Moa. Dialogo medico paziente

Medico

Nel mese di ottobre, a Milano,  partirà il primo corso sperimentale in Italia promosso da MOA, acronimo di Medical Officers Associations, l’Associazione che ha come obiettivo primario quello di favorire il dialogo e la comunicazione tra medico e paziente in ogni ambito medico. La relazione col paziente è troppo spesso considerata un aspetto marginale dell’intero processo di cura e i promotori di MOA credono che essa sia invece parte integrante ed elemento chiave per il successo di un percorso assistenziale completo. L’esperto di relazioni accompagna il paziente nel percorso diagnostico e terapeutico e si occupa delle problematiche logistiche e di comunicazione. La coscienza del proprio ruolo passa attraverso la considerazione che l’utente è una persona con bisogni soggettivi all’interno di un contesto, quello ospedaliero, che si basa su processi codificati. Il corso è aperto a coloro che sono interessati a qualificarsi come “tutor” del paziente, come esperto di relazioni tra medico e paziente, come figura intermedia della gestione logistica e pratica. Gradita è la provenienza dal settore medico e paramendico, con conoscenza perfetta della lingua Italiana e dell’inglese, ottime doti di relazione e conoscenze informatiche, aperto a uomini e donne dai 20 anni in su, con diploma o altro titolo superiore.

 Le selezioni avranno luogo a Milano e a Segrate a partire dal 1 luglio: maggiori dettagli sul sito www.moa-association.com.

Durante il corso, che durerà 4 weekend a tempo pieno, si toccheranno materie legate al team building, la gestione amministrativa, elementi di psicologia e sociologia del paziente, adulti e bambini, etica&privacy, sanitary management, con elementi di gestione del rischio e della responsabilità fino al galateo della conversazione e all’ottimizzazione del tempo.