“Le Iene Show”

Filippo Roma, Giulio Golia, Nadia Toffa e Matteo Viviani
Filippo Roma, Giulio Golia, Nadia Toffa e Matteo Viviani

Tra i servizi della puntata del 4 Novembre:

– In Inghilterra negli ultimi sei anni c’è stato un aumento degli attacchi con l’acido nei confronti di ignari passanti o di avventori di pub e discoteche. La maggior parte di questi gesti folli avviene senza alcun motivo e viene compiuta da sconosciuti.
Pablo Trincia è andato a Londra per comprendere l’origine di questi comportamenti inspiegabili e raccogliere le testimonianze di alcune vittime.

– Alcuni giorni fa, gli agenti della Questura di Piacenza hanno identificato 63 persone, molte delle quali minorenni. Tutti protagonisti o spettatori di risse che, da qualche settimana, avvengono nelle vie centrali del capoluogo emiliano. Combattimenti uno-contro-uno per molti aspetti senza senso, che però si sono diffusi rapidamente a causa dei video pubblicati sui social dagli stessi ragazzini.
La Iena Cizco si è recata sul posto e ha incontrato alcuni di questi giovanissimi.

Sulle orme di Don Giovanni

BoninoDonGiovanni
BoninoDonGiovanni

In occasione dell’allestimento al Teatro Carignano di Torino dello spettacolo Don Giovanni di Molière, con la regia di Valerio Binasco, prodotto dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, sarà programmata al Teatro Carignano, Caffetteria Lavazza (Piazza Carignano 6) venerdì 20 aprile 2018, alle ore 17.30  la presentazione del volume
SULLE ORME DI DON GIOVANNI
a cura di Guido Davico Bonino
Nino Aragno Editore, 2017

All’incontro interverranno:
l’autore del testo e Pietro Crivellaro (Centro Studi del Teatro Stabile di Torino).

Sulle orme di Don Giovanni ripercorre il lungo (e assai ricco di sorprese) viaggio di uno dei più clamorosi personaggi-simbolo non solo della moderna letteratura europea, ma anche della musica lirica e sinfonica (da Mozart a Strauss), della pittura (francese e inglese tra Seicento e Ottocento), per non parlare del cinema, da Carmelo Bene a Joseph Losey.

Limitandosi alle testimonianze scritte, a libretti d’opera, commedie e tragedie, liriche e poemi, romanzi e racconti, Guido Davico Bonino al termine di una decennale, assidua e amorosa frequentazione di tanto complesso universo tematico, ne ha privilegiato i più fascinosi orizzonti.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti in sala

“Hendrix ’68”

Cover Hendrix
Cover Hendrix

Il 26 aprile uscirà “HENDRIX ’68 – THE ITALIAN EXPERIENCE” (Jaca Book), il nuovo libro del giornalista e storico musicale ENZO GENTILE e di ROBERTO CREMA, dedicato a quella prima e unica volta in cui Jimi Hendrix e i suoi Experience (Noel Redding e Mitch Mitchell) vennero in tour in Italia, nel maggio 1968, a Milano, Roma e Bologna.

Un tour di cui non esistono testimonianze audio e video, ma solo il ricordo indelebile di chi è riuscito ad ascoltare dal vivo il “più grande chitarrista della storia del rock”.

È anche con questo spirito, per ricordare e documentare per chi non c’era, che, a 50 anni di distanza, nasce “HENDRIX ’68 – THE ITALIAN EXPERIENCE”. Foto inedite, testimonianze di decine di fortunati spettatori, una selezione di articoli e riviste di quell’epoca, biglietti e altre memorabilia, accompagnati da contributi che fanno emergere il contesto musicale dell’epoca, internazionale e italiano, insieme a quello politico e sociale di una stagione fondamentale non solo per la musica. La prefazione del volume è firmata da CARLO VERDONE.

Tutto questo materiale raccolto in un libro che, in contemporanea, diventa anche una mostra, curata sempre da Enzo Gentile e Roberto Crema. Dal 16 maggio al 3 giugno 2018, infatti, la Triennale di Milano ospiterà “Hey Jimi – The Italian Experience 1968”, con una selezione dei materiali raccolti nel libro.

Enzo Gentile (Milano, 1955), giornalista e storico musicale, docente universitario, ha scritto per oltre cento tra quotidiani e riviste. Ha pubblicato una quindicina di libri, curato mostre, condotto programmi radio-televisivi, frequentato concerti e festival in tutto il mondo. E continua a farlo.

Roberto Crema, collezionista hendrixiano, è fondatore e curatore del blog Jimihendrixitalia.blogspot e presidente dell’omonima associazione. Nel corso degli anni ha collaborato alla stesura di vari libri dedicati all’artista e nel 2014 ha realizzato il documentario “Jimi Hendrix, Bologna 26 maggio 1968″, presentato in anteprima al Biografilm Festival.

Pino Daniele – “Il Tempo Resterà”, il docu-film

PinoDaniele_LOC
PinoDaniele_LOC

È ufficialmente entrato nella cinquina dei finalisti dei prestigiosi Nastri d’Argento DOC 2018 Pino Daniele – Il Tempo Resterà, il docu-film realizzato da Giorgio Verdelli nel 2017 a due anni dalla scomparsa di Pino Daniele. Un viaggio attraverso la musica, i concerti e la vita del grande artista partenopeo con una straordinaria serie di immagini – molte delle quali mai mostrate finora -, testimonianze e performance musicali.

Pino Daniele – Il Tempo Resterà, è una produzione Sudovest con Rai Cinema, distribuito in esclusiva da Nexo Digital nelle sale cinematografiche nel marzo del 2017 come evento cinematografico pensato per offrire ai fan di Pino Daniele l’opportunità di ritrovarne su grande schermo la musica e il percorso artistico dagli anni ’70 agli ultimi concerti.

Molto del materiale utilizzato per comporre Pino Daniele – Il Tempo Resterà è assolutamente inedito ed è stato selezionato appositamente dal regista Giorgio Verdelli attraverso una lunga e paziente ricerca che ha permesso che la voce narrante del film fosse quella dello stesso Pino Daniele, supportato dal contributo di Claudio Amendola.

Nel film si intersecano immagini di repertorio, testimonianze e contributi. Accanto a Joe Amoruso Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese, Rino Zurzolo (i musicisti della storica band di “Vaimò” con cui Pino Daniele si riunì nel 2008 ) troviamo tra gli altri personaggi come Renzo Arbore, Stefano Bollani, Ezio Bosso, Lorenzo Jovanotti Cherubini, Eric Clapton, Clementino, Roberto Colella, Gaetano Daniele, Enzo Decaro, Maurizio De Giovanni, Francesco De Gregori, Giorgia, Enzo Gragnaniello, Peppe Lanzetta, Maldestro, Fiorella Mannoia, Al di Meola, Phil Manzanera, Pat Metheny, Eros Ramazzotti, Massimo Ranieri, Ron, Vasco Rossi, Sandro Ruotolo, Giuliano Sangiorgi, Daniele Sanzone, Lina Sastri, Alessandro Siani, Corrado Sfogli, Massimo Troisi e Fausta Vetere.

“Il Tempo Resterà non è la biografia di Pino Daniele, ma per certi versi gli assomiglia molto” spiega il regista, Giorgio Verdelli. “Mi sono fatto guidare dalle canzoni e dalle frasi di Pino che sono diventate il filo conduttore del film documentario. Abbiamo voluto fare un percorso emozionale e siamo letteralmente saliti su un autobus (ribattezzato Vaimò, come il tour del 1981) che ci ha riportato nei luoghi della Napoli di Pino Daniele, per raccontare la sua idea di musica in movimento perenne, come la società di quegli anni che lui ha interpretato con una cifra innovativa e inimitabile”.

Verdelli, grazie alla sua profonda conoscenza di Pino Daniele, realizza così un ritratto inedito del musicista, raccontandone il rapporto intimo e profondo con la città di Napoli e la capacità di essere un artista apprezzato a livello internazionale. Così da Pino Daniele – Il Tempo Resterà emergono la vita e gli incontri di un uomo unico, tra appocundria, musica e poesia: un nero a metà, un Masaniello, un uomo in blues capace di parlare un linguaggio aperto a tutti grazie a una relazione empatica e straordinaria con le terre in cui era nato.

Pino Daniele – Il Tempo Resterà è stato riconosciuto come film di interesse culturale nazionale e indicato come Progetto Speciale dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, con il Patrocinio di Siae.
Le riprese a Napoli sono state realizzate grazie alla collaborazione del Comune di Napoli.

Processi alla storia – Lady Diana

Diana_Sito
Diana_Sito

Lunedì 26 febbraio al Teatro Manzoni si processa la Storia con il terzo degli appuntamenti dell’ottava edizione del format Personaggi e Protagonisti: incontri con la Storia® Colpevole o Innocente? a cura di Elisa Greco. Protagonista di questo nuovo appuntamento sarà Lady Diana Spencer, che sarà al centro del dibattimento processuale condotto da magistrati, avvocati e personalità della vita civile che, rigorosamente a braccio, si confronteranno in susseguirsi di tesi contrapposte tra accusa e difesa.

Al termine il pubblico in sala sarà chiamato ad emettere il suo giudizio.
“Lady Diana, Indimenticata icona, protagonista assoluta della scena mondiale – commenta l’autrice Elisa Greco – morta tragicamente è stata una vittima oppure ha innescato una spirale da cui è stata travolta?

Quale il confine tra la propria vita privata e l’immagine pubblica? E quest’ultima deve o può prendere il sopravvento? Queste le domande alle quali risponderà il pubblico in sala con il suo verdetto”

Principessa del popolo o manipolatrice della stampa?
A rendere pubblici i capi d’accusa, sarà il Presiedente della Corte Giudicante, il magistrato Giuseppe Cernuto giudice del Tribunale di Milano, mentre a sostenere l’accusa sarà il Pubblico Ministero Giovanni Polizzi, sostituto procuratore della Repubblica presso la Procura di Milano che dovrà confrontarsi con l’Avvocato Annamaria Bernardini De Pace nel ruolo di agguerrito Avvocato Difensore

In contraddittorio si alterneranno le testimonianze per l’accusa della giornalista di Radio24 Marta Cagnola e del professore nonché scrittore Derek Allen mentre per la difesa interverranno la giornalista di TgCom24 Marina Maltagliati e il giornalista, già corrispondente Rai e scrittore esperto conoscitore della monarchia inglese Antonio Caprarica.

A rivestire i panni della protagonista Lady Diana, la scrittrice e firma del Fatto Quotidiano Januaria Piromallo.
Al termine del dibattimento, la giuria popolare e emetterà il suo verdetto: colpevole o innocente?

Personaggi e Protagonisti: incontri con la Storia® Colpevole o Innocente? è patrocinato dall’Associazione Nazionale Magistrati di Milano e dall’Ordine degli Avvocati di Milano e si ringrazia per la collaborazione il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci.