Intervista a Marianna Cataldi

MARIANNA CATALDI

Marianna Cataldi è una cantautrice compositrice tarantina con studi in conservatorio di canto lirico e pianoforte, che vanta una carriera come cantante solista e vocalist nel mondo televisivo e cinematografico, grazie alla sua versatile vocalità che le permette di spaziare tra i diversi generi musicali.

 Marianna, il cui terzo album dal titolo “La forza del desiderio” uscirà il 30 ottobre, pubblica il suo primo lavoro “Marianna Cataldi” (edito SYNTHESIS),  nel 1994. Lo stesso anno esce su vinile il remix dance del brano di Kate Bush, “Wuthering heights” accompagnato da un suo inedito “Dangerous time”.

Nel  2009 il singolo “I need you to survive(brano che è stato anche incluso nella colonna sonora Italiana del film Horror “2012 – l’avvento del male” della 20th Century Fox) anticipa l’album “Art in heart”, che include una raccolta di colonne sonore e 2 inediti, del 2010.

 INTERVISTA

1)   Complimenti per la tua attività  professionalità. Canto, tv, teatro…cosa manca ?

C’è tantissimo da fare e da esplorare ancora, mi piacerebbe fare un film musicale, in cui ballare cantare e recitare, stile “Saranno Famosi” ma con un target più ampio. Vorrei inoltre collaborare con grandi musicisti, sperimentare con generi molto lontani dal mio, ma proprio per questo estremamente stimolanti. La voglia di crescere, sperimentare e conoscere è sempre immensa.

2)  E’ in uscita “La forza del desiderio”  cosa puoi dirci di questo cd ?

È il mio sogno che si realizza poter essere musicalmente libera di esprimere me stessa senza i dictat della limitante discografia di massa, che toglie  la possibilità a molti di conoscere nuovi stili vocali e mondi musicali diversi da quelli a cui siamo abituati ascoltando le radio. La melodia e le emozioni che una buona musica produce, buttano giù il muro di ogni pregiudizio musicale andando oltre la cultura musicale personale, lo vedo osservando la gente comune.

Cantare meravigliose melodie di famosissime colonne sonore, con il mio stile, che unisce il canto pop e il canto lirico, supportata da un orchestra sinfonica, è stata la cosa più liberatoria che avessi mai potuto fare nella mia vita! È stata la forza del mio desiderio a far sì che si avverasse il sogno? Credo di si, il sogno si realizza quando i tempi sono maturi perché si autoalimenta di energia e, dopo 18 mesi di gestazione, ora vive.


3)  La soddisfazione lavorativa maggiore dove l’hai avuta: teatro, canto o altro ?

La cosa più inaspettata della mia vita è stata sicuramente l’essere stata scelta dalla Walt Disney per dare la mia voce a Mulan, di solito sono i cantanti famosi ad interpretare i brani dei personaggi protagonisti, ma quella volta è accaduto il miracolo che mi ha permesso di avere fiducia nel mondo, perché qualche volta i sogni si avverano anche per le brave ragazze, non è sempre tutto corrotto! Una soddisfazione per l’ego e per l’anima.

Intervista a cura di Davide Falco