Codice Fiscale: Cos’è e come si calcola

Codice Fiscale

Il codice fiscale è un tesserino plastificato con un codice alfanumerico di 16 caratteri. Ogni persona in Italia ne deve possedere uno. E’ di fondamentale importanza per le amministrazioni pubbliche che, grazie a questo tesserino, hanno la possibilità di identificare ogni cittadino. In questo modo anche il cittadino è più facilitato nell’accesso ai servizi pubblici e privati.

La richiesta del proprio codice fiscale è da fare all’Agenzia dell’Entrata. Per il suo calcolo ci si serve delle informazioni come: nome, cognome, giorno, mese, anno e comune di nascita. Ogni cifra numerica o lettera alfabetica ha il proprio valore. E’ un documento importante che bisogna portare sempre con sé.

Il calcolo del codice fiscale è abbastanza facile da fare. Basta prendere tre consonanti del cognome e tre del nome. I due numeri successivi rappresentano l’anno di nascita seguiti da una lettera che ne indica il mese (per esempio se siete nati il mese di gennaio, la lettera di riferimento è A; per il mese di febbraio la lettera è B; C per marzo; D per aprile; E per maggio; H per giugno; L per luglio; M per agosto; P per settembre; R per ottobre; S per novembre; T per dicembre). Le successive due cifre indicano il sesso della persona, 1-31 per gli uomini, 41-71 per le donne. L’ultima parte del codice fiscale, una lettera e tre numeri, è determinato dal codice catastale di ciascun comune. L’ultima lettera invece è quello che viene chiamato “carattere di controllo”.

Guardando tutti questi calcoli ci si può perdere e la cosa risulterebbe abbastanza difficile da fare. A semplificarci la vita esistono dei portali specializzati nel calcolo del codice fiscale come questo. E’ facile da usare. Infatti basta inserire i propri dati che sono richiesti e con un click il calcolo è fatto! E’ un servizio facile da usare e in ogni momento che si vuole. Comodo, no?