“Affrontiamoci” nuovo singolo di Valerio Scanu

Foto VALERIO SCANU
Foto VALERIO SCANU

Da venerdì 26 aprile, in radio e in digitale, AFFRONTIAMOCI il nuovo singolo di VALERIO SCANU scritto da Giulia Capone, Davide Papasidero e Niccolò Verrienti.

“Affrontiamoci è uno stimolo al confronto tra noi stessi e le nostre vite – racconta Valerio. È un invito a guardarci un pò più da vicino per scoprire che lasciando andare via i propri fantasmi è più facile ripartire e che è proprio da un momento di dolore che tutto può assumere un nuovo senso”.

Intanto Valerio si prepara per il tour estivo e ritorna LIVE regalando, in lungo e largo per l’Italia, uno straordinario spettacolo in cui ripercorrerà e festeggerà con il suo pubblico i suoi primi DIECI anni di carriera. Un lungo percorso umano ed artistico raccontato con i brani del suo repertorio ma non solo, duetti, gag, aneddoti.

Il 5 ottobre 2018 scorso, Valerio ha festeggiato i suoi 10 anni di carriera con un nuovo album di inediti intitolato “Dieci” che ha visto la partecipazione di giovani autori di grande talento tra cui Simonetta Spiri, Tony Maiello, Davide Sartore, Niccoló Verrienti, Emilio Munda. L’album ha debuttato al secondo posto della classifica FIMI.

Fabrizio Moro autore per Valerio Scanu

f.Moro
Fabrizio Moro autore del brano in gara a Sanremo “Finalmente Piove”  racconta come è nata la collaborazione con Valerio Scanu:
“Ci siamo conosciuti durante una cena perché abbiamo un amico in comune e inizialmente non ci stavamo particolarmente “simpatici” perché abbiamo tutti e due un carattere molto chiuso e introverso ma, dopo qualche ” difficoltà ” iniziale, siamo diventati grandi amici anzi, oggi posso dire che Valerio è uno dei pochissimi amici sinceri che ho trovato durante il mio percorso lavorativo. Artisticamente siamo totalmente diversi ma, un giorno mentre ero in studio per produrre i mie nuovi brani fra cui “Finalmente piove”, ci siamo incontrati e Valerio ha provato a improvvisare la strofa e l’inciso del brano e ” sfidandomi” scherzosamente mi ha detto che se gli avessi dato quel brano si sarebbe presentato a Sanremo e io, scherzosamente, gli ho detto: ” va bene cantalo te!”  convinto che non facesse sul serio… Dopo due giorni mi ha portato il brano riarrangiato e cantato da lui, mi ha convinto e da uno ” scherzo” a Sanremo ora ci sta tornando davvero. E’ una persona molto determinata … anche quando scherza!”.

 Da parte sua, Valerio parla del suo rapporto con Fabrizio Moro:”Ho sempre desiderato ritornare a Sanremo, ma era per me molto importante ritornarci con un brano  “maturo”, che rappresentasse quello che sono oggi. ‘Finalmente Piove’ è una perla rara, una canzone bellissima scritta da uno dei più grandi di sempre. Sono orgoglioso di salire sul palco dell’Ariston con un pezzo di Fabrizio che considero un Artista vero, un amico sincero, il fratello maggiore che non ho mai avuto”.

 

 

Mina direttore artistico di Sanremo?

MASSIMILIANO PANI A VANITY FAIR:
“MINA DIRETTORE ARTISTICO DI SANREMO?
SE LE DESSERO CARTA BIANCA ACCETTEREBBE”

 
«Sono e resterò sempre il figlio di Mina. E mi sta bene così, sono sereno: non arriverò mai al suo livello, non c’è confronto». Massimiliano Pani, figlio di Mina e dell’attore di teatro Corrado Pani è compositore, produttore discografico e presentatore tv. Affianca Antonella Clerici in “È stato solo un flirt”, varietà del sabato sera su Raiuno, e si racconta a Vanity Fair, sul numero in edicola il 25 aprile. Con sua madre non avete mai pensato di fare un duetto con cantanti usciti dai Talent come Amici e X Factor? Tipo Alessandra Amoroso, Emma, Valerio Scanu? «No. Sono bravi, ma in Italia di gente così ce n’è tanta. Il problema è avere qualcosa da dire, cantare bene non basta. Non a caso gli unici giovani di vero talento emersi negli ultimi anni, Tiziano Ferro e Negramaro, non vengono da un talent e hanno un loro mondo da raccontare. Gli altri puntano tutto sulla forza della performance». È vero che ricevete più di tremila canzoni l’anno da autori sconosciuti? Le ascoltate tutte? «Mia madre sì, ogni giorno. Ed è un lavoraccio, ma c’è tanto materiale interessante, ed è un peccato che sia tutto per una sola artista. Infatti sto cercando di fare una selezione di autori a cui trovare nuovi sbocchi». Gianmarco Mazzi non è più il direttore artistico del Festival di Sanremo, e la Rai non ha ancora nominato il sostituto: lei lo farebbe? «Io sono un musicista: se mi chiedessero di avere anche un ruolo più politico, non sarei la persona giusta. Se però devo soltanto selezionare le canzoni migliori, volentieri». Insieme a sua madre? «Meglio lei, allora, che è molto più autorevole di me. Se glielo chiedessero, e le dessero carta bianca, credo che accetterebbe». Il suo sogno? «Un album di Mina con una star internazionale come Madonna. Insieme potrebbero fare un disco di ballad morbide, sorprenderebbero chiunque, anche i giovanissimi». Quindi manderà un’email a Madonna? «Prima bisogna convincere mia mamma: la cosa più difficile è sempre quella». Nell’attesa, a che cosa sta lavorando? «Al nuovo disco di Mina, che stavolta sarà di cover». Milanese di nascita, mamma cremonese: ha mai avuto tentazioni leghiste? «Mai. Se dovessi votare oggi, non avrei dubbi: Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo».