Alessandro Ragazzo: “Ehi tu”

Alessandro Ragazzo EhiTu
Alessandro Ragazzo EhiTu

Da venerdì 8 marzo sarà disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Ehi tu”, scritto da Alessandro Ragazzo, prodotto da Nularse, co-prodotto, mixato e masterizzato da Stefano Giungato presso gli studi di Indiehub a Milano, immerge direttamente l’ascoltatore nella dimensione descrittiva voluta dal giovane cantautore veneto.

E usciamo la sera tardi per non essere diversi, diversi da tutti gli altri
E bere come matti fumare e operarsi senza guanti buttare a terra i santi

Le parole evocano situazioni tipiche della quotidianità di chi vive la periferia. Sullo sfondo Marghera, città industriale decaduta dopo i fasti degli anni ‘70-’80:

«Marghera è collegata molto a questo brano perché è periferia, perché è vita di strada perché persone sensibili che nascono in ambienti così e hanno situazioni molto difficili, si buttano via ma è solo un disperato bisogno di amore ed attenzioni.»

Il cantautore prosegue sfogandosi:
«Penso a chi si è avvicinato all’eroina perché non aveva nulla, una passione, una famiglia o qualcuno che potesse credere in loro.
Penso ad una persona estremamente fragile ed intelligente che cresce in un ambiente senza sensibilità che è costretto a reprimere tutto perché deve adattarsi all’ambiente in cui è nato.
Penso ai ragazzi di periferia, che fanno fatica a seguire un sogno ma hanno con una grande libertà nel cuore che probabilmente non sanno di avere.
Penso a chi cerca fortuna in una slot machine.
Penso a quanto avere degli “esempi negativi” sotto gli occhi in continuazione mi abbia spinto a cercare di fare qualcosa di bello, a studiare la musica ad avere una passione.
Penso anche a quante personalità diverse e opposte potessero ritrovarsi in un parchetto e come ogni diversità si annullasse e fossimo tutti sullo stesso piano.
A quanto pare partire da un luogo con meno possibilità mi ha aiutato a crearmi un mondo interiore in cui ripararmi e sognare.»

Folco Orselli allo Spirit de Milan

F O 3annalisafontolan
F O 3annalisafontolan

Da martedì 27 novembre sarà disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming “Blues in Mi – Vol. 1” (Muso Records-Moletto/Self-IDM) il nuovo disco del cantautore Folco Orselli, che inizia un lungo percorso musicale sulla sua città dal titolo “Blues in Mi: periferia identità di Milano”.

«Da questo disco è scaturito un progetto più ampio dal titolo “Blues in Mi: periferia identità di Milano” – commenta Folco Orselli – trattasi di una serie di docufilm, diretti da Il Terzo Segreto di Satira e ideati da me e dal mio staff creativo, che gireremo lungo il 2019 e che racconteranno, attraverso le mie canzoni, il lato più blues di Milano, i suoi quartieri, la sua gente e l’esperimento continuo di integrazione tra culture, vera sfida sociale dei prossimi anni.»

La sera stessa del giorno di uscita, alle ore 21.30, Folco Orselli presenterà il suo nuovo disco allo Spirit de Milan (via Bovisasca, 59 – ingresso gratuito su prenotazione scrivendo a bluesinmi@folcoorselli.com entro il 23 novembre) nel quartiere Bovisa a Milano, una delle periferie simbolo del capoluogo lombardo.

La presentazione, condotta da Ezio Guaitamacchi, sarà realizzata durante la serata di Rock Files Live!, in onda lunedì 3 dicembre, alle ore 23, su LifeGate Radio. Hanno contribuito alla realizzazione del concerto gli sponsor Blue Underwriting Agency e Stranovario s.r.l. La presentazione sarà il punto di partenza per una serie di eventi lunga un anno che culminerà il novembre del prossimo anno quando verrà presentato il secondo volume: “Blues in Mi – Vol. 2”.

«Ho riunito i musicisti con cui suono da sempre e abbiamo registrato questi pezzi – commenta ancora Folco Orselli – che sono un compromesso tra la forma canzone e il blues e che andranno a finire in due dischi: Blues in MI volume 1, che presentiamo ora e, Blues in Mi volume 2 che presenteremo a Novembre 2019.»

Atm: novità trasporto pubblico

atm-nuovi-orari-
atm-nuovi-orari-

Continua il potenziamento capillare delle linee del trasporto pubblico. Da lunedì 1° ottobre Atm aumenta i collegamenti per chi si sposta nei quartieri della Barona, Quarto Cagnino e anche Cusano Milanino. Novità per le linee 71, 78, 727 e per i bus di quartiere Q46 e Q71.

“Sempre più capillare e funzionale la rete del trasporto pubblico – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente -. Vogliamo semplificare e rendere utili ai cittadini gli spostamenti anche nei quartieri di periferia, con un’attenta analisi delle esigenze, spostando fermate e potenziando le percorrenze negli orari di maggiore utilizzo”.

Questi i principali cambiamenti che riguardano la linea 71 e la nuova 59 nella tratta Romolo-Famagosta-Porta Lodovica. Per facilitare il collegamento tra Romolo M2, Famagosta M2 e Porta Lodovica, nelle ore del giorno e fino alle 22 il servizio cambia con due linee: la 71, i bus coprono come sempre la tratta Romolo-Famagosta e la nuova 59 che percorre la tratta Famagosta-Porta Lodovica, con frequenze potenziate nelle ore di punta.

Il bus di quartiere Q71 perde la Q e diventa un servizio di linea. Dopo le 22, infatti, i bus della linea 71 servono l’intera tratta Romolo-Famagosta-Porta Lodovica passando anche da piazza XXIV Maggio. La linea Q46 estende l’area di servizio. I bus di quartiere Q46 migliorano le frequenze e servono anche via Biella, via Martini, via Lope de Vega e viale Famagosta, sostituendosi alla linea Q71.

Novità anche per la linea 78 che arriva a Quarto Cagnino. I bus mantengono il percorso di sempre fino all’Ospedale San Carlo e poi entrano nel quartiere Quarto Cagnino ed effettuano alcune fermate in punti strategici per il quartiere.

Infine, i bus della linea 727 che prolungano il percorso a Cusano Milanino e fanno capolinea alla stazione ferroviaria di Cormano-Cusano, agevolando l’interscambio con le linee suburbane S e i treni regionali.

Per il dettaglio dei percorsi e delle fermate: www.atm.it

“Il fanciullino della Bovisa”

Fanciullino_phSerena Serrani2
Fanciullino_phSerena Serrani2

Sabato 26 maggio dalle ore 15 la suggestiva Bocciofila di via Candiani attende la città per una lunga giornata evento, totalmente ad ingresso gratuito, per far festa insieme e presentare – alle ore 21 – gli esiti de “Il fanciullino della Bovisa”, progetto territoriale culturale e sociale legato alla periferia urbana, incentrato per questa nuova edizione – dopo quella dello scorso anno dedicata alla Chiesa Rossa – sul quartiere milanese Bovisa – Dergano.

Un progetto che prende avvio dalla convinzione che per migliorare la vivibilità di una periferia oltre a sociologia e urbanistica, sia necessaria anche l’arte, capace come null’altro di indagare i luoghi, le visioni e le ferite più profonde dell’anima.

ingresso libero | possibilità di cenare a prezzi popolari
Bocciofila via Candiani, 26 – Milano
INFO E CONTATTI – boilermilano@gmail.com

Atm: potenziate alcune linee di periferia

atm_1milione_chilometri_aggiuntivi.jpg
atm_1milione_chilometri_aggiuntivi.jpg

Prosegue il piano di potenziamento delle linee Atm: parte lunedì 5 febbraio il potenziamento del collegamento con Linate con l’anticipo del servizio, miglioramenti anche su alcune linee di periferia come Barona, Adriano, Vigentino. I cambiamenti riguardano gli autobus 73, 34, 71 e 86.

Progressivamente il Comune e l’azienda di trasporti milanese stanno portando avanti una serie di potenziamenti sulle linee di superficie che servono i quartieri di periferia per incrementare i collegamenti e l’efficienza. I miglioramenti attivi da lunedì riguardano anticipi di servizio la mattina, maggiori frequenze durante la settimana, nei festivi o negli orari di ‘morbida’, più regolarità nelle corse anche per facilitare l’interscambio con le metropolitane e migliorare la qualità degli spostamenti in periferia.

Nel dettaglio i cambiamenti riguardano la linea 73: anticipo dell’orario delle prime corse per favorire il collegamento con Linate. In precedenza le prime partenze da Duomo erano alle ore 5,33 e 5,58 con arrivo all’aeroporto di Linate alle ore 5,57 e 6,22. Il nuovo servizio prevede partenze alle ore 5,03 – 5,23 -5,43 e 6,00 con arrivo all’aeroporto di Linate alle ore 5,27 – 5,47 – 6,07 – 6,24.

La linea 34 migliora il servizio nei giorni festivi e amplia la tratta da Quartiere Fatima a via Quaranta, sull’intero percorso Quartiere Fatima – via Toffetti con interscambio a Brenta M3, come nei giorni feriali, attuando così una richiesta proveniente dai quartieri e dal Municipio. In precedenza nei festivi, l’interscambio era solo con le linee 24 e 95 e non raggiungeva la metropolitana.

Potenziamento anche della linea 71, nella fascia di ‘morbida’ diurna tra le ore 9,00 e le 16,30 nei giorni dal lunedì al venerdì, le frequenze passano dagli attuali 14-15 a 12-13 minuti.
Questa linea che serve importanti quartieri di periferia tra il Municipio 5 e il Municipio 6, ha un lungo percorso che in alcuni tratti subisce perturbazioni dal traffico privato. Questo è un passo ulteriore di potenziamento, ma la linea sarà oggetto di attento monitoraggio per individuare sempre migliori soluzioni.

La linea 86 viene potenziata nella fascia di punta mattutina dal lunedì al venerdì da Gobba M2 verso Ca’ Granda M5, quindi a servizio in particolare della tratta da Quartiere Adriano in direzione Precotto M1, dove è stato riscontrato il maggior riempimento dei bus, e la necessità di potenziamento.

I passaggi da Quartiere Adriano nell’ora di punta compresa tra le ore 7,00 e le ore 8,00 passano da 7 corse con frequenza 10-11 minuti a 8 corse con frequenza 8-9 minuti. La linea sarà monitorata per studiarne progressivi miglioramenti.

Per ogni dettaglio è possibile consultare il sito web di Atm www.atm.it