Sequestrati sacchetti di plastica non a norma

Nucleo Antiabusivismo Milano
Nucleo Antiabusivismo Milano

Polizia Locale. Sequestrati 610mila sacchetti di plastica non a norma

Nell’ultimo biennio sono state oltre 8,5 milioni le borse per la spesa non conformi recuperate dal Nucleo Antiabusivismo di Milano

Milano, 18 febbraio 2020 – Un’operazione partita da un controllo presso il mercato settimanale di via Marco Aurelio ha portato al sequestro da parte del Nucleo Antiabusivismo della Polizia locale di Milano di 610mila sacchetti di plastica non a norma.

Il trasgressore, un cittadino di origine marocchina di 24 anni, è stato sanzionato per 18.400 euro per aver immesso in commercio sacchetti privi dei requisiti di compostabilità, biodegradabilità e riutilizzabilità e per aver svolto attività commerciale senza autorizzazione. Dopo aver assistito, infatti, alla cessione a titolo oneroso di sacchetti agli operatori del mercato, gli agenti hanno identificato la persona che li stava vendendo e controllato il furgone che utilizzava per il trasporto e la distribuzione, all’interno del quale è stata rinvenuta una prima tranche di circa 70mila borse senza etichettatura e loghi che ne indicassero requisiti di legge, denominazione e sede del produttore.

L’attività di ispezione è stata poi estesa all’interno di un box condominiale in zona Farini dove, da un’attività di osservazione precedente, era stato appurato che il trasgressore si recava con il furgone più volte alla settimana e dove sono state rinvenute altre 540.000 borse in plastica. Una campionatura di otto tipologie di sacchetti è stata trasmessa a laboratori Arpa per verificarne, attraverso le opportune analisi, la reale composizione.

L’operazione nasce nel quadro dell’azione di contrasto alla commercializzazione di sacchetti non conformi ai requisiti stabiliti dal Codice dell’Ambiente, che negli anni 2018 e 2019 ha portato al sequestro da parte del Nucleo Antiabusivismo della Polizia locale di Milano di 8,5 milioni di borse di plastica non a norma e all’identificazione e sanzionamento, tra Milano e provincia, di 15 distributori di borse e imballaggi che rifornivano di sacchetti illegali gli operatori di mercati settimanali e di attività commerciali in sede fissa. In alcuni casi le persone sono state anche indagate per frode in commercio.

Poca acqua non fa dormire

idratazione e sonno
idratazione e sonno

Meno 2 ore di sonno a notte: ecco quanto ci costa non bere abbastanza acqua

Il professor Umberto Solimene dell’Osservatorio Sanpellegrino spiega perché

bere poca acqua può farci perdere 2 ore di sonno a notte

Milano, 18 febbraio 2020 – Possono essere molti i motivi causa di una notte insonne o un riposo disturbato, dalla digestione che non va come dovrebbe ai troppi pensieri e preoccupazioni che non lasciano tranquilli. Ma uno dei motivi meno noti e scontati che potrebbero influire su una cattiva qualità del sonno facendoci dormire fino a due ore in meno a notte è bere poca acqua.

Dallo studio “Short sleep duration is associated with inadequate hydration”[1], pubblicato sulla rivista “Sleep” è emerso che chi beve troppo poco ha una scarsa qualità del sonno. I risultati sono scaturiti da due studi condotti negli Stati Uniti e in Cina che rispettivamente hanno preso in considerazione 9.559 e 11.903 persone. I criteri di valutazione utilizzati per analizzare la durata e la qualità del sonno – in relazione allo stato di idratazione dell’organismo – si sono basati, oltre alla compilazione di interviste dirette e via computer, su due parametri analitici dell’urina, ovvero la densità e la composizione ionica (sali disciolti). In entrambi gli studi non sono state coinvolte persone con patologie renali o che facessero uso di farmaci che potessero interferire con i risultati.

“Lo studio ha messo in evidenza che i valori elevati di densità urinaria (maggiori di 1020 g/ml) e di contenuto salino (maggiore di 831mOsm/kg) sono indici di scarsa idratazione e portano ad un accorciamento della durata del sonno di circa due ore legate a modificazioni nel rilascio dell’ormone antidiuretico (vasopressina) con interferenza dei ritmi circadiani (risveglio). In sostanza l’organismo disidratato si difende producendo vasopressina per non perdere liquidi influendo però sul risveglio anticipato” – spiega il Professor Umberto Solimene, dell’Università degli Studi di Milano ed esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino.

L’acqua, quindi, oltre ad essere alla base del benessere del nostro organismo in generale, può anche aiutarci a dormire bene. Una relazione, quella tra acqua e sonno, poco scontata: “Non dimentichiamo – prosegue il professor Solimene – “che l’acqua può contribuire ad avere una buona digestione, un altro degli aspetti che aiuta a dormire bene. In particolare, le acque minerali bicarbonato-solfate, grazie alla presenza di questi due sali minerali, stimolano l’attività del fegato e del pancreas, riducendo l’acidità gastrica e favorendo l’azione degli enzimi digestivi. È importante ricordare anche che l’acqua minerale contiene altri oligoelementi utili per mantenere il regolare ciclo veglia-sonno, come il magnesio e il potassio. Al contrario, una carenza di questi due elementi può condurre a insonnia ed a irritabilità”.

SANPELLEGRINO

Sanpellegrino è l’azienda leader nel campo del beverage in Italia, con acque minerali, aperitivi analcolici, bibite e tè freddi. I suoi prodotti, sintesi di benessere, salute ed equilibrio, sono presenti in 150 Paesi attraverso filiali e distributori sparsi nei cinque continenti.

Sanpellegrino, come principale produttore di acqua minerale, è da sempre impegnata per la valorizzazione di questo bene primario per il Pianeta e lavora con responsabilità e passione per garantire a questa risorsa un futuro di qualità. Un impegno che passa anche attraverso la promozione dell’importanza di una corretta idratazione: Sanpellegrino infatti sostiene e diffonde i principi di benessere psico-fisico legati al corretto consumo di acqua, facendosi portavoce dell’“educazione all’idratazione” attraverso un programma che promuove il consumo quotidiano della corretta quantità di acqua, a seconda delle diverse esigenze e stili di vita.

Portogallo: 27 milioni di turisti nel 2019

18-02-2020_dati-turismo-2019
18-02-2020_dati-turismo-2019

Il turismo in Portogallo: registrati i massimi storici nel 2019
Il Portogallo raggiunge 27 milioni di ospiti in un anno

Il Portogallo ha raggiunto 27 milioni di ospiti nel 2019, il 7,3% in più rispetto all’anno precedente, e 69,9 milioni di pernottamenti (+4,1%); il turismo interno (7,5%) cresce ad un ritmo leggermente superiore a quello esterno (7,1%), e continua così il consolidamento della sostenibilità del settore nel Paese.

Il Regno Unito rimane il principale mercato di emissione per il Portogallo, che rappresenta il 19,2% di soggiorni di non residenti, con gli ospiti in crescita del 5,9% e soggiorni in crescita del 1,5%. I mercati più in crescita nel 2019 sono stati gli Stati Uniti d’America (+20,2%) e la Cina (+16%).

I risultati mostrano che i benefici del turismo si sono estesi a tutto il paese, con crescite più significative nel Nord (9,7% dei soggiorni), nell’Alentejo (7,6%) e nelle Azzorre (7,5%).

Per il Segretario di Stato per il Turismo, Rita Marques, i dati pubblicati rappresentano “un motivo di orgoglio per il lavoro svolto da tutti coloro e rivelano risultati, ancora una volta, storici”.

“Il turismo in Portogallo continua a crescere sia a livello nazionale sia a livello internazionale e ad un ritmo molto più elevato rispetto alla crescita della domanda globale. I risultati continuano anche a mostrare un chiaro trend di diversificazione del mercato, con una crescita esponenziale negli Stati Uniti e in Cina”, afferma Rita Marques.

Con i risultati del 2019, prosegue il Segretario di Stato, si continua a dimostrare la crescita sostenibile, data la “continua riduzione dei livelli di stagionalità, mentre il settore consolida la sua posizione come più grande attività di esportazione nel paese”.

D’altra parte, il settore impiega attualmente più di 400.000 persone, pari al 9% del totale dell’occupazione nazionale. “Il turismo in Portogallo oggi è un’attività che si estende su tutto il territorio e attrarre risorse qualificate per questa attività rappresenta per noi una priorità”, afferma Rita Marques.

Management presenta “Sumo” il nuovo album di inediti

Management_Ph_SimoneCecchetti
Management_Ph_SimoneCecchetti

Management in tour per presentare “Sumo” il nuovo album di inediti

I Concerti

21 febbraio Conversano (BA) // Casa delle Arti (ore 22.30; ingresso 14 euro)
28 febbraio Segrate (MI) // Magnolia (ore 22.00; ingresso 12 euro + d.p.)
29 febbraio Roma // Monk (ore 22.00; ingresso 13 euro + d.p.)

Il Management è in tour per presentare “SUMO”, il nuovo album di inediti del duo composto da Luca Romagnoli (voce e testi) e Marco di Nardo (chitarra e compositore), già noti come Management del Dolore Post-Operatorio.

In programma ancora una manciata di appuntamenti per il mese di febbraio, in cui il Management porterà dal vivo i brani del nuovo lavoro discografico che sta già incontrando riscontri positivi da critica e pubblico. “Sumo”, infatti, è stato anticipato dal video e singolo “Come la luna”, che ha totalizzato oltre mezzo milione di streaming e che ha posizionato stabilmente il Management nelle più rilevanti playlist e classifiche digitali.

L’album è stato presentato, con intervista e minilive, nella trasmissione televisiva “L’Italia con voi” in onda su Rai Italia e, in radio, a Rai “Radio1 Music Club”, Rai Radio2 Social Club, Rai Radio2 “Lo Stato Sociale Show” e a “Minisonica” su Radio Popolare Network. La band, inoltre, è stata anche ospite, con intervista e minilive, a “Webnotte di giorno” con Ernesto Assante online su La Repubblica.

Il Management ha parlato dell’album “Sumo” con interviste anche a Rai Radio Live, Rai Radio1 Musica, Radio Kiss Kiss e in moltissime emittenti in frequenza regionale e locale.
Numerose anche le interviste e le recensioni su diverse testate stampa e online, tra cui Robinson de La Repubblica, Il Fatto quotidiano, Blowup, Rumore, XL di La Repubblica e molte altre.

Pochi giorni prima della partenza del tour di presentazione di “Sumo”, la band, inoltre, ha rilasciato la versione cover di “Un giorno dopo l’altro” di Luigi Tenco: un omaggio sincero e delicato a un brano speciale di Tenco, realizzato dal Management insieme a Nicola Ceroli, ex batterista della band, che è ospite fisso del tour del Management, esibendosi in apertura a tutti i concerti di febbraio.

“Giovane Stupida” il nuovo singolo di Cesare Cremonini

Cesare Cremonini
Cesare Cremonini

Cesare Cremonini

Dal 28 febbraio in tutte le radio il nuovo singolo “Giovane Stupida”

Da giugno in tour negli stadi: 7 concerti per celebrare 20 anni di una carriera straordinaria

Il 18 luglio un evento speciale all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola

Milano, 18 febbraio 2020

Sarà in radio dal 28 febbraio “Giovane Stupida”, il nuovo singolo di Cesare Cremonini : “Giovane Stupida” è una canzone scritta per una ragazza meravigliosa” spiega Cesare “ma anche una piccola commedia sentimentale sull’amore: 23 anni lei, 39 io.
Il messaggio di questa canzone che potrebbe essere un film, capovolge gli stereotipi e spiega che come sempre l’amore è capace di rendere accettabile e positivo tutto ciò che al mondo può sembrare a prima vista sbagliato o criticabile.
“Giovane Stupida” poteva nascere solo oggi, nel pieno di un’epoca di trasformazioni senza precedenti, in cui la digitalizzazione sta creando un nuovo universo culturale. Eppure, incredibilmente, l’amore non tiene conto di queste distinzioni e vince su tutto.
Il testo è un omaggio e uno sguardo divertito alle differenze che emergono quando due persone di generazioni diverse si incontrano come opposti ma alla fine non sanno fare a meno l’uno dell’altra. Oggi è una “Giovane Stupida” a insegnarci che con l’età si imparano molte cose, chi siano Mick Jagger ed Elton John ad esempio, ma a volte ci si dimentica semplicemente per strada la felicità, che è fatta anche di disordine, leggerezza e spontaneità. In questi tempi in cui le parole delle canzoni tornano ad essere importanti, prima di dar loro un peso è bene ricordarne il senso: “stupido” nel mio vocabolario dell’amore assume quasi sempre il suo significato originario: stupēre, stupìre”.

Dopo “Al Telefono”, “Giovane Stupida” è il secondo singolo estratto dal disco “Cremonini 2C2C The Best Of”, la prima grande raccolta di una produzione ventennale, un repertorio unico che ha regalato al pubblico successi indimenticabili. Con 6 brani inediti, 32 singoli di successo rimasterizzati, un album intero di 16 interpretazioni in versione pianoforte e voce, 15 brani strumentali realizzati dal 1999 ad oggi , 18 rarità tra cui tracce demo originali, home recording e alternative takes mai pubblicate, “Cremonini 2C2C the best of” è un vero e proprio forziere che contiene tutto il presente, il passato e una bella parte del prossimo future di Cesare.

Sarà un anno indimenticabile il 2020 per Cremonini che, dopo il grande successo dei tre concerti estivi del 2018 negli stadi di Milano, Roma e Bologna, tornerà per la seconda volta sul palco degli stadi italiani con 7 grandi concerti in cui ripercorrerà la sua carriera partita nel 1999, con la pubblicazione di “Squerez” album d’esordio da oltre un milione e mezzo di copie vendute. Il Tour 2020 si chiuderà con un evento straordinario il 18 luglio in una location iconica: l’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.
“Quello di Imola – spiega Cesare- sarà un evento straordinario, nato dalla fortissima esigenza di creare uno show indimenticabile in Emilia-Romagna per ripercorrere questi miei primi 20 anni di carriera. Mi hanno proposto di celebrare tutto questo in un luogo speciale, nel cuore stesso della mia terra, l’Emilia, che è la mia vita, la mia seconda pelle e il mio DNA. L’autodromo di Imola è un luogo magico, reso immortale dalla storia della Formula Uno, dal ricordo commovente e senza tempo di Ayrton Senna, e nella musica, naturalmente da Vasco Rossi che lo ha trasformato in un tempio leggendario della musica italiana e internazionale.“

Cesare Cremonini Tour 2020

21 giugno Lignano • Stadio Teghil

27 giugno Milano • Stadio San Siro

30 giugno Padova • Stadio Euganeo

4 luglio Torino • Stadio Olimpico

7 luglio Firenze • Stadio Artemio Franchi

10 luglio Roma • Stadio Olimpico

14 luglio Bari • Arena della Vittoria

18 luglio Imola • Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari

Il Cremonini Stadi 2020 è organizzato da Live Nation Italia, media partner è Radio Italia Solo Musica Italiana.