Voce Spettacolo Film Festival 2020

Brunella Lamacchia
Brunella Lamacchia

VOCE SPETTACOLO FILM FESTIVAL 2020: Tutti i Vincitori

Si è conclusa ieri sera la 3a edizione del Voce Spettacolo Film Festival con la cerimonia di premiazione trasmessa in Prima Visione da Matera sulla pagina facebook di Voce Spettacolo.

A presentare la Cerimonia di Premiazione gli attori materani Walter Nicoletti e Brunella Lamacchia. Regia di David Cinnella. Assistente alla regia Fabian Alejandro Romero. Segretari di Produzione Vito Nicoletti e Michele Valente.

La rassegna cinematografica, fondata e prodotta dall’Associazione Culturale “Voce Spettacolo” di Matera, è ideata e diretta dall’attore materano Walter Nicoletti e nasce con l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sulla scoperta di giovani talenti nonchè promuovere il lavoro di autori di cinema provenienti dall’Italia e dal resto del Mondo.

“Il Covid non ha fermato i nostri sogni – dichiara Nicoletti – perchè la nostra rassegna, giunta alla 3a edizione, intende ogni anno accendere i riflettori sulla settima arte a Matera. Sono suddivisi in sei sezioni i film, documentari, cortometraggi, serie web, videoclip e drone video pervenuti da Italia, Stati Uniti, Germania, Russia, Spagna, Svizzera e Francia. La nostra kermesse di carattere internazionale si pone l’obiettivo di creare una contaminazione tra differenti linguaggi espressivi e creativi per raccontare la settima arte”.

In concorso alla 3a edizione presenti celebrità di fama nazionale ed internazionale tra cui i registi Christian Marazziti, Carla Riccio Cobucci, gli attori Francesco Paolantoni, Antonella Ponziani, Tony Sperandeo, Igor Petrenko, premiato da Vladimir Putin, Elena Sever, star della musica russa, Tony Buba, regista americano di origini lucane nonchè fratello del celebre Pat Buba, storico montatore di Al Pacino (Heat-La Sfida, Wilde Salomè) e tanti altri.

Ma veniamo ai vincitori. Nella prestigiosa categoria BEST FILM vince PILGRIM opera del regista Barshak Aleksandr. Nel cast le star russe Igor Petrenko ed Elena Sever. Nella categoria BEST SHORT a spuntarla è PUSH OUT di Marco D’Andragora. Un corto che sottolinea la drammaticità della vita di chi soffre di anoressia e bulimia. Con BEST DOCUMENTARY ci spostiamo in Svizzera con la vittoria di STROMBOLI, opera del regista Hanspeter Aliesch. Nella categoria VIDEOCLIP vince NEET di Alessandro Freschi. BEST WEBSERIE è assegnato a IN FAMIGLIA ALL’IMPROVVISO di Christian Marazziti. Il BEST DRONE VIDEO va a 2 YEARS ALONE di Bashir Abu Shakra. Il Premio GIURIA WEB viene assegnato al corto L’ATTESA di Angela Bevilacqua, grazie anche ad un’interpretazione magistrale dell’attrice Lucianna De Falco. Nella categoria BEST EDITING vince HAMBACHERS di Claudio Marziali e Leonora Pigliucci. Il premio BEST ACTOR viene conferito a Francesco Paolantoni per QUI PRO QUO. Antonella Ponziani riceve il premio come BEST ACTRESS per il corto PUSH OUT. Il premio come BEST DIRECTOR è conferito a Carla Riccio Cobucci per il documentario UN BATTITO DI CIGLIA, prodotto da Rai Parlamento. BEST CINEMATOGRAPHY è assegnato al documentario NESSUN NOME NEI TITOLI DI CODA di Simone Amendola, con protagonista Antonio Spoletini. HONORABLE MENTION per il regista TONY BUBA, americano di origini lucane nonchè fratello del celebre Pat Buba, storico montatore di Al Pacino (Heat-La Sfida, Wilde Salomè) e tanti altri.

Numerose le celebrità che hanno fanno parte della Giuria Web della kermesse: Valeria Altobelli, Antonella Salvucci, Nicola Timpone (Patron Marateale), Tommaso Martinelli (Gironalista e Autore Tv), Luca Liguori (Direttore Editoriale Moviplayer.it), Marika Frassino (Attrice), Lorella Ridenti (Direttore Settimanale ORA), Francesco Fiumarella (Autore e Direttore del Premio Internazionale Vincenzo Crocitti), Lavinia Bruno (La7), Caterina Milicchio (Attrice), Federica Bertoni (Conduttrice televisiva), Enrico Sanchi (Direttore Life&People Magazine), Lorena Baricalla (Etoile, Attrice e Cantante internazionale), Berta Corvi, Francesca Piggianelli (RomArtEventi-Cinecittà Studios), Cinzia Diddi (Stilista), Elena Parmegiani (Direttrice Coffè House Palazzo Colonna Roma), Silvia Kal (Attrice-Los Angeles), Argelia Curiel (Attrice-Los Angeles), Tiziana De Giacomo (Attrice), Joanna Longawa (Giornalista), Michelle Morell (Attrice), Carlotta Galmarini (Attrice), Mor Cohen (Produttrice, Attrice, Direttrice Associata New York Film Awards), Licia Gargiulo (Giornalista), Jeannine Marie Guiylard (Giornalista Fra Noi Magazine – New York), Pamela Quinzi (Stilista), Emanuela Del Zompo (Giornalista), Armando Lostaglio (Critico Cinematografico), Francesco Di Silvio (Produttore), Gaetano Russo (Artista e Scenografo), Danilo Leo Lazzarini (Consulente Storico e Attore), Valentina Sorice (Attrice), Valentina Gemelli (Attrice), Vicky Maria Catalano (Attrice), Giada Dovico (Attrice), Allison Soro (Influencer), Sofia Valleri (Modella), Juan Pablo Arroyo (Regista), Alissa Huzar (Attrice), Francesca Vitaliani (Conduttrice televisiva), Valentina Stredini (Attrice e doppiatrice) e Silvia Silvestri (Giornalista – Basilicata Notizie).

La bellezza della settima arte il filo rosso che ha attraversato l’intera cerimonia di premiazione, modulando le emozioni attraverso la visione di racconti divenuti aggregatori tematici, a cui si è affiancata l’attenzione verso il cinema nazionale ed internazionale, unitamente al connubio con la doverosa opera di sensibilizzazione su temi così delicati e complessi. E così l’obiettivo è stato raggiunto anche in questa 3a edizione, quello di regalare alla Città dei Sassi una serata unica.

Sito Ufficiale VSFF

www.vocespettacolo.com/vs-film-festival/

Media Partners: Life&People Magazine, DiTutto.it, LF Magazine, JL Interviews, Al di là del Cinema, AT News, LifeStyle Made In Italy, TrendyArt for Living, Zerkalo Spettacolo, Ultima Voce, Il Giornale del Sud, L’Eco del Litorale, Sassilive, BasilicataNotizie, SassiLand, Wavesandrunways, Celebrity-America.

FOLLOW VOCE SPETTACOLO

www.vocespettacolo.com

facebook.com/VoceSpettacolo

twitter.com/VoceSpettacolo

youtube.com/VoceSpettacolo

instagram.com/VoceSpettacolo

 

E…state al cinema

estate al cinema 2020
estate al cinema 2020

E…state al cinema

Anche quest’anno torna “E…state al cinema”, rassegna cinematografica organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Arona che ormai da alcuni anni vede la Piazza San Graziano trasformarsi in un cinema all’aperto. L’iniziativa prevede quattro proiezioni che si terranno ogni giovedì dal 6 al 27 agosto dalle ore 21.30

La rassegna avrà inizio giovedì 6 agosto con la proiezione di L’amore all’improvviso – Larry Crowne, una commedia romantica che vede protagonista Tom Hanks nei panni di Larry Crowne che quando improvvisamente viene licenziato decide di ricominciare a studiare. Nel college locale conosce una comunità di emarginati alla ricerca di un futuro migliore e Mercedes Tainot, un’insegnante ormai demotivata: quest’esperienza gli farà trovare una nuova ragione di vita.

Proseguirà giovedì 13 agosto con IL GGG – Il Grande Gigante Gentile, film d’animazione adatto alle famiglie in cui Sophie, una ragazzina di dieci anni, viene rapita dal grande gigante gentile e portata nel suo mondo. Sophie ben presto si rende conto che il GGG è in realtà dolce, amichevole e può insegnarle cose meravigliose.

Il film del terzo incontro, previsto per giovedì 20 agosto, sarà Made in Italy, un film drammatico del 2018, scritto e diretto da Luciano Ligabue. Il film si ispira all’omonimo album, con al centro il personaggio di Riko, definito da Ligabue un suo alter ego: «una delle vite che avrei potuto fare io se non fossi diventato un cantante».

Ultimo appuntamento cinematografico si terrà giovedì 27 Agosto con Tarzan – The Legend starts here, film d’animazione basato sulla celebre storia di Tarzan.

Così, l’Assessore alla Cultura Chiara Autunno commenta l’iniziativa: “La rassegna di cinema all’aperto è ormai diventata una tradizione dell’estate aronese con proposte che si rivolgono sia ai più piccoli che ad un pubblico più adulto e anche quest’anno, nel pieno rispetto delle disposizioni in vigore, la Piazza San Graziano è il luogo ideale per questo evento che il pubblico dimostra sempre di apprezzare”.

L’ingresso è gratuito. In caso di maltempo le proiezioni verranno annullate.

L’Assessore alla Cultura
Chiara Autunno

VEDERE LA SCIENZA FESTIVAL 2012

Milano, 26 marzo-1 aprile 2012 + 3 aprile 2012

Sala Alda Merini di Spazio Oberdan – Viale Vittorio Veneto 2
e Mediateca Santa Teresa – Via Moscova 28

 

Ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi, … (Blade Runner, di R. Scott, 1982)

Cristalli giganti come edifici, organismi resistenti a condizioni estreme, intelligenza degli animali: sono alcune delle manifestazioni della forza della natura indagate e presentate attraverso il cinema, che rende attraenti come una storia di successo degli argomenti ritenuti comunemente ostici.

Il cinema sa essere un mezzo efficace e coinvolgente anche per esplorare i più complessi misteri del cosmo, i computer quantistici che rivoluzioneranno il prossimo futuro, le porte che la tecnologia e la genetica stanno aprendo, a ritmo sempre più serrato, per garantire al genere umano una vita più lunga e più sana.

Un mezzo efficace anche per raccontare storie pressoché sconosciute, come i tentativi di unificare l’Italia “scientifica” ben prima dell’unità d’Italia. Oppure per raccontare storie dimenticate, come il contributo italiano allo sviluppo dell’informatica negli anni ’60.

 

Sono alcuni dei temi trattati nei 50 film e documentari di Vedere la Scienza Festival, dal 26 marzo al 1 aprile, allo Spazio Oberdan della Provincia di Milano, con un ricco programma, ad ingresso libero e gratuito. La manifestazione, alla XVI edizione, è realizzata da Università degli Studi di Milano-Dipartimento di Fisica e Museo Astronomico-Orto Botanico di Brera, Provincia di Milano/Assessorato alla cultura e Fondazione Cineteca Italiana, con la collaborazione della Mediateca Santa Teresa e del CTU, Centro Televisivo Universitario. Oltre al principale contributo dell’Assessorato alla cultura della Provincia di Milano, la manifestazione gode del contributo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Come di consueto la settimana di Vedere la Scienza si compone di una parte di Concorso e una di Rassegna. Nelle sessioni del mattino e del pomeriggio saranno proiettati i film che partecipano al Concorso Internazionale. Si tratta di una selezione di film prodotti negli ultimi due anni, che provengono da molti paesi del mondo, tra tutti quelli iscritti al concorso, e che saranno giudicati da una Giuria che assegnerà un premio per ognuna delle cinque categorie. Sono film, documentari e video di particolare rilievo cinematografico e scientifico, in gran parte inediti per l’Italia, che a differenza di tanti altri paesi vicini investe molto poco in opere a carattere scientifico vivaci e di qualità. Film nei quali, molto spesso, sono coinvolti in prima persona premi Nobel e prestigiose istituzioni di tutto il mondo; film che sanno avvicinare anche il pubblico che di norma etichetta la scienza come “noiosa” e “troppo difficile”.

Tra i titoli: La trama del cosmo (USA, 2011), Quando Olivetti inventò il PC (Italia, 2011), Il mistero dei cristalli giganti (Spagna, 2010), L’uomo quasi perfetto (Francia, 2010), La rivoluzione delle cellule staminali (Regno Unito, 2011), Vita all’inferno: i superstiti delle tenebre (Francia, 2010), L’intelligenza degli uccelli (Regno Unito, 2011).

Le proiezioni sono organizzate in sessioni tematiche in modo che il pubblico possa scegliere in base ai propri interessi.

Poiché nel 2012 ricorre il centenario della nascita di Alan Turing, padre dell’informatica pressoché sconosciuto al grande pubblico, Vedere la Scienza Festival coglie quest’occasione per riflettere sul rapporto tra uomo e macchine, a cui dedica la Rassegna di film (sessioni serali e del week-end). D’altra parte l’avvento delle macchine calcolatrici, la nascita della società dell’automazione e di quella dell’informazione sono pietre miliari della storia del Novecento, una rivoluzione di cui Turing è stato uno dei protagonisti. Un processo inarrestabile che ci ha portato a oggi a governare gran parte delle attività, e persino la vita personale, con sistemi, apparecchiature e tecniche proprie della cibernetica e dell’informatica. E’ un tema a cui il cinema ha da sempre prestato attenzione, alle volte precorrendo i tempi dei risultati scientifici, con grande successo di pubblico. Tra i film proposti: A.I. (di Steven Spielberg, 2001), Metropolis (di Fritz Lang, 1927), Existenz (di David Cronenberg, 1999), Metropolis (di Rin Taro, 2001), Strange days (di Kathryn Bigelow, 1995), Enigma (di Michael Apted, 2001).

Dopo l’ampio gradimento del 2011, anche nel 2012 il Festival si terrà anche presso la Mediateca Santa Teresa, dove nel pomeriggio del 3 aprile saranno proiettati i film vincitori del Concorso Internazionale. Per l’intera settimana, inoltre, il pubblico avrà a disposizione una postazione singola per la libera visione di film e documentari dell’Archivio RAI Teche, selezionati a cura del Festival sul tema: “Storie e personaggi dell’informatica e della cibernetica”. La postazione sarà disponibile negli orari di apertura della Mediateca (mar-ven 10:00-18:00 e sab 10:00-13:30).

 

A completamento del programma: dibattiti, incontri con autori e registi e discussione con esperti di ciascun settore sulle tematiche affrontate nel corso di tutta la settimana.

 

Le sessioni mattutine sono riservate alle scolaresche, su prenotazione. Tutte le altre proiezioni, al pomeriggio, alla sera e nel fine settimana sono aperte a tutti con ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti.

Il programma completo sarà on-line da marzo 2012 su www.brera.unimi.it/festival. Sinossi e immagini saranno disponibili da metà marzo.

 

Vedere la Scienza Festival fa parte della manifestazione Avventura della Scienza (www.avventuradellascienza.unimi.it), promossa dalla Facoltà di Scienze dell’Università degli Studi di Milano.

 

Informazioni:

Dipartimento di Fisica – Università degli Studi di Milano

Via Brera 28 – Milano

Tel +39 02 50314680 – fax +39 02 50314686; e-mail: vederelascienza@unimi.it

www.brera.unimi.it/festival

 

Provincia di Milano – cultura

Viale Vittorio Veneto 2 – Milano

Tel +39 02 77406329/6384 – fax +39 02 77406380

www.provincia.milano.it/cultura