Un progetto nato dalla passione per i cani


Ukkia è il nome del cane che ha unito le storie di tre persone, ed ora sul territorio novatese il loro progetto prende forma. Adesivi “io posso entrare” per le porte dei negozi, l’idea di un parco giochi, uno spettacolo teatrale e attività per i cani seguiti  dai loro padroni. Silvia e Roberta Elia sono due sorelle novatesi che da diversi anni lavorano presso un centro di “Sheepdog” in provincia di Lecco.

L’attività consiste nel riprodurre dei lavori che si svolgono in genere nelle fattorie, in cui il cane sviluppa il suo istinto naturale e consiste nel gestire un branco di pecore cercando di mantenerle unite. “Questa disciplina è poco conosciuta ma molto importante, nasce dalla necessità dell’uomo di gestire il bestiame. Sheepdog infatti significa cane da pecore. Anche se non capiterà mai di dover spostare un gregge, è una situazione che aiuta a fare emergere le qualità del cane, gli apre la mente e migliora il rapporto con il proprio padrone”, spiega Roberta Elia.

Grazie ad internet  ed in particolare un paio di social network,  il lavoro delle due sorelle è stato conosciuto anche a Latina. “Amo i cani e con i miei svolgevo attività da “agility dog”, la disciplina sportiva che prevede il superamento di un percorso ad ostacoli da parte del cane. Un giorno ho avuto modo di notare l’intelligenza di un Border Collie nel percorso agility e sono rimasto stupito.

Ho fatto delle ricerche su internet ed ho scoperto l’attività di Silvia, Roberta e il loro cane Ukkia, un Border Collie appunto”, spiega Massimo Persichino. Cosi, dopo quattro anni di incontri e tempo passato insieme ai cani, tra novate e Latina, Massimo ha deciso di trasferirsi a Novate e realizzare un progetto insieme alle due sorelle Silvia e Roberta.

Presto verrà inagurato in via XXV aprile il “Ukkia Pet shop”, un luogo in cui i cani potranno favorire della decennale esperienza dei ragazzi nel trattamento dei cani, ma questo è solo l’inizio. “Il locale è grande e quindi abbiamo deciso di coinvolgere i ragazzi di Novate, artisti, pittori, fotografi, a turno saranno ospiti in negozio per mostrare gratuitamente la loro arte con quadri, stampe, disegni e ci fotografa avrà a disposizione uno spazio dove poter fotografare i cani con o senza i loro padroni”, spiegano i tre.

Il loro entusiasmo gli ha portati anche a chiedere in comune una porzione di parco in cui poter, a loro spese, realizzare uno spazio in cui i cani possono giocare e provare dei corsi, ad esempio di dog dance. L’altra idea è quella di aver chiesto ad un noto attore teatrale , Davide Depalo, di scrivere una sceneggiatura e portarla sul palco che parli dell’abbandono dei cani.

“Speriamo che anche in questa occasione il comune ci appoggi con il patrocinio, ormai ci conoscono, ed hanno supportato l’iniziativa degli adesivi distribuiti ai negozianti”, spiega Massimo. Questi adesivi, con stampata la foto del quattro zampe Ukkia riporta la scritta “Io posso entrare”, ed è stata distribuita nei negozi del paese di Novate, in cui il numero di cani regolarmente registrati, è di 1180 circa. Infine l’idea di creare su Facebook un profilo “Radio Novate”, in cui tutti i giovani e meno giovani possono scrivere e condividere idee da realizzare e progetti.

Informazioni: www.ukkiapetshop.it