Iniziativa sull’autismo – “Guardami negli occhi”

guardami negli occhi attualità _cinema_ridotto_teatro_del_popolo_21

“Guardami negli occhi”: è questo il primo esercizio che viene proposto ai bambini con autistismo, la sfida di mettersi in relazione con l’altro, di superare la propria situazione di isolamento partendo da ciò che si è. Da questo nasce l’iniziativa dell’Associazione genitori A.Ge. Castelfiorentino, che propone un’incontro con i ragazzi con autistismo ospitati nel vicino centro diurno “Casa di Ventignano” di Fucecchio (FI), le loro famiglie, le istituzioni e il territorio, sabato 30 gennaio alle 17 presso il Ridotto del Teatro del Popolo, in piazza Gramsci 77 a Castelfiorentino.

“Abbiamo registrato le attese e le preoccupazioni dei genitori in rapporto alla scuola e in particolare quelle di chi ha un bambino con autistismo –dichiara Vito Colella, presidente dell’A.Ge. Castelfiorentino- Da questo è nato nell’Associazione il desiderio di fare qualcosa per questa e le altre famiglie che nella nostra comunità vivono in solitudine tutte le difficoltà che l’autismo comporta. Ma cosa?”.“La risposta –prosegue Colella- è stata quella di iniziare a far conoscere cosa accade in una famiglia quando c’è un bambino con autismo, provando a metterci nei panni dei genitori, ma soprattutto dei bambini.

E’ importante conoscere l’autismo da vicino per poter fare qualcosa, per poterlo guardare negli occhi e non aver paura, per vedere la bellezza che c’è in questi ragazzi e in queste famiglie. E allora si capisce che la relazione e il sostegno di una comunità, di una scuola, di un paese è determinante per questi ragazzi”. L’Associazione genitori A.Ge. Castelfiorentino si pone infatti come obiettivo quello di cogliere i bisogni evidenti e latenti sul territorio che riguardano le tematiche inerenti l’educazione, la famiglia e il ruolo sociale che questa ha nella comunità.

Con questo desiderio A.Ge. Castelfiorentino vi invita a partecipare, per conoscere e capire, alla serata. Questo non vuole essere un convegno per gli addetti ai lavori, ma un’occasione di incontro. Infatti i protagonisti saranno proprio loro, i ragazzi con autismo che ci dimostreranno quanto avere una comunità di persone che ti vuole bene e ti sostiene aiuta a far emergere le proprie potenzialità e la propria personalità.

Questo ce lo racconteranno innanzitutto gli operatori che quotidianamente condividono fatiche e speranze delle famiglie e di questi ragazzi. Le loro voci saranno rappresentate dalla dott.ssa Cinzia Pieraccini e dal dott. Leonardo Granchi che gestiscono, insieme ad educatori e operatori del settore, la Casa di Ventignano.

E saranno proprio i ragazzi della Casa di Ventignano che si mostreranno in uno spettacolo circense grazie alla guida di Samuele Mariotti. Ci mostreranno quanto bisogno c’è di relazione proprio attraverso la terapia circense che favorisce l’interazione, lo scambio, l’attenzione e la collaborazione. Inoltre ci aiuteranno ad entrare in questo clima di novità la Compagnia Teatrale “Passi di Luce” e la “Premiata Cinematografia Popolare” con un loro contributo artistico e di riflessione profonda ed attuale.

L’incontro sarà al Ridotto del Teatro del Popolo di Castelfiorentino gentilmente concesso dall’Amministrazione Comunale e dalla Fondazione Teatro del Popolo, i quali da subito hanno appoggiato con interesse questa iniziativa.

Per informazioni: agecastelfiorentino@age.it –  340 6134402 –  www.agetoscana.it

Sala, Candidato primarie Pd, a Mix24 su Radio 24

sala primarie -attuaòità
“I miei avversari ne dicono di ogni colore in questo momento. Il punto è (che) credo di fare abbastanza paura, in particolare al centrodestra”.

Così il candidato alle primarie Pd di Milano, Giuseppe Sala, risponde a Giovanni Minoli a Mix24 su Radio 24, in merito ai commenti degli avversari che, sul fatto di essere stato inquisito “a sua insaputa” per gli appalti dati direttamente a Eataly di Oscar Farinetti, dicono sia semplicemente stato protetto per non rovinare il successo dell’Expo.

Ma quando Renzi ha ringraziato la procura di Milano per la sua sensibilità istituzionale perché l’ha fatto allora?, insiste Minoli e Sala risponde: “Bisognerebbe chiederlo a lui. Certo non è che non siamo stati controllati dalla procura di Milano, anzi. Per cui direi che sono stati molto tempestivi”.

“Temo “Majorino,  è un politico, sa parlare alla gente…(è) bravo” Giuseppe Sala, candidato alle primarie Pd di Milano, risponde così a una domanda di Giovanni Minoli su quale sia l’avversario che teme di più.

Immigrati, bisogna richiamarli al loro dovere. Giuseppe Sala risponde così a una domanda sul significato di “inclusione” (una delle parole chiave del suo programma, ndr) rispetto agli immigrati. Che cosa vuol dire, chiede Minoli e Sala risponde: “Vuol dire che oggi già ci sono gli immigrati, bisogna dare opportunità, bisogna lavorare col welfare, bisogna richiamarli al loro dovere”. Lei pensa che Schengen sia a rischio?, chiede Minoli. “No, no, (è una) follia”, risponde Sala.

A quale sindaco del passato ispirarsi? “Tognoli”. Così risponde Sala al conduttore.
Il candidato sindaco alle primarie PD spiega: “Grande umanità, grande capacità di dialogo, molto amato dalla città. Sarebbe un sogno uscire da sindaco amato come Tognoli”.
Qual è la qualità principale che deve avere un sindaco di Milano?, domanda allora il giornalista: “Dipende dal momento storico, in questo momento visione e relazioni internazionali e capacità di far le cose. Il tema non è individuare il problema, è farle (le cose, ndr)”, spiega Sala.

Tempesta di neve “Jonas”: Alitalia cancella voli da/per New York

neve-alitalia
Alitalia è stata costretta a cancellare, come molte altre compagnie aeree, i voli da e per New York di domani 23 gennaio a causa del passaggio della tempesta di neve “Jonas” che provocherà forti restrizioni all’operatività degli aeroporti sulla costa orientale degli Stati Uniti.
Alitalia sta contattando tutti i passeggeri coinvolti per fornire loro informazioni ed assistenza e per ricollocarli sui primi voli utili.

A tale scopo, Alitalia effettuerà con un Boeing 777, l’aereo più capiente della flotta, i voli AZ 610 Roma-New York e AZ 611, New York-Roma, di domenica 24 gennaio.

Alitalia invita i propri passeggeri dei voli da e per New York a consultare lo stato del proprio volo sul sito internet alitalia.com nella sezione “Stato del volo”, oppure a chiamare il Customer Center di Alitalia in Italia al numero verde 800.65.00.55, o al numero 06.65640, e negli Stati Uniti al numero verde 1.800.22.35.730, o al numero +39.06.65649.

A tutti i passeggeri in possesso di prenotazione confermata e di biglietto emesso sui voli da e per New York nelle giornate del 22, 23 e 24 gennaio è consentito il cambio di prenotazione o di itinerario senza penale oppure il rimborso integrale del biglietto da richiedere entro il 24 gennaio.

Pietro Maso: l’avvocato delle sorelle a Radio 24

pietro maso2 attualità
“L’accusa è tentata estorsione, non necessariamente nei confronti delle sorelle, ma può darsi che questo tentativo sia stato rivolto a terze persone. Può darsi, da come ho capito io, che i destinatari non siano le sorelle, ma che le sorelle siano molto preoccupate del comportamento del fratello, che a loro ricorda un comportamento tristemente noto prima dell’omicidio dei genitori”.

Così intervenuto a Effetto Giorno, su Radio 24, Agostino Rigoli, avvocato delle sorelle di Pietro Maso, che nel 1991 massacrò i genitori, ora indagato per tentata estorsione dalla procura di Verona proprio su esposto delle sorelle.

“Hanno trovato delle anomalie nel comportamento, le stesse che aveva prima dell’omicidio”, spiega l’avvocato, il quale precisa di non poter scendere nei dettagli perché la vicenda è coperta da segreto istruttorio: “Diciamo che il loro timore è che si sia ripetuta quella patologia, se patologia è, che lo portò all’omicidio dei genitori, questo disturbo bipolare che era stato diagnosticato dal professor Andreoli”.

Hanno ricevuto segnali in questo senso?
“Certo che sì e sono preoccupate”.
Quindi non sono le sorelle ad aver subito il tentativo di estorsione?
“Non sarebbero le sorelle le destinatarie della tentata estorsione, ma le sorelle sarebbero venute a sapere di questo episodio e vedendo nel comportamento del fratello segnali preoccupanti, hanno ritenuto doveroso segnalarlo all’arma dei carabinieri”

 

 

Imponente investimento Atm per ammodernamento Linea M2

7_ Sala di comando e controllo Sottostazione di Conversione a Rombon
A quasi 50 anni di distanza, anche la linea M2 , nata nel 1968, inizia a vedere i primi interventi di manutenzione e ammodernamento. Atm, infatti, ha recentemente lanciato la gara per realizzazione della prima fase di un importante investimento sulla rete elettrica nelle tratte Cimiano-Gorgonzola/Cascina Gobba – Cologno Nord. Si tratta di lavori per circa 36,6 milioni di euro, coperti da fondi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e da risorse proprie di Atm.

INVESTIMENTO ATM IN AUTOFINANZIAMENTO – Si tratta di un imponente intervento per migliorie su beni terzi. Infatti, l’infrastruttura è in capo al Comune di Milano, che essendone il proprietario ne ha la competenza.

Atm ha comunque ritenuto coerente intervenire con proprie risorse, quindi in autofinanziamento, per non rischiare di perdere il contributo ministeriale che permette di portare a termine un progetto complessivo del valore di 76,6 milioni di euro.

L’intero progetto comprendeva infatti la fornitura di alcuni nuovi treni Meneghino – anch’essi dedicati alla linea M2 e già in servizio, del valore di 40 milioni di euro già spesi, di cui 16 milioni di euro a carico di Atm – e gli investimenti per l’ammodernamento degli impianti di alimentazione elettrica della stessa M2 di cui parliamo oggi che ammontano complessivamente a 36,6 milioni di euro, dei quali 16,6 milioni di euro a carico di Atm.

Se Atm oggi non avesse messo a disposizione le proprie risorse economiche, pur essendo un investimento che riguarda l’infrastruttura (e quindi il Comune di Milano), la disponibilità ministeriale dei contributi statali sarebbe venuta meno e gli interventi di ammodernamento non sarebbero stati possibili.

La decisione di intervenire sull’infrastruttura è per Atm un grande atto di responsabilità, sancito per mezzo di un accordo a tre Ministero-Comune-Atm, che l’Azienda ha voluto intraprendere per avviare ciò che da tempo è stato annunciato e cioè il rinnovo anche della linea verde, dopo gli investimenti che negli ultimi anni sono stati dedicati alla linea rossa.

NESSUN IMPATTO SUL SERVIZIO – E’ importante anche ricordare che Atm eseguirà questi lavori senza sostanzialmente impattare sul servizio: questo comporta l’esigenza di una preventiva e dettagliata progettazione e programmazione degli interventi per far sì che ciò che possa essere di impatto sull’esercizio venga eseguito durante l’intervallo d’interruzione notturna (tra le 2.00 e le 5.00 circa), al fine di evitare per quanto possibile le reciproche interferenze tra i lavori necessari e la circolazione dei treni per l’esercizio. E’ inoltre previsto l’impiego di specifiche e specialistiche attrezzature per la minore produzione possibile di rumore.

MIGLIORARE LE POTENZIALITA’ DELLA M2 – Gli interventi in progetto hanno lo scopo di migliorare la potenzialità della linea, intesa come capacità di meglio “reggere” l’attuale numero di treni in circolazione, ormai più che raddoppiato rispetto alla configurazione originaria della linea stessa, con la possibilità di prevedere una ulteriore concentrazione, ossia un numero di treni in circolazione ancora più elevato in un prossimo futuro.

PASSEGGERI SULLA M2 CRESCIUTI DEL 30% IN 10 ANNI – La M2 rappresenta la linea più estesa della rete metropolitana di Milano, con una lunghezza pari a circa 40 Km, con ben 35 stazioni. L’andamento del numero di passeggeri/anno dal 2005 al 2015 risulta in continua crescita. Negli ultimi 10 anni la crescita è stata del 29,4% (l’incremento dei passeggeri metro complessivamente, su tutte le linee, nello stesso periodo di tempo è del 26% circa), si è passati dai quasi 89 milioni di passeggeri nel 2005 a quasi 115 milioni di persone nel 2015, con una media percentuale annua di crescita del 2,6.

INTERVENTI SULLA RETE ELETTRICA – Le infrastrutture della linea interessate in questa fase sono riferite agli impianti di alimentazione ed elettrici interurbani nella tratta Cimiano-Gorgonzola e Cascina Gobba-Cologno Nord: si inizia quindi dalla periferia, dove le esigenze di rinnovamento sono maggiori anche per l’esposizione diretta alle condizioni meteo. I lavori saranno divisi in due fasi, la prima fase riguarderà la tratta Cimiano-Gorgonzola e la seconda la tratta Cascina Gobba-Cologno Nord.

Gli interventi coinvolgeranno due macro-aree degli impianti elettrici: la prima riguarda il rifacimento delle Sottostazioni Elettriche di Conversione (SSE), cioè i nodi che trasformano e forniscono energia elettrica alla catenaria di contatto e quindi ai treni, che si trovano a Rombon, Cascina Gobba, Cassina De Pecchi e Gorgonzola e nella seconda fase Cologno Nord, Gessate e Cantalupa.

Il progetto prevede inoltre il rifacimento completo della catenaria-linea aerea nella tratta Cimiano-Gorgonzola e nella seconda fase Gobba-Cologno Nord, compresi i pali, le sospensioni e i fili di contatto, con aumento delle sezioni per una maggiore portata elettrica e con lo scopo di ridurre le cadute di tensione in linea e migliorare la regolarità della captazione elettrica, sempre in un’ottica di futuro aumento del cadenzamento dei treni.

I lavori si concluderanno entro giugno 2019.