FNM – Treni, avviata gara per acquisto 31 convogli a media capacità

Andrea Gibelli
Andrea Gibelli

E’ stata ufficialmente avviata, con l’invio della “Richiesta d’offerta” alle aziende iscritte nel Sistema di Qualificazione di FNM, la gara per la fornitura di treni a Media Capacità per il servizio ferroviario regionale. La quantità minima garantita per il primo lotto è di 31 convogli, destinati alle linee a media frequentazione (200 posti a sedere), per un importo stimato di 217 milioni di euro.

Si tratta della prima delle tre gare che FERROVIENORD e FNM stanno predisponendo per l’acquisto di 161 nuovi treni (con finanziamento massimo di 1.607.000.000 euro), in attuazione di quanto previsto dalla delibera della Giunta Regionale della Lombardia dello scorso 24 luglio (n. X/6932) e dalla legge regionale “Assestamento al bilancio 2017–2019”.

Un secondo lotto della stessa gara prevede inoltre la fornitura di una quantità minima garantita di 5 convogli, destinati al servizio TILO, che saranno contrattualizzati da FNM per l’importo presunto complessivo di 55,5 milioni. Questa fornitura non è inclusa nel finanziamento regionale di 1,6 miliardi ma fa riferimento agli investimenti abilitati dal Contratto di Servizio di Trenord.

CARATTERISTICHE TRENI E TEMPI – In base a quanto stabilito dalla Delibera della Giunta regionale dello scorso luglio, i convogli del primo lotto dovranno essere bidirezionali, a composizione bloccata, a trazione elettrica 3 kV e potenza distribuita con velocità massima di 160 km/h. Le imprese interessate potranno presentare un’offerta entro le 12.00 del 21 dicembre 2017. Le forniture, sempre in base a quanto previsto dalla Regione, dovranno concludersi entro il 2025. Nelle prossime settimane saranno avviate anche le altre due gare per i treni ad Alta Capacità e Diesel.

RINNOVAMENTO FLOTTA – “Come anticipato ad agosto – spiega il presidente Andrea Gibelli – diamo immediata e piena attuazione a quanto deciso da Regione Lombardia, che ha fortemente voluto queste gare, garantendo un impegno economico straordinario. Grazie a questa operazione saremo in grado di rinnovare in maniera radicale la flotta dei treni e di offrire un servizio migliore alle centinaia di migliaia di persone che ogni giorno viaggiano in Lombardia”.

FNM SpA: acquisto di nuovi treni

andrea-gibelli
andrea-gibelli

Solo le aziende che rispetteranno determinati requisiti di ordine generale, di capacità tecnica e di capacità economica potranno, d’ora in avanti, entrare nell’elenco dei potenziali fornitori di FNM SpA per l’acquisto e manutenzione di nuovi treni.

E’ quanto ha deciso il Consiglio di Amministrazione di FNM SpA, presieduto da Andrea Gibelli, approvando l’istituzione di un “sistema di qualificazione per la fornitura di materiale rotabile e relativi servizi di manutenzione” per le imprese.

UNDICI LOTTI – Questa procedura, prevista dal nuovo Codice degli Appalti, si articolerà al momento su 11 lotti. Si tratta di carrozze, locomotori e convogli con diverse caratteristiche, tra cui nuovissimi treni con elevati standard ambientali (ed esempio alimentati a idrogeno), destinati al fabbisogno di Trenord, al rinnovo della flotta cargo e allo sviluppo di progetti di logistica e mobilità delle merci.

I REQUISITI – Nei prossimi mesi, una volta pubblicato l’Avviso di istituzione del “sistema di qualificazione”, le imprese interessate a partecipare alle gare potranno presentare domanda di iscrizione per uno o più lotti e dovranno dimostrare di possedere determinati requisiti di ordine generale (come l’iscrizione alla Camera di Commercio), di capacità tecnica (tra cui fatturato specifico per tipologia di lotto e certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 e successive) e di capacità economica (fatturato complessivo e affidabilità economico-finanziaria).

LE VERIFICHE – FNM verificherà preventivamente il possesso di questi requisiti e, in caso di esito positivo dei controlli, iscriverà l’impresa nel “sistema di qualificazione”, invitandola, di volta in volta, a presentare un’offerta, in base alle esigenze di acquisizione di nuovi treni che si manifesteranno.

GARANZIA DI QUALITÀ – “Il nostro obiettivo – spiega il presidente di FNM SpA Andrea Gibelli – è quello di rendere più snello ma al tempo stesso più strutturato il nostro accesso al mercato della fornitura e manutenzione di nuovi treni. La definizione di elenchi di soggetti idonei a partecipare alle gare rappresenta una garanzia di qualità e una semplificazione e velocizzazione delle procedure di acquisto”.

Ferrovie Nord Milano: programma anticorruzione “Tolleranza Zero”

Andrea Gibelli
Andrea Gibelli

Nelle prossime settimane il Gruppo FNM darà il via a un nuovo programma anticorruzione “Tolleranza Zero” che consentirà di allinearsi alle migliori prassi nazionali e internazionali in materia.

Il presidente di FNM SpA Andrea Gibelli ne ha dato comunicazione al Consiglio di Amministrazione lo scorso venerdì 11 novembre.
Inoltre, lo stesso presidente Gibelli ha già nominato un nuovo “Comitato per la gestione delle crisi”, chiamato a intervenire in tutte le situazioni di particolare rilievo e impatto per le società del Gruppo.

Il Comitato è costituito da manager operativi interni all’azienda: il Chief Operating Officer, il dirigente responsabile degli Affari legali, il dirigente responsabile dell’Internal Audit e il Capo del personale.

PROCEDURE PIÙ EFFICACI – “Come già anticipato, a partire dallo scorso 4 ottobre – spiega Gibelli – le competenti funzioni societarie stanno conducendo una serie di verifiche interne su quanto emerso nell’inchiesta della Procura di Milano. Pur ribadendo che nessuna società del Gruppo FNM è coinvolta nell’indagine e sottolineando ancora una volta la nostra piena disponibilità a collaborare e a dare ogni supporto possibile alla Magistratura, abbiamo deciso di avviare un nuovo programma anticorruzione per rendere ancora più efficaci e incisive le nostre procedure interne”.

ANDARE OLTRE CONTROLLI PREVISTI PER LEGGE –
“Tutto questo – conclude Gibelli – ci consentirà di uniformarci ai migliori standard nazionali e internazionali e di dotare la società di strumenti di controllo ulteriori. Vogliamo mettere in campo ogni sforzo ragionevolmente possibile e andare oltre i controlli e gli adempimenti previsti dalla legge. Tutto ciò a maggior tutela degli azionisti e di tutti gli stakeholder del Gruppo”.

Presentazione Piano strategico FNM SpA

Andrea Gibelli - Roberto Maroni
Andrea Gibelli – Roberto Maroni

Il Gruppo FNM, da operatore regionale del trasporto su ferro, si candida sempre più a diventare un “polo” in grado di gestire la mobilità – su scala integrata, innovativa e sostenibile – in Lombardia e nel Nord Italia, in linea con quanto già accade in altri Paesi europei.

E’ questo l’obiettivo principale del Piano Strategico 2016-2020 del Gruppo FNM, approvato dal Consiglio d’Amministrazione della società, presentato oggi in conferenza stampa dal presidente di FNM SpA Andrea Gibelli e dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

“L’obiettivo del Gruppo FNM per il prossimo futuro – spiega il presidente Andrea Gibelli – è quello di costruire una sinergia tra tutte le modalità di trasporto – dalla bicicletta, al treno, alla gomma fino all’aereo – perché una regione come la Lombardia che voglia essere leader in Europa deve avere un servizio di mobilità assolutamente integrato. Vogliamo dare la possibilità ad ogni persona di scegliere la modalità di trasporto che più si adatta alle sue esigenze. L’unico nostro ‘nemico’ è l’auto privata. La Lombardia ha un potenziale straordinario, rappresentato dal fatto che l’80% della popolazione vive all’interno di un raggio di cinque chilometri da una stazione. La mobilità elettrica, le due ruote e la capacità di raggiungere le stazioni aprono un altissimo potenziale”.