Una Ghirlanda di Libri

Organizzatrici Una Ghirlanda di Libri (1)
Organizzatrici Una Ghirlanda di Libri (1)

Una Ghirlanda di Libri

Fiera dell’Editoria Indipendente

Il 26 e il 27 settembre la prima edizione presso Villa Casati Stampa a Cinisello Balsamo

Sabato 26 settembre, alle ore 9, verrà inaugurata, alla presenza del Sindaco di Cinisello Balsamo Giacomo Ghilardi e gli assessori Daniela Maggi e Gabriella Fumagalli, la prima edizione di “Una Ghirlanda di Libri”, fiera dell’editoria indipendente che partirà quel giorno e continuerà domenica 27 settembre, dalle ore 10 alle ore 20, presso le sale di Villa Casati Stampa a Cinisello Balsamo (piazza Soncino, 5 – ingresso gratuito su prenotazione www.unaghirlandadilibri.com) ospitando 40 case editrici e autori provenienti da tutta Italia con eventi a latere come conferenze, presentazioni e incontri con gli autori.

Cinisello Balsamo verrà trasformata in un piccolo polo culturale con un’immersione nel mondo della lettura e della letteratura con la partecipazione di scrittori, editori, medici ed esperti. Tra gli altri ci saranno ospiti scrittori del calibro di Daniel Lumera, Carla Maria Russo, Paolo Cortaz, Andrea Vitali e Massimo Iondini che presenteranno i loro lavori più recenti e personaggi dello spettacolo come Cristiano Malgioglio e Vince Tempera.

Inoltre, ci sarà la premiazione dei migliori lavori che hanno partecipato alla prima edizione del Premio Qulture ti pubblica @ Una Ghirlanda di libri promosso dall’Associazione Qulture in partnership con la manifestazione cinisellese. Numerosi gli autori che si sono iscritti al concorso letterario per un totale di sessantatré partecipanti provenienti da tutta Italia con novantacinque opere suddivise in quarantacinque poesie, trenta romanzi e venti racconti brevi. Tredici le regioni di provenienza tra cui hanno spiccato Lombardia e Toscana con ben 21 partecipanti ciascuno seguiti da Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna, Umbria, Marche, Abruzzo, Lazio, Campania, Sicilia e Sardegna.

“Una Ghirlanda di Libri”, attraverso la promozione di un bando, ha assegnato il primo premio assoluto a Letizia Ventura dell’Istituto Tecnico Industriale Renato Cartesio, del Centro Scolastico del Parco Nord, per aver creato il logo che contrassegnerà tutta la comunicazione afferente alla manifestazione.

Letizia Ventura sarà premiata domenica 27 settembre, dalle ore 11, nella sala conferenze di Villa Casati Stampa (Piazza Soncino, 5) e contestualmente verrà assegnato anche il Premio Stefano Minucciani al miglior studente dell’Itis Cartesio che si è contraddistinto in ambito informatico. Inoltre, verrà assegnata la targa dedicata a Federico Castellin, proprietario del Bar Zen di Cinisello Balsamo, venuto a mancare durante la pandemia.

L’evento è stato ideato e organizzato da una squadra tutta al femminile: Lucia Esposito (nota libraia cinisellese), Manuela Barbara Lattuada (sales manager), Stefania Gaia Paltrinieri (designer e project manager), Rebecca Brollo (architetto e proprietaria di WoodHouse Hotel) e infine Elena Ricci (titolare della storica Autoscuola Ricci).

Grazie al supporto di Maria Gabriella Fumagalli, assessore all’Istruzione, e Daniela Maggi, assessore alla Cultura, allo Sport e agli Eventi, l’evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Cinisello Balsamo e, grazie alla fiera dell’editoria indipendente, quest’ultimo ha ottenuto l’importante qualifica di “Città che Legge 2020/2021”, riconoscimento che viene conferito alle amministrazioni comunali che s’impegnano a svolgere politiche di promozione della lettura sul proprio territorio.

Gli sponsor di questa prima edizione sono: UniAbita, Geico Taikisha, GreenSharp, Acqua Minerale San Benedetto, McDonald, Psicologionline.net, esseBì Italia, Miar, DeFenza Immobiliare, Farmacia Sofi, Corti OtticaBoutique, Bene-Fit Centro Fitness e Wellness, La Radice Erboristeria, Barbecue Paradise Milano, Linea Verde, Neiade Tour & Events, Novocart s.r.l., Uncle’s Ben e Cowboys’ Guest Ranch.

Don Ampelio Crema, della Società San Paolo e Presidente nazionale del CCSP Onlus, ha dato supporto e preziosa consulenza per tutte le dinamiche relative all’utilizzo delle sale di Villa Casati Stampa.

DURANTE “UNA GHIRLANDA DI LIBRI” VERRANNO RISPETTATE LE SEGUENTI MISURE DI SICUREZZA:

• Sarà garantita un’adeguata informazione e sensibilizzazione degli utenti sulle misure igieniche e comportamentali utili a contenere la trasmissione del SARS-CoV-2, anche facendo appello al senso di responsabilità individuale. I messaggi saranno comprensibili ad eventuali utenti di altra nazionalità e potranno essere veicolati attraverso apposita segnaletica e cartellonistica, invio di informative agli iscritti, promozione e rinforzo del rispetto delle misure igieniche da parte del personale addetto.

• Sono stati riorganizzati gli spazi, i percorsi e il programma di attività in modo da assicurare il mantenimento della distanza interpersonale di almeno 1 metro. Sono fatte salve le eccezioni previste dalle normative vigenti, la cui applicazione afferisce alla responsabilità dei singoli.

• Sono state privilegiate, laddove possibile, lo svolgimento di attività all’aria aperta, garantendo comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale.

• L’utilizzo di mascherine a protezione delle vie respiratorie è obbligatorio in tutti i locali chiusi accessibili al pubblico e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale, fatte salve le eccezioni previste dalle disposizioni vigenti (bambini di età inferiore a 6 anni, soggetti con disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e soggetti che interagiscono con i predetti).

• Saranno messi a disposizione degli utenti e degli addetti distributori di soluzioni disinfettanti per le mani da dislocare in più punti, in particolare vicino agli ingressi delle stanze.

• Sarà rilevata la temperatura corporea all’ingresso, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.

• Ci sarà un registro delle presenze giornaliere da conservare per una durata di 14 giorni, garantendo il rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali.

• La disposizione dei posti a sedere garantirà il rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro, sia frontalmente che lateralmente.

• Sarà garantita la frequente pulizia di tutti gli ambienti e con regolare disinfezione delle superfici toccate con maggiore frequenza (es. banchi, tavoli, piani d’appoggio, corrimano, interruttori della luce, pulsanti, maniglie di porte e finestre, attrezzature, giochi, servizi igienici, docce, spogliatoi ecc.).

• Sarà favorito il ricambio d’aria negli ambienti interni.

https://www.unaghirlandadilibri.com/;

 

Prima Edizione del “PREMIO MIMMO CÀNDITO”

premio-mimmo-candìto
premio-mimmo-candìto

SIMONA CARNINO e MARCO BENEDETTELLI sono i vincitori della Prima Edizione del “PREMIO MIMMO CÀNDITO – PER UN GIORNALISMO A TESTA ALTA”, dedicato al giornalismo internazionale e d’inchiesta, di cui è presidente la giornalista de “La Stampa” Marinella Venegoni.

I primi frutti del “PREMIO MIMMO CÀNDITO – PER UN GIORNALISMO A TESTA ALTA”, dedicato alla memoria del reporter e inviato di guerra davvero speciale Mimmo Càndito, scomparso il 3 marzo 2018, sono due lavori: uno già svolto, uno ancora da effettuare. Oltre alla sezione “Opere”, infatti, il Premio ha voluto aiutare concretamente – anche nella consapevolezza della crisi del settore – la realizzazione ex novo di un reportage giornalistico, con la sezione “Progetti”.

Dei 30 candidati (metà donne, metà uomini dai 26 ai 56 anni) al Premio, sono stati selezionati dieci finalisti, alcuni dei quali sono giornalisti affermati della carta stampata, tv e web e giovani freelance, scelti da una Giuria composta dalle giornaliste Marina Verna ed Emmanuela Banfo e dallo storico e docente Alessandro Triulzi.

L’Associazione, nata nove mesi dopo la scomparsa del giornalista e inviato di guerra Mimmo Càndito, ha istituito un premio annuale caratterizzato da due riconoscimenti: uno è per le “Opere” (già pubblicate su giornali, tv e web), il secondo e più innovativo è per un “Progetto di inchiesta”, pensato per collaboratori, pubblicisti, freelance, blogger o allievi di Master in giornalismo, che il Premio Mimmo Càndito finanzierà.

“Abbiamo cercato di fare le cose per bene come avrebbe fatto Mimmo, chiesto a professionisti di valutare i 30 lavori arrivati, opere e progetti d’inchiesta sempre in campo internazionale – dichiara Marinella Venegoni – Abbiamo consegnato a una giuria i migliori e stilato schede di valutazione, un po’ come è nella tradizione dei premi letterari più che giornalistici. Tutto è avvenuto con il crowdfunding”.

La Prima Edizione ha premiato “L’epopea dei migranti centroamericani al tempo di Trump” di SIMONA CARNINO nella sezione “Opere” per rigore, completezza, carica emotiva. Pubblicata su “Missioni Consolata”, l’indagine affronta le sfaccettature del fenomeno migratorio nel Centro America con rigore di analisi, esaustività nella raccolta dei dati e diversificazione delle fonti.

Per quanto riguarda la sezione “Progetti”, il Premio è stato assegnato a “Da braccianti a operai per il mercato globale. Il nuovo proletariato etiope del polo industriale di Mekelle” di MARCO BENEDETTELLI per originalità, coinvolgimento diretto e conoscenza dell’area. L’inchiesta verte su un tema per lo più ignoto al grande pubblico ma di grande portata per il continente africano, la crescita di una nuova classe operaia in un Paese che esce da un ventennio di guerra con la confinante Eritrea e che mantiene affollati campi profughi, e una popolazione in fuga dall’economia contadina.

Il “PREMIO MIMMO CÀNDITO” sostiene un “giornalismo a testa alta”, un giornalismo d’inchiesta libero e indipendente mediante dei contributi, intellegibili a chi legge, ai vari media di lingua italiana (giornali, riviste, radio, televisione) realizzati sia con il lavoro sul campo che attraverso la cronaca e l’analisi di ciò che accade, rimanendo fedele alle linee guida di Mimmo Càndito: l’indipendenza nella ricostruzione e nella rappresentazione dei fatti al fine di interpretarli e collocarli in un contesto storico, geografico e culturale corretto.

La data della premiazione, per la nota situazione legata all’emergenza sanitaria, non è ancora stata fissata.

Ace Jazz Festival San Marino, 1° edizione

Raphael Gualazzi (2)
Raphael Gualazzi (2)

Associazione Produzione Culturale
Repubblica di San Marino
Visit San Marino
Segreteria di Stato per il Turismo della Repubblica di San Marino

1° Edizione
18 luglio – 22 agosto 2020
Repubblica di San Marino

Un festival che nasce vincente nonostante le anomalie inevitabili nell’anno della pandemia: la prima edizione dell’Ace Jazz Festival San Marino si terrà dal 18 luglio al 22 agosto a San Marino.

Ideato prima dell’emergenza sanitaria pensando a un connubio tra musica e tennis, il festival è stato rimodulato per poter esordire comunque, nonostante tutto. Sarà dunque un’edizione “a bassa densità” in cui i legami con lo sport saranno accennati per essere poi ripresi e sviluppati in prossime edizioni.
Ace, nel tennis, è un servizio vincente, un primo colpo perfettamente mirato che va subito a segno. E tale sembra essere la prima edizione del festival sammarinese: in un’estate in cui le programmazioni dal vivo saranno radicalmente ridimensionate (nella migliore delle ipotesi: l’alternativa è rimanere inattivi), riuscire a dare vita a una nuova iniziativa è come vincere uno Slam.
Celebrità della musica nazionale come Raphael Gualazzi e Ginevra Di Marco sono state invitate a giocare questo primo match musicale. Oltre a loro, i set jazzistici con Rita Marcotulli e Dado Moroni e la Tower Jazz Composers Orchestra.
Ampio spazio sarà poi riservato agli artisti locali, che saranno numerosi nel cartellone del festival. Nonostante siano stati una delle categorie professionali più colpite dagli effetti del lockdown, i musicisti hanno saputo essere fonte di conforto per tutte le persone confinate in casa, continuando a suonare, sfruttando le nuove tecnologie per raggiungere gli ascoltatori con il loro messaggio di solidarietà e di resistenza culturale. Ora anche loro potranno riprendere l’attività live, continuando a esibirsi per la comunità ma non più solo attraverso la finestra virtuale del web.
L’attività concertistica si svolgerà nel più rigoroso rispetto delle normative e ordinanze per gli spettacoli dal vivo, compresa l’applicazione della distanza di sicurezza tra gli spettatori, in seguito alla quale i posti disponibili saranno limitati. Per permettere una più ampia partecipazione di pubblico, i quattro concerti principali saranno trasmessi in diretta streaming sulle pagine social del festival (www.facebook.com/AceJazzFestivalSanMarino).
Ace Jazz Festival San Marino è organizzato dall’Associazione Produzione Culturale con la direzione artistica di Sara Jane Ghiotti, in collaborazione con la Repubblica di San Marino e Visit San Marino, il sostegno della Segreteria di Stato per il Turismo della Repubblica di San Marino e con il contributo di Conad, Coal, La Sociale, Dpiù, Titan Coop.

 

A Fandom Vibes, le star delle serie tv

Panel
Panelf

Gli eroi di celebrati serial come Riverdale, Teen Wolf, The Vampire Diarieso Gossip Girl,assieme alle star diSKAM Italia(una delle serie tv più innovative del momento, appena ripartita con l’attesissima terza stagione)e ad altri conosciutissimi volti italiani e internazionali faranno tappa a Milano, dal 27 al 28 aprileall’NH Congress Centre di Milano-Fiori, per la prima edizione di FANDOM VIBES: la manifestazione meneghina dedicata all’universo dei fandom. Un’intensa due giorni che tramuterà i fan nei veri protagonisti dell’evento e che abbatterà la barriera dello schermo televisivo, permettendo a tutti gli appassionati di incontrare dal vivo i propri paladini e di interagire con loro nel corso di panel, conferenze, incontri e numerose altreoccasioni.Un appuntamento che consentirà ai visitatori di esplorare lo sconfinato mondo dei fandom, ovvero quelle attivissime community da milioni di follower alle quali si deve una piccola rivoluzione silenziosa,capace di trasformarela cultura pop-mediatica contemporanea e il ruolo degli appassionati di tv seriale.

Gli ospiti
Ed Westwick di GOSSIP GIRL, Skeet Ulriche Tiera Skovbye della premiatissima RIVERDALE, Shelley Hennig e Dylan Sprayberry di TEEN WOLF sono solo alcuni tra gli ospiti già confermati di FANDOM VIBES, accanto agli italianissimi Federico Cesari, Rocco Fasano, Ludovico Tersigni e Francesco Centorame (rispettivamente i Martino,Niccolò, Giovanni ed Elia di SKAM Italia). A completare il roster provvisorio dei talent pronti a incontrare i propri sostenitori nel corso della due giorni, anche Adelaide Kane, Nathaniel Buzolic,Toby Regbo eRandy Harrison.Accanto agli attori non mancheranno blogger di settore come DANinSeries o Persi in Corea, autori, doppiatori, film maker, artisti e influencer come Il Baffo, Craziiwolf, FeeBujoo i ragazzi di House Of Talent (la crew italiana di giovani promesse che riunisce Matteo Altieri, Caterina Cantoni e alcuni protagonisti del reality show Il Collegio, come la candidata ai Nickelodeon Kids’ Choice Awards 2019, Noa Planas). Ad animare la manifestazione anche le sonorità K-Pop della vivace band coreana M.O.N.T..

Le serie
Come in Pleasantville, la celebre pellicola nella quale il protagonista si ritrova catapultato all’interno della propria soap-opera preferita insieme alla sorella, anche a FANDOM VIBES tutti i fan potranno in qualche modo saltare al di là dello schermo e incontrare le star dei loro show più amati. Tra le serie protagoniste, il 27 e il 28 aprile a Milano, l’innovativa SKAM ITALIA, appena ripartita con la sua terza stagione e diventata un vero fenomeno di culto tra i più giovani per la sua straordinaria capacità di raccontare la quotidianità degli studenti di un liceo romano, fondendo canali di comunicazione ultra-contemporanei, un’innovativa modalità narrativa “in tempo reale” e tematiche attualissime. A rappresentare le produzioni d’oltreoceano ci penseranno il famosissimo serial dell’xoxo, GOSSIP GIRL, un vero cult globale, la premiatissima RIVERDALE, un teen-drama pieno di mistero che sui social conta milioni di follower, TEEEN WOLF, una fortunata serie a base di amore e licantropia ispirata alla celebre pellicola Eighties con Michael J Fox, REIGN, serial televisivo sulla drammatica vita di Maria Stuarda, eQUEER AS FOLK, forse la prima serie a tema LGBT del nuovo millennio, una produzione audace e controversa che ha saputofondere in modo avvincente narrazione e denuncia sociale. Gli appassionati di serialità britannica troveranno pane per i loro denti con I MEDICI, mentre gli amanti delle atmosfere fiabesche e magiche potranno contare suONCE UPON A TIME,THE ORIGINALS e THE VAMPIRE DIARIES.

Riki, Irama e Braschi al Mima – Monza Italian Music Awards

BRASCHI
BRASCHI

Si aggiungono nuovi nomi per la prima edizione del MIMA – Monza Italian Music Awards, riconoscimento che celebra artisti e professionisti che hanno valorizzato con il loro contributo artistico la musica italiana nel 2017 e che sarà assegnato il 20 luglio 2018 all’Autodromo di Monza,durante un grande concerto-evento.

RIKI, alias Riccardo Marcuzzo, classe 1992, si aggiudica il premio “Artisti Esordienti” del 2017, anno costellato di grandissime soddisfazioni per l’artista, tra cui il triplo disco di platino per l’ep d’esordio Perdo le parole, #1 posto della classifica FIMI/GfK per 11 settimane consecutive, il disco di platino per il brano Perdo le parole e il disco d’oro per Polaroid, #1 posto della classifica FIMI/GfK per otto settimane. Sempre nel 2017, RIKI ottiene anche il doppio platino per l’album di inediti Mania.

Il 25 maggio 2018 è uscito il nuovo singolo Dolor De Cabeza feat. CNCO e il 15 giugno uscirà il nuovo album Live & Summer Mania.

Braschi si aggiudica il premio “Artista Alternative Maschile”. Reduce dalla partecipazione al concerto del primo maggio a Roma, dove si è esibito cantando Trasparente, brano tratto dall’ omonimo album, sta attualmente lavorando alla realizzazione del nuovo disco.

Nel 2017 partecipa, tra le Nuove Proposte, al Festival di Sanremo con il brano Nel mare ci sono i coccodrilli. Il 20 di luglio salirà sul palco MIMA, per regalare al pubblico nuove inaspettate emozioni e ritirare il premio della categoria “Artista Alternative Maschile”.

Inoltre, tra i grandi artisti sul palco ci sarà anche IRAMA, all’anagrafe Filippo Maria Fanti, primo ospite annunciato di questa edizione. Dopo il grande successo raccolto ad Amici, dove ha presentato i singoli Un giorno in più, che lo portato ai vertici della classifica di iTune, Che ne sai, Che vuoi che sia,

Un respiro e Nera, tutti contenuti nell’EP Plume, uscito il 1º giugno 2018 e già primo nella classifica degli album più venduti in Italia di iTunes. Lo stesso giorno di uscita, Nera è arrivato al primo posto nella classifica dei singoli, restando stabile ancora oggi.

Questi artisti si aggiungono ai due grandi nomi già confermati della musica rap Marracash e Guè Pequeno, inizia così a delinearsi la line up del grande concerto previsto per 20 luglio all’Autodromo di Monza.

La prima edizione del MIMA – Monza Italian Music Awards, vede sfidarsi 12 categorie per l’assegnazione della Luna Rossa, il nuovo Premio della musica italiana. Tra le nomination ci sono: GIANNA NANNINI, ELISA, VASCO ROSSI, LOREDANA BERTE’, EMMA, NEGRAMARO, GHALI, CALCUTTA, CRISTINA D’AVENA e tanti altri.

Un grande show presentato da Red Ronnie e Francesco Facchinetti, che vedrà le grandi stelle della musica riunite in un unico imperdibile appuntamento.

Oltre alle 12 categorie in gara verranno assegnati tre Premi Speciali: Alla Carriera, Le Abbiamo cantate tutti e Ricorreva l’anno. Quest’ultimo è stato attribuito a MARRACASH, un riconoscimento per l’anniversario dei dieci anni dall’uscita del suo album omonimo “Marracash”, pubblicato nel 2008.

Il pubblico potrà votare per vedere i big sul palco del MIMA fino al 20 giugno sul sito http://www.brianzarockfestival.com/mima/ per le categorie: Artista Maschile dell’anno, Artista Femminile dell’anno e Miglior Concerto 2017. A decretare i vincitori di tutte le altre categorie, è una giuria composta da musicisti, professionisti del campo musicale e dalla direzione artistica del MIMA.