YogaFestival

cartolina YF_21 giugno_def
cartolina YF_21 giugno_def

Quest’anno sarà digitale il più grande raduno di yoga in Italia che YogaFestival, il più autorevole network di eventi Yoga in Europa, unendosi alle celebrazioni mondiali della Giornata Internazionale dello Yoga, proclamata nel 2014 dalle Nazioni Unite, organizza da 6 anni.

Il filo conduttore è più che mai attuale: “Riflessioni sullo Yoga: come lo yoga ci aiuterà a immaginare il futuro”. Perché ricorre in momento storico che sta impattando a livello mondiale, imponendo dei ripensamenti globali e perché proporrà un format diverso, non solo per le modalità di fruizione legate alle disposizioni anti pandemia, ma per i contenuti e gli ospiti che, come nello stile di YogaFestival, saranno innovativi e coinvolgenti.

L’appuntamento è Domenica 21 giugno, dalle ore 18.00, sul web: visibile su yogafestival.it, sulla pagina FB YogaFestivalItalia e sul canale YouTube: lo “Yoga come non lo avete mai visto” arriva nelle case di tutti, visibile sempre.

Una non-stop di preziose pillole di pratica, incontri, reading, mantra e conversazioni insieme a maestri e insegnanti tra i più influenti nel mondo yoga di oggi, ad attori e musicisti per capire cosa sia veramente lo Yoga, approfondirne la conoscenza, incontrarne i protagonisti più interessanti.

Il programma dettagliato a breve su yogafestival.it
L’evento sarà come sempre gratuito (basterà collegarsi dalle ore 18.00 di domenica 21 giugno su yogafestival.it o alla pagina FB o al canale di YouTube di Yoga Festival Italia) e resterà visibile per dodici mesi.

INFORMAZIONI PRATICHE
Quando: 21 giugno dalle 18.00 alle 22.00 circa
Come accedere all’evento digitale: L’evento è gratuito e aperto a tutti. Basta collegarsi al sito yogafestival.it, alla pagina FB YogaFestivalItalia e sul canale YouTube omonimo. Per predisporre la migliore connessione possibile chiediamo a chi ci seguirà di confermare l’intenzione ad esserci inviando una mail a: prenotazioni@yogafestival.it. Nella mail di conferma una sorpresa per tutti gli iscritti.

YogaFestival arriva alla Fabbrica del Vapore

YogaFestival-
YogaFestival-

Una nuova location e spazi più ampi, maestri di rilievo internazionale, 40 workshop per praticanti di tutti i livelli e 60 eventi aperti a tutti. Da venerdì 10 a domenica 12 novembre la Fabbrica del Vapore sarà il tempio dell’equilibrio psico-fisico con lo Yogafestival Milano.

Giunto alla sua 12esima edizione, il grande appuntamento annuale lascia gli storici spazi di via Tortona per ampliarsi e poter accogliere un pubblico sempre più numeroso con il tema “Yoga: suono, musica, vibrazione”: un’esplorazione degli effetti che gli elementi vibratori hanno sul nostro equilibrio fisico, psichico, intimo e per insegnare a trovare quel personale suono interiore a cui la vita moderna lascia poco spazio di ascolto.

L’obiettivo dello Yogafestival Milano è, infatti, proprio quello di coinvolgere non solo chi già conosce questa disciplina ma anche neofiti, appassionati o curiosi ed avvicinarli ad una delle più antiche pratiche dell’India, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità proprio per la sua lunga tradizione e per i benefici che può regalare a chi la pratica e alla società. Una disciplina semplice ed efficace, alla quale ci si può avvicinare ad ogni età.

“Siamo una città che ama correre – ha detto l’assessore al Turismo, Sport e Qualità della Vita, Roberta Guaineri -, abbiamo un calendario di running che ci invidiano in molti, anche per il gran numero di partecipanti che ogni anno riesce a coinvolgere. Ma il benessere fisico e mentale hanno bisogno anche di altro: il rilassamento e l’equilibrio che possono essere raggiunti in un’ora di Yoga sono di inestimabile valore. La crescita di pubblico di questo Festival dimostra come l’Italia e Milano sappiano valutare e apprezzare tutti gli aspetti che migliorano la qualità della vita; la nostra speranza è che sempre più milanesi si avvicinino anche a questa disciplina”.

“Noi crediamo nello Yoga – ha aggiunto la presidente e fondatrice di Yogafestival, Giulia Borioli, –: pensiamo che avvicinarsi a questa straordinaria e antichissima tecnica di riequilibrio possa aiutare le persone a stare meglio con sé stesse e quindi nel mondo. Credo che lo Yoga possa essere uno strumento efficace e perfetto per i nostri tempi, per regalarci momenti di consapevolezza, equilibrio e benessere, convinti che la sua pratica possa davvero migliorare la nostra società”.

Nella nuova sede della Fabbrica del Vapore, il Festival metterà a disposizione del pubblico più spazi per i workshop, più raccolti ed intimi ed ospiterà un programma ricco di occasioni per conoscere lo Yoga e praticare insieme. Ma anche tante altre inedite e suggestive esperienze per (ri)prendersi il proprio tempo, ascoltarsi, stare bene. Tre giorni di vero Yoga per tutti.