Feste di piazza, presepi e altro ancora per il Natale

Nott de Bisò - - Copy Cral ospedaliero A_ Banzola
Le Terre di Faenza, fra pianura e collina in provincia di Ravenna, anche nel periodo invernale propongono molti appuntamenti e iniziative di natura turistica, per chi è alla ricerca di cultura, ottima enogastronomia, ma anche di relax. Passeggiando fra le strade e le viuzze dei borghi, le piazze, i palazzi di Faenza, Casola Valsenio, Riolo Terme, Brisighella, Castel Bolognese sarà possibile scoprire le bellezze di questo territorio e le molte iniziative in programma dal 6 dicembre 2015 all’inizio del nuovo anno, all’insegna del Natale, delle festività del periodo e delle tradizioni locali.

La città di Faenza ha in programma due eventi che fanno parte della cultura e della tradizione cittadina. L’8 dicembre ci sarà la Sagra del Torrone. In occasione della festa dell’Immacolata Concezione, il centro storico si riempie dei profumi e del sapore del torrone, tra sfavillanti luminarie e le vetrine delle numerose botteghe ceramiche.
Tradizionale festa folcloristica che si svolge nella splendida cornice della Piazza del Popolo della città Manfreda il 5 gennaio di ogni anno, La Nott de Bisò conclude le iniziative legate al Niballo-Palio di Faenza: giostra tra cinque cavalieri rionali che si svolge nella quarta domenica di giugno. Il Niballo –  che deve il suo nome ad Annibale, antico nemico proveniente da oltre mare – viene bruciato la notte di vigilia dell’Epifania come segno conclusivo dell’anno e simbolo di tutte le avversità e problemi che ognuno vorrebbe “bruciare” per cominciare una nuova vita.

Bruciarlo e berci sopra, come succede nella Nott de Bisò, è quindi un allegro sberleffo alla malasorte. Secondo la tradizione, il Niballo giunge nella Piazza del Popolo su un carro trainato da buoi: a trasportarlo e portarlo al rogo è il Rione vincitore del Palio dell’anno appena trascorso.

Il culmine della festa è a mezzanotte quando il rappresentante del Rione vestito in un tradizionale costume cinquecentesco appicca il fuoco al maestoso fantoccio. In quel momento più che mai si vuoteranno i caratteristici “Gotti” ricolmi di “bisò”, cioè le caratteristiche ciotole colme di vino caldo, bollito con aromi e spezie. Il “gotto” è simbolo dei cinque Rioni e della città di Faenza e viene proposto ogni anno con uno stile decorativo diverso.

Numerosi e variegati i presepi.
A Riolo Terme nella frazione di Borgo Rivola, dal 20 dicembre al 31 gennaio nei pressi della Chiesa della Costa sarà visibile un presepe meccanico con scene in movimento, realizzato interamente con materiali di recupero.

Nella frazione di Pieve Cesato di Faenza sarà possibile ammirare un originale presepe artistico statue in cartapesta a grandezza naturale (dal 24 dicembre al 31 gennaio), mentre nella frazione di Corleto il presepe sarà allestito all’interno della splendida cripta del X Secolo della Pieve di Santo Stefano (dal 25 dicembre al 31 gennaio). A Faenza città, invece, nella chiesa di San Francesco ci sarà il tradizionale presepe animato (dal 24 dicembre al 6 gennaio).

A Castel Bolognese il 22 dicembre prenderà vita il Presepe vivente, tra fuochi, fiaccole e la rappresentazione dei mestieri di un tempo. Presepe vivente anche nella suggestiva cornice del centro storico medioevale di Brisighella, il 26 dicembre.
A Casola Valsenio da non perdere è quello monumentale realizzato in muratura (con mattoni, pietre, cemento, ferro e legno) nella frazione di Prugno (dal 13 dicembre al 31 gennaio).
Sempre a Casola Valsenio il primo gennaio si terrà il tradizionale concerto itinerante per le vie del paese quale segno benaugurale per il nuovo anno.

Per festeggiare il Capodanno in piazza.
Sono tre gli appuntamenti in programma nella lunga notte del 31 dicembre: a Faenza con musica e spettacoli dal vivo, a Brisighella con un grande falò, a Riolo Terme all’interno della Rocca con animazione per bambini e famiglie.

Inoltre.
La Rocca di Riolo Terme per tutto il periodo natalizio sarà al centro di molte iniziative a tema: il 6 dicembre ci sarà un laboratorio creativo per bambini e ragazzi, il 12 un laboratorio di addobbi natalizi usando materiale di riciclo, il 27 un’avvincente caccia al tesoro per bambini all’interno delle stanze della Rocca, il 6 gennaio un pomeriggio di animazione per bambini e la preparazione della calza della Befana.

Dal 12 dicembre al 6 gennaio, in contemporanea alla Rocca di Riolo Terme e al Museo Civico di Castel Bolognese sarà allestita la mostra personale del ceramista Sante Ghinassi.

Per informazioni generali su tutti gli eventi:
Terre di Faenza tel. 0546 71044 www.terredifaenza.it

 

A Radio Italia è già Natale

image001
A Radio Italia è già Natale: dal 16 al 25 Novembre, tutti i giorni, tanti regali per gli ascoltatori! Giocare è semplice: al suono di un campanellino natalizio, che annuncerà in diretta i momenti gioco, gli ascoltatori saranno invitati ad inviare un sms o un messaggio WhatsApp al numero 342.4113551 con scritto “Natale a Radio Italia + nome cognome e città”.

Tra tutti gli sms e messaggi ricevuti, verrà scelto un fortunato ascoltatore che giocherà in diretta con gli speaker e dovrà indovinare la parola nascosta dall’inconfondibile risata di Babbo Natale in uno spezzone di una canzone italiana.

La risposta esatta darà l’opportunità di mettere sotto l’albero di Natale uno dei seguenti regali: macchine del caffè Lavazza, estrattore a freddo Philips, Kitchen Machine Kenwood, macchina fotografica reflex Nikon, Go pro, videocamere Canon, videocamera Sony, micro HiFi Pioneer, lettori dvd portatile Philips, tablet Samsung, computer portatile HP, iPhone6 Apple, smartphone Samsung, navigatori TomTom, iPad mini (tablet) Apple, iPad air 2 Apple, smartwatch Garmin, cuffie Marley, speaker Marley, viaggio in Malesia, settimana bianca Blu Hotels, weekend Blu Hotels.

Alessandro Volanti, responsabile marketing Radio Italia: <<Nonostante i tempi difficili che stiamo attraversando, anche quest’anno abbiamo deciso di regalare ai nostri ascoltatori un Natale speciale e di riproporre, per il settimo anno consecutivo, questa bella iniziativa mirata a premiare la loro fedeltà>>.

Natale e Capodanno a Milano Marittima

Evento_67
In occasione delle feste di Natale e Capodanno la località di Milano Marittima ha allestito  un programma di iniziative particolari per un break natalizio pieno di charme in collaborazione con Comune, Proloco Milano Marittima, Associazioni di Categoria e Cooperativa Bagnini.

 In particolare sarà approntata una pista del ghiaccio di grandi dimensioni intorno alla rotonda 1° Maggio e sarà la più grande d’Europa: circa 900 mq di ghiaccio unitamente  a un ricco programma di spettacoli ed animazione. La pista si snoderà attorno al villaggio di Natale dove  saranno collocate   le casette gourmet con proposte legate alle eccellenze gastronomiche del territorio e la gestione dell’offerta gastronomica  sarà a cura degli imprenditori locali, mentre nelle vie dell’area pedonale che portano alla Rotonda 1° Maggio è previsto un mercatino natalizio con articoli da regalo e oggettistica  a contesto  natalizio.

Un programma  di iniziative si terrà in tutti i weekend delle feste dal 6 dicembre fino al 10 gennaio. Fra le varie attività non mancheranno quelle dedicate ai bambini e le  iniziative per tutta la famiglia.

Il presepe artistico realizzato dagli studenti della Accademia di Brera in occasione del centenario della fondazione di Milano Marittima verrà collocato sulla rotonda 1° Maggio mentre l’atmosfera natalizia sarà scandita da musica  diffusa, addobbi  e sfavillio di luci.

Considerato il successo delle precedenti edizioni, il 2 gennaio ritorna la Fashion Night, la notte del divertimento e dello shopping in notturna con novità, spettacoli e animazione nell’anno nuovo, con l’augurio di un buon inizio 2016.

Ulteriore novità ed unica nel suo genere del Natale 2015 è l’apertura degli stabilimenti balneari che saranno attivi attraverso la ristorazione ma con eventi e animazione. L’apertura degli stabilimenti potrà offrire  agli ospiti un’atmosfera straordinaria  che vede il mare da un’altra prospettiva, quella della bellezza dei luoghi naturalistici e della fruibilità senza confini stagionali: si potrà pranzare sulla spiaggia guardando il mare anche mentre fuori la neve scende sulla sabbia oppure  il sole continua a splendere  riflettendosi sul mare

“E’ la prima volta che Milano Marittima ha un programma di eventi natalizi così importanti e ricco di novità  hanno dichiarato il Sindaco e gli Assessori al Commercio Rossella Fabbri ed al Turismo Roberta Penso:  si tratta di  un calendario caratterizzato da forte integrazione fra le varie iniziative che si svolgono sul territorio e complementare alle proposte del centro di Cervia legate soprattutto a tradizione, storia locale e ambiente”.

(Carlo Torriani)

 

Natale nelle Grotte

natale-nelle-grotte
Dal 1° dicembre 2015 al 12 gennaio 2016 l’incredibile contesto delle Grotte di Castellana accoglierà la terza edizione di NATALE NELLE GROTTE, uno degli eventi più suggestivi legati al Natale mai organizzati all’interno delle Grotte.

Qui, nel complesso di cavità sotterranee considerato tra i più spettacolari d’Italia, si susseguiranno per più di un mese eventi musicali, sotto la direzione artistica del maestro EUGENIO FINARDI (che ha definito un cast con nomi di primo piano della musica italiana) e eventi artistici e religiosi, con la direzione artistica di PINO SAVINO (direttore artistico delle Grotte di Castellana S.r.l.).

Un ulteriore passo di un percorso che il cantautore milanese ha intrapreso nel nuovo millennio, fatto di esplorazioni artistiche e di compimento di desideri coltivati spesso sin dall’infanzia.

«Ho suonato da poco in questo luogo carico di storia e mistero – racconta Eugenio Finardi – Quando la sera, a fine concerto, la dirigenza delle Grotte di Castellana mi ha chiesto di curare la programmazione musicale della rassegna natalizia nelle Grotte, ho accettato con gioia. Ricordo quando, da bambino, mio padre mi portava a esplorare queste grotte, durante i viaggi in auto verso Ostuni, dove viveva uno zio violinista. Una sera all’interno delle Grotte ho assistito a un concerto di un quartetto d’archi: vorrei ricreare quell’emozione musicale adesso e sono sicuro che lo spettacolo che proporranno gli artisti che sto coinvolgendo sarà unico nelle sonorità e nelle suggestioni. Le Grotte sono così particolari dal punto di vista acustico e strutturale che “entrano” nello show e lo rendono magico, irripetibile».

 Le Grotte di Castellana, il cui direttore artistico è Pino Savino – un complesso di cavità sotterranee di origine carsica, di notevole interesse turistico, tra i più belli e spettacolari d’Italia – sono ubicate nel Comune di Castellana-Grotte, a circa 1,5 km dall’abitato. Si sviluppano per una lunghezza di 3348 metri e raggiungono una profondità massima di 122 metri dalla superficie. La temperatura degli ambienti interni si aggira attorno ai 16,5°C. Situate alle porte della Valle d’Itria, a pochi chilometri da borghi incantevoli come Alberobello, Cisternino, Polignano a Mare, le Grotte di Castellana si aprono nelle Murge sud orientali – a 330 m s.l.m. – sull’altopiano calcareo formatosi nel Cretaceo superiore, circa novanta-cento milioni di anni fa.

La bellezza delle Grotte di Castellana richiama visitatori da tutto il mondo, e dal giorno della loro apertura al pubblico, più di 15 milioni di persone hanno percorso le sue vie sotterranee. La visita alle Grotte si snoda lungo un percorso di 3 Km: una straordinaria escursione guidata, a circa 70 metri di profondità, in uno scenario stupefacente, dove caverne dai nomi fantastici, canyon, profondi abissi, fossili, stalattiti, stalagmiti, concrezioni dalle forme incredibili e dai colori sorprendenti sollecitano la fantasia di bambini e adulti. Le Grotte di Castellana sono, quindi, a pieno titolo, un’imperdibile occasione per ammirare uno dei luoghi naturali più sorprendenti di una Puglia meravigliosa.

www.grottedicastellana.it

https://www.facebook.com/castellanacaves

https://www.youtube.com/channel/UCAaxqT9dPFb_KiAgb0m3oxw

“Natale con i Piccoli Cantori di Milano”

cover Natale con i Piccoli Cantori di Milano
In vista del prossimo Natale e dopo il grande successo ottenuto dalla collana Giocastrocche, il coro dei Piccoli Cantori di Milano ha realizzato una straordinaria compilation “Natale con i Piccoli Cantori di Milano”, che raccoglie i brani più famosi della tradizione natalizia internazionale.

La compilation, doppio CD in digipack deluxe e distribuita da Artist First,  sarà disponibile da venerdì 30 ottobre in tutti i negozi di dischi e acquistabile sugli store digitali al prezzo di 9,99€.

Il progetto discografico vede i bambini del coro alle prese con la reinterpretazione e l’esecuzione dei classici natalizi, partendo dalla tradizione italiana di Tu Scendi Dalle Stelle per giungere al pop statunitense di Jingle Bell Rock, passando per lo spirito gospel di Oh Happy Day  fino alle hit del cinema di animazione come Facciamo Un Pupazzo Insieme?,  tratta dal film di enorme successo mondiale FROZEN – Il Regno di Ghiaccio, accompagnato anche da un videoclip realizzato durante la registrazione del brano in studio.

 Non si tratta soltanto di cover: appositamente per questo progetto, infatti, sono state composte quattro canzoni inedite a firma di prestigiosi compositori. Scoprirò Babbo Natale scritta scritta da Janna Carioli e Aldo Valente -autori storici della trasmissione per bambini Melavisione- e che racconta la storia di un bambino che decide di stare sveglio per scoprire chi è Babbo Natale ma poi si fa tardi, si addormenta e la mattina successiva trova i regali e con il pensiero spera di poterlo conoscere il Natale successivo; Natale è di più, composta da Emilio Di Stefano, è il brano più profondo che vuole portare alla luce il vero significato profondo di questa festività, andando oltre agli oggetti materiale che la rappresentano;  Natale tutto l’anno di Mario Gardini è un invito a vivere il Natale tutti i mesi dell’anno e Buon Natale, un semplice augurio accompagnato dalle musiche di Stefano Barzan e Michela Casazza.

La direzione artistica è affidata a Laura Marcora, mentre gli arrangiamenti sono curati da Stefano Barzan,  Valeriano Chiaravalle, Franco Fasano, Mario Natale e Aldo Valente.

I Piccoli Cantori di Milano formano un coro di voci infantili fondato nel 1964 da Niny Comolli, diplomata al conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e per un quarto di secolo apprezzata pianista nell’Orchestra della RAI di Milano. Il gruppo, composto da un numero variabile tra i 70 e i 100 elementi dai 5 ai 14 anni di età, è diretto dal 1985 da Laura Marcora, musicista e nipote della fondatrice Niny Comolli.