347Aidan: “Dancing my room”

347AIDAN
347AIDAN

Da venerdì 15 gennaio entrerà in rotazione radiofonica “DANCING IN MY ROOM”, il nuovo singolo del giovanissimo “emo-trapper” canadese 347AIDAN, che in poco tempo ha spopolato su TikTok totalizzando milioni di stream.

Inserito in 2 milioni di video su TikTok e supportato da numerosi influencer tra cui Bella Poarch (il cui post ha ottenuto ben 5,2 milioni di visualizzazioni in mezza giornata), “DANCING IN MY ROOM” è il singolo che ha lanciato 347AIDAN nel firmamento delle nuove promesse del mondo della musica, con un pubblico in continua crescita.
Entrato in numerose classifiche Spotify di USA e Canada, attualmente “DANCING IN MY ROOM” conta 50 milioni di stream e 12,5 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Web, contenuti al di fuori delle regole

Giovanni Baggio
Giovanni Baggio

Diventano sempre più virali sul web ‘Canzoni e Video- imprese’ dalle quali traspare una vita senza limiti e senza misure, al di fuori delle regole.

Rapper per ragazzini che hanno nel loro repertorio brani volgari, violenti e sessisti; influencer che spopolano sui social per vari tipi di dirette: seguiti e conosciuti per gesti dettati dall’incoscienza e dal volere diventar ‘famosi’ a tutti i costi ’.

Uso del cellulare alla guida, superamento dei limiti di velocità, infrazione del codice della strada: sono solo alcuni esempi di video messaggi sbagliati molto seguiti sui social e da alcuni giorni in particolare su Tik Tok dove i video incriminati inclusi quelli di giovani alla guida spericolata si sono moltiplicati.

Aumentano giorno dopo giorno i followers di questo tipo di contenuti e i cosiddetti ‘ dissing’: termine dello slang afroamericano derivante dalla parola disrespecting, che vuol dire mancare di rispetto. In rete viene utilizzato da alcuni influencer con l’intento di fare intervenire i followers per farsi insultare e poi controbattere in una gara di insulti fra colleghi.

Tutti contenuti che garantiscono uno show quotidiano e poi monetizzano in modo strategico.

Questi sono casi emblematici di come tutti noi possiamo diventare vittime e carnefici di una vera e propria schizofrenia da social. Vittime, come i ragazzi che imitano, sottovalutandone le possibili tragiche conseguenze. Carnefici, come gli autori di questi contenuti e le migliaia di utenti che visualizzano, replicano e deridono in modo incosciente.

Il presidente dell’Aiart, Giovanni Baggio chiede con la massima urgenza un intervento alle Autorità competenti comprese le forze dell’ordine.

“Chi deve controllare tutto questo? E’ necessaria- sottolinea Baggio- una corresponsabilità sociale che sappia aiutare famiglie e scuola a svolgere il loro compito educativo e formativo. Troppo preziose le vite dei nostri ragazzi per incontri così demenziali e devastanti oltre che destabilizzanti”.

Giovanni Baggio
(Presidente AIART nazionale)
Via Aurelia, 468- 00165 Roma
aiart@aiart.org – Tel.: 0666048450

Messaggi – Contatti – Calendario – Opzioni – PEC webmail – Attività casella – Logout
Copyright © 2020 – Aruba S.p.A. – tutti i diritti riservati

Un’ex Gieffina per il rampollo

Sara Soldati
Sara Soldati

Un’ex Gieffina per il rampollo
Sara Soldati, presenza poco “visibile” al Grande Fratello Vip, influencer con quasi
duecentomila followers, nell’ultimo periodo ha intrapreso una tenera amicizia con
il rampollo Leonardo Del Vecchio, ex della showgirl Alessia Tedeschi e (in teoria)
attuale fidanzato di Madalina Ghenea. Del Vecchio e la Soldati sono stati visti
mentre amoreggiavano in un noto locale, pensando di non esser notati. Poi
hanno trascorso una lunga notte insieme. Il giovane e ricco Leonardo chi sceglierà
tra la Soldati e la Ghenea?
Intanto Madalina dai social ha fatto sparire le foto con il giovane playboy.

Teresa Morone, influencer, contro la violenza sulle donne

Teresa Morone
Teresa Morone

Sono ore tese quelle che riguardano il mondo della moda e della bellezza e tutti gli eventi a esso dedicati causa Coronavirus sono stati posticipati o annullati. Il fermo forzato causato dalle misure di contenimento attuate dal presidente del consiglio Giuseppe Conte non hanno avuto solo il beneficio di contenere i contagi ma di ritorno hanno provocato una preoccupante escalation di violenza nei confronti delle donne.
Di questo avviso Teresa Morone, fashion blogger italiana che da un pò di tempo, oltre alla moda e alla bellezza è impegnata nella lotta alla violenza di genere e al bullismo.
La bionda fashion blogger, 29 anni compiuti da poco fondatrice del blog teresamorone.com dove parla di moda e bellezza è spesso impegnata in eventi che riguardano il mondo della moda e della bellezza e che vanta collaborazioni importanti all’estero, giá ambasciatrice in Italia contro la depressione e i disturbi dell’umore per la fondazione americana The Fragile Club e in Italia e agenzie ha intrapreso con entusiasmo un percorso comune di intenti con l’unione sportiva ACLI Benevento. “Questo periodo di fermo forzato ha messo in evidenza quali sono i bisogni di chi vive la violenza domestica” afferma la fashion blogger. “La violenza spesso si annida nella quotidianitá senza distinzioni sociali o di reddito e il Coronavirus ci ha mostrato plasticamente quanto molte donne vittime di violenza siano abbandonate a se stesse. Il presidente USACLI Benevento Alessandro Pepe e la delegata USACLI Immacolata Petrillo sono dei pionieri in questo senso, si battono con un progetto itinerante che include anche le scuole per cambiare alla radice una cultura dell’odio, spesso omertosa. Appena terminata l’emergenza Coronavirus ci sará un evento dedicato alla sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e il bullismo e che vedrá oltre a me varie figure professionali cooperare.

Per quanto riguarda i miei progetti futuri dopo il Coronavirus mi aspettano giorni frenetici Ci riabbracceremo di nuovo, ritorneranno le sfilate e gli eventi patinati – conclude l’influencer – ma saremo più consapevoli”.

#iostoconiristoratori

#IOSTOCONIRISTORATORI
#IOSTOCONIRISTORATORI

Il settore digitale, in piena esplosione conseguentemente al lockdown, arriva in supporto di uno dei settori più colpiti dall’emergenza e del quale appare più lontana la ripresa: la ristorazione.
Nasce così #iostoconiristoratori, campagna solidale che vede impegnate le aziende digitali a supporto della categoria del cosiddetto “food and beverage”.
Una vera e propria call to action che vede in prima linea un nutrito gruppo di influencer, oltre 80, chiamati a raccolta da Virality, la piattaforma italiana di influencer marketing su Instagram.

#iostoconiristoratori è un progetto virtuoso che vede una cordata di aziende legate allo sviluppo digitale mettere a disposizione gratuitamente tutte le proprie risorse per innovare il settore della ristorazione dotandolo di nuove possibilità legate al web e ai social, per riprendere la più presto l’attività, anche declinata sul digitale.

Tra le aziende che hanno offerto il proprio know how, Virality in pochi giorni ha coinvolto oltre 80 influencer, che stanno pubblicando in queste ore 240 stories.
Destinatari? 150.000 persone su Instagram: grandi numeri che dimostrano la solidarietà del mondo social, ma anche la volontà di ripartenza.

#iostoconiristoratori è un progetto guidato dalla startup Dishcovery, che ha chiamato ,per il mondo social, Virality. Italiana under 35, Virality è la prima piattaforma end-to-end di Crowdfluencing Marketing e si occupa di creare contenuti, gestire campagne e trovare nuove modalità per migliorare l’esperienza e le performance dei brand su Instagram attraverso l’intelligenza artificiale. È guidata da un team ibrido composto da Data Scientist, Marketers e Developers.