PGT Novatese

IL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO VERSO L’APPROVAZIONE. MOLTI CITTADINI ALLA SERATA ORGANIZZATA DALL’AMMINISTREAZIONE.

Si sta per concludere l’iter di approvazione del nuovo documento urbanistico che ridisegna lo sviluppo della città. Grande partecipazione di cittadini, il 30 ottobre scorso, alla serata promossa dall’Amministrazione.

 

Novate Milanese, 7 novembre 2012

Prosegue il percorso autorizzativo del Piano di Governo del Territorio, il nuovo strumento di indirizzo e di programmazione urbanistica di Novate Milanese, adottato nello scorso mese di luglio dal Consiglio Comunale. L’Amministrazione Comunale prevede di poter arrivare all’approvazione del PGT entro la metà del mese di dicembre, per rispettare così le scadenze imposte dalla normativa regionale.

Per completare il processo partecipativo e riconsegnare ai cittadini i risultati dell’elaborazione dei contenuti del PGT è stata organizzata il 30 ottobre scorso una serata pubblica nella Sala del Consiglio Comunale che ha visto la presenza di moltissimi cittadini novatesi.

La serata è servita ad illustrare nuovamente le caratteristiche principali del documento che rappresenta una svolta nella gestione del governo del territorio, nel disegno della città e dei suoi spazi pubblici, nella qualità dell’edilizia pubblica e degli insediamenti per le imprese, oltre a inserire regole e prescrizioni per migliorare la qualità e l’efficienza energetica degli edifici novatesi.

Scelte tecniche che sono state elaborate seguendo gli indirizzi e le linee guida espresse dall’Amministrazione Comunale, in continuità con gli impegni presi con i cittadini novatesi e in maniera coerente a quelle che sono le nuove esigenze di una città in trasformazione.

Il Piano di Governo del Territorio rappresenta quindi un documento capace di accompagnare lo sviluppo della città da qui ai prossimi anni, anche grazie alla partecipazione attiva nella fase di ascolto di circa 300 cittadini e soggetti interessati alla predisposizione del documento e alla presentazione di 89 osservazioni dove sono richiesti adeguamenti di interesse soggettivo.

Durante la serata, dopo gli interventi dei tecnici incaricati della stesura del PGT, si sono susseguiti interventi da parte dei presenti ai quali ha risposto l’Assessore all’Urbanistica Stefano Potenza. Non sono mancati accesi momenti di discussione ai quali sono seguiti i chiarimenti specifici e puntuali.

Sono stati ribaditi alcuni degli impegni prioritari del PGT che riguardano, in particolar modo, la zona circostante via Baranzate con la riqualificazione dell’area mercato di via Falcone Borsellino e la realizzazione di un Centro Polifunzionale per i giovani novatesi. Sempre nella zona di via Baranzate si prevede di realizzare una nuova e “vera”

Piazza della Stazione, luogo di socializzazione, commercio, interscambio che si trasformerà completamente rispetto all’attuale. La realizzazione di un parcheggio interrato, la connessione – mediante un ampliamento dello scavalco ciclopedonale della Via Di Vittorio – con l’area verde del Parco, sono gli elementi che definiranno uno spazio urbano completamente ridisegnato che diventerà un nuovo polo attrattivo per l’intera città.

Anche sotto il profilo delle infrastrutture pubbliche questa zona della città sarà nobilitata dalla realizzazione del nuovo Polo Scolastico di via Prampolini (scuola Rodari), per il quale è previsto un intervento di ampliamento, riqualificazione e di aumento degli spazi per lo sport

(Palestra) e per il gioco (verde). Tutti interventi resi possibili, in un momento di cronica e costante sofferenza per le casse degli Enti Locali, da una previsione di nuove realizzazioni residenziali che andranno – per la quasi totalità – a sanare situazioni di degrado e di abbandono con un bilancio finale di consumo del territorio che considerando riduzione degli interventi inerenti la viabilità è pressoché pari a zero.

Interventi edificatori che, con la formula dell’ housing sociale, sapranno dare risposte alla sempre crescente richiesta di abitazioni per le giovani coppie e dei nuclei famigliari che non hanno possibilità di accedere al libero mercato ed al contempo non hanno i requisiti per poter accedere agli affitti agevolati in edilizia popolare.

Il tutto senza determinare significativi scostamenti rispetto all’esistente livello degli standard che nel nostro territorio risulta ben superiore ai minimi di legge.

Si tratta quindi di un PGT che consente a Novate di disporre di uno strumento completo, innovativo e dall’alto valore qualitativo che ha affrontato i problemi dello sviluppo delle città tenendo conto delle indicazioni arrivate dai cittadini e da chi opera e lavora a Novate Milanese per rendere ancora migliore e rispondente alla attese e alla necessità il proprio territorio.