Arisa al Festival di Sanremo

Arisa _ ph Bogdan Plakov
Arisa _ ph Bogdan Plakov

Giovedì 4 marzo, per la terza serata del Festival di Sanremo, ARISA interpreterà in duetto con MICHELE BRAVI il brano “Quando” di Pino Daniele.

L’artista ha scelto di omaggiare e di eseguire questa celebre canzone del 1991 di Pino Daniele, colonna sonora del film “Pensavo fosse amore… invece era un calesse” (diretto e interpretato da Massimo Troisi). Per arricchire la sua interpretazione, Arisa canterà il brano sul palco dell’Ariston con il cantautore Michele Bravi, che ha da poco presentato il suo ultimo progetto discografico, il concept album “La Geografia del buio”.

Arisa è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “Potevi fare di più” (Pipshow Srl, licenza esclusiva di Believe Digital Srl), contenuto nel suo prossimo album di inediti. Il brano sanremese è disponibile in pre-order e in pre-save al seguente link: https://arisa.bfan.link/potevi-fare-di-più.

“Potevi fare di più”, scritto da Gigi D’Alessio, parla di un momento di liberazione da una relazione tossica. Racconta la storia di una donna che cerca la forza di dire basta ad un amore che si è spento e ai continui tentativi di tenerlo in piedi.

Questa sarà la settima partecipazione al Festival di Sanremo per l’artista che si è già aggiudicata due vittorie: la prima nel 2009, nella categoria Nuove Proposte, con il brano “Sincerità”, e la seconda nel 2014 nella categoria Campioni con “Controvento”. Nel 2015, inoltre, Arisa è stata co-conduttrice della 65° edizione del Festival.

A Verissimo Michele Bravi

MICHELE BRAVI
MICHELE BRAVI

A VERISSIMO

MICHELE BRAVI:

Ho attraversato un momento di buio enorme.

Oggi ritorno a vedere le cose”

 

Ho capito di amare il mio ex-ragazzo quando l’ho lasciato andare via

 

 

DOMANI, SABATO 6 FEBBRAIO, ALLE ORE 16.00, SU CANALE 5

“Ho attraversato un momento di buio enorme, ma io qui ho rotto il mio silenzio. Oggi ritorno a vedere le cose”.

Così Michele Bravi, ospite domani a Verissimo, rivive uno dei periodi più drammatici della sua vita che aveva avuto il coraggio di confessare proprio a Silvia Toffanin, in studio, lo scorso anno.

Ai microfoni del talk show il cantante confessa che la persona che gli è stata molto vicino dopo il tragico incidente del 2018 in cui è stato coinvolto, in realtà era il suo ex-fidanzato. “Era il mio ragazzo con cui ho condiviso tanti mesi della mia vita. Nel momento in cui quella storia stava nascendo non ne riconoscevo l’importanza. La mia vita a un certo punto ha subito uno strappo e il buio è arrivato davanti ai miei occhi in maniera violenta: avevo perso contatto con il reale. La sua presenza è stata un motivo per orientarsi”. E aggiunge: “Credo sia la persona più umana che abbia conosciuto, senza la sua umanità tante cose non le avrei capite e risolte”.

Questa storia d’amore, giunta al capolinea due anni fa, ha segnato profondamente il cantante: “In un momento delicato lui se n’è andato dall’altra parte del mondo e mi sono ritrovato ad affrontare da solo quello che per mesi avevo affrontato con lui – e prosegue – nella canzone ‘La vita breve dei coriandoli’ ho voluto aggiungere una sua nota vocale che mi aveva mandato perché non stavo tenendo conto della promessa che ci eravamo fatti: quella di continuare il percorso di terapia che mi aveva suggerito. Ho capito che l’amavo quando l’ho saputo lasciare andare via”.

 

E, inoltre, sull’amore ammette: “Oggi non c’è nessuno. Negli ultimi due anni ho fatto un percorso di terapia che ha richiesto un impegno di energie molto forti e a cui sono molto grato”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Michele Bravi, “La Geografia del Buio”

5730233_1219_michelebravi_ph_credit_clara_parmigiani_1_
michelebravi_ph_credit_clara_parmigiani_1_

“Orientarsi nel buio significa stabilire le coordinate di un luogo oscuro, conoscerne gli spazi, abitarlo, arredarlo.
Avere le parole per dire il caos non salva da niente ma almeno disegna il labirinto. “La geografia del buio” è il racconto bendato attraverso quel labirinto di ombre e racconta, tra momenti di silenzio e il suono legnoso di un pianoforte verticale, un messaggio tanto semplice quanto potente: il buio, come il dolore, è solo una condizione e non esiste un senso o un significato. L’unica direzione che si può dare alla propria sofferenza è quella della condivisione affinché suggerisca ad un altro dolore, quasi conducendolo per mano, qual è la strada da percorrere nell’ombra.”

Michele Bravi

MICHELE BRAVI
DISPONIBILE DAL 29 GENNAIO IL NUOVO ALBUM
LA GEOGRAFIA DEL BUIO

Da venerdì 29 gennaio 2021, “La Geografia del Buio”, il nuovo concept album di Michele Bravi, è disponibile su tutte le piattaforme digitali e in formato CD. Il nuovo progetto discografico è stato anticipato dall’uscita dei singoli “La vita breve dei coriandoli” e “Mantieni il bacio”.

A distanza di quattro anni da “Anime di carta”, l’album certificato disco d’oro e contenente il singolo doppio platino “Il diario degli errori”, Michele Bravi torna con un progetto musicale, profondamente diverso da tutta la produzione precedente.

«“La Geografia del Buio” è un racconto attraverso la ferita del mondo.
Una perdita di aderenza dal reale e il tuffo in un’oscurità che racchiude in sé la violenza della vita e riscopre nell’amore l’unica salvezza.
Un amore che non combatte il male ma che aiuta a disegnarne la geografia.»

L’estetica del disco si sviluppa in una sequenza di immagini oniriche e surreali che Michele Bravi racconta attraverso le parole e la musica. Si susseguono suggestioni evocative che rimandano ad un presente stravolto e ad un profondo dolore che avvolge, immerge e nasconde ogni cosa come una profonda coltre di nebbia. Il concept di “La Geografia del Buio” è caricato di grande drammaticità, la realtà dell’artista si palesa sotto forma di rappresentazione teatrale, dove la separazione tra spettatori e attori è un limite invalicabile.

L’album è costituito da 10 tracce, tra cui i singoli “La vita breve dei coriandoli”, “Mantieni il bacio” e un brano completamente strumentale, eseguito al pianoforte dallo stesso Michele, che segna la chiusura del percorso attraverso “La Geografia del Buio” in cui l’ascoltatore ha imparato ad orientarsi. L’intero progetto discografico è stato prodotto da Francesco “Katoo” Catitti, che aveva già in precedenza collaborato con Michele. Il pianoforte, che accompagna la voce dell’artista in tutte le tracce, è suonato da Andrea Manzoni.

Segui Michele Bravi:
YouTube: https://tinyurl.com/p757e4b
Instagram: michelebravi
Facebook: Michele Bravi
Twitter: @michele_bravi

 

 

Michele Bravi, esce oggi “Mantieni il Bacio”

Michele Bravi
Michele Bravi

MICHELE BRAVI

esce oggi, 22 gennaio 2021, il nuovo singolo

MANTIENI IL BACIO

lunedì 25 gennaio fuori il video ufficiale

 venerdì 29 gennaio esce l’album

LA GEOGRAFIA DEL BUIO

Esce oggi il nuovo singolo di Michele Bravi, “Mantieni il bacio”, disponibile su tutte le piattaforme digitali e in radio. La canzone anticipa l’album “La Geografia del Buio”, in uscita il 29 gennaio.

Un brano incredibilmente intenso in cui si percepisce tutta la necessità del cantante di esprimere l’amore ricevuto, quell’amore che l’ha salvato e ricondotto alla realtà in un momento in cui la quotidianità era diventata scura, difficile da sopportare.

“Il bacio è l’immagine che, più di ogni altra, trasforma il male in pittura d’oro e la cicatrice del trauma in una poesia. Nel bacio si incontrano il luogo della parola e quello del corpo.

Baciarsi nel buio significa trattenersi ancorati al presente, al reale e non perdersi in un fumo di nebbia e dolore ingombrante.”

Nel singolo scritto da Federica AbbateCheope e Massimo Recalcati, la cui produzione è affidata a Francesco Katoo Catitti con il supporto dell’ingegnere del suono Gijs Van Klooster (Joep Beving), la voce di Michele è accompagnata, al pianoforte, da Andrea Manzoni.

 

Mantieni il bacio” e “La vita breve dei coriandoli”, uscito lo scorso maggio, anticipano il nuovo concept album di Michele, “La Geografia del Buio”, che sarà disponibile dal 29 gennaio in tutti i digital stores, in formato CD e in vinile.

Segui Michele Bravi:

YouTubehttps://tinyurl.com/p757e4b

Instagrammichelebravi

FacebookMichele Bravi

Twitter@michele_bravi

Michele Bravi, nuovo singolo “Mantieni il bacio”

 

 

Michele Bravi "Mantieni il bacio"
Michele Bravi “Mantieni il bacio”

MICHELE BRAVI

venerdì 22 gennaio esce il nuovo singolo

MANTIENI IL BACIO

25 gennaio fuori il video ufficiale

venerdì 29 gennaio esce l’album

LA GEOGRAFIA DEL BUIO

Esce venerdì 22 gennaio il nuovo singolo di Michele Bravi, “Mantieni il bacio”, disponibile su tutte le piattaforme digitali e in radio. La canzone anticipa l’album “La Geografia del Buio”, in uscita il 29 gennaio.

Un brano incredibilmente intenso in cui si percepisce tutta la necessità del cantante di esprimere l’amore ricevuto, quell’amore che l’ha salvato e ricondotto alla realtà in un momento in cui la quotidianità era diventata scura, difficile da sopportare.

“Il bacio è l’immagine che, più di ogni altra, trasforma il male in pittura d’oro e la cicatrice del trauma in una poesia. Nel bacio si incontrano il luogo della parola e quello del corpo.

Baciarsi nel buio significa trattenersi ancorati al presente, al reale e non perdersi in un fumo di nebbia e dolore ingombrante.”

Nel singolo scritto da Federica Abbate, Cheope e Massimo Recalcati, la cui produzione è affidata a Francesco Katoo Catitti con il supporto dell’ingegnere del suono Gijs Van Klooster (Joep Beving), la voce di Michele è accompagnata, al pianoforte, da Andrea Manzoni.

“Mantieni il bacio” e “La vita breve dei coriandoli”, uscito lo scorso maggio, anticipano il nuovo concept album di Michele, “La Geografia del Buio”, che sarà disponibile dal 29 gennaio in tutti i digital stores, in formato CD e in vinile.

Segui Michele Bravi:

YouTube: https://tinyurl.com/p757e4b

Instagram: michelebravi

Facebook: Michele Bravi

Twitter: @michele_bravi