Love Stories – Zelig Cabaret

debora villa
debora villa

Love Stories è un talk show televisivo condotto dall’attrice comica Debora Villa che intervista con ironia, impeto e sana curiosità ospiti sull’amore (e sul sesso). Sarà registrato presso la sala di Zelig Cabaret in tre serate i mercoledì 14 – 21 – 28 marzo.

All’interno di Love Stories non mancheranno rubriche singolari e curiose che affronteranno il tema con ironia e con un punto di vista inatteso.
E naturalmente non mancherà lo sguardo comico e irriverente di Debora Villa.

INIZIO SPETTACOLO ore 21.00
ZELIG CABARET – Viale Monza 140 – 20125 Milano – www.areazelig.it – Ingresso consentito ai maggiori di anni 14
ingresso: tavolo 15 euro – tribuna 12 euro
I prezzi indicati si intendono senza consumazione ed eventuale prevendita

Infoline e prenotazioni tel. 02.255.1774 (dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 – nelle sere di spettacolo anche dalle 18 alle 20.00 – sabato e domenica dalle 18.00 alle 20.00). Acquisti online su www.ticketone.it

8 Marzo a Zelig Cabaret : “Cosa sarà mai”

Corinna Grandi in Cosa Sarà Mai2
Corinna Grandi in Cosa Sarà Mai

Per il giorno della Festa della Donna (giovedì 8 Marzo ore 21),  a Zelig Cabaret va in scena il nuovo spettacolo “Cosa sarà mai” di e con Corinna Grandi

Parlare di fertilità, maternità, femminilità al giorno d’oggi è difficile. Non tanto perché si voglia rompere un archetipo narrato dai media o perché vi sia stato detto più del tutto, più del necessario, ma perché a nostro avviso rimane pur sempre un tabù con il quale andare piano.

Parlare della figura della mamma, della mamma oggi è come parlare degli ebrei e non poter essere ironici, del maschilismo senza poter dare la colpa alle donne, dell’infanzia senza poter odiare per davvero il ricatto della tenerezza.

Mettiamo una donna sulla trentina, precaria e col dubbio di essere incinta. Solo che lei non è una vittima. Lei non è solo bella e intelligente. Lei non è solo contro la violenza sulle donne. Diciamo che possiamo aprire l’archetipo e dire che ha qualche amante e non è una troia, ha avuto e ha esperienze omosessuali e non è confusa, odia quelli di sinistra e non è di destra o quasi.

Corinna Grandi vive e lavora a Milano dove ha studiato recitazione presso il Teatro Libero e frequentato numerosi laboratori (Paolo Rossi e la Baby Gang, Walter Leonardi, Serena Sinigaglia, Vladimir Olshansky, Paolo Nani, …).

Attrice di inclinazione comica, si avvicina in questi anni al mondo della radio e della clownerie, e dopo alcune esperienze in tv approda a Zelig Off e Zelig Circus nel 2013. A seguito dell’esperienza svolta con la compagnia casanova&scuderi, Grandi e Casanova decidono di affrontare la realizzazione di un monologo il meno femminile possibile.

Zelig Cabaret : “Io, Ippolita Roberta Lucia”

locandina IPPOLITA BALDINI
locandina IPPOLITA BALDINI

Se è vero che gli uragani più devastanti hanno nomi femminili tenetevi forte lei ne ha tre!
Roberta Ippolita Lucia, in arte Ippolita Baldini è in cerca del suo centro di gravità, lavora come attrice, cerca l’uomo della sua vita, magari anche tra gli spettatori, non si sa mai.

E’ in continuo movimento perché non è facile avere tre nomi, non è facile avere tre personalità e saperle gestire con equilibrio in un mondo come quello di oggi, così pieno di stimoli e false libertà, ma soprattutto non è facile avere una mamma Marchesa!.

Tutto questo in due serate, venerdì 26 e sabato 27 Gennaio a Zelig Cabaret (viale Monza 140 – Milano) in uno spettacolo stupefacente, interpretato da un’attrice in ascesa brillante e divertente che si mette a nudo, senza paura, raccontando di sé, quindi di noi.

Franco Trentalance sul palco di Zelig Cabaret

franco trentalance
franco trentalance

Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma non avete mai osato chiedere…
Debutta lunedì 15 gennaio in prima nazionale sullo storico palco di Zelig Cabaret in viale Monza 140 “Il Sesso e la ricerca della Felicità”, il primo spettacolo dell’ex porno divo più invidiato d’Italia: Franco Trentalance.

Scritto da Franco Trentalance e Sergio Spaccavento, musicato dalla cantautrice Roberta Carrieri, “Il sesso e la ricerca della felicità” è un mix tra un tutorial, una lezione semiseria e un approfondimento filosofico e sociologico sul sesso così come non lo avete mai immaginato.

Un’ora e un quarto in cui l’ex porno divo Trentalance, con una carriera nell’universo dell’hard lunga venti anni e 440 film, si confesserà con stile ironico, schietto, irriverente, ma assolutamente mai volgare, sfatando falsi miti e luoghi comuni del mondo del cinema a luci rosse, rassicurando i più timidi, dando consigli e svelando piccoli trucchi per vivere meglio la sfera più intima della nostra vita, e mostrando che anche sotto le lenzuola se si vuole si può fare la differenza. Perché anche il sesso non è solo una questione di sesso!

A Zelig Cabaret, due spettacoli ogni sera

banner-villa-dellanoce
banner-villa-dellanoce

Tre serate con doppio spettacolo! Dal Venerdì 12 a Domenica 14 Gennaio (ore 21.00) il meglio della comicità di Debora Villa e Marco Della Noce in esclusiva a Zelig Cabaret (Viale Monza 140, Milano) in due “one wo-man show” nella stessa sera da non perdere!

Debora Villa tra riflessioni pop e ironia divertirà parlando sui cambiamenti psicofisici delle donne che entrano negli “anta” in “Sogno di una notte di mezza età”.

Mentre Marco Della Noce, torna a Zelig Cabaret riproponendo i suoi personaggi che sono diventati mitici. Dagli irresistibili tormentoni emiliani di Oriano Ferrari, capomeccanico della Ferrari al capitano dei Nocs, Larsen. “Recital….che storia” è un “uanmensciò” dove Marco della Noce racconta Marco della Noce. Uno spettacolo che racchiude 25 anni di vita. Non mancheranno alcuni nuovi monologhi….

DEBORA VILLA
con SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ETA’
Cosa succede ad una donna quando raggiunge i nannaranannannanni?
Cambia. Ma il cambiamento fisico, umorale, psicologico, non è graduale come è stato fino ad ora e come giustamente deve essere.
NO
Fidatevi esiste un punto di svolta (detto simpaticamente: punto di non ritorno) nel quale vi ritrovate catapultate senza neanche avere avuto il tempo di dire: “Xanax”.
Il corpo cede, la memoria vacilla, l’umore è come quello di Smigol quando gli rubano l’anello e questo quando siete in buona. Quando siete in versione negativa siete delle prepotenti che l’esorcista al vostro cospetto sembra un catechista. Il peggio è che a livello psicologico: diventate delle rocce. Non nel senso che vi sgretolate, no siete delle furie.
Sapete chi siete, cosa volete, cosa non volete e tutte le piccole e grandi insicurezze che vi hanno accompagnate fino ad ora svaniscono. Tranquille, donne! Nel giro di una settimana avrete almeno una ventina di nuove paranoie che non saprete come gestire. Mille nuovi fastidi si affacceranno all’orizzonte. Ma soprattutto vi verrà la faccia come il c… Non in senso fisico, per fortuna quella vi cederà soltanto; no, è che direte tutto quello che vi passa per la testa, senza freni, senza inibizioni, libere!!! Si finalmente libere di fare figure di merda con il mondo intero.
Allora forse è bene iniziare a fare terapia, magari di gruppo, magari ridendoci su. Io la faccio: funziona. Firmato Debora… Non mi ricordo il cognome

MARCO DELLA NOCE
con RECITAL….CHE STORIA!
Un “uanmensciò” dove Marco della Noce racconta Marco della Noce. Uno spettacolo che racchiude 25 anni di vita, raccontati da Della Noce attraverso il linguaggio a lui più congeniale: quello dei personaggi. Infatti Marco non sarà solo in questo viaggio, ma lo farà in compagnia di Larsen e della sua vita andata letteralmente “in fumo” e del capitano dei Nocs, che lo segue come un’ombra.
Ed è un viaggio che lascia una scia rossa al passaggio, raccontata e vista attraverso gli occhi di “Oriano”, “capo-meccanico” dei “bocs Ferari”, che ancora si diverte pensando e ripensando agli scherzi fatti ai suoi piloti. Affascina di questo recital la semplicità del gesto.
Marco entra ed esce dal mondo e dalla vita dei suoi personaggi, attraverso un unico elemento, sia esso un gilet o un passamontagna o qualcos’altro