Settimo sigillo consecutivo in campionato per l’Olimpia

Assago (Milano). 2 febbraio 2014 di Davide VailatiRodaggio finale per l’Olimpia Milano in vista delle “Final Eight” di Coppa Italia e sul parquet del Forum di Assago arriva la Pasta Reggia Caserta allenata da Lele Molin squadra che attualmente occupa una posizione di centro classifica con nelle sue file l’ex milanese Marco Mordente.

EA7 Emporio Armani ( priva dell’influenzato Daniel Hackett )arriva con il morale alto dopo la bella prestazione di giovedì contro il Fenerbace nel quinto turno di Eurolega e vuole mantenere l’imbattibilità casalinga in campionato per continuare la striscia di 6 vittorie consecutive nella massima serie.

Partenza con coach Banchi che schiera in quintetto titolare Gentile e Melli sulle ali, Lawal da centro, Langford guardia e Jerrells in cabina di regia. Pronti via e Caserta avanti per 7 a 2 con il solo Jerrells capace di trovare la via del canestro in penetrazione. Time-out per schiarirsi un po’ le idee e l’Olimpia comincia a trovare punti con Lawal in schiacciata e i piazzati di Gentile e Melli per chiudere il quarto avanti di 6 sul 15 a 9.

Secondo periodo ed è sempre Jerrells ad aprire le marcature in entrata, Cerella dopo una palla rubata e Moss con la prima tripla della serata portano i padroni di casa sul 22 a 13. Tanti errori da ambo le parti contraddistinguono l’andamento della gara arrivando a 2′ minuti dalla fine del primo tempo con il punteggio di 26 a 18 con i soli Cerella e Langford a muovere il tabellino . I liberi di Langford chiudono il tempo sul 28 a 19. Pessime percentuali Olimpia con un emblematico 1 su 12 nel tiro dalla lunga distanza

Secondo tempo e il gioco non decolla, squadre sempre molto imprecise sia al tiro sia nella costruzione del gioco. Jerrells come nel primo tempo apre le marcature, Gentile in entrata e Lawal ai liberi portano le scarpette rosse avanti sul 34 a 24 dopo 5′ minuti. Time-out a 2′ dalla fine e punteggio ancora inchiodato sul 34 a 26 Milano, con una quantità industriale di errori da ambo le parti. Liberi e un’entrata di Langford chiudono il quarto con il tabellone che recita un misero 40 a 29.

Ultimo quarto e tra lo stupore generale si rivede un canestro dalla lunga distanza ad opera di Moss e una successiva entrata di Langford portano il punteggio sul 45 a 29. Caserta si blocca e il fondo della retina diventa una chimera per i campani mentre l’Olimpia con il minimo sforzo si porta sul 57 a 35 a 3’minuti dalla fine dove inizia il garbage time conclusivo. Finale 61 a 43

Massimo risultato con il minimo sforzo e vittoria che proietta l’EA7 in testa alla classifica, ora ci aspetta la Coppa Italia, primo appuntamento che non si può sbagliare con l’Olimpia che parte come grande favorita.

In conferenza stampa coach Banchi contento per la vittoria e per l’atteggiamento avuto dalla squadra nell’arco di tutta la gara

Pagelle: Gentile 6 – Gigli s.v. – Cerella 6 –  Melli 5,5 – Kangur 5 – Langford 6 – Samuels 5 – Wallace s.v. – Moss 6 – Jerrells 6 -Lawal 5,5