Intervista ai Cirque des Reves

Si parte dalla Campania per raggiungere con la tua voce la Francia, l’ Inghilterra e l’ Italia. Sound irlandese…aggiungiamo altro?

Per il momento direi che è già abbastanza! Per noi la Musica abbraccia tutti i generi e tutte le lingue… i confini e i limiti sono un’invenzione umana che poco ha a che fare con l’essenza dell’arte”.

La vostra musica è diversa dal solito Pop, Rap, Rock.. dove vi sentite più apprezzati, in Italia o all’estero?

“Per il momento stiamo avendo ottimi riscontri su entrambi i fronti. L’Italia è il nostro paese e ovviamente quello che ci sostiene con orgoglio, ma anche nazioni come la Francia, la Turchia, la Grecia e il Messico ci seguono con affetto”.

I rimandi spesso onirici dei vostri testi da dove nascono ?

“Dalla voglia di non smettere mai di sognare e di pensare che il lieto fine esista sempre. Certo tutto richiede sudore, impegno, unghie affilate e determinazione ma se si lotta con il cuore niente è impossibile. Oggi il mondo sembra aver perso un po’ di colore e con la nostra musica e il nostro messaggio vogliamo provare a ravvivarlo un po’ “.

Intervista a cura di Davide Falco