Atm: domenica 15 settembre tram e bus deviati per Salomon Running Milano

Salomon Running Milano 2019
Salomon Running Milano 2019

Torna domenica 15 settembre la nona edizione della Salomon Running Milano 2019, l’Urban Trail dedicato alla Città. Per permettere il passaggio degli atleti, dalle ore 8.30 alle ore 12.30 circa, i tram e i bus che transitano in prossimità del percorso subiranno rallentamenti e deviazioni.
Tutte le informazioni sulle modifiche ai servizi sono disponibili sul sito Atm alla pagina Info Traffico e sull’app Atm Milano.
Di seguito le linee maggiormente coinvolte:

· tram: 1, 2, 4, 10, 12, 14, 19, 33,
· bus: 43, 48, 57, 58, 61, 68, 78, 94

Il dettaglio dei percorsi:

LINEA 1 – Dalle 8:30 alle 11:45. Fa servizio su due tratte tra Greco-Centrale FS M2 M3 e Roserio-Lagosta. Non passa da Turati M3, Montenapoleone M3, Cordusio M1, Cadorna M1 M2, corso Sempione.
LINEA 2 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa servizio su due tratte tra Negrelli-Duomo M1 M3 e Bausan-Roserio. Non passa da via Montello, Lanza M2, Cordusio M1.
LINEA 4 – Dalle 8:30 alle 12. Fa servizio tra Parco Nord e piazzale Cimitero Monumentale, passando per via Ceresio, Monumentale M5. Non passa da Lanza M2 e Cairoli M1.
LINEA 10 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa servizio su due tratte tra piazza 24 Maggio-Segesta M5 e Greco-Lunigiana. Non passa da Conciliazione M1, corso Sempione, Monumentale M5, Garibaldi FS M2 M5, piazzale Principessa Clotilde.
LINEA 12 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa servizio su due tratte tra Molise-Monte Velino passando da Crocetta M3, viale Umbria, piazzale Cuoco e Roserio-Bausan. Non passa da Lanza M2, Cordusio M1, Duomo M1 M3, via Bramante e via Legnano.
LINEA 14 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa servizio su due tratte tra Lorenteggio-Duomo M1 M3 e Cimitero Maggiore-Maciachini M3. Non passa da Lanza M2, Cordusio M1, via Bramante e via Legnano.
LINEA 19 – Dalle 8:30 alle 11:45. Fa servizio su due tratte tra piazza Castelli- piazzale Lagosta non passando da piazza Prealpi, piazza Firenze, Domodossola M5, corso Sempione e tra Lambrate FS M2-piazza Fontana.
LINEA 33 – Dalle 8:30 alle 11:45. Fa servizio tra Lambrate M2 e viale Lunigiana passando da via Galilei, via Filzi, via Ponte Seveso. Non passa da Garibaldi FS M2 M5, piazzale Lagosta.
LINEA 43 – Dalle 8:30 alle 11:30. In entrambe le direzioni devia tra via Piero della Francesca e via Melchiorre Gioia, passando da Monumentale M5 e Garibaldi FS M2 M5. Non passa da Moscova M2, Turati M3 e Repubblica M3.
LINEA 48 – I bus non fanno servizio dalle 9:20 alle 12:30.
LINEA 57 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa servizio tra Quarto Oggiaro e largo Medici. Non passa da Lanza M2 e Cairoli M1.
LINEA 58 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa capolinea provvisorio in Boccaccio/Cadorna FN M1 M2 invece di via Minghetti.
LINEA 61 – Dalle 8:30 alle 11:30. In entrambe le direzioni devia tra corso Monforte/Mascagni e Pagano M1, passando da Conciliazione M1.
LINEA 68 – Dalle 7:30 alle 13. In entrambe le direzioni devia tra Conciliazione M1 e piazza Giulio Cesare, passando da Buonarroti M1 e Pagano M1.
LINEA 78 – Dalle 9:20 alle 12:30. In entrambe le direzioni devia da via Silva a piazza Caneva, passando per via Albani, piazza Stuparich, via Serra, piazza Firenze, via Cenisio. Non passa da Portello M5.
LINEA 94 – Dalle 8:30 alle 11:30. Fa regolare servizio tra Carducci/Cadorna FN M1 M2 e via Moscova/largo Donegani (capolinea provvisorio in via Moscova 1 dopo via Manin). Non passa da Moscova M2 e Porta Volta.

La svolta green di Atm

atm - bus elettrico
atm – bus elettrico

L’impegno di Atm per un sistema di trasporto urbano sempre più sostenibile entra nel vivo con l’aggiudicazione di due importanti gare che contribuiranno a rinnovare ulteriormente la flotta in ottica sempre più green.

Sono state assegnate le due maxi gare: 250 bus elettrici a SolarisBus e 80 tram a Stadler, per un investimento complessivo di 365 milioni di euro. Nei prossimi mesi si darà attuazione ai primi contratti applicativi che porteranno sulle strade milanesi 70 nuovi mezzi elettrici, 40 bus e 30 tram di ultima generazione, per un iniziale investimento complessivo di oltre 103 milioni di euro.

L’obiettivo è quello di rendere la flotta 100% elettrica nel 2030 come previsto dagli investimenti del piano Full Electric dell’Azienda.

Ad oggi già il 70% delle percorrenze di tutti i mezzi pubblici di Atm è alimentato elettricamente e la flotta “total green” in circolazione è composta da 25 bus elettrici, 100 bus ibridi e 3 bus ad idrogeno, oltre ovviamente ai treni della metropolitana, ai tram e ai filobus. Nei prossimi giorni entrerà in servizio il primo dei 30 nuovi filobus acquistati recentemente.

Negli ultimi mesi, grazie agli investimenti di Atm, sono già stati mandati in pensione ben 125 bus diesel sostituiti con bus elettrici e ibridi in circolazione su alcune linee tra le quali 54, 56, 73, 84 e 94.

Entra quindi nel vivo il piano Full Electric di Atm, uno sforzo non solo economico, ma anche un impegno che l’Azienda si è assunta nel promuovere il cambiamento di Milano e la sua evoluzione in una città verso un orientamento sempre più sostenibile e smart.

NUOVI BUS ELETTRICI – E’ stata aggiudicata la gara, ad evidenza pubblica, per 250 nuovi bus elettrici alla società Solaris Bus & Coach S.A, il gruppo polacco già fornitore dei primi 25 autobus, per un valore complessivo di 192,4 milioni di euro. Il bando prevede la stipula di un primo contratto applicativo per la fornitura di 40 mezzi che si inserisce nell’ Accordo Quadro della durata di due anni, con l’opzione per ulteriori due. Il valore del primo contratto applicativo è pari a oltre 28 milioni di euro. Il primo autobus sarà consegnato entro 11 mesi e le successive consegne, dei primi 40 bus, prevedono l’arrivo di 8 veicoli al mese.
I bus elettrici da 12 metri sono mezzi dotati di impianto di climatizzazione, videosorveglianza, luci a Led, prese Usb per i passeggeri e postazione per il trasporto dei disabili senza elevatore grazie al pianale integralmente ribassato. Le nuove vetture sono alimentate da batterie di tipologia NMC (Nichel-Manganese-Cobalto) con capacità complessiva di 240 kWh che garantiscono un’autonomia di circa 180 km e senza la produzione di alcun tipo di emissione inquinante (zero particolato, zero ossidi di azoto, zero monossido di carbonio, zero idrocarburi incombusti). La ricarica delle batterie avviene al rientro in deposito, grazie a una colonnina di ricarica con potenza di 100 kW. I nuovi mezzi potranno ricaricarsi anche al capolinea tramite il pantografo (con la modalità opportunity charging) con una potenza di 200 kW.

NUOVI TRAM – A seguito sempre di una gara ad evidenza pubblica, è stato aggiudicato l’appalto per la fornitura di 80 nuovi tram all’azienda Stadler, per un valore complessivo di 172,6 milioni di euro. Il primo contratto applicativo per la fornitura di 30 tram, di cui 20 per il servizio urbano e 10 per il servizio interurbano, ha un valore complessivo di 75,5 milioni di euro. La consegna del primo tram è prevista entro un anno e mezzo e poi le successive consegne seguiranno il ritmo di 1 o 2 tram al mese.

La stipula rientra in un Accordo Quadro, della durata di 6 anni, per la fornitura di 50 tram per il servizio urbano e 30 per quello interurbani che andranno a sostituire progressivamente tutti i tram più anziani, incrementando così l’offerta di trasporto con l’obiettivo di migliorare il comfort di viaggio con mezzi tecnologicamente all’avanguardia, più silenziosi e molto più efficienti in termini energetici e di impatto ambientale.
I nuovi tram sono vetture bidirezionali che permetteranno di invertire la marcia riducendo l’impatto urbanistico e viabilistico dei capolinea, con lunghezza non superiore ai 26 metri, un pianale ribassato nella parte centrale per rendere più agevole salita e discesa, recupero di energia in frenatura e anche sistemi di videosorveglianza. Sono vetture dotate inoltre di una tecnologia che li renderà più silenziosi e hanno sistemi di sicurezza attivi e passivi come la resistenza agli urti ed un sistema anti collisione.

Ringraziamenti dell’ Atm alle Forze dell’Ordine

Cda Atm, Luca Bianchi
Cda Atm, Luca Bianchi

Atm ringrazia la Questura per aver messo in campo le proprie forze di sicurezza nella notte di sabato scorso alla fermata della M2 di Porta Genova, e aver fermato le azioni di una quarantina di ragazzi che da alcune settimane si era resa protagonista di episodi di vandalismo ai treni.

Gli episodi si sono verificati sui treni della M2, in direzione Cologno Nord/Gessate, e in un caso hanno provocato anche interruzioni di pubblico servizio. La squadra di Security Atm, coadiuvata dal sistema di telecamere interne di videosorveglianza gestite dalla Centrale Atm, si è immediatamente coordinata con le Forze dell’Ordine per fornire tutti gli elementi utili per l’identificazione.

“L’operazione di sabato dimostra che quando si fa sistema i risultati sono tangibili; i fatti dimostrano ancora una volta quanto sia fondamentale questo lavoro in sinergia per garantire maggior sicurezza ai cittadini, un obiettivo comune di Atm e di tutte le Forze dell’Ordine. Congratulazioni per questo eccellente lavoro alle Istituzioni, alle Forze dell’Ordine e ai nostri uomini della Security” ha affermato Luca Bianchi, presidente di Atm.

“Voglio ringraziare personalmente il Questore, dottor Marcello Cardona, tutti i suoi collaboratori e gli agenti che sono intervenuti la notte del 13 gennaio. Stiamo lavorando in maniera seria e concreta per garantire la sicurezza dei passeggeri, ma solo grazie alla collaborazione delle Forze dell’Ordine tali azioni possono essere veramente efficaci. Quello di sabato è solo un esempio di una serie di operazioni che quotidianamente vedono i nostri agenti collaborare in maniera positiva e proficua con quelli della Polizia. A tutto il personale della Security di Atm il mio apprezzamento per la professionalità che dimostrano.” ha affermato Arrigo Giana, direttore generale di Atm.

Atm: Operazione “Buongiorno Milano”

Prime partenze
Prime partenze

Al via questa mattina l’anticipo delle partenze delle metropolitane dai capolinea della rete. Da oggi i treni seguono un nuovo orario che, oltre a favorire gli spostamenti dei lavoratori sin dalle prime luci del mattino, amplia l’offerta generale del servizio e ottimizza la sincronizzazione delle coincidenze fra le diverse linee nelle stazioni di interscambio.

Il provvedimento, condiviso con il Comune di Milano, ha ottenuto fin da subito un particolare gradimento da parte dei passeggeri più mattinieri che hanno mostrato soddisfazione per questa nuova opportunità. Moltissime sono state le persone che stamattina hanno utilizzato i primi treni nella fascia oraria interessata dall’anticipo.

Il management dell’Azienda ha presidiato, con il Presidente e Direttore Generale Bruno Rota,  la preparazione e le operazioni nella Control Room della metropolitana sin dalle 5 del mattino, monitorando in diretta l’anticipo delle corse, i flussi delle persone e l’andamento del servizio, che si è svolto con la massima regolarità su tutte le quattro linee.

Schierati dall’alba sui percorsi dell’intera rete il personale di assistenza alla clientela e gli addetti alla sicurezza, ampiamente dispiegati nelle stazioni e nelle banchine con maggiore affluenza per assistere e indirizzare al meglio i clienti.

Secondo le prime dichiarazioni dei passeggeri, come previsto, a usufruire maggiormente dei nuovi orari sono stati soprattutto i molti lavoratori che hanno l’esigenza di muoversi verso le loro destinazioni quotidiane già dalle primissime ore della giornata.

Il progetto, come anticipato nelle scorse settimane, ha comportato uno sforzo straordinario di Atm, che ha attuato una serie di cambiamenti nei processi gestionali e operativi, legati in particolare a tutti i lavori di manutenzione, all’organizzazione dei turni di macchinisti, agenti di stazione, operai per la manutenzione dell’assistenza di linea, manutentori, assistenti alla clientela e controlleria.

Il tutto, orchestrando le partenze dai capolinea in modo da far coincidere gli arrivi alle stazioni di interscambio in maniera più armonica ed efficace.

Mobilità: boom di biglietti 2.0

biglietti-elettronici-atm

Oltre 225.000 titoli di viaggio comprati via sms o tramite app, gli utenti “tecnologici” aumentano di mese in mese. Maran: “Milano sempre più smart grazie a innovazioni di ATM”

Grande successo per i nuovi servizi di mobile ticketing offerti da ATM. Sono 226.000 infatti i titoli di viaggio acquistati tra dicembre 2014 e giugno 2015 tramite sms o app, con dati in continua crescita mese dopo mese.

In particolare, la vendita via sms senza utilizzo di carta di credito disponibile dal 24 marzo 2015, ha registrato un vero e proprio boom tra milanesi, turisti e city users: se ad aprile sono stati 10.000 i biglietti venduti con questa modalità, a giugno si è arrivati a quota 64.000, per un totale di 125.000 titoli di viaggio in 3 mesi.

Anche l’acquisto tramite l’app di Atm  ha conosciuto una crescita costante, passando dai 5.000 biglietti di dicembre 2014, primo mese di attivazione, ai quasi 30.000 dello scorso giugno, per un totale di 101.000 ticket “virtuali” in 7 mesi.

E sono già tantissimi anche gli utenti 2.0 che utilizzano il QR Code, la tecnologia che da maggio 2015 consente di aprire i tornelli della metropolitana tramite il cellulare di nuova generazione, senza bisogno di stampare il titolo di viaggio. In due mesi le validazioni tramite app sono state 77.000, quelle via sms quasi 30.000.

“Milano è una città ancora più smart grazie a queste innovazioni che garantiscono un accesso al trasporto pubblico sempre più comodo e veloce – sottolinea l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran -. Atm in questi mesi di Expo sta dimostrando di saper offrire un servizio efficiente per milanesi e turisti, all’altezza delle grandi città europee”.