Apertura “a Scacchiera” di musei e biblioteche

Museo del Risorgimento
Museo del Risorgimento

Cultura. Da oggi aperte le prenotazioni per l’ingresso ai Musei Civici, apertura “A Scacchiera” da martedì 26. Aprono anche la Sormani e 8 biblioteche di quartiere.

Milano, 22 maggio 2020 – È possibile da oggi prenotare sul sito vivaticket.it l’ingresso ai musei civici, che apriranno da martedì 26 maggio con il seguente calendario, in vigore fino al 21 giugno:

Martedì e Mercoledì:

GAM, MNSN, Acquario Civico, Museo del Risorgimento

Giovedì:

Casa Museo Boschi Di Stefano, Studio Museo Francesco Messina

Venerdì:

Casa Museo Boschi Di Stefano, Studio Museo Francesco Messina, MUDEC|Museo delle Culture (collezione permanente)

Sabato e Domenica:

Museo del Novecento, Palazzo Morando, Museo Archeologico, MUDEC|Museo delle Culture (collezione permanente)

Il Castello Sforzesco al momento sta approfondendo le modalità di climatizzazione e il suo piano di apertura sarà comunicato prossimamente.

L’ingresso ai musei è garantito previa prenotazione online sul sito vivaticket.it e, per i musei con ingresso a pagamento, previo acquisto del biglietto online. Non è possibile organizzare visite guidate.

L’orario di tutti i musei civici è uniforme, dalle 11 alle 18, con fasce orarie di mezz’ora ciascuna. Per ogni fascia oraria sono stati individuati contingenti di visitatori commisurati al numero e all’ampiezza delle sale. In particolare, per ogni mezz’ora sono ammessi (sempre previa prenotazione):

Museo Archeologico Magenta + Museo di Via Nirone: 15 visitatori

Palazzo Morando|Costume Moda Immagine: 5 visitatori

Museo Risorgimento: 5 visitatori

Museo del Novecento: 10 visitatori

GAM|Galleria d’Arte Moderna: 5 visitatori

Museo di Storia Naturale: 10 visitatori

Casa Museo Boschi – Di Stefano: 3 visitatori

MUDEC|Museo delle Culture: 5 visitatori

Studio Museo Francesco Messina: 5 visitatori

Acquario Civico: 15 visitatori

Il numero di ogni slot per ciascun museo è calcolato valutando la distanza fisica di sicurezza nella sala più piccola del percorso museale, tenendo anche in considerazione la conformazione del percorso stesso.

I visitatori dovranno entrare muniti di mascherine e seguiranno all’interno di ogni museo un percorso a senso unico. All’ingresso e vicino ai servizi saranno posizionati dispenser di disinfettanti per le mani. Il servizio di guardaroba non è attivo.

Aprono da martedì 26 maggio anche la Sormani e 8 biblioteche civiche: Affori, Baggio (piazza Stovani), Chiesa Rossa, Gallaratese, Niguarda, Oglio, Tibaldi, Valvassori Peroni. Tutte le info su orari e servizi al link https://milano.biblioteche.it/servizi/fase2/

Confermata a partire dal 28 maggio la riapertura di Palazzo Reale, dal giovedì alla domenica, con orario dalle 11 alle 19.30. Anche per le mostre, ingressi contingentati in base alla capienza delle sale con prenotazione obbligatoria per fasce orarie e acquisto dei biglietti online sui siti delle diverse mostre.

 

Consulta nazionale della Rete delle Reti

Rete delle Reti
Rete delle Reti

Mentre il mondo vive un periodo sospeso, nell’attesa di cogliere il presente e immaginare il futuro, le biblioteche di pubblica lettura continuano a lavorare a un comune progetto nazionale di cooperazione, definito non a caso Rete delle Reti (RdR).

Ed è proprio grazie a questo ininterrotto lavorìo che il 5 maggio scorso, in un’Assemblea costitutiva on-line cui hanno partecipato oltre cinquanta delegati, si sono poste le fondamenta per una Consulta nazionale dei sistemi bibliotecari.

A poco più di sei mesi dalla presentazione della Rete delle Reti, infatti, sono già 26 i sistemi che vi hanno aderito. In totale un migliaio di biblioteche. Insieme dispongono di un patrimonio – cartaceo e digitale – di oltre dieci milioni di documenti.

Dal nord al sud, sono 820 i Comuni rappresentati, sette le Regioni – Calabria, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana e Veneto – e un bacino di utenza di 7 milioni e 300mila abitanti.

Due gli organismi preposti alla governance: oltre alla Consulta, organismo di indirizzo politico – costituita da un rappresentante di ogni singolo Ente firmatario – opera anche il Comitato di coordinamento, affidatario dei compiti attuativi nel rispetto dei traguardi pianificati.

Si sta ora completando l’iter per la nomina dei vertici della Consulta, presidente e vicepresidente, e il consolidamento del coordinamento nazionale.

Biblioteche online e non solo

biblioteche filo diretto con i cittadini
biblioteche filo diretto con i cittadinila biblioteca è con te,opportunità umanizzazione,davide falco,dietrolanotizia.eu,mondodisabile.it

Quelle che stiamo vivendo sono settimane delicate, affannose, caratterizzate da situazioni, avvenimenti e sentimenti a dir poco stranianti. In breve tempo tutto è cambiato, soprattutto nei rapporti sociali. Per questo, in circostanze così difficili, le biblioteche CSBNO hanno scelto di restare in contatto con le comunità cittadine e con gli utenti più affezionati, per far sentire loro la presenza nonostante la chiusura fisica.

Ascoltando le loro emozioni, registrandone le aspettative, guidandoli nell’utilizzo dei servizi, sempre gratuiti, della biblioteca digitale, disponibile nelle case h24.

Su queste basi è nato il progetto CSBNO “La biblioteca è con te”, che prende il via proprio in questi giorni. Sono circa 14mila gli utenti che nella prima fase saranno contattati telefonicamente direttamente dai bibliotecari, vuoi per rinnovare un contatto personale che manca a tantissimi, vuoi per ricordare le opportunità offerte dai servizi digitali che la biblioteca già proponeva e che proprio in queste settimane sono stati fortemente implementati. Sono oltre settanta gli operatori bibliotecari coinvolti nel progetto.

La tecnologia digitale si sta dimostrando un formidabile strumento al servizio dell’umanizzazione.
Arricchire di contenuti i servizi digitali è il modo scelto dalle biblioteche per essere solidali.

Nella biblioteca on line le opportunità sono davvero tante, per tutti.
Ci sono gli ebook, libri digitali per tutti, con un catalogo di circa 37.000 titoli, che prevedono anche la possibilità di lettura facilitata per agevolare i senior. Non mancano interessanti guide sulle tematiche più diverse e manuali di long-life learning.

L’ingente catalogo di audiolibri mette a disposizione classici, best seller e novità di fiction, narrati da attori e doppiatori professionisti, spesso interpreti popolari del cinema e teatro italiani.

Presenti anche titoli di saggistica generale, storica, manualistica, self-help e self-improvement, in particolare per la crescita professionale e per l’apprendimento delle lingue straniere. E ancora, video corsi e e-learning per gli studenti e libri digitali illustrati per i bambini, e anche videogiochi per un po’ di svago.

Coronavirus, riaprono biblioteche, musei e mostre

Museo Castello Sforzesco
Museo Castello Sforzesco

Coronavirus, riaprono biblioteche, musei e mostre

Ingressi contingentati a mostre e musei per garantire il rispetto delle misure precauzionali previste dal Governo. Nelle biblioteche riapre il servizio di prestito online e restituzione

Milano, 2 marzo 2020 – Come previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato domenica 1° marzo d’intesa con il Ministero della Salute in materia di contenimento del contagio da coronavirus, il Comune di Milano ha deciso la riapertura delle biblioteche, delle sedi espositive e dei musei civici, nelle modalità indicate di seguito.

Biblioteche
Nelle biblioteche del Sistema Bibliotecario è attivo a partire da domani, martedì 3 marzo, alle ore 14.30 il servizio di prestito dei libri prenotati online e di restituzione, mentre restano chiuse al pubblico le sale di lettura e consultazione.
Chiuse al pubblico – ma con archivi consultabili online – la Biblioteca d’Arte, Archeologica ed Emeroteca, la Biblioteca Trivulziana e Archivio storico civico, l’Archivio Fotografico, il Gabinetto dei Disegni e la Raccolta Bertarelli al Castello Sforzesco.
Chiusa anche la Biblioteca del Museo del Risorgimento, del Museo di Storia Naturale e dell’Acquario.

Musei
Domani riaprono con il consueto orario tutti i musei civici: Musei del Castello Sforzesco, Museo del Novecento, GAM | Galleria d’Arte Moderna, Museo Archeologico, MUDEC|Museo delle Culture – Collezione Permanente, Palazzo Moriggia|Museo del Risorgimento, Museo di Storia Naturale, Acquario civico, Palazzo Morando|Costume Moda Immagine, Casa Museo Boschi di Stefano, Casa della Memoria.

Lo Studio Museo Francesco Messina è chiuso per allestimento.
Il Planetario resta chiuso al pubblico.

Mostre
Ha riaperto regolarmente oggi, alle 14.30, a Palazzo Reale la mostra “Georges de la Tour. L’Europa della Luce”.

La mostra “Guggenheim. La collezione Thannhauser da Van Gogh a Picasso”, chiusa durante tutta la scorsa settimana in applicazione dell’ordinanza regionale emessa lo scorso 23 febbraio, sarà prorogata fino a domenica 8 marzo.

La mostra “Viaggio oltre le tenebre. Tutankhamon. RealExperience”, in programma a Palazzo Reale dal 5 marzo al 14 giugno 2020, aprirà regolarmente al pubblico questo giovedì alle ore 9.30.

La mostra “Roberto Cotroneo. Nel teatro dell’arte”, come programmato, sarà aperta al pubblico nell’Appartamento dei Principi di Palazzo Reale dal 6 marzo al 29 marzo 2020, con ingresso libero.

Al MUDEC riapre domani la mostra “Elliott Erwitt. Family”, in programma a MudecPhoto fino al 29 marzo; mentre l’apertura della mostra “Robot. The Human Project” è stata rimandata e la nuova data sarà comunicata quanto prima.

La mostra “Ri-Scatti”, in programma al PAC | Padiglione d’Arte Contemporanea, è stata posticipata a ottobre, dal 16 al 25.

Tutti i visitatori di mostre e musei sono invitati a rispettare le indicazioni previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri emanato ieri d’intesa con il Ministero della Salute in materia di contenimento del contagio da coronavirus, e in particolare a tenere una distanza di sicurezza e cortesia di almeno un metro, sia davanti alla biglietteria che durante tutto il percorso di visita e nel bookshop.

L’accesso alle sale è contingentato in base alla capienza delle sale stesse.
Il personale è incaricato di facilitare e tutelare il corretto svolgimento delle visite.