“Sonnambuli”

SONNAMBULI @Daniela Banfi_LOW
SONNAMBULI @Daniela Banfi_LOW

Il  5 dicembre alle ore 21.00 (con replica il 6 dicembre, alla stessa ora) presso Campo Teatrale, debutterà lo spettacolo Sonnambuli – il vuoto di te. Il vuoto del mio cuore della compagnia milanese DOMESTICALCHIMIA, progetto vincitore del concorso testinscena® 2019, organizzato dalla Fondazione Claudia Lombardi per il teatro e patrocinato da LuganoInScena.

Sonnambuli è un noir, una storia d’amore che si svolge su una linea sottile che unisce brutalità e tenerezza. Una giovane coppia di innamorati tenta di tenere alta l’energia della propria relazione tramite una serie di espedienti fantasiosi che scivolano facilmente nella violenza estrema. Il conflitto pelle contro pelle, dove anche le parole s’insinuano come aghi, fa emergere pian piano il cuore perverso di un legame che non riesce a trovare la sua dimensione quotidiana.

Ci si prende a schiaffi piuttosto che comunicare, ci si stringe in abbracci soffocanti pur di manifestare la propria presenza. Si tenta in tutti i modi di cambiare, ma come è possibile quando si è così tanto affezionati alla propria tristezza? A complicare il tutto, un terzo incomodo particolarmente rumoroso che risveglierà un ricordo che era meglio lasciare sopito.

Quali sono le facce delle nevrosi che ci camminano dentro e intorno? Come stanno mutando le nostre relazioni affettive? I personaggi di DOMESTICALCHIMIA incarnano queste domande, agendo all’interno di spettacoli che si fondano principalmente sulla drammaturgia contemporanea, sui lavori d’inchiesta e d’inclusione sociale, sullo studio dei movimenti e sul sound design, usando un linguaggio che si pone sempre di raggiungere un contatto diretto con il pubblico.

La compagnia DOMESTICALCHIMIA ha completato il lavoro di produzione accompagnata dal tutoraggio di Francesca Garolla, dramaturg e direttrice artistica del Teatro i di Milano, messo disposizione dalla Fondazione.

PER INFO E BIGLIETTERIA
CAMPO TEATRALE
via Cambiasi 10 – Milano
02 26113133 – biglietteria@campoteatrale.it – www.campoteatrale.it
Metro MM2 Udine-Lambrate / Linee di superficie 55-62
ORARI: 5 dicembre ore 20.30 e 6 dicembre ore 21.00
BIGLIETTI
intero: 20 euro – ridotto on-line: € 14 anzichè € 20
6 dicembre biglietto unico € 10
6 dicembre spettacolo + cena € 20
ORARI BIGLIETTERIA
Presso gli uffici in via Casoretto, 41/a
dal lunedì al venerdì 14.00 -19.00 / sab. 10.00 – 13.00 e 14.00 -19.30 / domenica 10.00 – 13.00 e 14.00 – 17.30
Presso la biglietteria del teatro in via Cambiasi, 10 solo nei giorni di spettacolo, da mezz’ora prima dell’inizio della replica

ll Vecchio Principe, in scena a Campo Teatrale

vecchio principe 5
vecchio principe 5

Ritorna a Milano sul palco di Campo Teatrale “Il Vecchio Principe” ma stavolta con César Brie in scena.
In un ospedale geriatrico, Vecchio, un paziente anziano dice di venire da una stella dove ha lasciato un fiore. Antoine, l’infermiere, lo ascolta. A volte si spazientisce perché Vecchio si alza di notte, parla con persone che non ci sono ed è preoccupato per il fiore che ha abbandonato.

Il giorno delle visite arrivano il primario, un nipote ubriacone, una nipote donna d’affari sempre attaccata al cellulare e un altro visitatore che accende e spegne le luci di continuo. Vecchio si sente solo nell’ospedale, cerca gli uomini nei corridoi deserti, confonde i lampioni con le stelle e sogna il suo fiore col quale contemplava i tramonti.

Antoine comincia a capire che Vecchio è fedele ai propri ricordi e che il mondo gli sembra assurdo senza amicizia, amore e tempo per guardarsi intorno. Quando Antoine capisce che Vecchio gli sta insegnando a vivere in un’altra forma, Vecchio si accorge che è ora di tornare al suo pianeta.

Info spettacolo: www.campoteatrale.it/il-vecchio-principe/

CAMPO TEATRALE

via Cambiasi 10 – Milano
Metro MM2 Udine-Lambrate
Linee di superficie 55-62

Spettacolo in scena dal 28 febbraio al 4 marzo ore 21, domenica ore 16:00

Campo Teatrale: “L’avvoltoio”

L'avvoltoio
L’avvoltoio

Debutta a Milano sul palco di Campo Teatrale “L’Avvoltoio”, la pièce che accende i riflettori sul Poligono di Quirra e sulle sospette morti legate all’uranio impoverito. Diretta dal regista argentino César Brie andrà in scena per sei date dal 16 al 21 gennaio. Un amaro poema visionario costruito su una moderna tragedia collettiva.

Il testo forte e toccante è di Anna Rita Signore, premio speciale Claudia Poggiani alla Drammaturgia nell’ambito del premio Calcante. Con un’ondata di poesia e genio il regista argentino Cesar Brie racconta la storia del più grande Poligono di Europa.

La sindrome di Quirra, al centro dell’inchiesta dell’allora procuratore Domenico Fiordalisi – il magistrato non viene citato nella pièce ma ringraziato a fine spettacolo – partita dalle ricostruzioni giornalistiche, emerge dalle cronache, dai racconti, dagli interrogatori e dalle testimonianze.

Lo spettacolo ha debuttato a Cagliari il 28 novembre al Teatro Massimo per la stagione di Sardegna Teatro, teatro di Rilevante Interesse Culturale (Tric) guidato da Massimo Mancini registrando ben sedici date sold out.

A Campo Teatrale: “La Fabbrica della Felicità” – vincitore Testinscena 2017

La fabbrica della felicità-
La fabbrica della felicità-

“La fabbrica della felicità” della Compagnia Connettiv024grammi sarà in scena in anteprima milanese a Campo Teatrale, Via Cambiasi 10 a Milano, lunedì 11 dicembre alle ore 21.00.

Una città che dà rimedio facile ed immediato ad ogni forma di malattia, dove non possono esserci sofferenza, conflitti, frustrazione, angoscia o paure. Una città dove la vecchiaia è solo un brutto sogno e la morte non ha più nulla di spaventoso, è piacevole quanto andare in vacanza su un’isola paradisiaca. Una città dove la perfezione è a portata di mano. E ognuno persegue il sacrosanto diritto di essere pienamente felice.

Se il progresso scientifico e la nuova farmacologia riuscissero a realizzare tutti i nostri desideri, per donarci il più stabile equilibrio che la storia abbia mai visto? E se tutto questo fosse possibile grazie ad un’unica pillola? Il SOMA, non lo prenderesti?

Undici personaggi ci raccontano della loro utopica città, ispirata al romanzo “Mondo Nuovo” di A. Huxley e della grande fabbrica farmaceutica della Pfaizer Pharma che assicura il moto costante di tutti i suoi ingranaggi, dai piani alti di questa società, dove troviamo a collaborare scienza, capitale e propaganda pubblicitaria, fino a scendere nelle vite di alcuni, fra i tanti, consumatori di felicità.

“Forse un secolo nuovo comincia. Ma un secolo nel quale si penserà ai mezzi per evitare le utopie e ritornare a città non utopistiche, meno ‘perfette’ e più ‘libere’ (Nicola Berdiaeff)”.

La Fondazione Claudia Lombardi per il teatro, è una fondazione svizzera, nata nel 2016 con lo scopo di sostenere la crescita artistica di giovani talenti promuovendo un bando aperto a compagnie composte da artisti di età inferiore ai 35 anni della Svizzera italiana e della Lombardia.

Il bando testinscena 2017, al quale hanno partecipato 52 progetti, è stato vinto dalla compagnia milanese Connettiv024grammi composta da 6 giovani attori diplomati della Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine nel 2015.
Il progetto vincitore del Bando testinscena 2017, ideato e promosso dalla Fondazione Claudia Lombardi per il teatro, con il patrocinio di LuganoInScena, Divisione Eventi e Congressi della Città di Lugano, Teatro Foce di Lugano, ATIR Teatro Ringhiera e Campo Teatrale di Milano, è diventato ora lo spettacolo “La fabbrica della felicità” realizzato dalla Compagnia Connettiv024grammi, grazie anche alla collaborazione artistica di Mattia Fabris, tutor offerto dalla Fondazione al fine di premiare l’impegno dell’ensemble ed aiutarlo a raggiungere una personale e compiuta dimensione espressiva per questo progetto.

Lo spettacolo sarà in scena il 4 dicembre al Teatro Foce di Lugano.
Il bando testinscena 2018 sarà online sul sito della Fondazione dal 19 febbraio al 30 marzo 2018.
Tutte le informazioni sul sito: www.fondazioneteatro.ch

PER INFO E BIGLIETTERIA

CAMPO TEATRALE
via Cambiasi 10 – Milano
Metro MM2 Udine-Lambrate
Linee di superficie 55-62

intero: 20 euro – ridotto: 14 euro
Acquisti on-line € 14 anzichè € 20