ASST Gaetano Pini-CTO: incontri dedicati al tema di menopausa

ASST Gaetano Pini_Giornata mondiale di menopausa
ASST Gaetano Pini_Giornata mondiale di menopausa

L’azienda aderisce all’(H)-Open di Onda. Tre incontri dedicati all’osteoporosi, all’alimentazione e ai rischi cardiovascolari in menopausa
Il 18 ottobre, in occasione in occasione della Giornata Mondiale della menopausa, l’ASST Gaetano Pini-CTO aderisce all’(H)-Open di Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna e di genere. Gli specialisti dell’ASST incontreranno i cittadini per parlare di rischio di patologie osteoarticolari e cardiovascolari e per informare sul corretto regime alimentare da assumere in menopausa. Tutti gli incontri sono gratuiti.
La menopausa, ovvero la diminuzione della produzione di estrogeni da parte delle ovaie, rappresenta un evento che modifica numerose funzioni all’interno dell’organismo femminile e anche il tessuto osseo risente di questo cambiamento, sperimentando una profonda alterazione degli equilibri metabolici che regolano i meccanismi di ricambio e rinnovamento strutturale. Ecco perché il primo incontro, previsto alle 14.30 al Presidio Pini, a cura dell’equipe dell’unità operativa di Osteoporosi e Malattie Metaboliche, guidata dal dott. Massimo Varenna. Già con la perimenopausa, infatti, tendono a prevalere i processi demolitivi dell’osso, a discapito di quelli di neoformazione, con il possibile riscontro di una riduzione dei valori di massa ossea che possono arrivare a un quadro di osteoporosi.
“L’impatto che la menopausa può determinare in termini di riduzione della massa scheletrica – sottolineano gli specialisti di osteoporosi dell’ASST Gaetano Pini-CTO – e in termini di una maggiore propensione alle fratture è estremamente variabile e soprattutto, ad oggi, non prevedibile. Ci sono donne che perdono massa a ritmi elevati e per molti anni e altre che avranno variazioni meno cospicue. Certamente l’età in cui si verifica la menopausa è una variabile di importanza cruciale, poiché è ormai un dato consolidato da decenni che una menopausa precoce, ovvero prima dei 45 anni, comporti un elevato rischio di osteoporosi e di fratture da fragilità. In questi soggetti è fondamentale una valutazione ginecologica, al fine di comprendere l’opportunità di intraprendere una terapia ormonale sostitutiva che ripristini farmacologicamente gli stessi livelli ormonali che l’organismo ha precocemente cessato di produrre”.
Ma, prima ancora di assumere una terapia sostitutiva in menopausa è fondamentale apportate dei correttivi alle abitudini quotidiane e seguire uno stile di vita sano e attivo, partendo dall’alimentazione. Su questo tema interverranno le dietiste e nutrizioniste dell’ASST Gaetano Pini-CTO dott.ssa Michela Barichella, dott.ssa Chiara Pusani e dott.ssa Nagaia Madini. “Il rallentamento del metabolismo basale in menopausa – dice la dott.ssa Barichella – provoca un aumento del peso corporeo con il conseguente tipico accumulo di grasso corporeo nella zona addominale. Per questo motivo si consiglia si consiglia di dosare la vitamina D 25 OH a livello ematico. È importante, inoltre, assimilare il giusto apporto di calcio, per prevenire l’insorgenza dell’osteoporosi”.
Inoltre, le donne, durante la menopausa, perdono il cosiddetto “scudo estrogenico” che le protegge durante l’età fertile dalle malattie cardiovascolari, prima causa di morte per le persone di sesso femminile. Per questo motivo, il terzo incontro che si terrà al CTO dalle 15.30 è a cura della cardiologa dott.ssa Cristina Franzelli: “l cambiamento ormonali in menopausa influenzano l’apparato cardiovascolare esponendo il cuore delle donne a rischi come l’infarto che si manifestano con sintomi diversi a seconda del genere. Per prevenire l’insorgenza di questa malattie è bene modificare lo stile di vita, sottoporsi a visite specialistiche e, solo su consiglio di un medico, cominciare una terapia farmacologica che possa ridurre i rischi”.

PROGRAMMA

PRESIDIO PINI
Via G. Pini 3 Milano – AULA B (Padiglione Principe piano 1)

ORE 14:30
Incontro sul tema: “Che cos’è l’osteoporosi, come diagnosticarla e come prevenirla”
Dott.ssa Chiara Crotti, Centro per la Diagnosi e il Trattamento dell’Osteoporosi e della Patologie Osteometaboliche

ORE 15:15
Incontro sul tema: “Consigli nutrizionali in Menopausa”
Dott.ssa Chiara Pusani e Dott.ssa Nagaia Madini, Nutrizione Clinica

PRESIDIO CTO
Via Bignami 1 Milano – AULA BAJARDI

ORE 15:30
Incontro sul tema: “Cuore e Menopausa”
Dott.ssa Cristina Franzelli, Cardiologia Riabilitativa e Pneumologia
*****
L’Azienda Socio Sanitaria Pini-CTO, punto di riferimento per l’ortopedia, la riabilitazione specialistica, la reumatologia e la neurologia, a livello nazionale, comprende a Milano tre presidi ospedalieri: il Gaetano Pini, il CTO e il Polo Riabilitativo Fanny Finzi Ottolenghi. L’ASST Gaetano Pini-CTO – evoluzione della Scuola Ortopedica milanese nata nel 1874 – è specializzata in patologie e traumi dell’apparato muscolo-scheletrico, reumatologia e fisiatria. L’Azienda accoglie ogni anno 823mila utenti e i suoi specialisti lavorano con le più sofisticate tecniche di imaging, attraverso sale operatorie sia convenzionali sia dotate di robotica, l’ASST Gaetano Pini-CTO è centro erogatore per la presa in carico dei pazienti cronici nell’ambito delle patologie reumatiche e della Malattia di Parkinson.

Menopausa e sindrome dell’ovaio policistico

MioDottore
MioDottore

Complici i ritmi frenetici della quotidianità e il ruolo sempre più pervasivo della tecnologia nelle abitudini e nello stile di vita delle persone, quasi la totalità degli italiani (85%) si affida alla rete per trovare informazioni sulla propria salute e per chiarire dubbi su sintomi e patologie.

Ma quali sono state le malattie più ricercate dai milanesi e dagli abitanti delle principali città italiane durante l’anno appena concluso? Per scoprirlo, MioDottore – piattaforma leader in Italia e nel mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner – ha analizzato le ricerche condotte sulla sua piattaforma nel 2018 facendo emergere curiosità che caratterizzano gli utenti delle diverse regioni, nonchè analogie e differenze rispetto al 2017.

La top 10 di Milano nel dettaglio
Che le donne siano molto attente alla propria salute è ormai risaputo: lo dimostra il fatto che al primo posto tra le malattie più cercate a Milano si confermi per il secondo anno consecutivo la parola chiave “menopausa”. Si tratta di un tema che sta particolarmente a cuore agli italiani, tanto da essere in cima alla classifica nazionale e presente in tutte le top 10 delle altre tre principali città del Bel Paese prese in esame (1° a Roma, 5° a Napoli e 2° a Catania).

Da notare che più in generale l’area delle malattie ginecologiche è stata al centro delle ricerche dei milanesi nel 2018, con ben tre patologie nella top 10 – oltre a menopausa anche sindrome dell’ovaio policistico (2°) e cistite (6°) – che rappresentano insieme circa il 13% delle ricerche totali realizzate nel capoluogo lombardo lo scorso anno.

Lo stesso non è stato però nelle altre città: solo a Catania e Napoli oltre alla menopausa è rientrata in classifica anche un’altra patologia tipicamente femminile, ovvero l’endometriosi (rispettivamente 1° e 3°).
Mettendo a confronto la classifica di Milano con quella delle altre tre città italiane prese in esame – Roma, Napoli e Catania – emergono grandi differenze rispetto alle aree tematiche che hanno catalizzato l’interesse degli utenti: infatti, ben 5 patologie su 10 non ricorrono negli altri ranking.

Oltre alla già citata ginecologia, le differenze riguardano prettamente la dermatologia: le malattie più cercate sono state onicomicosi (7°), dermatite atopica (8°), alopecia areata (9°) e acne rosacea (10°), solo quest’ultima compare alla decima posizione delle malattie più cercate dai romani.

Rispetto al 2017 è interessante notare come i milanesi abbiano modificato i propri interessi di ricerca in ambito della salute: ad eccezione della menopausa, nessuna malattia ricercata negli ultimi 12 mesi figura, infatti, anche nella classifica di MioDottore dell’anno precedente.

Patologie più cercate a Milano nel 2018 (top 10)
1. Menopausa 6. Cistite
2. Sindrome dell’ovaio policistico 7. Onicomicosi
3. Lipoma 8. Dermatite atopica
4. Glaucoma 9. Alopecia areata
5. Herpes zoster 10. Acne rosacea

Estendendo, invece, la ricerca alla regione Lombardia, si possono notare interessanti similitudini e differenze rispetto alle ricerche effettuate nel capoluogo. La classifica si conferma per le prime due posizioni (menopausa e sindrome dell’ovaio policistico), mentre alla terza si posiziona l’alluce valgo, che è addirittura fuori dalla top 10 delle malattie più cercate a Milano.

Patologie più cercate in Lombardia nel 2018 (top 3)
1. Menopausa
2. Sindrome dell’ovaio policistico
3. Alluce valgo

”I ritmi lavorativi spesso serrati e i molteplici impegni quotidiani che affollano le nostre agende possono portare a trascurare la propria salute e, a volte, persino a rimandare l’incontro con uno specialista. Nell’ottica di semplificarci la vita la tecnologia sta assumendo sempre più importanza, semplificando e velocizzando molte attività. In questo contesto MioDottore rappresenta uno strumento indispensabile per avvicinare gli specialisti ai pazienti: attraverso la nostra piattaforma gli utenti non solo possono cercare informazioni, ma anche trovare un esperto, prenotare una visita specialistica e ottenere risposte affidabili alle proprie domande da veri professionisti” dichiara Luca Puccioni, CEO di MioDottore.