Kappa FuturFestival 2018

kappa-futurfestival-2018
kappa-futurfestival-2018

Torna a Torino la settima edizione di KAPPA FUTURFESTIVAL, il più grande format di musica elettronica estivo italiano, unico ad essere stato nella top 10 della classifica Siae per biglietti venduti, in programma per sabato 7 e domenica 8 luglio da mezzogiorno a mezzanotte al Parco Dora di Torino.Sono 50.000 gli ospiti attesi per KFF, provenienti da 81 nazioni tra cui Honduras, Qatar e Arabia Saudita, confermando Kappa FuturFestival tra gli eventi culturali italiani che destano maggiore interesse all’estero.

Due giorni, quattro stage, una location incredibile, un’attenzione fortissima a tutti i dettagli che rendono un festival di livello mondiale: le motivazioni per cui Kappa FuturFestival è riuscito a diventare il leader italiano fra i principali festival di matrice dance in Europa sono molteplici e mettono in campo strategie complesse, attenzioni non scontate, varie professionalità.

Non bisogna però dimenticare ciò da cui tutto nasce, ovvero la musica, lo spessore artistico della line up proposta.
Quest’anno lo sguardo è davvero non solo di altissimo livello ma anche multiforme, a trecentosessanta gradi.

Techno e tech-house, come sempre, sono un “cuore” sonoro del festival: da leggende come Derrick May, Robert Hood, Adam Beyer, Timo Maas, Stacey Pullen passando per gli artisti italiani che più e meglio si sono guadagnati nel genere una rilevanza assolutamente mondiale: Marco Carola, Joseph Capriati, Ilario Alicante, Marco Faraone, Sam Paganini, Dj Tennis, oltre ad alcuni degli eroi del clubbing sulla traiettoria Ibiza-Berlino Solomun, Kölsch, The Martinez Brothers, Andrea Oliva, Jackmaster, Hot Since 82, Seth Troxler, Eats Everything.

Questa la line up completa:
Day 1 – Sabato 7 Luglio
JAGER STAGE: APPARAT DJ Set, ERIC PRYDZ, JOSEPH CAPRIATI, KÖLSCH, LOLLINO, SOLOMUN, THE MARTINEZ BROTHERS, TIMO MAAS
BURN STAGE: ANDREA OLIVA, DJ TENNIS, EATS EVERYTHING, GIORGIA ANGIULI Live, PATRICK TOPPING, RICHY AHMED
FUTUR STAGE: ADAM BEYER, AMELIE LENS, MARCO FARAONE, SAM PAGANINI
DORA STAGE: BODY & SOUL, FRANÇOIS K, JOAQUIN “JOE” CLAUSSELL, DANNY KRIVIT, Live Performance JOSH MILAN (from BLAZE)

Day 2 – Domenica 8 Luglio
JAGER STAGE: FATBOY SLIM, JAMIE JONES, KiNK Live, LUCIANO, MARCO CAROLA, SETH TROXLER, STACEY PULLEN
BURN STAGE: ADRIATIQUE ,DJ RALF, HOT SINCE 82, JACKMASTER, PACO OSUNA
FUTUR STAGE: DERRICK MAY, ILARIO ALICANTE, PAN-POT, ROBERT HOOD, RØDHÅD
DORA STAGE: MR FINGERS Live aka LARRY HEARD, MOTOR CITY DRUM ENSEMBLE, PEGGY GOU

Monza Italian Music Awards

MIMA 2018
MIMA 2018

La giuria di MIMA– Monza Italian Music Awards ha assegnatotre nuovi premi, il riconoscimento per la categoria “Youtube”va a Dolcenera, quello di “Miglior Artista Alternative”va a Giorgienesse quello di “Miglior Festival Italiano” se lo aggiudica l’Idays.

Dolcenera, in radio dal 25 maggio con “Un altro giorno sulla terra”, brano che anticipa il suo nuovo progetto discografico, salirà sul palco del MIMA il 20 luglio.
Con lei anche Giorgieness che ha lanciato la scorsa settimana il suo ultimo singolo “Vecchi”, si esibiranno sul palco dell’Autodromo di Monza.

Si arricchisce sempre di più la line up del concerto-evento: Marracash, Gué Pequeno, RIKI, Irama eBraschi, e si aggiungono le performancedi Dolcenerae Giorgieness.

Grande spazio anche per i nuovi ospiti tra cui ZuiNe Veronica Marchi, che rispettivamente hanno ottenuto ottimi consensi, lui per il suo primo ep “Io non ho paura”, uscito il 18 maggio e lei per il suo ultimo singolo “Capita”, uscito il 25 dello stesso mese. ZuiNè stato inoltre, tra gli artisti, ad essersi esibiti al concerto del primo maggio a Roma.

Sarà inoltre data la possibilità alla giovane band Ku.dA, vincitrice del Brianza Rock Festival, contest che dal 2010 ha come obbiettivo principale quello di far emergere la musica rock Italiana, e alle altre due band finaliste del concorso,

La Colpae Merging Beatsdi esibirsi sul palco, con una canzone di Domenico Modugno, avendo l’arduo compito, nonchè l’infinito privilegio di celebrare i 60 anni di “Nel Blu Dipinto di Blu”capolavoro immortale e i 90 anni dalla nascita.

Il MIMA– Monza Italian Music Awards, riconoscimento che celebra artisti e professionisti che hanno valorizzato con il loro contributo artistico la musica italiana nel 2017,ha inoltre deciso di premiare per la categoria “Miglior Festiva Italiano” gli Idays.

La prima edizione del MIMA– Monza Italian Music Awards, vede sfidarsi 12 categorie per l’assegnazione della Luna Rossa,il nuovo Premio della musica italianache sarà assegnato il 20 luglio 2018 in occasione di un imperdibile concerto evento presentato da Red Ronnie e Francesco Facchinetti.

Oltre alle 12 categorie in gara verranno assegnati tre Premi Speciali: Alla Carriera,Le Abbiamo cantate tuttieRicorreva l’anno. Quest’ultimo è stato attribuito a MARRACASH, un riconoscimento per l’anniversario dei dieci anni dall’uscita del suo album omonimo “Marracash”, pubblicato nel 2008.

Il pubblico potrà votare per vedere i bigsul palco del MIMAfino al 20 giugnosul sito http://www.brianzarockfestival.com/mima/per le categorie: Artista Maschile dell’anno, Artista Femminile dell’anno e Miglior Concerto 2017. A decretare i vincitori di tutte le altre categorie, è una giuria composta da musicisti, professionisti del campo musicale e dalla direzione artistica del MIMA.

L’evento è organizzato da MonzaBrianzaEventie patrocinato dal Comune di Monza, dal Parco Regionale della Valle del Lambro e dalla Reggia di Monza.
La direzione artistica dell’evento è curata da MonzaBrianzaEventiin collaborazione con Red Ronnie.
I biglietti sono disponibili sul sitowww.ciaotickets.com e suwww.brianzarockfestival.com/mima.

Francesca Michielin : “Tropicale”

Francesca Michielin
Francesca Michielin

È TROPICALE il nuovo singolo e videoclip di Francesca Michielin che sarà in rotazione radiofonica e disponibile su tutte le piattaforme digitali da venerdì 15 giugno. Il singolo, firmato da Calcutta e Dario Faini, è il quarto estratto da 2640, l’album uscito per Sony Music che con i precedenti singoli Vulcano (platino), Io non abito al mare (platino) e Bolivia ha raggiunto la soglia dei 22 milioni di stream su Spotify.

Il testo di TROPICALE è un contrasto costante tra spiaggia e mare, dove la spiaggia è il ritrovo di una festa caotica e rumorosa, e il mare è un luogo dove si vuole evadere perché non ci si sente adatti ad affrontare una serie di situazioni. La produzione è un equilibrio esplosivo tra ritmiche tropical, suoni urban e archi più classici, che rappresentano anche stilisticamente i contrasti sentimentali del brano.

“Sembra carnevale e io un coriandolo nel mare.”
E’ questo lo slogan di TROPICALE e questo ciò che il video esprime. Un coriandolo bianco e disperso all’interno di una variopinta festa Tropicale, dove emerge metaforicamente e cromaticamente il contrasto tra confusione e libertà, tra voglia di immergersi nell’Estate e voglia che settembre arrivi presto.

I protagonisti del videoclip hanno gli stessi colori dei tre triangoli del logo di 2640, rosso, blu e verde, vulcano, mare e montagna, comunicare, ascoltare e immaginare.

Le tre anime di questo disco, raccontate dalle precedenti Vulcano, Io non Abito al Mare e Bolivia, si incontrano e che si fondono finalmente in Tropicale, la storia di un’estate un po’ diversa, di un bicchiere di tequila senza sale.

Dopo aver conquistato i principali club di tutta Italia passando per sold out e raddoppi, FRANCESCA MICHIELIN sarà protagonista delle line up dei più importanti festival musicali. La leg estiva di 2640 tour, che è partita dal Mi Ami di Milano lo scorso 25 maggio con un’esibizione tra le più attese e apprezzate del festival, proseguirà con altri 13 live in tutta Italia, terminando il prossimo 2 settembre con uno speciale appuntamento all’Home Festival di Treviso.

Inoltre, Francesca sarà l’opening act d’eccezione al concerto di Alanis Morissette a Roma, il prossimo 9 luglio all’Auditorium Parco della Musica (Cavea).

Lazzaretto di Bergamo: Lenny Zakatek

ALAN-250
ALAN-250

Nella splendida cornice del Lazzaretto di Bergamo, giovedì 21 Giugno, si rivivranno le indimenticabili musiche dei leggendari Alan Parsons Project.

Per l’occasione è stata creata una line up davvero eccezionale. Lenny Zakatek, la voce solista originale degli Alan Parsons Project, Skeye band di 8 elementi formata da LENNY ZAKATEK voce – MASSIMO NUMA voce, chitarra (Ian Paice, Morris Albert) – PAOLO FILIPPI chitarra, cori (Mario Biondi, Dave Liebman) – SERGIO PESCARA batteria (PFM, Finardi) – STEFANO CISOTTO tastiere, cori (Vecchioni, Dolce nera) – DARIO TOMA basso, cori – ROBERTO ACCIUFFI tastiere – PASQUALE BROLIS sax, cori.

A loro si aggiungono 37 musicisti dell’orchestra sinfonica Gianandrea Gavazzeni e un coro lirico di 12 voci per un totale di 57 artisti totali sul palco.

L’ambizioso progetto vede la rielaborazione a livello sonoro di musiche di THE ALAN PARSONS PROJECT, attivo dal 1976 al 1990.
Massimo Numa incontra Lenny Zakatek per la prima volta nell’autunno del 2016. Da li a poco, Massimo Numa, Paolo Filippi (responsabile della produzione audio) e Francesco Ferrua (autore del libro “L’occhio nel cielo”) si incontrano in un salotto riservato di un albergo a sud di Londra.

Lenny ascolta in cuffia il lavoro svolto fino a quel momento in studio di registrazione ed esclama “Meraviglioso!“

Si toglie le cuffie e dice “Ok, io ci sono. Sono più di 25 anni che aspetto una situazione come questa riguardo a The Alan Parsons Project, ma finora avevo rifiutato tutte le offerte per ovvie ragioni, ovvero la difficoltà nel riprodurre in studio e/o dal vivo una qualità di produzione così elevata”.

Due settimane dopo Lenny inizia le registrazioni al Solid Groove recording studio di Bergamo e vengono gettate le basi per la preparazione del concerto, una fedele riproduzione dal vivo dei classici di TAPP così come sono stati registrati.

Arrangiamenti curatissimi grazie ad una maniacale ricostruzione nelle partiture per orchestra sinfonica e coro lirico si aggiungono alle parti eseguite dalla band “Skeye”.

Tre anni di lavoro per portare sul palco una band di 8 elementi (incluso Lenny Zakatek) 37 orchestrali e 12 componenti il coro lirico.
Oltre alla fedele sonorità la band esegue brani mai riprodotti negli anni di attività live di Parsons (dal 1995 ad oggi).

Ci saranno classici come Sirius, Eye in the sky, Games people play, I wouldn’t want to be like you, Mammagamma, ma anche Ammonia Avenue, Freudiana, In the lap of the gods, Some other time, e tanti altri successi.
Un appuntamento unico all’insegna della qualità che porta dal vivo una band indimenticabile, come nessuno ha mai potuto sentirla.

INFO
Giovedì 21 Giugno 2018 – Lazzaretto di Bergamo
Apertura porte ore 19:30
Inizio concerto ore 21:00
Ingresso in prevendita 23€ +ddp con posto a sedere
Ingresso in cassa 25€
Prevendite attive qui:
http://www.mailticket.it/evento/13669
Ingresso Under18: 20€

Martin Solveig a Unite With Tomorrowland, Italia

Martin Solveig
Martin Solveig

MARTIN SOLVEIG è il nuovo nome che si aggiunge alla line up di UNITE With Tomorrowland Italia, l’imperdibile evento che arriva per la prima volta nel nostro Paese, il 28 luglio al Parco di Monza!

Il dj e producer francese è uno dei più apprezzati del panorama europeo grazie al suo mix di house e electro. L’artista, con oltre un milione di like su Facebook, è stato consacrato dalla collaborazione con Madonna per l’album MDNA; ha lavorato con Dragonette alla sua più famosa hit “Hello”; tra le sue produzioni più recenti “Places” feat Ina Wroldsen e “All Stars” feat Alma. Anche lui è stato tra gli headliner di Tomorrowland 2017: https://www.youtube.com/watch?v=72jk3iwcyRA.

Martin Solveig si aggiunge ai primi nomi della corposa line up che farà ballare i fortunati spettatori che si sono aggiudicati il biglietto di UNITE With Tomorrowland Italia prima del sold out, insieme a Klingande, Yves V e Mike Dem.

UNITE With Tomorrowland è molto più di un evento in diretta streaming, grazie ad una serie di elementi quali uno stage che va oltre ogni immaginazione, allestimenti incantevoli ed effetti speciali che permettono di vivere emozioni uniche.

Da un punto di vista tecnico, il festival è un capolavoro assoluto: grazie alla connessione via satellite lo show sarà infatti sincronizzato in tutte le location coinvolte. Durante i sette eventi si entrerà in un’altra dimensione, grazie a quanto accadrà sul MainStage di Tomorrowland e il coinvolgimento dei fan di Tomorrowland sparsi in tutto il mondo.

L’ingresso a UNITE With Tomorrowland Italia è vietato ai minori di 18 anni.
L’evento italiano è organizzato da 5guyscompany, società italiana fondata da giovani ragazzi che con il format Overmind hanno già portato in Italia producer come Hardwell e Martin Garrix, in collaborazione con F&P Group e Jaguar Florence Club. Media partner ufficiali Radio Deejay e Billboard Italia.

Per l’Italia sarà l’occasione per vivere un’esperienza unica, un fenomeno globale che connetterà i fan da ogni angolo del pianeta!