Omaggio dei Get’em out ai Genesis allo Spazio teatro 89

logo Spazio Teatro 89
logo Spazio Teatro 89

Dopo il sold-out della scorsa stagione, i Get’em out tornano allo Spazio Teatro 89 sabato 24 marzo (inizio live ore 21; ingresso 10-13 euro), con il progetto intitolato “The Gabriel Era”.

Sarà l’occasione per poter riassaporare, nell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89, il sound dei Genesis con un grande show che include tutti i capolavori dai primi cinque album della formazione inglese: “Trespass”, “Nursery Cryme”, “Foxtrot”, “Selling England by the Pound” e “The Lamb Lies Down on Broadway”.

Come di consueto, i Get’em out, affermata tribute band italiana dei Genesis, offriranno al pubblico uno spettacolo che ricrea sapientemente la magica atmosfera della musica dei Genesis nel periodo in cui (1970-1975) Peter Gabriel ne era la voce solista.

Grazie alla meticolosa ricerca dei suoni e delle dinamiche, all’utilizzo di strumenti vintage, all’incredibile mole di lavoro di trascrizione delle parti originali e a un occhio attento all’aspetto scenografico, i Get’em Out sono diventati una delle tribute band italiane più apprezzate dagli amanti del progressive rock.

Jazz Festival Città di Mortara

Locandina_Jazz Festival Città di Mortara 2018
Locandina_Jazz Festival Città di Mortara 2018

Si svolgerà da giovedì 12 a sabato 14 aprile a Mortara (Pavia) la quinta edizione del Jazz Festival Città di Mortara, la rassegna ideata e organizzata da Liliana Vercelli con la direzione artistica di Wally Allifranchini, realizzata con il patrocinio del Comune di Mortara e con la collaborazione del Rotary Club Cairoli e della libreria Le mille e una pagina.

A inaugurare la rassegna sarà il De Aloe-Librasi-Stranieri Trio, con le sue atmosfere crepuscolari sospese tra jazz, dub, elettronica e folk, seguito dal concerto di piano solo di Rossano Sportiello, artista vigevanese trapiantato a New York, che proporrà improvvisazioni sui temi di grandi autori della tradizione americana come Gershwin, Cole Porter e Duke Ellington.

La seconda serata vedrà protagonista l’Iguazù Acoustic Trio, impreziosito per l’occasione dalla splendida voce di Paola Folli (solista, vocal coach di X Factor e corista tra le più richieste in Italia), preceduto dal Roger Rota Quartet e dalla sua musica che partendo dalla tradizione europea si apre a suggestioni contemporanee ed etniche.

L’ultima serata vedrà il ritorno di tre giovanissimi talenti, tutti vincitori di borsa di studio nelle passate edizioni del festival, per la prima volta insieme sul palco dell’Auditorium con il nuovissimo progetto GV3, capitanato dal pianista mortarese Giuseppe Vitale, autentico fuoriclasse appena diciottenne.

Il gran finale sarà affidato a Ronnie Jones, eclettico cantante originario del Massachusetts e considerato uno degli artisti più originali e versatili della scena europea, che si esibirà insieme alla Wally’s Big Band fondata e diretta da Claudio “Wally” Allifranchini.

Tutti gli appuntamenti avranno luogo presso l’Auditorium di Mortara (Viale Dante, 1) e inizieranno alle 21.00. Anche quest’anno, come in tutte le passate edizioni, nel corso delle serate saranno presentate alcune giovanissime promesse del jazz italiano, che si esibiranno sul palco dell’Auditorium e che riceveranno delle borse di studio.

Programma Jazz Festival Città di Mortara:

Giovedì 12 aprile
– Rossano Sportiello
– De Aloe-Librasi-Stranieri Trio

Venerdì 13 aprile
– Iguazù Acoustic Trio feat. Paola Folli
– Roger Rota Quartet

Sabato 14 aprile
– Ronnie Jones & Wally’s Big Band
– GV3

I biglietti per le singole serate (12 euro) e gli abbonamenti per l’intera rassegna (30 euro) sono disponibili presso la libreria “Le mille e una pagina” di Mortara (info@lemilleeunapagina.com – www.lemilleeunapagina.com – 0384.298493).

Spazio Teatro 89: duo pianistico Kuroda-Schieppati

schieppati
schieppati

Per una volta, l’auditorium di via Fratelli Zoia 89 sarà più Spazio che Teatro: assecondando, infatti, il significato astronomico della parola “rivoluzione” (uno dei tre temi che caratterizzano la stagione in corso della rassegna di classica “In Cooperativa per Amare la Musica”), ovvero quello di moto di rotazione dei corpi celesti intorno a un centro di gravità, la sala polifunzionale di via Fratelli Zoia si trasformerà domenica 4 marzo (ore 17; ingresso 5-7 euro), in un planetario sonoro, grazie all’esecuzione della Suite The Planets del compositore inglese Gustav Holst (nella rara e particolarissima versione originale per due pianoforti), illustrati da proiezioni di immagini e introdotti da brevi ma esaurienti annotazioni sul sistema solare a cura del professor Giuseppe Gavazzi, ordinario di astrofisica all’Università Milano Bicocca.

La composizione di Holst, sicuramente debitrice per tanti aspetti stilistici del “Sacre du Printemps” stravinskiano (del 1912 il Sacre, degli anni tra il ‘14 e il ‘16 i Pianeti), rivela gli interessi dell’autore per l’astrologia e la teosofia. Ebbe immediata fortuna presso il pubblico e fu poi fonte di ispirazione per tanta musica dei decenni successivi, in particolare nell’ambito delle colonne sonore cinematografiche, nonché importante esempio per quello che sarà il linguaggio del minimalismo.

A interpretare questa trascinante “Space Odyssey” sarà il duo pianistico composto, di recente, dalla giapponese Aki Kuroda e da Luca Schieppati: un incontro tra culture diverse e lontane nel segno di una profonda affinità spirituale.

SPAZIO TEATRO 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Tel: 0240914901; info@spazioteatro89.org; www.spazioteatro89.org
Biglietti: intero 7 euro; ridotto 5 euro.

Domenica 4 marzo 2018, ore 17 – Rassegna “In Cooperativa per Amare la Musica”
Rivoluzioni planetarie – Aki Kuroda (pianoforte) e Luca Schieppati (pianoforte)

Programma
Gustav Holst (1874-1934): The Planets, Suite op.32 (trascrizione dell’Autore per due pianoforti)
Mars, the Bringer of War;
Venus, the Bringer of Peace;
Mercury, the Winged Messenger;
Jupiter, the Bringer of Jollity;
Saturn, the Bringer of Old Age;
Uranus, the Magician;
Neptune, the Mystic.

“Spot” : evento per bambini allo Spazio Teatro 89 di Milano

spot -spettacolo bambini
spot -spettacolo bambini

Si intitola “Spot” ed è adatto ai bambini dai due ai cinque anni di età lo spettacolo in programma domenica 11 febbraio (ore 11; ingresso 7 euro) allo Spazio Teatro 89. L’evento fa parte della rassegna per l’infanzia “Teatro Piccolissimo…e non solo”, organizzata da diverse stagioni nell’auditorium polifunzionale di via Fratelli Zoia 89.

“Spot” è un faro teatrale molto particolare, che illumina e si esprime disegnando forme e colori in movimento: «Sono Spot e so raccontare. Nel giallo sono il sole, nel blu sono il mare, nell’azzurro sono cielo, nel rosso sono fuoco… e divento rosso quando mi emoziono. Sono una strada luminosa, sono una festa. Oh… sono buio!

E non mi vedi più! Ma puoi ascoltare il mio respiro… Non parlo, ma apro e chiudo gli occhi. Non ho piedi né mani e nemmeno gambe, ma posso seguirti sul tuo cammino…».

Con questa produzione prosegue il progetto di ricerca sulla luce da parte della compagnia La Baracca-Testoni Ragazzi, iniziato con la rappresentazione “Sotto un’altra luce” e continuato con “On-off”.
“Spot” è uno spettacolo dedicato ai piccoli spettatori e alla loro contagiosa capacità di stupirsi.

Spazio Teatro 89, via Fratelli Zoia 89, 20153 Milano.
Tel: 0240914901; info@spazioteatro89.org; www.spazioteatro89.org
Rassegna “Teatro Piccolissimo… e non solo” – Stagione 2017-2018
Ingresso: 7 euro.

“Spot”, domenica 11 febbraio.
Ore: 11.
Durata: 35 minuti circa.
Età consigliata: dai 2 ai 5 anni.
Compagnia: La Baracca-Testoni Ragazzi.
Regia: Valeria Frabetti.
Autore: Andrea Buzzetti e Valeria Frabetti.
Cast: Andrea Buzzetti.