“L’Altracittà Media e Arti” – nuova casa Editrice

Arianna Ballabene Silvia Dionisi Lucilla Lucchese
Arianna Ballabene Silvia Dionisi Lucilla Lucchese

Mettere creatività, idee e progetti editoriali – coltivati in anni di incontri con autori, lettori e appassionati – a disposizione del pubblico più vasto possibile, creando libri, prodotti artistici ed eventi, che aprano, con curiosità, le porte alle mille sollecitazioni del presente.

È questo l’obiettivo di “L’Altracittà Media e Arti”, una nuova casa editrice, che nasce in questo ottobre 2020, grazie all’intuizione, la passione e i 20 anni di esperienza libraria e editoriale di Silvia Dionisi, Lucilla Lucchese e Arianna Ballabene.

“Humus e vero motore dell’iniziativa – spiega Silvia Dionisi – è la Libreria Indipendente romana L’Altracittà (Via Pavia 106) che, dallo scorso marzo, rinnovando la propria vocazione alla diffusione di arti e cultura, ha attivato un ricco palinsesto di incontri digitali e una vivace piattaforma di e-commerce (https://libreria.laltracittaroma.com/) che lega i libri agli incontri/evento che organizziamo”.

“Siamo alla ricerca – aggiunge Lucilla Lucchese – di scritture che sappiano trasformare in romanzi episodi (storia, politica, cronaca, costume) realmente accaduti. Romanzi nei quali gli autori diventino osservatori emotivi, e costruiscano, intorno un contesto sociale personale, fatto di storie minime, appassionate e appassionanti, tra verità e invenzione, in una scrittura ritmica, intensa e creativa”.

“Prima uscita – conclude Arianna Ballabene – “Zelda Mezzacoda” del giornalista Filippo Golia, illustrato dalla matita di Valentina Marino. Il difficile periodo del lockdown in una prospettiva a quattro zampe: le nostre paure e ansie nella tenera lettera di una cagnolina alla sua bambina. “Zelda Mezzacoda” è un libro per bambini, paradigmatico del manifesto editoriale dell’Altracittà: verità e invenzione, realtà e fantasia, storia e cronaca viste da una prospettiva originale e indipendente”.

Zelda Mezzacoda sarà presentata il 24 ottobre alle 19.00 presso la Libreria L’Altracittà di Via Pavia 106 a Roma e sui canali social e youtube de L’Altracittà.

Sergio Bonelli Editore: “Il Confine” volume 5

cover
cover

Arriva in libreria e fumetteria per Sergio Bonelli Editore il quinto episodio della serie IL CONFINE il nuovo universo narrativo firmato da Sergio Bonelli Editore firmato da Mauro Uzzeo e Giovanni Masi.

Come spiega Mauro Uzzeo è proprio ne IL CONFINE. VOL. 5 QUELLA NOTTE DI DICEMBRE che ci addentriamo nelle vicende più intime dei singoli protagonisti. “I ragazzi scomparsi – spiega Uzzeo – sono il fulcro narrativo ed emotivo della serie, proprio per questo abbiamo deciso di ritardarne il più possibile la presentazione. A parte una brevissima sequenza, fino al quinto episodio abbiamo puntato a non mostrarli mai, focalizzandoci sul punto di vista degli altri personaggi. Ci interessava raccontarli al lettore tramite la loro assenza, evidenziando gli effetti della loro scomparsa su chi era in attesa di risposte certe: i famigliari, gli amici, i nemici, la polizia, la gente del paese, e così via, indagando le conseguenze di una premessa enunciata ma lasciata, fino a questo momento, fuori campo”.

IL CONFINE. QUELLA NOTTE DI DICEMBRE, scritto da Giovanni Masi e Mauro Uzzeo, coi disegni di Francesca Ciregia e Alessandro Giordano e la copertina di Lorenzo LRNZ Ceccotti, vede protagonisti proprio la scuola, le chat di gruppo, il sesso in casa o in macchina – sempre in silenzio e senza farsi scoprire – le bugie, l’alcool, gli innamoramenti, le droghe, la rabbia, gli amori e quella festa di notte, vicino alla grande radura, in cui la vita di cinque adolescenti non può che cambiare per sempre. Mentre gli abitanti del piccolo paese al confine tra Italia e Francia partecipano a un funerale che potrebbe essere l’oscuro presagio di molti altri a venire, Laura Denti e Antoine Jacob proseguono nella loro indagine sui ragazzi scomparsi. Ma perché qualcuno tenta di ostacolarli? Strani personaggi si muovono alle pendici della grande montagna con gli squarci, e i loro destini sono strettamente collegati a quello che accade nei boschi. Possibile che la soluzione di tutti i misteri sia nascosta… in una foto?

IL CONFINE. QUELLA NOTTE DI DICEMBRE si chiude con una ricca postfazione che è un nuovo viaggio dietro le quinte, tra interviste agli autori, studi, sketch, versioni alternative e traiettorie impreviste nella realizzazione della serie.

Racconta Giovanni Masi: “La costruzione narrativa de Il Confine ci ha permesso di esplorare i più disparati approcci di linguaggio. Spesso da un episodio all’altro cambiano non solo i personaggi, ma anche le atmosfere e la messinscena. Nel terzo volume, disegnato da Carlo Ambrosini e ambientato a inizio Novecento, il racconto ha un piglio da “classico cinematografico”, ed è percorso da una vena di stampo quasi neorealista. Tutto il contrario di quanto accade qui, nel quinto episodio, che si presenta come un racconto generazionale con tanto di chat visualizzata in didascalia. Due linguaggi all’apparenza inconciliabili nella stessa storia, ma che grazie a un impegnativo lavoro di struttura diventano segni coerenti di un’unica narrazione, come tante carte dello stesso mazzo”.

“Il bello dell’Orrido” – incontri con gli autori

logo_orrido
logo_orrido

Riprende la rassegna di incontri con gli autori su un tema-ossimoro: “Il bello dell’Orrido”, ideata da Armando Besio, organizzata da ArchiViVitali, in collaborazione con il Comune di Bellano.
Dopo la pausa forzata dei mesi invernali causa Covid-19, il calendario inizia nuovamente venerdì 21 agosto con Edoardo Erba e la sua ultima pubblicazione: “Ami” (Mondadori): sul palco, l’intervista di Armando Besio sarà alternata con la lettura di brani del romanzo di Maria Amelia Monti.

Edoardo Erba, al suo primo romanzo, racconta la storia di una giovane marocchina, che si innamora a 14 anni di un ragazzo, che la lascia incinta e sola. Amina, questo è il nome della protagonista, affronta varie, terribili prove dopo aver dato alla luce Majid, fino a giungere in Europa.
La nascita della trama viene raccontata così dall’autore: “Dopo l’attentato a Charlie Hebdo nel 2015 mi sono ritrovato ad avere dei pensieri di risentimento e di odio contro gli islamici. Contro tutti gli islamici. Sapevo che erano pensieri sbagliati, che era proprio quello che i terroristi volevano ottenere e mi sono detto: l’unico modo che hai per rovesciarli è entrare nel cuore di un islamico”.

Attraverso gli occhi di una giovane donna, Erba racconta il mondo da una prospettiva diversa: un punto di partenza difficile ma tanto utile quanto efficace. La narrativa ci dimostra anche qui di poter diventare una chiave di lettura per comprendere, per imparare e conoscere un mondo lontano da noi e un antidoto al veleno dei pregiudizi.
Edoardo Erba racconta con originalità e leggerezza una vicenda attualissima, di grande coraggio e umanità, che diverte, avvince, commuove e, spazzando ogni pregiudizio, arriva diretta al cuore.

EDOARDO ERBA: è uno dei più rappresentati autori di teatro italiani. Maratona di New York, il suo testo cult, è stato messo in scena in tutto il mondo. Erba ha tradotto l’intero repertorio teatrale di Agata Christie pubblicato da Mondadori.

Produzione Cineaudiovisiva

Produzione cineaudiovisiva
Produzione cineaudiovisiva

Produzione Cineaudiovisiva

Siglato protocollo sanitario per i lavoratori, gli artisti, gli autori sul set per la ripresa in sicurezza

Le organizzazioni dei lavoratori, degli artisti, delle imprese di produzione cineaudiovisiva, degli autori hanno trovato oggi convergenza sul testo del protocollo di sicurezza per tutte le fasi della lavorazione di un’opera, dagli uffici al set.

Il documento è il risultato di un intenso lavoro di confronto ed è la sintesi delle proposte emerse dalle diverse categorie, nel solco di quanto già indicato nel protocollo sanitario condiviso il 24 aprile scorso dal Governo e dalle Parti Sociali, Associazioni dei datori di lavoro e Organizzazioni sindacali dei lavoratori, e delle norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro.

Il documento prevede in dettaglio i comportamenti, le responsabilità, le procedure da adottare, gli strumenti da utilizzare per evitare la possibilità di contagio da Covid-19 nella delicata fase di ripresa della produzione, in particolare sui set.

Il rigore e il buonsenso hanno guidato le parti nel trovare le soluzioni più adatte – alla luce delle conoscenze attuali, delle competenze specifiche per ogni reparto e delle raccomandazioni della comunità scientifica – per garantire la sicurezza nei processi di lavoro della produzione cineaudiovisiva.

Il fermo di tutti i set a marzo è stata una scelta di responsabilità di tutti gli operatori coinvolti e le regole condivise per la ripresa testimoniano la convinzione che si può lavorare in sicurezza sui set.

La salute di ogni persona è stata al centro dell’interesse di tutte le parti coinvolte, che confermano l’intenzione di tornare a lavorare subito, rimarcando la capacità del settore, in tutte le sue componenti, di concorrere alla crescita del benessere materiale e immateriale del Paese.

Il protocollo sarà ora sottoposto alle istituzioni preposte sulla base dell’attuale normativa.

 

“A casa con la redazione”

A casa con la redazione_
A casa con la redazione

Dopo il successo del format di “A casa con l’autore”, Sergio Bonelli Editore è felice di presentare “A casa con la redazione”, il nuovo ciclo di incontri digitali ideato per permettere ai lettori un’incursione nelle giornate (e nelle case!) degli addetti ai lavori della Casa editrice.

Sì, perché la Fabbrica dei sogni di via Buonarroti è composta dai tantissimi sceneggiatori e disegnatori che i lettori ben conoscono, ma anche da chi lavora ogni giorno in redazione: curatori, redattori, grafici, letteristi, responsabili web oltre a tutta la squadra sviluppo, che si occupa di ideare e progettare libri, serie tv, film e merchandising legati ai personaggi della Casa editrice.

Così, sulle pagine ufficiali di Sergio Bonelli Editore (sito internet, pagina Facebook, profilo Instagram e canale Youtube) sarà disponibile una serie di video di coloro che fanno parte della grande redazione di via Buonarroti, realizzati e registrati direttamente nelle loro case.

Proseguono intanto anche i Q&A dedicati agli autori, costruiti direttamente sulle Stories Instagram di Bonelli, e i video di “A Casa con l’Autore” con i video degli sceneggiatori e i disegnatori più amati della Casa editrice.

Ecco il calendario dei prossimi appuntamenti di A casa con l’autore e A Casa con la redazione:

Mercoledì 6 maggio
12:30 > Savina Claudia Bonomi, assistente di redazione per la serie Julia
20:00 > Cassandra Botta, Segretaria di Redazione

Giovedì 7 maggio
12:30 > Serena Solla, assistente direzione ufficio sviluppo
20:00 > Giulia Sgarbezzini, centralino e supporto redazionale

Venerdì 8 maggio
12.30 > Tito Faraci, sceneggiatore
20:00 > Tito Faraci, sceneggiatore

Sabato 9 maggio
12:30 > Moreno Burattini, sceneggiatore e curatore di Zagor
20:00 > Podcast di Davide Pettani e Alberto Cassani, redazione web

Domenica 10 maggio
12:30 > Antonio Serra, sceneggiatore e redattore
20:00 > Podcast Giovanni Mattioli, ufficio sviluppo

Lunedì 11 maggio
12:30 > Giorgio Giusfredi, sceneggiatore, redattore e curatore Dampyr
20:00 > Video Bonelli Kids con Alfredo Castelli, Tino Adamo e Luca Bertelè, autori dei Bonelli Kids

Martedì 12 maggio
12:30 > Giovanni Boninsegni, ufficio stampa