Trenord nuovi servizi


Trenord

DA TRENORD NUOVI SERVIZI

DA LUNEDÌ 5 SETTEMBRE DUE TRENI SUBURBANI S2
IN PARTENZA DA MILANO ROGOREDO
SARANNO PROLUNGATI ALLE STAZIONI
DI MEDA E MARIANO COMENSE

INOLTRE UN TRENO IN PIÙ AL SABATO SULLA MILANO-ASSO


Milano, 2 settembre 2011 – Da lunedì 5 settembre, nei giorni lavorativi escluso il sabato, i clienti che usufruiscono del servizio Trenord dalle stazioni di Varedo, Bovisio Masciago-Mombello, Cesano Maderno, Seveso, Meda e Mariano Comense, avranno due servizi giornalieri in più grazie al prolungamento della linea suburbana S2.

I treni n° 23122/22623 e 23218/22659 in partenza dalla stazione di Milano Rogoredo, fino ad oggi con capolinea a Palazzolo Milanese, prolungheranno il loro arrivo rispettivamente fino a Meda e Mariano Comense.

Al treno 23122/22623 che partirà da Milano-Rogoredo sempre alle 7.53 verranno aggiunte le fermate di Varedo (8:39), Bovisio Masciago-Mombello (8:43), Cesano Maderno (8:46), Seveso (8:55). Questo treno concluderà la sua corsa a Meda alle 8.58 .

Al treno 23218/22659 che partirà da Milano-Rogoredo sempre alle 15:53 verranno aggiunte le fermate di Varedo (16:39), Bovisio Masciago-Mombello (16:43), Cesano Maderno (16:46), Seveso (16:55), Meda (17:00), Cabiate (17:02). Questo treno concluderà il suo servizio a Mariano Comense alle ore 17:06.

Infine, informiamo i clienti della Milano-Asso che il treno n°1645, con partenza da Milano Cadorna alle 13.39 e arrivo ad Asso alle 14.58, verrà effettuato anche al sabato, oltre ai giorni lavorativi da lunedì a venerdì.

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi al numero verde del Contact center Trenord 800.500.005, operativo tutti i giorni dalle 7 alle 21.

 

Tumori neuroendocrini

Dr. Giuffrida

Sono poco conosciuti ma colpiscono 2500 persone l’anno in Italia e la loro incidenza è in continua crescita. Il dottor Dario Giuffrida, direttore del dipartimento di Oncologia dell’Istituto Oncologico del Mediterraneo di Viagrande, combatte la patologia con la terapia a bersaglio molecolare e farmaci chemioterapici mirati e più attivi.

Viagrande (CT),  settembre 2011 –  Se ne parla poco perché sono rari anche se aggressivi e in crescita. Sono i tumori neuroendocrini (NETs dall’inglese “neuroendocrine tumors”) la cui incidenza negli ultimi dieci anni è cresciuta del 2%, con una media di 8-10 casi ogni 100mila abitanti, che tradotto significa 2500 nuovi malati all’anno in Italia. Colpiscono gli uomini e le donne e aggrediscono sia adulti che bambini, benché siano più numerosi nella fascia d’età tra i 50 e i 60 anni.

“Si tratta di carcinomi le cui cellule hanno caratteristiche comuni alle cellule nervose ed endocrine – spiega il dottor Dario Giuffrida, direttore del dipartimento di Oncologia dell’Istituto oncologico del Mediterraneo di Viagrande, a pochi chilometri da Catania – e sono in grado di produrre sostanze di tipo ormonale o simil-ormonale che possono manifestare sindromi specifiche. Nel 70% sono più diffusi quelli gastro-entero-pancreatici e toracici, ma possono interessare ogni organo e tessuto. Un tempo appartenevano alla categoria dei tumori rari per la loro bassa frequenza ma negli ultimi dieci anni l’incidenza è aumentata notevolmente rispetto ad altri tipi di tumore (mammella, polmone, colon)”.

È ancora molto difficile riconoscere un malato con tumore neuroendocrino, perché è un carcinoma silente per anni, che cresce lentamente e spesso diventa metastatico prima di essere sintomatico.

“I sintomi con cui questi tumori si presentano sono spesso aspecifici – commenta il dottor Giuffrida – e ciò può condizionare nel 60-65% dei casi un ritardo nella diagnosi. Circa il 35-40% di questi tumori manifestano una sintomatologia abbastanza specifica ma difficile da interpretare, che può essere data da diarrea, arrossamenti cutanei (flushes) al volto, al collo e alla parte anteriore del torace, accompagnati da tachicardia, vomito e dolori addominali. Quando si presentano questi sintomi e la diagnostica comune non riesce a mettere in evidenza o a chiarire il quadro clinico, alla base ci potrebbe essere un tumore neuroendocrino”.

L’aumento del numero di casi diagnosticati osservato negli ultimi anni rende ragione di una maggiore attenzione verso questa particolare patologia, la cui causa è ancora sconosciuta, grazie al ricorso a nuove tecniche di laboratorio, nonché all’uso di molecole con un impatto favorevole sulla malattia.

“Il 70% di questi tumori ben differenziati possono trarre giovamento anche in termini di riduzione di massa dagli analoghi della somatostatina. In questi anni oltre alla chemioterapia che viene riservata alle forme scarsamente differenziate o in progressione avanzata, un altro approccio terapeutico è quello delle terapie a bersaglio molecolare che stanno dando ottimi risultati. La chemioterapia si basa sulla morte della cellula e quindi  blocca quelli che  possono essere i sistemi di controllo del Dna. Però il suo limite è l’aspecificità, ovvero colpisce tutte le cellule che si riproducono velocemente, sia neoplastiche, sia sane. La terapia a bersaglio molecolare invece è mirata. Ciò significa che il suo meccanismo d’azione è specifico solo per il bersaglio contro cui è diretta e che è presente soltanto nelle cellule tumorali. Il bersaglio può essere un recettore presente sulla superficie o all’interno della cellula neoplastica: in entrambi i casi si tratta di componenti indispensabili per la crescita della cellula, che sono bloccati e non possono più svolgere la loro azione”.

Quindi la grande sfida per questi pazienti è rappresentata dai nuovi trattamenti. Oggi sono disponibili strategie terapeutiche che permettono, se gestite in maniera adeguata e con un approccio integrato, di assicurare al malato una lunga sopravvivenza e una buona qualità di vita. Questa particolare tipologia di tumore necessita della messa a punto di sostante specificamente efficaci contro la sua composizione genetica.

“Tra i farmaci chemioterapici più attivi ricordiamo la streptozotocina, la dacarbazina, la temozolamide e i derivati del platino. Lo sviluppo di farmaci che hanno meccanismi d’azione molto più selezionati può permettere un’efficacia maggiore e una riduzione della tossicità, tenendo conto che potrebbe essere utile arrivare all’utilizzo di farmaci sulla base di prove di vitalità o di mortalità indotte sulle cellule tumorali. Si potrebbe arrivare a terapie mirate per singolo tumore ma anche per singolo paziente”.

Centro oncologico specializzato e punto di riferimento per la Sicilia è l’Istituto Oncologico del Mediterraneo-U.O. Oncologia Medica, conosciuto anche come IOM, che riesce a conciliare eccellenze scientifiche, diagnostiche e terapeutiche con il rispetto del malato e della sua patologia.

“L’Istituto Oncologico del Mediterraneo – aggiunge il dottor Giuffrida – fornisce prestazioni diagnostiche e terapeutiche quali diagnostica per immagini, ecografia, endoscopia urologica e digestiva, fisiopatologia respiratoria, anatomia e istologia patologica. Il dipartimento oncologico è organizzato con un attrezzato dipartimento chirurgico e a parte l’attività ambulatoriale di Day Hospital dispone di un reparto di cure palliative per seguire il paziente dalla diagnosi ai momenti finali. Oltre allo IOM, che si occupa di clinica, c’è IOM-Ricerca, istituto di ricerca indipendente deputato esclusivamente alla ricerca clinica e in vitro”.

 

Sciopero 6 settembre: Ryanair

Aerei Ryanair

RYANAIR CHIEDE L’INTERVENTO DELL’UNIONE EUROPEA PER LO SCIOPERO DEI SINDACATI ITALIANI

RYANAIR CANCELLA 200 VOLI DANNEGGIANDO 35.000 PASSEGGERI

Ryanair, la compagnia aerea preferita al mondo, oggi (5 settembre), fa appello alla Commissione Europea e al Governo Italiano affinché siano presi provvedimenti urgenti contro gli scioperi che continuano a causare disagi al traffico aereo europeo. Ryanair è stata infatti costretta a cancellare oltre 200 voli da/per l’Italia domani (6 settembre), causando disagi ad oltre 35.000 passeggeri.

Ryanair ritiene che i servizi aerei in Europa siano servizi essenziali e che non dovrebbe essere permesso ai lavoratori protetti del settore pubblico di scioperare e di tenere in ostaggio i passeggeri chiudendo gli aeroporti italiani.

 Stephen McNamara di Ryanair ha commentato:

“Le compagnie aeree europee e i passeggeri hanno subito ripetuti disagi lo scorso anno a causa degli scioperi, e ora i sindacati italiani procurano loro ulteriori problemi. Ryanair chiede ancora una volta all’Unione Europea e al Governo Italiano di prendere provvedimenti per impedire che gli scioperi danneggino il traffico aereo.

Devono essere prese misure a livello europeo per garantire che “il diritto di sciopero” venga rimosso per i servizi aeroportuali essenziali, in modo che i piani di viaggio dei passeggeri europei non siano più sconvolti dalle azioni egoistiche di questi sindacati.”

 N.B. un elenco completo dei voli è disponibile sul sito internet Ryanair.com. Tutti i passeggeri saranno avvisati via mail e potranno cambiare la prenotazione o essere rimborsati

Bus Ecologici

Nuovi bus ecologici

Da lunedì 5 settembre nuovi Ecobus sulle linee interurbane 201 (Rozzano-Quinto Stampi), 220 (Rozzano-Pieve Emanuele), 221 (Rozzano-Locate Triulzi) e 328 (Rozzano-Assago Forum M2). Il servizio sarà effettuato da Autoguidovie per conto di ATM senza alcuna variazione su percorsi e frequenze.

I nuovi bus Citaro Mercedes EEV sono vetture da 12 metri che offrono maggiore comfort di viaggio ai passeggeri e hanno un bassissimo impatto ambientale. Il “bollino” verde Ecobus permette di riconoscere subito gli EEV (Enhanced Environmentally Friendly Vehicles) che hanno emissioni più basse rispetto ai veicoli Euro 5 (immagine allegata).

Da segnalare, tra le principali caratteristiche dei bus, il pianale ribassato; l’aria condizionata (raffreddamento e riscaldamento); gli indicatori di percorso a LED; la postazione carrozzella e la rampa per consentirne la salita e la discesa; i pulsanti apertura porte SELF SERVICE.

I nuovi bus sono all’avanguardia anche per la sicurezza con: impianto di videosorveglianza integrale per passeggeri e autista; monitor e telecamera a colori su seconda e terza porta.

Per informare i passeggeri sul cambio delle vetture, nei prossimi giorni tutor Atm distribuiranno alle fermate delle linee interessate materiale informativo.

Modifica alle prenotazioni

Ryanair

I PASSEGGERI RYANAIR DA OGGI POSSONO MODIFICARE LE PRENOTAZIONI DOPO IL CHECK-IN ONLINE

Ryanair, la compagnia aerea preferita al mondo, ha annunciato oggi (31 agosto) la sua ultima innovazione nel servizio passeggeri che consente di modificare le prenotazioni anche dopo aver effettuato il check-in online. Il servizio, che è disponibile presso i centri di prenotazione telefonica a 15 euro (per passeggero, per volo), consentirà ai passeggeri di accedere di nuovo a “La mia prenotazione”, dove potranno cambiare i nominativi o le date dei voli.

Il nuovo servizio sarà particolarmente utile ai viaggiatori frequenti e a coloro che viaggiano per lavoro e possono avere necessità di cambiare i piani di volo dopo aver già effettuato il check-in con il servizio Ryanair online.  Questo nuovo servizio è disponibile fino alle 5 del pomeriggio del giorno che precede la data di partenza, ed è soggetto agli orari di apertura del call centre.

Stephen McNamara di Ryanair ha dichiarato:

“Ryanair è lieta di offrire ai passeggeri un nuovo servizio di “uncheck” che permette ai passeggeri di accedere e modificare le loro prenotazioni dopo aver effettuato il “check-in” online.  Questo servizio è particolarmente utile per coloro che desiderano modificare il loro itinerario di volo ed è disponibile tramite i call centre Ryanair fino alle 5 del pomeriggio del giorno che precede  quello in cui il viaggio è programmato.”

Ryanair è la compagnia aerea preferita al mondo con più di 1.500 voli giornalieri da 45 basi e più di 1.300 rotte a tariffe basse in 27 paesi, per 160 destinazioni. Ryanair opera con una flotta di 272 nuovi Boeing 737-800 e ordini per ulteriori 40 nuovi aeromobili (senza considerare le cessioni programmate)  in consegna nel prossimo anno. Ryanair conta attualmente un organico di oltre 8.500 persone e prevede di trasportare 75 milioni di passeggeri nel corso dell’anno fiscale corrente.

WWW.RYANAIR.COM  è stato lanciato nel gennaio del 2000 ed è già il maggiore sito web europeo dedicato ai viaggi.

call center: 895 5000 020 Prenotazioni / Informazioni– 899 289 993 Supporto Prenotazioni Internet Voli Ryanair

I 22 aeroporti italiani serviti da Ryanair sono: Alghero, Ancona, Bari, Bologna, Brindisi, Cagliari, Cuneo, Genova, Lamezia, Milano Orio al Serio, Palermo, Parma, Perugia, Pescara, Pisa, Rimini, Roma Ciampino, Torino, Trapani, Treviso, Trieste e Verona.