TONES ON THE STONES

 

Non ci sono luoghi comuni. Si presenta con queste poche parole, in sintesi, l’edizione numero sei di Tones on the Stones uno degli appuntamenti più attesi dell’estate italiana dei Festival che dal 2007 troneggia tra le rassegne più originali e innovative del panorama internazionale. La location principale è il Lago Maggiore e le meraviglie che lo circondano, uno dei luoghi più belli d’Europa, con le sue cittadine, i paesi e i piccoli borghi ogni anno meta turistica tra le più visitate, come confermano i dati riguardanti le località lacustri. La bellezza della natura di questo angolo del Piemonte ai confini con la Svizzera ha ispirato la creatività di Maddalena Calderoni, che ha reso protagonista la natura, sfondo coreografico di tutti i titoli messi in scena in questi anni. Con sguardo profondo la Calderoni ha focalizzato nella pietra, con i suoi colori e le sue forme, l’elemento capace di creare scenografie che l’uomo riesce presentare con maestria in ambienti di rara suggestione. Questa è la grande forza di Tones on the Stones, dove lo slogan – quello che condensa e racchiude tutta la filosofia dell’iniziativa, coniato dalla prima edizione, è ancora lo stesso e racchiude il significato del ciclo: “Guardare con altri occhi i maestosi e geometrici luoghi che si aprono nella montagna è l’obiettivo e la scommessa di questo progetto che vuole portare in primo piano il valore estetico oltre che storico delle cave d’estrazione. L’attività estrattiva ha sempre diviso l’opinione pubblica in fautori e contrari, molti considerano particolarmente scenografiche le nostre cave anche se probabilmente non tutti hanno immaginato questi imponenti squarci come affascinanti palcoscenici”.

Anche per il 2012 gli spettacoli sono da non perdere, vista l’alta qualità delle proposte: opere prime che gli artisti presentano sfidando pareti di pietra per realizzare coreografie difficilmente immaginabili se non dopo averle viste con i propri occhi. Già le prove diventano per i protagonisti momenti indimenticabili, figurarsi l’effetto davanti a spazi gremiti di pubblico che applaude per lunghi minuti.

Informazioni per il pubblico:  334/153.60.56 oppure 349/354.88.87