“LIVE!”: il primo album dal vivo di Francesco Bellucci

FRANCESCO-BELLUCCI
FRANCESCO-BELLUCCI

Il 2020 è stato un anno particolare per Francesco Bellucci,impegnato nella pubblicazione del suo secondo album, “Situazioni sconvenienti”, premiatissimo dalla stampa specializzata, senza avere avuto l’opportunità di poterlo presentare in concerto nei live-club e festival nazionali. Il disco annunciato per il marzo 2020, a causa del lockdown è stato poi pubblicato a fine settembre.

LIVE!è un disco che nasce dall’idea di lasciare una testimonianza e un antidoto a questo anno di rinunce. Una sorpresa e un regalo a tutti coloro che avrebbero voluto esserci.

I sette brani di “LIVE!” sono stati registrati in presa diretta durantel’unica esibizione di Francesco Bellucci che è stato possibile organizzare; a Salerno alla fine di settembre.

Nel concerto, all’Arena del Mare di Salerno, Bellucci parla, scherza, racconta di sé e si confessa a chi lo ascolta. Tra il senso di libertà, il sarcasmo e i suoni più hard rock de “Il mondo sta girando”, fino all’intimità di “Vuoto” e “Che sfiga però”. E non resta fermo: si prende la rivincita sulle fatiche e sulle difficoltà affermando una fiducia verso il futuro in “Domani andrà meglio”, per poi tirare fuori gli artigli nella conclusione dissacrante di “Stanotte uccido mio padre”.

In questo 2020, che ci ha costretto alle distanze, soprattutto nella musica dal vivo, “LIVE!” ci permette di incontrare la grinta e la naturalezza sul palco di Bellucci. L’artista, infatti, si dimostra perfettamente capace di plasmare l’ambiente dell’Arena a seconda di ciò che vuole suscitare, passando con disinvoltura dall’attitudine da rockstar ad un romanticismo mai smielato.

Mostra: “Tex. 70 anni di un mito”

Mostra
Mostra

Aperta venerdì 18 settembre al Palazzo Fruscione di Salerno, la nuova tappa della mostra Tex. 70 anni di un mito (18 settembre – 18 ottobre 2020), organizzata nell’ambito del programma “COMICON Extra”, realizzato grazie al sostegno della Regione Campania. L’esposizione è curata da Gianni Bono, storico e studioso del fumetto italiano, in collaborazione con la redazione di Sergio Bonelli Editore e COMICON.

La mostra racconta la storia della fortuna editoriale del personaggio Tex Willer che, grazie al suo profondo senso di giustizia e alla sua generosità, è riuscito, dal 1948 a oggi, a entrare nelle abitudini di lettura degli italiani e diventare un vero e proprio fenomeno di costume.

Ad arricchire la tappa salernitana della mostra ci sarà l’esposizione di tavole tratte dalle avventure del Ranger firmate da Gianluca Acciarino, Bruno Brindisi, Gianluca e Raul Cestaro, Roberto De Angelis, Raffaele Della Monica, Alessandro Nespolino e Giuseppe Prisco.

Era il 30 settembre 1948 quando nelle edicole italiane usciva il primo numero di Tex, personaggio creato da Gianluigi Bonelli e realizzato graficamente da Aurelio Galleppini, destinato a diventare il più amato eroe del fumetto italiano e uno dei più longevi del fumetto mondiale.

Dopo la tappa inaugurale di Milano e quelle successive di Roma e Siena, il più importante omaggio mai dedicato ad Aquila della Notte arriva ora a Salerno, per raccontare la sua straordinaria vicenda editoriale attraverso disegni, fotografie, materiali rari e talvolta inediti, nonché installazioni create appositamente per l’evento.

Eventi in programma:

18 settembre ore 18:00 – Apertura mostra e performance di disegno live di Bruno Brindisi e Alessandro Nespolino

26 settembre ore 18:00 – Sergio Bonelli, nove anni dopo incontro con Giuseppe De Nardo, Raffaele De Falco e altri autori.

3 ottobre ore 18:00 – L’immaginario di Tex Willer incontro a cura del Dipartimento Studi Politici e Sociali, Università degli Studi di Salerno. Con Adolfo Fattori, Gino Frezza, Mario Tirino e Alfonso Amendola

10 ottobre ore 18:00 – Incontro/Workshop di fumetto. Conduce Giuseppe Palmentieri. A cura della scuola Comix Ars.

17 ottobre ore 18:00 – Mauro Uzzeo fra Cinema e Fumetto. Conduce Boris Sollazzo. A cura del festival Linea d’Ombra

www.tex70lamostra.it
www.comicon.it/extra2020

Biglietti (nominativi): Intero: 5,00 € | Gratuito per under 18, over 65 e possessori di abbonamento COMICON 2020 | Gruppi (solo su prenotazione): 2 omaggi ogni 10 paganti. Acquisto online go2.it
La mostra al piano terra “Mauro Uzzeo – Fine Penna Mai” è gratuita

Orari:
mercoledì, giovedì e venerdì 17:00 – 21:00
sabato 17:00 – 22:00
domenica 10:00 – 13:00 / 17:00 – 22:00
lunedì e martedì chiuso

Apertura speciale per S.Matteo > Lunedì 21 Settembre 17:00 – 21:00

Gran Gala di Danza all’Arena del Mare

Anbeta-Toromani-e-Alessandro-Macario-Coppelia-di-Roland-Petit-Teatro-San-Carlo-di-Napoli-ph-Luciano-Romano
Anbeta-Toromani-e-Alessandro-Macario-Coppelia-di-Roland-Petit-Teatro-San-Carlo-di-Napoli-ph-Luciano-Romano

Tutti di comune accordo hanno deciso di andare in scena senza ricevere alcun compenso. Il desiderio di tornare a danzare su un palcoscenico è stato più forte di ogni cosa perché l’arte non ha prezzo. L’amore per la settima arte ha riunito le stelle della danza nel Gran Gala del Premio al Merito per l’Arte della Danza, in programma mercoledì 29 luglio alle 21.30 all’Arena del Mare di Salerno con la direzione artistica di Luigi Ferrone e Corona Paone.

Sotto le stelle trenta professionisti presentano uno spettacolo di balletto in cui la danza si racconta attraverso una fusione di stili, spaziando dal repertorio classico al neoclassico per regalare al pubblico in platea un momento di sogno. Un’esibizione variegata e coinvolgente in cui artisti di oggi e di domani condividono la scena in un’escalation di emozioni di musica e passi.

Ospiti d’eccezione due figure di spicco del panorama coreutico italiano ed internazionale: Alessandro Macario, primo ballerino ospite del Teatro San Carlo di Napoli, e Anbeta Toromani, prima ballerina dell’Opera di Tirana. La coppia, sulla scena e nella vita, regalerà più momenti danzati, spulciando tra i tanti pas de deux interpretati insieme negli ultimi dieci anni di carriera condivisa.

Tra le stelle della danza anche Christian Fagetti, una connaturata capacità di metamorfosi gli consente di interpretare più ruoli, carisma e tecnica misti ad umiltà sono la somma algebrica di questo straordinario artista, e Marta Gerani, più volte sua compagna sul palcoscenico. Statuaria, elegante, perfezionista, sublime è il suo modo di raccontare sulle punte una storia senza che il più pubblico percepisca la sofferenza dell’esercizio.

A raccontare la magia della danza sarà anche un nutrito cast di primi ballerini e solisti dei teatri italiani: Giuseppe Aquila, Luca Carannante, Daniele Di Donato, Angelo Egarese, Sara Gison, Luisa Ieluzzi, Danilo Notaro, Tommaso Palladino, Emanuele Torre, Pietro Valente e Luisa Vallozzi.

Impegnati in coreografie sulle punte e a piedi scalzi il corpo di ballo di danzatori più giovani formato da: Giulia Albano, Diana Anna Baldino, Francesca Brandi, Alessandra Buono, Eleonora Del Piano, Flavio De Vergas, Salvatore Esposito, Rita Ferrone, Elena Lanzaro, Salvatore David Marigliano, Annunziata Pacilio, Imma Scarpati, Emanuela Scimia, Lorenzo Stingone e Pia Tafuri.

Tra gli ospiti in prima fila siederà anche l’etoile Giuseppe Picone, autore della coreografia “Le quattro stagioni di Vivaldi” interpretata dalla coppia di solisti del San Carlo Ieluzzi e Notaro.
Durante la serata gli attori Giovanni Esposito ed Ernesto Lama entreranno più volte in scena per presentare ma anche accompagnare le esibizioni con le loro letture. Fra queste le poesie di Lolita d’Arienzo che ha voluto omaggiare la serata con i suoi versi scritti con un battito di ciglia.

L’appuntamento è anche l’occasione per rimarcare lo stop (causa Covid) di Tuttinscena, la XX edizione del Premio dedicato ai talenti della Campania originariamente programmato a marzo al Teatro Verdi di Salerno con la partecipazione di ospiti internazionali e rimandato a data da destinarsi.

Primo ciak per il film “Deep”

deep - il via al primo ciack
deep – il via al primo ciack

La presidente CMAS (la Federazione mondiale delle attività subacquee) Anna Arzhanova, arrivata in città per assistere al primo ciak di cui CMAS è partner assieme all’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e che è in corsa per partecipare al prossimo Festival del Cinema di Venezia, ha dichiarato:  “Il progetto dei Caschi Blu del Mare è partito 2 anni fa proprio qui a Salerno e tocca molti aspetti relativi all’integrazione e all’inclusione sociale dei migranti. Per CMAS l’obiettivo è fare in modo che tornino ad amare il mare e che questo si trasformi anche in un’opportunità di lavoro. Con i Blue Helmets ovviamente si parla anche di turismo archeologico, di protezione dell’ambiente marino, della sua storia e della sua cultura. Ma nostro compito è anche di educare e informare soprattutto i ragazzi sul grande pericolo che l’inquinamento del mare rappresenta per il futuro del pianeta. Salerno è una città che accoglie e quindi il posto ideale da cui partire”.

Il sindaco Vincenzo Napoli ha accolto la delegazione di CMAS e del film nel municipio di Salerno. Poi ha innanzitutto ringraziato il suo vice e Assessore all’Istruzione Eva Avossa “per avere, in collaborazione con i dirigenti scolastici, contribuito a creare questa opportunità”. E ha quindi aggiunto: “Salerno è orgogliosa del ruolo che svolge nell’accoglienza di chi fugge da tragici eventi. Nell’accoglienza in banchina il nostro scopo è trattenere il minimo tempo indispensabile e con la massima dignità le persone salvate in mare, per risparmiarli da ulteriori sofferenze. Questo film è un modo per far conoscere il Mediterraneo come luogo di cultura e non di morte. E insegnare anche a rispettarlo, promovendo azioni di lotta contro l’inquinamento per farne una risorsa. Che questa sia una pagina di cultura e speranza per Salerno, con l’obiettivo di andare oltre Venezia”.

I produttori Giuseppe Milazzo Andreani di Saturnia Pictures srl e Federica Simonetti di Lake Film hanno dichiarato che : “Il progetto cinematografico Deep, per la regia di Luca Alessandro e Allegra Bernardoni, prevede una parte di fiction e una parte di immagini reali, per questo si presenterà come un ‘mocumentary’. Abbiamo partecipato al bando del Mibact con questa idea e vinto il finanziamento. La forza del film è il mare, nel bene e nel male. Protagonisti sono tre rifugiati, qui a Salerno abbiamo 4 giorni di riprese in 5 location diverse: il mercato rionale Torrione, il campo di calcetto dell’Istituto Santa Caterina da Siena-Amendola, una casa famiglia, porto e spiaggia”.

Il consigliere del Mibact e responsabile del progetto MigrArti, Paolo Masini, ha spiegato: “Deep ha vinto il bando e quindi ad agosto parteciperà alla selezione per entrare nella shortlist per il Festival di Venezia nella sezione del Premio MigrArti. È il nostro modo di far conoscere e affrontare questo tema”.

Tony Maiello in tour negli Store

Tony Maiello foto
Tony Maiello foto

Giovedì 10 maggio a La Feltrinelli RED di Milano (Viale Sabotino 28 – ore 19.00) prima tappa del tour negli store di Tony Maiello: incontrerà il pubblico e presenterà live alcuni brani di “Spettacolo” ,nuovo album che è stato anticipato dal brano omonimo, attualmente in rotazione radiofonica, e dal videoclip, disponibile su YouTube: https://youtu.be/8VboIUitgiY .

Il giorno dopo, venerdì 11 maggio, Maiello sarà alla Mondadori di Napoli (via Luca Giordano, ore 18.30) e il 12 maggio alla Mondadori di Salerno in Corso vittorio Emanuele (ore 17.00).

“Ogni vita è uno spettacolo. Ogni spettacolo ha le sue pause, i suoi momenti felici e quelli meno, tra la linearità dei discorsi e i colpi di scena – racconta il cantautore -. Sta a noi capire da che parte stare. A volte spettatori, a volte registi e poche volte protagonisti. Decidiamo e subiamo il corso degli eventi. Per quanto mi riguarda, ho passato gli ultimi anni dietro le quinte, cercando e scrivendo la mia parte migliore. Questo album è la nuova colonna sonora della mia vita, uno spettacolo che va in scena da 29 anni. Buon ascolto!”