Teatro Puccini Firenze: “Contemporaneamente insieme”

Dente_e_Catalano-_foto_di_francesca_sara_cauli
Dente_e_Catalano-_foto_di_francesca_sara_cauli

Guido Catalano, è un talento letterario, scrive per Il Corriere della Sera Torino e collabora con Smemoranda. La sua scrittura è ciò che più si avvicina al mondo della musica.

Dente, è un nome di punta della musica italiana, un cantautore dal linguaggio raffinato, dotato di grande originalità e di un indiscutibile talento. La sua musica è ciò che più si avvicina al mondo della poesia.

Sabato 17 marzo saranno “Contemporaneamente insieme” al Teatro Puccini di Firenze (ore 21 – biglietti 16/12 euro – prevendite nei punti Box Office Toscana http://www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.boxol.it e www.ticketone.it) per una serata di rime semiacustiche e metafore in quattro quarti, dando vita a uno spettacolo inedito con la regia di Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale.

Non un reading, non un concerto, non una commedia dialettale e nemmeno uno spettacolo circense, non un balletto, un workshop, uno spogliarello burlesco e neppure una dimostrazione di prodotti di bellezza o aspirapolveri: il cantautore emiliano e il poeta torinese incroceranno chitarra e penna, per parlare d’amore a modo loro.

“Eclipse”, il nuovo album di Chiara Civello

Chiara Civello_ph Artist Proof_
Chiara Civello_ph Artist Proof_

Il pop italiano più elegante, le influenze brasiliane, una manciata di cover sorprendenti, gli arrangiamenti elettronici. Tutto questo e molto altro è “Eclipse”, il nuovo album che Chiara Civello presenta martedì 27 febbraio al Teatro Puccini di Firenze (ore 21 – biglietti 25/18 euro – prevendite nei punti Box Office Toscana http://www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.boxol.it e www.ticketone.it).

“L’Eclisse è un’ombra nel sole o un sole nell’ombra, è una macchia scura che ha il sapore del vuoto e gli argini infuocati. È la fine di qualcosa e l’inizio di altro. La vita ha tante eclissi, tanti vuoti e col tempo ho imparato a lasciarli risuonare… e a farli ballare”.

Gli elementi fondanti della musica di Chiara acquistano un sapore nuovo, grazie alla produzione illuminata di Marc Collin (Nouvelle Vague), che trova un perfetto equilibrio tra atmosfere classiche e sonorità moderne.

“L’ho conosciuto a Parigi nell’estate del 2015 quando aprivo il concerto di Gil e Caetano, ed è stato amore a prima vista. Dopo aver ascoltato le mie nuove canzoni, Marc mi ha proposto una lettura nuova, che preservava le mie caratteristiche ma le accostava a suoni molto speciali. Non gliel’ho fatto ripetere due volte: sono partita per Parigi, ho preso una casa a Marais e ci siamo immersi in un magico mondo di organi elettrici anni ‘70, uccellini e suoni di vento, batterie elettroniche e musicisti geniali abbiamo creato il sound di Eclipse”.

È giusto raccontare ancora un aneddoto, che ha dato a Chiara la certezza di essere sulla retta via musicale: “Una domenica pomeriggio, mentre passeggiavo sovrappensiero su Pont Sully, chiedendomi se quella cinematica fosse la via giusta, i miei occhi, vaganti come per un segnale divino, all’improvviso si sono fermati sul volto di Claudia Cardinale che attraversava placidamente lo stesso ponte per tornare a casa. L’ho seguita con lo sguardo, con il cuore gonfio, poi l’ho rincorsa, ho preso coraggio, l’ho fermata e raggruppando le uniche due parole che la timidezza e lo stupore mi lasciavano pronunciare le ho detto: “Grazie, Claudia”.

La cantautrice (voce, chitarre, pianoforte) sarà affiancata sul palco da Seby Burgio (tastiere) e Federico Scettri (batteria ed elettronica).

Eugenio Bennato: Teatro Puccini Firenze – prima data tour 2018

Eugenio Bennato 2018
Eugenio Bennato 2018

Riparte giovedì primo febbraio dal Teatro Puccini di Firenze il tour di Eugenio Bennato “Da che sud è sud”, in cui presenta dal vivo il nuovo disco di inediti (ore 21 – biglietti 35/25/20 euro – prevendite nei punti Box Office Toscana http://www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.boxol.it e www.ticketone.it) e i capisaldi del suo ricco repertorio.

Dopo Firenze, Eugenio Bennato sarà in concerto all’Auditorium Parco della Musica, quindi partirà il tour internazionale che lo porterà in Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto. Il tour proseguirà toccando gran parte del Mediterraneo per poi approdare nel resto dell’Africa e in America Latina.

Instancabile ricercatore della canzone popolare, Eugenio Bennato porta al pubblico una nuova visione di quella creatività legata alla musica tradizionale, allargando il senso della musica etnica italiana ad un orizzonte più mediterraneo.

Nel suo percorso per le strade del mondo, iniziato con la creazione della Nuova Compagnia di Canto Popolare, ha raccolto le storie degli umili, dei sconfitti e degli uomini contro, cercando quel filo comune che lega le tradizioni popolari al di là delle etnie, creando il suo stile nella musica contaminata da suoni e contenuti che vanno oltre ogni frontiera.

Questi sono gli elementi dello spettacolo, dove, nel ruolo centrale, resta l’energia della taranta che dall’arcaica favola popolare irrompe nella realtà contemporanea e conquista platee di nuova generazione. Eugenio Bennato si esibirà a capo di un gruppo di sei elementi.

Anticipato dal singolo “No logic song”, “Da che Sud è Sud” è composto da 12 brani, quasi un diario di viaggio in giro per il mondo: dall’America del Sud e del Nord all’Africa dei tamburi e delle carovane della disperazione e della speranza, al Mediterraneo degli scambi e delle barriere, all’Estremo Oriente del mistero e delle leggende.

Ogni traccia ha una sua storia e una sua identità, ma tutte sono accomunate dalla presenza, accanto a Eugenio Bennato, di voci che fanno risuonare la musicalità di altre lingue: dall’inconfondibile e maestosa vocalità di Pietra Montecorvino, alla vocina tenue della figlia italo-francesina Eugenia, al timbro ruvido e sensuale di Sonia, che balla la taranta e viaggia con lui da dieci anni, all’accento di Giorgia, madre brasiliana e padre napoletano, all’inglese di Francesca Del Duca, che vive in America e suona le percussioni e del figlio di Eugenio, Fulvio, che vive in Australia e suona la chitarra e scrive canzoni nel deserto, all’arabo classico e moderno di Mohammed che viene dal Marocco e di Marwan che viene dalla Siria e attraverso la Tunisia arriva in Italia.

Nell’anno delle 70 primavere, Eugenio Bennato conferma l’energia e l’ispirazione di sempre. La parte strumentale segna una fuga in avanti rispetto al punto di partenza, quel sud di Bennato con le sue sonorità e le sue regole armoniche, semplici e circolari.

“Da che Sud è Sud” sé è aggiudicato il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito come progetto musicale e teatrale dell’anno.

Ron in concerto al Teatro Puccini di Firenze

ron foto_di_alessio_pizzicannella
ron foto_di_alessio_pizzicannella

Archiviata la partecipazione all’ultimo Festival di Sanremo, Ron torna alla sua dimensione ideale, quella live, a contatto con il pubblico.

Immancabile, in questo nuovo tour, la tappa fiorentina, lunedì 10 aprile al Teatro Puccini

per un concerto speciale che vede in primo piano i suoi più grandi successi e i brani tratti dal doppio album album “La forza di dire sì”.

Al suo fianco la rodata band composta da Mattia Del Forno, Emiliano Mangia, Maurizio Mariani, Francesco Caprara e Roberto Di Virgilio

Questa la tracklist del doppio album. CD1: “L’ottava Meraviglia”, “Ai confini del mondo”, “Al centro della musica” (con Marco Mengoni), “Io ti cercherò” (con Lorenzo Fragola), “Un momento anche per te” (con Francesco Renga), “Aquilone” (con La Scelta), “Anima” (con Malika Ayane), “Il sole e la luna” (con Kekko Silvestre), “Il gigante e la bambina” (con Lorenzo Jovanotti), “L’amore guarisce il dolore” (con Giusy Ferreri), “Non abbiam bisogno di parole” (con Pino Daniele), “Prigioniera a distanza” (con Emma Marrone), “Attenti al lupo” (con Elio e le Storie Tese), “Malala” (con Loredana Bertè) e “Nuvole” (con Biagio Antonacci).

CD2: “Una città per cantare” (con tutti gli artisti partecipanti e Neri Marcorè), “Stella mia” (con Max Pezzali), “Ascoltami”, “I Ragazzi italiani” (con Francesco De Gregori), “Cuore di vetro” (con Luca Barbarossa), “Piazza Grande” (con Arisa), “Caro amico fragile” (con Nek), “Il mare nel tramonto” (con Gigi D’Alessio), “Joe Temerario” (con Mario Biondi), “Libertà” (con Syria), “Per questa notte che cade giù” (con Bianca Atzei), “Il mondo avrà una grande anima” (con Niccolò Fabi) e “Chissà se lo sai” (con Lucio Dalla).

Samuele Bersani: rinviato concerto al Puccini di Firenze

Samuele Bersani-3
Samuele Bersani-3

Slitta a domenica 12 marzo 2017 il concerto di Samuele Bersani al Teatro Puccini di Firenze, previsto in origine per il 25 ottobre 2016.

“Un piccolo problema a una corda vocale mi obbliga a un imprevisto riposo forzato – spiega l’artista – sono per questo costretto a rimandare il tour”.

I biglietti già acquistati restano validi per la nuova data. Chiunque volesse il rimborso può richiederlo entro il 31 dicembre 2016 presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto. I biglietti acquistati online sul sito TicketOne o telefonicamente tramite i Call Center vengono rimborsati come da modalità riportate nel sito www.ticketone.it.