriva alla conclusione che quello che siamo è il risultato di quello che gli altri vedono; ma quello che gli altri vedono non è esattamente la nostra percezione.
Inizia così un progressivo percorso di destrutturazione della propria identità, in cui il protagonista rifiuta la propria condizione, la forma che lo contiene e cerca di assumere un’altra identità diversa da quella originaria. Ma scopre infine, con stupore, che la propria unicità (Uno) si frantuma arrivando ad una sorta di annullamento della propria apparenza (Nessuno) e realizza che le identità invece possono essere molteplici. (Centomila).
Attraverso umoristiche peripezie egli deciderà infine di liberarsi della banca ereditata per fondarvi un ospizio con l’intento di rinascere a nuova vita.

Il progetto Pirandello 2.0 è realizzato dal Teatro Out Off e, per la parte musicale, in collaborazione con la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.
Si ringrazia Davide Pinardi, Harriet Carnevale e Giacomo Carson.
Teatro Out Off / Web
info@teatrooutoff.it; www.teatrooutoff.it; facebook .com/teatrooutoff/
instagram.com/teatrooutoff/ canale Youtube – Teatro Out Off; Twitter @TeatrOutOff1
linkedin.com/in/teatro-out-off

MTM – Teatro Grado Zero

Teatro-Litta-Tour
Teatro-Litta-Tour

“Prima di tutto per me è un pensiero, così dice Antonio Syxty e aggiungo io, “un libero pensiero di Antonio Syxty”, responsabile artistico insieme a Valeria Cavalli e Gaetano Callegaro, di MTM Manifatture Teatrali Milanesi.

Un pensiero attraverso uno scritto e ad una valutazione fatta di concretezza e consapevolezza della propria esistenza e del momento che stiamo vivendo.
Da oggi sarà pubblicata sui canali social di MTM e FB di Antonio Syxty, dove potrete leggere la versione integrale del testo.

Abbiamo sempre pensato che saremmo tornati ‘alla normalità’, perché non ci sembrava possibile immaginare un futuro in cui la distanza fisica fra individuo e individuo potesse mutare. In fondo la prossimità fisica era ed è un dato acquisito del nostro comportamento individuale e sociale.

“Ora, che siamo al grado zero, non ci resta che cercare di capire – tutti noi del teatro – quali sono le frontiere da attraversare realmente, a iniziare da quelle che abbiamo costruito intorno a noi – proprio noi che il teatro lo facciamo”
Antonio Syxty

Master in Comunicazione Musicale dell’Università Cattolica di Milano.

Foto Master Aula_Sibilla_2017
Foto Master Aula_Sibilla_2017

Giunto alla sua 17° edizione, il Master in Comunicazione Musicale dell’Università Cattolica continua a formare a 360° i suoi studenti, portando in cattedra docenti universitari, artisti e un numero sempre maggiore di ex alunni del Master.

È il caso di Luca Di Cataldo, Direttore di produzione e Tour manager presso Ponderosa Music&Art, di Giovanni D’Amico, Project Manager di iAM Management & Artist Consulting, e di Gabriele Sinesio, Social media Manager presso Believe Digital: tutti ex studenti del Master passati all’altro lato della cattedra in quanto affermati professionisti del settore della musica.

Continuando a dedicare spazio al ciclo di lezioni tenute da ex-allievi per raccontare le case history delle aziende presso le quali oggi lavorano, il corso si arricchisce di due nuovi laboratori: “Comunicazione strategica e gestione del rapporto con gli artisti” tenuto da Veronica Corno (Responsabile Comunicazione di F&P Group) e “Gestione della musica sui media: videoclip e playlist” a cura di Marco Danelli (Music Editor e Programmer di MTV).

«I nostri ex studenti sono ormai affermati professionisti del settore – racconta Gianni Sibilla, direttore didattico del Master – è impossibile lavorare nella musica oggi e imbattersi in qualcuno che non sia passato dalle nostre aule. “Anche tu dal Master Musica?” è ormai una domanda di rito. E i ragazzi sono diventati talmente bravi ed esperti che spesso passano dall’altro lato della cattedra, come docenti dei nuovi studenti del Master. È una delle cose che ci rende più orgogliosi».

Distintosi negli anni per il proprio livello di aggiornamento e innovazione, il Master in Comunicazione Musicale è stato il primo corso universitario in Italia rivolto a laureati e laureandi di qualsiasi facoltà (e/o titolo equipollente, es. diplomati al conservatorio) specificatamente dedicato allo studio dell’industria della musica pop e al suo rapporto con il mondo della comunicazione e dei media.

Il Master si riconferma come il percorso di formazione più valido per chi desidera lavorare nel settore della comunicazione musicale: agli studenti viene fornita una conoscenza teorica e pratica delle tecniche e dei processi di comunicazione per la diffusione del prodotto musicale attraverso tutti i media: radio, televisione, internet, uffici stampa, discografia, eventi, live. Gli strumenti sono corsi, laboratori, project work, incontri e case history.

Il percorso prevede inoltre un periodo di stage finalizzato all’inserimento formativo dello studente nel contesto reale del mondo del lavoro, sia presso aziende convenzionate – con le quali il Master ha maturato una consolidata collaborazione negli anni – sia presso nuove realtà ricercate ogni anno in base all’andamento del mercato musicale. Con oltre 400 stage attivati presso etichette discografiche, agenzie media musicali, uffici stampa e promoter, le percentuali di placement si attestano tra il 66% e il 90% a soli sei mesi dal termine delle lezioni.

In 16 anni sono stati selezionati oltre 400 studenti tra le quasi 1500 domande di ammissione ricevute, per un totale di oltre 7000 ore in aula, tra incontri con gli operatori del settore, laboratori e lezioni sulla discografia, distribuzione, promozione e marketing, fino alle nuove frontiere dei big data e dello streaming. Le testimonianze dei professori e degli ex studenti sono disponibili sul sito ufficiale dell’ALMED nella sezione “Alumni” e sui canali social del Master.

MANCANO POCHI GIORNI ALLA CHIUSURA DELLE ISCRIZIONI PER L’ANNO ACCADEMICO 2017/2018

I colloqui di selezione si terranno il 19 e il 20 ottobre, le lezioni partiranno il 6 novembre 2017.