33.4 C
Milano
lunedì, Giugno 27, 2022

Oumou Sangaré sarà al Festival Aperto di Reggio Emilia

La regina della musica tradizionale africana Oumou Sangaré annuncia un nuovo imperdible concerto in Italia: venerdì 16 settembre l’artista si esibirà in occasione del Festival Aperto di Reggio Emilia, al Teatro Municipale Romolo Valli. La data si aggiunge alle altre due precedentemente annunciate: il 23 giugno allo Spirito del Pianeta di Bergamo e il 23 settembre al Festival Au Désert Firenze. Lo show a Bergamo è a ingresso gratuito. Le prevendite per la data di Reggio Emilia sono disponibili su Vivaticket, quelle per la data di Firenze sono acquistabili su Ticketone.

L’artista, anche conosciuta per il suo impegno in difesa dei diritti delle donne, porterà in Italia la sua nuova musica, fra cui l’album “Timbuktu” uscito il 29 aprile per World Circuit/BMG. Lo show di Bergamo sarà a ingresso gratuito, mentre le informazioni sulle prevendite della data di Firenze saranno disponibili a breve.

Sangaré è famosa in tutto il mondo per la sua musica vibrante e potente, che spesso contiene messaggi rivoluzionari su temi come i diritti delle donne, tradizione e povertà. Dall’uscita del suo album di debutto Moussoulou nel 1989, la cantante maliana non ha avuto tregua. Tra le tappe più importanti del suo ricco e fruttuoso viaggio troviamo alcune delle registrazioni più importanti nella storia della musica africana contemporanea: Ko Sira (1993), Worotan (1996) e Seya (2009), quest’ultimo nominato per un Grammy Award. Contando tra i suoi fan artisti del calibro di Alicia KeysAya Nakamura e Beyoncé (che ha campionato il classico Diaraby Nene per la colonna sonora del film Il Re Leone del 2019), Sangaré ha da tempo rotto le barriere che separano i continenti e gli stili musicali.

Timbuktu

Timbuktu è l’ultimo atto di una epopea musicale senza precedenti, che consacra un’artista che è venuta fori dai quartieri poveri di Bamako per diventare una musicista di fama mondiale e un’attivista. L’album intreccia intime connessioni sonore tra gli strumenti tradizionali dell’Africa occidentale e quelli legati alla storia del blues, in particolare il kamele n’goni e i suoi lontani eredi, il dobro e la slide guitar.

Mai i testi di Oumou Sangaré hanno raggiunto una tale qualità poetica, una tale profondità. Non l’abbiamo mai vista così ispirata a esprimere i suoi pensieri sui misteri indecifrabili dell’esistenza, sulla situazione pericolosa che il suo paese sta attraversando in questo momento o sulla condizione generale della donna africana, a dimostrazione che, nonostante la celebrità, non ha rinunciato all’impegno della sua giovinezza.

La musica è dentro di me“, dichiara Oumou. “Senza di essa non sono niente e niente può portarmela via! Ho messo la mia vita in questo disco, tutta la mia vita, questa vita in cui ho conosciuto la fame, l’umiliazione della povertà e della paura, e da cui oggi traggo gloria“.

Altri articoli di Musica su Dietro la Notizia

0 Condivisioni

Articoli

Sanità scommette sul digitale, ma attenzione a rigidità e privacy

Sfida italiana unica al mondo Il digitale è uno degli strumenti scelti dal Governo per ridisegnare il servizio sanitario del futuro. Dal PNRR arriveranno circa...

Bayer Italia lancia la campagna social #PrideWithUs

• Bayer Italia invita chi non può partecipare all’evento di Milano a far sentire la propria voce, consegnando via social un messaggio. • I più...

Vivaldi Festival: in prima mondiale “Le quattro stagioni”

Mercoledì 29 giugno alla Chiesa di San Moisè a Venezia "Le quattro stagioni" per organo con Paola Talamini Alle 20:00 presentazione della registrazione del capolavoro vivaldiano...

Resta Connesso

1,478FansLike
396FollowersFollow
142FollowersFollow
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Sanità scommette sul digitale, ma attenzione a rigidità e privacy

Sfida italiana unica al mondo Il digitale è uno degli strumenti scelti dal Governo per ridisegnare il servizio sanitario del futuro. Dal PNRR arriveranno circa...

Bayer Italia lancia la campagna social #PrideWithUs

• Bayer Italia invita chi non può partecipare all’evento di Milano a far sentire la propria voce, consegnando via social un messaggio. • I più...

Vivaldi Festival: in prima mondiale “Le quattro stagioni”

Mercoledì 29 giugno alla Chiesa di San Moisè a Venezia "Le quattro stagioni" per organo con Paola Talamini Alle 20:00 presentazione della registrazione del capolavoro vivaldiano...

Salute Direzione Nord, fragilità e cronicità

E.Stefani: “Garante con poteri per fare valere i diritti delle persone con disabilità” “La legge delega è una norma sulla quale non si possono costruire...

Ditonellapiaga: è online il video di “Disco (I Love It)”

DITONELLAPIAGA: è nella cinquina delle Targhe Tenco 2022 l'album Camouflage candidato come Miglior Opera Prima Intanto è online da oggi il videoclip di DISCO (I...