La Milano del 2030: gli obiettivi

Sindaco Sala
Sindaco Sala
.

Una città sempre più connessa all’area metropolitana e al mondo, che mette al centro le sue piazze e i nodi di interscambio, in cui giovani e single possano accedere più facilmente alla casa e al lavoro. Una città ancor più innovativa e inclusiva, verde e sostenibile, con 88 quartieri dalla forte identità, dove la qualità dello spazio urbano riguardi il centro come le periferie.

È questa la Milano del 2030 raccontata oggi nel primo di tre incontri pubblici alla Triennale di Milano che avviano la discussione sull’aggiornamento del Piano di Governo del Territorio.

Un aggiornamento su cui l’Amministrazione ha lavorato molto negli ultimi mesi e continuerà a farlo nei prossimi ascoltando i cittadini, i professionisti, gli investitori, il Consiglio comunale e i Municipi, e che delinea, a partire dai progetti in corso o già previsti, le risposte che la città dovrà dare alle sfide future.

“Siamo qui oggi nella prestigiosa sede della Triennale – ha detto il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala – per parlare della città che stiamo costruendo insieme. Desideriamo infatti che Milano diventi davvero la città voluta prima di tutto dai suoi cittadini e che da questa alleanza, senza sottrarci alla responsabilità delle decisioni che dovremo prendere, sia la carta decisiva per vincere la partita dei numerosi progetti, a partire da quelli per la riqualificazione delle periferie, che sono inseriti nel Piano di Governo del Territorio. Ci saranno interventi su grandi superfici come gli ex Scali Ferroviari o su piccole aree che devono essere restituite ai cittadini, liberate dal degrado e con nuove funzioni. In questi primi tre incontri disegneremo insieme la nostra città innanzitutto facendo sapere ai milanesi, nel dettaglio e con trasparenza, cosa abbiamo intenzione di fare. Il 2030 sembra un traguardo lontano, ma in realtà è proprio ora e così, attraverso il PGT, che iniziamo a vederlo”.

“Il nuovo Piano affronterà le sfide della città da qui al 2030 – ha dichiarato l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran –. Dovrà dare risposte alla popolazione tra i 20 e i 40 anni, italiana e straniera, che sempre più numerosa sceglie di vivere Milano. Dovrà incentivare la creazione di nuovi posti di lavoro ed essere laboratorio di eccellenze. Dovrà valorizzare i suoi quartieri, offrendo servizi alle fasce più deboli. Dovrà migliorare la qualità della vita dei milanesi, aumentando il verde e le aree pedonali, diminuendo le auto in circolazione e lo smog. La crescita dovrà riguardare tutta la città, integrando gli investimenti comunali di 350 milioni di euro per le periferie con gli investimenti privati. È la storia delle trasformazioni di Milano. Pubblico e privato che collaborano per risolvere i problemi, facendo sistema come poche altre città al mondo”.

XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano

Paola antonelli
Paola antonelli

Lunedì 13 novembre 2017 alle ore 11.30 al Triennale Teatro dell’Arte è stato presentato il concept della XXII Esposizione Internazionale, che si svolgerà dal 1° marzo al 1° settembre 2019 alla Triennale di Milano. Questa nuova edizione, intitolata Broken Nature: Design Takes on Human Survival, sarà curata da Paola Antonelli, curatrice per l’architettura e il design al Museum of Modern Art di New York.

Dopo l’introduzione di Clarice Pecori Giraldi, Vicepresidente della Triennale di Milano, la curatrice Paola Antonelli ha presentato il tema dalla XXII Esposizione Internazionale, che vuole avviare una riflessione sul ruolo del design nella ricerca di un nuovo equilibrio tra uomo e natura. Il progetto intende prima di tutto offrire strumenti critici per ripensare abitudini e stili di vita e per guardare al futuro con maggiore consapevolezza e sensibilità.

Sono inoltre intervenuti: Giuseppe Sala , Sindaco di Milano, Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Cristina Cappellini, Assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, Cristiano Musillo, Consigliere d’Ambasciata della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile di Milano. Era presente anche Elena Vasco, Segreta

Bookcity Milano con Lacittàintorno

bookcity-2017
bookcity-2017

Prosegue anche quest’anno la felice collaborazione tra Bookcity Milano e Fondazione Cariplo, inaugurata nel 2016 con le celebrazioni dei dieci anni del Progetto LAIV Laboratorio delle Arti Interpretative dal Vivo.

La sinergia tra le due realtà si rinnova con Lacittàintorno, il programma triennale di rigenerazione urbana recentemente avviato da Fondazione Cariplo per favorire il benessere e la qualità della vita nelle aree periferiche delle città e di cui fa parte Sottocasa, un corposo calendario di attività culturali che animerà i quartieri di Adriano-Via Padova e Corvetto-Chiaravalle fino a dicembre 2018.

In questo contesto, la collaborazione con Bookcity Milano ha grande rilevanza.
A conferma di questa vitale collaborazione, trovano voce anche altre iniziative promosse da Fondazione Cariplo: il 17 novembre alle ore 17 presso la Sala Alessi di Palazzo Marino infatti il presidente della Fondazione Giuseppe Guzzetti si confronta con il sindaco Giuseppe Sala sul tema Dal mecenatismo alla filantropia di comunità.

Un’occasione per ripercorrere, insieme ad
esponenti del mondo del sociale e della cultura, la Milano della solidarietà: dalla tradizione filantropica delle grandi famiglie milanesi alle nuove istanze sociali e civili di Milano, città globale chiamata a confrontarsi con le grandi contraddizioni della modernità.

Ritornano a Bookcity Milano le letture ad alta voce in collaborazione con il Progetto LAIV: una rassegna di performance che hanno come filo conduttore testi classici e contemporanei, dalla Divina Commedia a On the Road, da Teseo fino a Pinocchio e Alice. Cuore pulsante dell’iniziativa la creatività interpretativa e il protagonismo dei ragazzi di alcuni Istituti Superiori di Milano e provincia.

Il 17 novembre alle ore 16 la Casa della Carità (via F. Brambilla 10) per Ai confini della città ospita giovani studenti che sperimentano un nuovo modo di fare cultura, capace di stare sul margine e avvicinare a ciascuno di noi i grandi temi della letteratura e del teatro.

Il 18 novembre alle ore 16 l’Anguriera di Chiaravalle (via San Bernardo 13) è il punto di partenza di Brani di città in trasformazione, un percorso a tappe tra borgo e abbazia di Chiaravalle, performance itinerante agita da giovani studenti che attraverso la rilettura e l’interpretazione di celebri autori, concorre con freschezza ed energia alla vivificazione di uno straordinario brano di città in trasformazione.

Sul tema delle periferie, due noti giornalisti raccontano, a partire dalla loro esperienze, alcune storie che sono il frutto di un lavoro di inchiesta e ricostruzione e offrono una riflessione sulla realtà contemporanea.

Il 19 novembre Da Nord a Sud, Storie per Milano ha per protagoniste le aree di Corvetto e di Adriano: alle ore 15 all’Anguriera di Chiaravalle il giornalista Pietro Colaprico traccia un ritratto inedito di Corvetto (Storie del Corvetto), quartiere di frontiera ricco di umanità che può proporsi come cantiere ideale di iniziative comunitarie e solidaristiche.

Alle ore 19.30 l’attenzione si sposta su Adriano, dove alla Casa della Carità la giornalista Livia Grossi presenta il suo progetto Due storie di donne coraggio, accompagnata dalle musiche dal vivo di Andrea Labanca.

Livia Grossi racconta due storie di donne coraggiose che ha incontrato nelle sue inchieste: sulle montagne d’Albania, dove Pushka, una donna di 66 anni, rinunciando ad essere moglie e madre ha scelto oltre 40 anni fa di diventare un “uomo” per difendere diritti e dignità; in Senegal, dove Marietu ‘Ndaye, dopo la morte delle figlie per infibulazione si è ribellata alla violenza di leggi arcaiche dando vita a un movimento contro la mutilazione genitale femminile.

Gruppo chitarristico Unitre Milano

intrattenimento musicale Unitre Milano
intrattenimento musicale Unitre Milano

In relazione all’avvio dell’anno accademico 2017 – 2018 ed ai festeggiamenti per il trentennale di fondazione ( 1987 – 1988 )

Il Gruppo Chitarristi UNI 3
terrà un concerto giovedì 5 Ottobre 2017
presso

UNITRE TEATRO
Via D. Crespi 9 – Milano 20123
Ore 15.30

INGRESSO LIBERO

PER INFORMAZIONI
tutti i giorni, esclusi i festivi – Via Ariberto, 11 – 20123 Milano
Orario: da lunedì a venerdì 9,30 – 21,00 (orario continuato)
Tel. 02 58102458 – 02 89415017 – 02 58118319 – 333 6092746
E-mail: segreteria@unitremilano.com
Sito: www.unitremilano.com

MoveOn Milano: iscrizioni per l’anno accademico 2016/2017

MoveOn
MoveOn

MoveOn Performing Arts Academy, spazio polifunzionale dedicato alle arti performative, ha aperto le iscrizioni per il nuovo anno accademico 2016/2017.
MoveOn propone tre nuovi percorsi professionali a cui si accede solo tramite audizioni:

1 – PERFORMING ARTS ACADEMY: accademia triennale multidisciplinare per giovani interessati a un futuro nel mondo dei Live Show, Videoclip, show televisivi. Il programma, di circa 20 ore settimanali a cui si aggiungono moduli di approfondimento, si pone l’obiettivo di fornire agli allievi una formazione multidisciplinare per prepararli alle richieste sempre nuove del mondo del lavoro.

2 – B-STREET: programma pre-accademico triennale, diretto da Mr. Byron, interamente mirato a formare una nuova generazione di dancers dal DNA Hip Hop. La proposta didattica, che si sviluppa su un programma di circa 10 ore di studio settimanali, è finalizzata al potenziamento delle basi tecniche, alla conoscenza di tutti i linguaggi dell’Hip Hop, alla ricerca di uno stile personale per poter accedere, in futuro, a percorsi professionali.

3 – CONTEMPORARY BOOTCAMP: programma di approfondimento accademico triennale, con la supervisione artistica di Enzo Celli, focalizzato sulla danza contemporanea. La proposta didattica, che si sviluppa su un totale di 10 ore settimanali, è finalizzata a sviluppare il linguaggio e le differenti tecniche della danza contemporanea, rafforzando parallelamente le nozioni della base classica.

Di seguito le date delle audizioni (gratuite):
sabato 2 luglio
sabato 16 luglio
sabato 3 settembre
sabato 10 settembre
sabato 17 settembre

I dettagli sul programma didattico dei tre percorsi formativi sono consultabili sul sito www.moveonmi.com.

Informazioni e prenotazioni: via email info@moveonmi.com o al numero 02-36752323

MoveOn Performing Arts Academy è un polo d’eccellenza a Milano per la formazione artistica e l’avviamento professionale nell’ambito della danza, del canto e dello spettacolo. Oltre ai corsi professionali, offre corsi aperti a tutti di fitness, danza, canto e recitazione in uno spazio polifunzionale di 1200 mq fatto d’innovazione, creatività e cura del dettaglio in zona Navigli.

MoveOn è anche Agency: frutto dell’esperienza pluriennale nel settore della danza e dello spettacolo, MoveOn dispone oggi di un database di artisti nazionali e internazionali (danzatori, performers, musicisti, attori) a cui attinge regolarmente per inserirli nel mondo del lavoro provvedendo all’organizzazione di casting e fornendo consulenze coreografiche e creative.

LINK VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=mLNHtsMLMSw

MoveOn Performing Arts Academy
via G. Watt 27
20143 Milano
Tel. 0236752323
info@moveonmi.com
www.moveonmi.com