Consiglio Comunale 17 dicembre

Consiglio Comunale 17 dicembre

Novate Milanese, 19 dicembre 2012 – Il Consiglio Comunale di Novate Milanese, riunitosi il 17 dicembre, ha approvato il Piano di Governo del Territorio, lo strumento di pianificazione urbanistica che definisce l’assetto dell’intero territorio comunale e le strutture pubbliche e di interesse pubblico di cui necessità la comunità.

L’approvazione del PGT arriva al termine di un lungo processo partecipativo all’interno del quale i cittadini, gli operatori dei settori dell’impresa e del commercio, le associazioni e i portatori di interesse hanno avuto la possibilità di intervenire nella definizione delle linee guida e delle scelte strategiche attraverso la presentazione delle osservazioni.

Nella fase di ascolto, promossa dall’Amministrazione, si è registrata la partecipazione attiva di circa 300 cittadini e soggetti interessati e la presentazione di 91 osservazioni nelle quali sono stati richiesti adeguamenti di interesse soggettivo.

La seduta di conclusione del percorso di approvazione del PGT si è svolta senza i consiglieri di minoranza (Pdl, Lega Nord, Udc, Uniti per Novate) che non si sono presentati in aula per la discussione e la votazione di un documento fondamentale per la programmazione e il governo della città.

“Un atteggiamento e un comportamento non condivisibile – ha commentato nel suo intervento finale il Sindaco Lorenzo Guzzeloni – che purtroppo abbiamo già altre volte dovuto registrare durante questi anni da parte della minoranza. Politicamente si tratta di una condotta deplorevole perché fa venire meno quei principi fondamentali della democrazia che sono confronto e dibattito. Nessuno vuole ledere alla minoranza il diritto al dissenso. Anzi questo è ciò in cui gli esponenti dell’opposizione si sarebbero dovuti impegnare, nel rispetto del mandato ricevuto dai cittadini loro elettori. E invece non si sono presentati. L’assenza dall’aula e forme di bassa politica come questa rappresentano un’offesa al Consiglio ma soprattutto ai cittadini novatesi che, in questa aula sono rappresentati dai consiglieri”.

Il voto d’approvazione del PGT è avvenuto con il favore di 12 dei 13 consiglieri presenti e con un voto contrario.

Alle dichiarazioni divulgate dai capigruppo di minoranza circa l’assenza di garanzia in aula a tutela dei diritti dell’opposizione, poi sfociate nel più bieco turpiloquio, risponde l’assessore all’urbanistica Stefano Potenza.

“L’approvazione di un documento come il Piano di Governo del Territorio prevede passaggi precisi e codificati da una legge regionale, la 12/05, che sono stati integralmente rispettati. I consiglieri dell’opposizione hanno avuto diverse occasioni, istituzionali e pubbliche, per esprimere posizioni e proposte che, se non accolte, lo sono state per l’evidente inconsistenza dei loro contenuti. Non vogliamo nemmeno commentare, come Giunta, gli attacchi e le considerazioni volgari espresse in un documento diffuso dai capigruppo di minoranza che sono in linea con un modo di fare politica, tipico del centro destra, che non ci appartiene e che lasciamo volentieri ad appannaggio di chi li ha espressi e alla valutazione, sempre attenta, dei cittadini novatesi che sapranno certamente capire con chi hanno a che fare”.

Obiettivo principale dell’Amministrazione nella redazione di PGT è stato il conciliare la salvaguardia del suolo con la richiesta di nuova urbanizzazione la necessità di fornire più servizi e il contenimento della spesa nel rispetto degli equilibri imposti dal bilancio comunale.

Grazie al documento approvato dal Consiglio Comunale si intende dare un nuovo disegno della città con un perimetro esteso rivolto ai macrotemi di Expo e di Fiera di Milano, alla riqualificazione delle costruzioni esistenti e delle aree dismesse nei cosiddetti Ambiti di Riqualificazione Urbana (ARU), alla scelta, fortemente ostacolata dall’Amministrazione di trasferire in altra area la Città della Salute e della Ricerca (vicenda nella quale Regione Lombardia ha disatteso gli accordi sottoscritti).