“Freud o l’interpretazione dei sogni”

FREUD_TIEZZIGIFUNI
FREUD_TIEZZIGIFUNI

Uno spettacolo monumentale che abiterà il grande palcoscenico dello Strehler per oltre un mese e mezzo, debuttando, in prima nazionale assoluta, il 23 gennaio 2018. Un tema potente, una compagnia numerosa di interpreti d’eccezione, guidati da Federico Tiezzi che nel 2015, con il Pirandello di Questa sera si recita a soggetto inaugurò la collaborazione con il Piccolo Teatro, come regista di una nuova produzione, ottenendo un consenso di pubblico straordinario.

Un’opera mai portata in scena per uno degli spettacoli di punta della Stagione: è Freud o l’interpretazione dei sogni ispirato al testo che si affacciò al Novecento (fu pubblicato nel 1899), anticipandone inquietudini e illuminazioni. Nella lettura drammaturgica di Stefano Massini e nella visione registica di Tiezzi, il mosaico di casi e personaggi raccontati da Freud diventano tasselli di un grande enigma da decifrare. Un catalogo della contemporaneità che attraverso i sogni, misura la potenza e le oscurità della mente umana.

“Sei personaggi” di Pirandello

Piccolo
Piccolo

Dal 3 al 21 maggio al Teatro Studio Melato

In cerca d’autore

Studio sui "Sei personaggi" di Luigi Pirandello

regia di Luca Ronconi

Giovedì 4 maggio incontro con la compagnia

Nell’ambito delle iniziative per i 70 anni del Piccolo

25.500 giorni di Teatro

Un lavoro appassionato di un regista con un gruppo di allievi. Un autore che

tutti credono di conoscere ma che pochi hanno letto veramente con occhi attenti,

curiosi e indagatori.

Luca Ronconi ha consegnato al pubblico e alla storia del teatro una lettura inedita e

sorprendente del classico pirandelliano. Lo spettacolo ha inoltre fatto conoscere

talenti tra i più apprezzati delle giovani generazioni. Nato dal percorso laboratoriale

che per tre anni consecutivi Ronconi ha condotto alla Scuola del Centro Teatrale

Santacristina con un gruppo di allievi diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte

Drammatica “Silvio D’Amico”, lo spettacolo, coprodotto con il Piccolo Teatro, è

andato in scena a Milano, al Teatro Studio, a Roma e a Firenze, dopo il debutto nel

giugno 2012 al Festival dei 2Mondi di Spoleto.

Sarebbe sbagliato parlare di una semplice ripresa: è la riaffermazione del lavoro di

Ronconi nel condividere con i giovani attori una lettura dei classici nata dalla ricerca

e dalla curiosità nei confronti di testi ritenuti “bloccati” nella loro più ovvia

interpretazione. Ronconi ha trasferito il “dramma” dei sei personaggi «in uno spazio

vuoto e claustrofobico, una stanza della mente, dove questi personaggi vivono nella

mente di chi li ha creati, sono figure immaginate da un autore e quindi non possono

avere nessun tipo di concretezza».

L’incontro

Giovedì 4 maggio, ore 17, al Chiostro ‘Nina Vinchi’ (via Rovello 2), la compagnia

dello spettacolo incontra il pubblico. Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti

disponibili. Prenotazione online sul sito www.piccoloteatro.org

Piccolo Teatro Studio Melato (Via Rivoli, 6 – M2 Lanza), dal 3 al 21 maggio 2017

In cerca d’autore. Studio sui “Sei personaggi” di Luigi Pirandello

regia Luca Ronconi

ripresa a cura di Luca Bargagna

con Fabrizio Falco (Figlio), Davide Gagliardini (Capocomico), Lucrezia Guidone (Figliastra),

Luca Mascolo (Padre e Terzo attore), Massimo Odierna (Padre e Terzo attore),

Alice Pagotto (Madama Pace), Sara Putignano (Madre)

e con gli attori diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

nell’anno accademico 2015/2016: Luca Carbone (Suggeritore), Gloria Carovana (Prima attrice),

Matteo Cecchi (Giovinetto), Cosimo Frascella (Macchinista), Stefano Guerrieri (Secondo attore),

Marina Occhionero (Bambina), Luca Tanganelli (Primo attore), Zoe Zolferino (Seconda attrice)

Coproduzione Centro Teatrale Santacristina e Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

in collaborazione con Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

Orari: martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì, 20.30; domenica, 16. Lunedì riposo.

Mercoledì 10 maggio, ore 15 (pomeridiana per le scuole) e 20.30; sabato 20 maggio, ore 15 e 19.30

Durata: 90 minuti senza intervallo

Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro

Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv

Milano, 26 aprile 2017

Pirandello “Sei Personaggi”

Sei personaggi
Sei personaggi

Dal 3 al 21 maggio al Teatro Studio Melato

Studio sui "Sei personaggi" di Luigi Pirandello

Luca Ronconi esplora il capolavoro di Pirandello

condividendo con i giovani il senso e il valore della ricerca teatrale

Un lavoro appassionato di un regista con un gruppo di allievi. Un autore che

tutti credono di conoscere ma che pochi hanno letto veramente con occhi attenti,

curiosi e indagatori.

Luca Ronconi ha consegnato al pubblico e alla storia del teatro una lettura inedita e

sorprendente del classico pirandelliano. Lo spettacolo ha inoltre fatto conoscere

talenti tra i più apprezzati delle giovani generazioni. Nato dal percorso laboratoriale

che per tre anni consecutivi Ronconi ha condotto alla Scuola del Centro Teatrale

Santacristina con un gruppo di allievi diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte

Drammatica “Silvio D’Amico”, lo spettacolo, coprodotto con il Piccolo Teatro, è

andato in scena a Milano, al Teatro Studio, a Roma e a Firenze, dopo il debutto nel

giugno 2012 al Festival dei 2Mondi di Spoleto.

Sarebbe sbagliato parlare di una semplice ripresa: è la riaffermazione del lavoro di

Ronconi nel condividere con i giovani attori una lettura dei classici nata dalla ricerca

e dalla curiosità nei confronti di testi ritenuti “bloccati” nella loro più ovvia

interpretazione. Ronconi ha trasferito il “dramma” dei sei personaggi «in uno spazio

vuoto e claustrofobico, una stanza della mente, dove questi personaggi vivono nella

mente di chi li ha creati, sono figure immaginate da un autore e quindi non possono

avere nessun tipo di concretezza».

Piccolo Teatro Studio Melato (Via Rivoli, 6 – M2 Lanza), dal 3 al 21 maggio 2017

In cerca d’autore. Studio sui “Sei personaggi” di Luigi Pirandello

regia Luca Ronconi

ripresa a cura di Luca Bargagna

con Fabrizio Falco (Figlio), Davide Gagliardini (Capocomico), Lucrezia Guidone (Figliastra),

Luca Mascolo (Padre e Terzo attore), Massimo Odierna (Padre e Terzo attore),

Alice Pagotto (Madama Pace), Sara Putignano (Madre)

e con gli attori diplomati all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

nell’anno accademico 2015/2016: Luca Carbone (Suggeritore), Gloria Carovana (Prima attrice),

Matteo Cecchi (Giovinetto), Cosimo Frascella (Macchinista), Stefano Guerrieri (Secondo attore),

Marina Occhionero (Bambina), Luca Tanganelli (Primo attore), Zoe Zolferino (Seconda attrice)

Coproduzione Centro Teatrale Santacristina e Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

in collaborazione con Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”

Orari: martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì, 20.30; domenica, 16. Lunedì riposo.

Mercoledì 10 maggio, ore 15 (pomeridiana per le scuole) e 20.30; sabato 20 maggio, ore 15 e 19.30

Durata: 90 minuti senza intervallo

Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro

Informazioni e prenotazioni 0242411889 – www.piccoloteatro.org

News, trailer, interviste ai protagonisti su www.piccoloteatro.tv

Franco Branciaroli regista e interprete di Enrico IV di Pirandello


Martedì 5 gennaio 2016, al Teatro Carignano di Torino debutterà ENRICO IV di Luigi Pirandello, con la regia di Franco Branciaroli, le scene e i costumi di Margherita Palli e le luci di Gigi Saccomandi.

Lo spettacolo è interpretato dallo stesso Branciaroli nel ruolo di Enrico IV e da Viola Pornaro (La Marchesa Matilde Spina), Valentina Violo (Sua figlia Frida), Tommaso Cardarelli (Il giovane Marchese Carlo di Nolli), Giorgio Lanza (Il Barone Tito Belcredi), Antonio Zanoletti (il Dottor Dionisio Genoni), Sebastiano Bottari (Landolfo – Lolo), Mattia Sartoni (Arialdo – Franco), Andrea Carabelli (Bertoldo – Fino), Giovanni Battista Storti (Il vecchio cameriere Giovanni).
Enrico IV, prodotto da CTB Centro Teatrale Bresciano/Teatro de Gli Incamminati, sarà replicato al Carignano per la Stagione in abbonamento del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale fino a domenica 17 gennaio.

In bilico tra follia e finzione, tra manipolazione della verità e impossibilità di calarsi nella realtà del mondo, Enrico IV narra la fuga dal reale attraverso il teatro. Dopo il vecchio mattatore shakespeariano di Servo di scena di Harwood, Il Teatrante di Bernhard e Don Chisciotte di Cervantes, Branciaroli mette in scena per la prima volta un testo di Pirandello, scegliendo la crudeltà e la spietatezza di questo dramma sul rifiuto del mondo e delle sue convenzioni.

Opera in 3 atti, scritta nel 1921 e rappresentata per la prima volta nel 1922, Enrico IV è uno studio sul significato della pazzia e sul tema del rapporto complesso e inestricabile tra personaggio e uomo, finzione e verità. Pirandello si avvicina alla psicanalisi freudiana dopo la malattia della moglie Antonietta, lunga e penosa discesa nei gironi della follia che influenzerà la produzione del drammaturgo, amplificando i temi della perdita dell’Io e del contrasto tra vita e forma che connotano le sue principali opere.

Enrico IV è la recita di una recita: quella di una cavalcata in costume dove i partecipanti scelgono di vestire i panni di un personaggio storico e della sua dama. Il protagonista, che vent’anni dopo la caduta che lo ha fissato nel tempo insieme al travestimento, mantiene il nome del suo personaggio storico, è vittima non solo della follia, ma anche dell’impossibilità di adeguarsi al modus vivendi di chi lo circonda.

 

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE

 

La produzione del Teatro Carcano di Sei personaggi in cerca d’autore ha debuttato in sede nell’ottobre 2008, accolta con estremo calore dal pubblico e gratificato da ottime recensioni. Dopo la ripresa milanese nell’aprile 2010, lo spettacolo torna per la terza volta nella sala di corso di Porta Romana al termine di una tournée che, tra marzo e aprile, ha toccato le città di Barletta, Roma, Vercelli, Lucca, Carpi, Bergamo, Varese e Livorno.

Giulio Bosetti, profondo conoscitore del teatro pirandelliano e soprattutto di questo testo, che interpretò una prima volta giovanissimo nel ruolo del “Figlio” e negli anni della maturità in quello del “Padre” in due acclamate messinscene, ha diretto questo allestimento in modo esemplare, con amore, rigore e rispetto, ponendo particolare attenzione nei dettagli, nella precisione della dizione, nella cura dei movimenti e soprattutto nell’incidenza della parola. Interpreti principali dello spettacolo Antonio Salines, il Padre, ambiguo e problematico; Edoardo Siravo, il Direttore-Capocomico, pacato e curioso; Silvia Ferretti, la Figliastra, passionale e lacerata; Paola Rinaldi, la Madre, composta e dolente; Marina Bonfigli, Madama Pace, equivoca e affilata. Un’opera fondamentale, un capolavoro assoluto che, edizione dopo edizione, continua ad affascinare il pubblico, stregato dalla sua misteriosa teatralità.

Ci fa piacere trascrivere la breve nota che Bosetti volle inserire nel programma di sala e che ben evidenzia la sua predilezione per questo testo.

 

Chi non ha visto Sei personaggi? Chi non ne è rimasto sorpreso e affascinato la prima volta, e poi l’ha voluto rivedere e di nuovo l’emozione è tornata?

Molte sono le edizioni proposte in questi ultimi anni. E perché allora riprenderlo? Il fatto è che solamente vedendolo e rivedendolo lo spettatore potrà cogliere il fondo della sua misteriosa teatralità. E poi ci sono i giovani, che non l’hanno mai visto. Non possiamo privarli di questa scoperta, se li vogliamo anche spettatori di domani.

Sei personaggi è esploso negli anni Venti, ma è rimasto in vita per ogni generazione, e chiunque abbia scritto di teatro non ha potuto fare a meno in seguito di tenerne conto.

Da parte mia posso dire di essere stato a lungo vicino a questo testo. Fui “il Figlio” all’inizio della mia carriera, nella messa in scena con maschere curata da Gianfranco De Bosio. E poi lo misi in scena io negli anni Settanta e lo replicai a lungo recitando il ruolo del “Padre”. E ancora fui “il Padre” negli anni Ottanta, quando chiamai Peppino Patroni Griffi per la regia, e Peppino ci fece ottenere un successo clamoroso, che si ripeteva ogni sera in tutti i teatri della penisola.

Ecco: ricordando Peppino e il lavoro fatto da lui mi occuperò della nuova messa in scena, che voglio dedicare ai giovani. Vedendo per la prima volta Sei personaggi si sentiranno partecipi di una grande avventura teatrale.                                                                                                                 

 

Orari feriali ore 20,30 – domenica ore 15,30 -lunedì riposo – Martedì 17/4 solo alle ore 10,30 (per le scuole)

Prezzi poltronissima € 34,00/balconata € 25,00

Per informazioni e prenotazioni 02/55181377 – 02/55181362

Per scuole e gruppi organizzati 02/5466367 – 02/55187234

E’ valido l’abbonamento “Invito a teatro”

Prevendite on-line www.vivaticket.it; www.ticketone.it; www.happyticket.it

davide falco 

Teatro Carcano – corso di Porta Romana, 63 – 20122 Milano – www.teatrocarcano.com