Nurburgring: vince Hamilton

Hamilton sul podio

Nurburgring (Germania), 24 luglio 2011 di Fiorenzo Di Costanzo.

Secondo successo stagionale per l’ex campione del mondo Lewis Hamilton dopo quella ottenuta nel GP della Cina. Il pilota inglese è stato protagonista di un ottimo week-end, iniziato con la seconda posizione al termine delle qualifiche e concluso con una gara immensa.  Male la Red Bull di Vettel che partito dalla terza posizione è rimasto alle spalle della Ferrari di Massa per troppo tempo e solo nell’epilogo della gara è riuscito ad sopravanzarlo. Buona invece la prova di Alonso, partito terzo ed a lungo in lotta, seppur dalla distanza, con Hamilton per la conquista della vittoria. Week-end non da buttare per l’altro pilota della Red Bull, l’australiano Webber, che partito dalla pole position si accontenta di un terzo posto in gara.

Alla partenza ecco i fuochi d’artificio: Hamilton parte a razzo e sorpassa Webber, così come Alonso guadagna una posizione ai danni di Vettel. Lo spagnolo della Ferrari e il campione del mondo in carica si cambiano varie volte le posizioni fino all’ottavo giro quando la situazione inizia a delinearsi: al comando c’è Hamilton, inseguito da Webber, Alonso e Vettel. L’altro ferrarista, Massa, fa fatica dietro la Mercedes di Rosberg.

Per Vettel si prefigura una gara più difficile del previsto e al decimo giro le difficoltà sono evidenti a tutti: il pilota della Red Bull tocca alla stoccata della chicane la linea bianca che delimita l’asfalto e va in testacoda ma riesce a rientrare in pista.

Massa intanto sorpassa Rosberg alla fine del rettilineo e si porta in quinta posizione.

Per le posizioni di testa la sfida tra Hamilton, Webber ed Alonso continua ad entusiasmare il pubblico con grandi sorpassi e grandi staccate.

Nei giri che precedono i primi pit-stop esplosione di entusiasmo per i tifosi ferraristi: Massa tallona Vettel e riesce a sopravanzarlo. Dopo le soste dei big la situazione è notevolmente cambiata: Webber è in testa alla classifica parziale inseguito da Hamilton, Alonso, Suttil, Button, Petrov, Massa e Vettel.

Le situazioni al vertice della classifica restano invariate fino al secondo pit stop: Alonso riesce a rientrare davanti ad Hamilton, ma deve cedere il passo all’inglese che ha gomme già in temperatura. Alle loro spalle insegue Webber. La situazione è ormai cristallizzata con il trio Hamilton-Alonso-Webber che si gioca la prima posizione e con il duo Massa-Vettel in lotta per la quarta posizione.

La gara prosegue con poche emozioni poiché la McLaren di Hamilton sembra un razzo e allunga sui primi inseguitori e l’unica insidia è rappresentata dall’ultimo pit stop. Quando mancano 10 giri alla bandiera a scacchi i big rientrano per l’ultima posta e per i tre piloti protagonisti della gara non ci sono sorprese, mentre per la quarta posizione la battaglia tra Massa e Vettel continua anche ai box. I meccanici della Ferrari non sono perfetti e hanno qualche problema sul montaggio della anteriore sinistra e così il brasiliano deve cedere la sua posizione a Vettel.

Al termine della gara fa gran festa Hamilton; alle sue spalle un ottimo Alonso e Webber. Ai piedi del podio Vettel, che, con il sorpasso ai box ai danni di Massa, salva il week-end. Chiudono la top ten Suttil, Rosberg, Schumacher, autore di un’ottima rimonta dopo un testacoda nei primissimi giri, Kobayashi e Petrov.

In classifica mondiale Vettel è sempre saldamente al comando con 204 punti, poi seguono Webber (124 punti), Alonso (112 punti), Hamilton e Button (109 punti).