Stefano D’Orazio per Aido

Stefano D' Orazio

STEFANO D’ORAZIO TESTIMONIAL PER A.I.D.O. DELLA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE  4 – 5 ottobre 2014 in tutte le Piazza d’Italia

Un Anthurium per l’informazione

Il 4 e 5 ottobre l’associazione AIDO – Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule – rinnova l’appuntamento con la giornata nazionale “Un Anthurium per l’informazione”. Stefano D’Orazio anche quest’anno è vicino ad Aido come testimonial per la nuova campagna d’informazione e sensibilizzazione sulla donazione organi, giunta alla tredicesima edizione.

Sabato 4 e domenica 5 ottobre i volontari AIDO, in più di 1.500 piazze italiane, distribuiranno materiale informativo e offriranno piantine di Anthurium per la ricerca sui trapianti.

In particolare Aido si sta dedicando al progetto Adonhers che ha come obiettivo l’incremento dei trapianti di cuore, grazie al recupero di cuori che normalmente sarebbero scartati: rivedere i criteri di “scarto” grazie all’ausilio di cardiologi esperti e grazie ai Centri di Trapianto al fine di incrementare il trapianto di cuore del 20%.

D’Orazio da anni è vicino all’associazione a cui volentieri presta il suo supporto e la sua immagine per fornire un contributo mirato e corretto alla divulgazione dei grandi progressi fatti dalla ricerca e sull’importanza della donazione organi.

 

 

 

La giornata “Un Anthurium per l’informazione” sarà preceduta da una campagna d’informazione che partirà a fine settembre sulle principali reti tv e radio nazionali con il sostegno del Segretariato Sociale e il patrocinio di Pubblicità Progresso.

 “Da quarant’anni Aido si impegna per la tutela della salute, della vita e dell’informazione sulla donazione organi  – dice D’Orazio- e sono felice di essere anche quest’anno vicino alla Associazione dando il mio sostegno affinché si parli delle possibilità che la donazione offre. In questi quarant’anni di Aido si sono intrecciate tante storie che hanno permesso che la fine di una vita diventasse la rinascita di un’altra”.

Aido festeggia oltre 40 anni di attività, di passioni ed entusiasmo, in cui si sono intrecciate esistenze di soci, volontari, operatori sanitari e famiglie di donatori che si battono per una cultura di informazione.