“Viene Natale (Se stiamo lontani staremo vicini)”

COMPOSIT-FOTO_Viene Natale (Se stiamo lontani staremo vicini)
COMPOSIT-FOTO_Viene Natale (Se stiamo lontani staremo vicini)

La Regione Siciliana e la Fondazione Giglio di Cefalù danno vita al progetto solidale SICILIA PER L’ITALIA.

Artisti, band e orchestre di tutta la Sicilia offrono per l’occasione le loro voci e i loro strumenti per cantare e suonare insieme il brano inedito “VIENE NATALE (Se stiamo lontani staremo vicini)” (Puntoeacapo / Artist First), da domani, martedì 22 dicembre, in radio e disponibile su tutte le piattaforme streaming e in digital download (https://lnk.to/VieneNatale).

Il brano è stato scritto da Kaballà, Vincenzina Cirillo e Lello Analfino, musiche di Kaballà, produzione artistica di Christian Rigano e produzione esecutiva di Nuccio La Ferlita e Alessandra Nalon.

Gli artisti e i musicisti coinvolti sono: CARMEN CONSOLI, ROY PACI, NINO FRASSICA, ROSARIO FIORELLO, MARIO BIONDI, MARIO VENUTI, SUOR CRISTINA, GIOVANNI CACCAMO, DEBORAH IURATO, LOREDANA ERRORE, MARIO INCUDINE, KABALLÀ, IVAN SEGRETO, LELLO ANALFINO, GIUSEPPE ANASTASI, ROBERTA FINOCCHIARO, SILVIA SALEMI, MIELE, CARLO MURATORI, DARIA BIANCARDI, LIDIA SCHILLACI, CORO INTERSCOLASTICO VINCENZO BELLINI DI CATANIA, DANIELA GIAMBRA, PICCIOTTO, MASSIMO YOUTH ORCHESTRA-ORCHESTRA GIOVANILE DEL TEATRO MASSIMO DI PALERMO, PATRIZIA LAQUIDARA, ROSARIO DI BELLA, SHAKALAB, TONY CANTO, VINCENZO SPAMPINATO, CATERINA ANASTASI e MANOLA MICALIZZI dei BABIL ON SUITE.

“Viene Natale (Se stiamo lontani staremo vicini)” è un progetto di promozione della salute e sensibilizzazione verso i corretti comportamenti da seguire in occasione delle festività natalizie per contrastare il coronavirus ed un’opera di solidarietà per trasmettere un messaggio di resilienza e speranza verso il futuro. Una melodia e un testo che arriva dritto al cuore con la consapevolezza che questo Natale sarà diverso e che il regalo più bello che possiamo farci è restare lontani per tornare presto ad essere vicini.
Una nota che parte dalla Sicilia, supera i confini dell’isola per sostenere chi ha bisogno e abbracciare tutti in un momento così difficile.

Il progetto Sicilia per l’Italia ha come ulteriore obiettivo quello di raccogliere fondi a sostegno delle famiglie degli operatori sanitari che hanno sacrificato la propria vita in prima linea negli ospedali italiani. A questo scopo verranno devoluti anche i proventi del brano “Viene Natale (Se stiamo lontani staremo vicini)”.
La Fondazione Giglio ha attivato un conto dedicato per ricevere donazioni libere (IBAN: IT78Y0521643260000000091315).

Electroclassic Festival – secondo appuntamento

secondo-appuntamento-con-i-progetti-vincitori-del-contest-call-for-electroclassic
secondo-appuntamento-con-i-progetti-vincitori-del-contest-call-for-electroclassic

Domani, venerdì 27 novembre 2020, alle ore 21:30 si terrà il secondo appuntamento con gli altri due progetti vincitori del contest “CALL FOR ELECTROCLASSIC”. SILVIA CIGNOLI e SABRINA DE MITRI presenteranno rispettivamente i progetti “ASCENSIONAL LABYRINTH” e “LA ROSA DEI VENTI”, in diretta streaming dallo Spazio Tadini di Milano, sui canali ufficiali del Festival.

In un dialogo ideale fra strumenti del passato e suoni contemporanei, SILVIA CIGNOLI realizzerà un set in cui gusli, chitarra elettrica, effetti custom e loop station saranno i protagonisti di questo originale interscambio sonoro, mentre SABRINA DE MITRI improvviserà con il saxofono e la voce (anche recitando) accompagnata da effetti e loop station.

Call for Electroclassic, concorso rivolto a musicisti che elaborano elettronicamente sorgenti acustiche, è stato organizzato in collaborazione con il Corso di Sound Design della scuola di Arti Visive dello IED – Istituto Europeo di Design. Gli artisti, selezionati da una commissione composta da Floraleda Sacchi (Amadeus Arte), Piero Chianura (BigBox) e Painé Cuadrelli (IED) presenteranno al pubblico un proprio progetto di musica dal vivo realizzato attraverso l’integrazione tra strumenti acustici tradizionali ed elaborazione elettronica, anche in chiave multidisciplinare.

Per l’occasione, Painé Cuadrelli (sound designer, musicista, dj, e coordinatore del corso di Sound Design di IED Milano) ha realizzato ELECTROCLASSIC MIX, una speciale selezione di brani in cui elettronica e classica si incontrano. La raccolta, montata in un flusso continuo nella forma ibrida di selezione radiofonica e ‘mixtape’, in cui brani completi si alternano con frammenti e spezzoni sonori, è già fruibile su Mixcloud.

Marco Vezzoso e Alessandro Collina: “Italian Spirit”

ollinaVezzoso_foto di Paola Sibona
ollinaVezzoso_foto di Paola Sibona

Venerdì 6 novembre esce “ITALIAN SPIRIT” (Egea Music/Art in Live), il nuovo album di MARCO VEZZOSO e ALESSANDRO COLLINA, il duo jazz che ha conquistato il Sol Levante!

Il disco, che sarà disponibile sia in formato fisico che in digitale, raccoglie 11 tra le più belle canzoni della musica italiana reinterpretate in una raffinata versione strumentale per tromba e pianoforte. Da Vasco Rossi a Samuele Bersani passando per Lucio Dalla e i Tiromancino, gli artisti offrono una sapiente rilettura di indimenticabili brani di grandi artisti del , creando un ponte generazionale tra la musica leggera e il jazz.

Questa la tracklist di “Italian Spirit”: “Sally”, “Il mare d’inverno”, “Diamante”, “Enfant prodige” , “Sotto il segno dei pesci”, “Giudizi universali”, “A me me piace ‘o blues”, “Pensiero stupendo”, “Stasera che sera”, “Balla balla ballerino”, “Per me è importante”.

“Italian Spirit” è stato anticipato dalla versione strumentale di “SALLY”, una delle più belle ballate di Vasco Rossi, il cui video è visibile al seguente link: https://youtu.be/-DyBMrxXaJU.

La clip ripercorre attraverso le immagini il lungo viaggio della “Sally” del Blasco in un paese come la Cina, che è proprio dove è nato il brano in questa speciale versione, durante l’ultimo tour del duo jazz nel 2019.

I musicisti, ormai di casa nei paesi del Sol Levante (diversi tour in Giappone, in Indonesia, in Cina, in Malesia e in Cambogia), durante il loro primo concerto nella megalopoli di Guangzhou (Canton), hanno puntato su un brano italiano che a 10.000 km da casa nessuno conosceva ancora. Alla fine dell’esibizione il pubblico è esploso in un fragoroso applauso. Una scommessa vinta anche in Italia, tanto che Vasco Rossi ha espresso il suo apprezzamento condividendo sul proprio canale Instagram e sul proprio sito ufficiale il videoclip di “Sally” di Vezzoso e Collina.

Artisti Internazionali per Palazzo Marino in Musica

palazzo-marino-musica-
palazzo-marino-musica-

Per continuare a proporre la musica anche in questo momento di grave emergenza, la stagione 2020 di Palazzo Marino in Musica intitolata De Naturae Sonis sarà realizzata in dirette streaming da Sala Alessi fino a quando il pubblico non potrà tornare in sala per assistere ai concerti dal vivo. Sarà comunicata appena possibile la data del primo concerto in diretta.

Nell’attuale clima di grande smarrimento e incertezza, che ha visto chiudere teatri e sale da concerto, con l’impossibilità di vivere l’emozione della musica dal vivo, anche gli artisti sono stati chiamati a fare la propria parte, per regalare al pubblico, provato dalle preoccupazioni e dalla paura, momenti di poesia e bellezza necessari.

Da questa premessa e in attesa che la IX stagione di Palazzo Marino in Musica abbia inizio, in live streaming dalla Sala Alessi, i direttori artistici Davide Santi e Rachel O’Brien, con il supporto di EquiVoci Musicali, Irina Solinas e MAME – Mediterranean Ambassadors Music Experience, hanno ideato le iniziative #musicformilan e #microcosmi, che si inseriscono all’interno della stagione intitolata De Naturae Sonis dedicata alla profonda, intima e sfaccettata relazione tra musica, uomo e natura.

In questa suggestiva cornice del tema proposto da Palazzo Marino in Musica, #musicformilan intende richiamare l’attenzione sui doni che la natura fa all’uomo, tra i quali spicca, con straordinaria forza, proprio la musica, capace di declinarsi in mille sfumature a seconda della cultura, del paese e delle tradizioni che essa attraversa.

Un dono, dunque, quello della musica, trasmesso dalla natura all’artista e da quest’ultimo al suo pubblico e, in particolare, alla città di Milano, messa duramente alla prova dalla pandemia virale.

#musicformilan proporrà, attraverso il canale youtube dedicato, la diretta Facebook e Instagram dalle pagine Palazzo Marino in Musica, EquiVoci Musicali, MAME e in cross posting sulle pagine degli artisti, la Premiére di un video – tributo di un artista di fama internazionale, proveniente da terre di diverse tradizioni e influenze musicali, come Turchia, Palestina, Iran, India e appartenente alla realtà di MAME, una rete globale di musicisti ambasciatori, ideata da Irina Solinas.

Ad inaugurare il ciclo #musicformilan, domenica 3 maggio alle ore 12.00, sarà il Maestro Sandeep Das, uno dei principali virtuosi di Tabla nel mondo.

A tutto questo si aggiungerà la preziosa collaborazione della community di fotografi Perimetro, che lancerà una open call rivolta a fotografi professionisti e non, a supporto della rassegna Palazzo Marino in Musica, che indagherà la libera interpretazione del legame tra natura e musica. La call sarà lanciata appena saranno nuovamente possibili gli spostamenti in città.

“Cielo, la mia musica!”

Copertina Lodato libro DSE def
Copertina Lodato libro DSE def

Esce giovedì 30 gennaio, in abbinamento con il quotidiano La Sicilia e poi in libreria, il libro di Leonardo Lodato “Cielo, la mia musica!”.
Il volume, inserito nella collana “Giornalismo e società”, è il primo prodotto della Domenico Sanfilippo Editore, con il logo dei 75 anni dello storico quotidiano catanese, che cadono proprio quest’anno, ed esattamente, il 15 marzo.

Il confine tra mare e cielo è lieve. Acqua e aria si confondono. Quanto influiscono la luce del sole, il suo calore, nell’essere siciliani? E, ancor più, quanto conta se si è musicisti? E il cielo, soprattutto, come lo vede chi suona, chi canta, chi compone? Per dare una risposta a queste domande (e a tante altre), Leonardo Lodato, giornalista del quotidiano di Catania “La Sicilia”, capo servizio di Cultura e Spettacolo, ha intervistato 12 musicisti siciliani.

Quasi un calendario che, mese dopo mese, artista dopo artista, scandisce il nostro cammino tra le pieghe di chi l’arte la fa.
Interviste, tutte inedite, fuori dai canoni del giornalismo di routine, quando si è chiamati, da un lato a domandare e dall’altro a rispondere, soltanto di un nuovo disco o del tour imminente.

Stavolta, Bob Salmieri, Andrea Cantieri, Caterina Anastasi (Babil On Suite), Compagnia D’Encelado Superbo, Giuseppina Torre, Lello Analfino (Tinturia), Marian Trapassi, l’ex Denovo Mario Venuti, Paolo Buonvino, i Pupi di Surfaro, Roberta Finocchiaro e Rosalba Bentivoglio si sono prestati a questo gioco, a stendersi sul lettino dello psicanalista o, addirittura, a lasciarsi andare nel segreto del confessionale. Ognuno con i propri vizi e le proprie virtù, con i propri sogni, con le proprie certezze e con i propri desideri.

La prefazione del libro è curata da un vero e proprio “extraterrestre” della musica: il tastierista dei francesi Rockets, Fabrice Quagliotti che, negli anni Ottanta, con i suoi compagni di viaggio, ha conquistato l’Italia decretando il successo dello Space Rock.