Shawn Mendes: nel 2019 atteso per 2 date in Italia

shawn-mendes
shawn-mendes

Il talentuoso SHAWN MENDES, cantante e autore multiplatino nuovamente inserito tra i 100 personaggi più influenti da TIME, debutta al #2 posto della classifica italiana degli album più venduti con il suo terzo album “SHAWN MENDES”, diventando così il disco internazionale più venduto nel nostro paese.

L’album è il terzo della sua carriera e segue i fortunati “Illuminate” del 2016 e “Handwritten” del 2014. Entrambi i dischi hanno debuttato in vetta alla Billboard Top 200 Chart.

L’album contiene il singolo “In My Blood”, brano che ha già superato quota 145 milioni di stream e ha debuttato al #1 posto di ITunes in oltre 50 paesi oltre ad aver raggiunto la Top15 e Top10 nelle classifiche radio Usa, UK e Germania.

Coprodotto da Shawn con Teddy Geiger e scritto da loro due insieme a Scott Harris e Geoff Warburton, “In My Blood” è un brano dal sapore rock che racconta la determinazione dietro ad una vittoria, è ad oggi il brano più vulnerabile e onesto scritto da Mendes fino ad oggi.

“In My Blood” e “Lost In Japan”, l’altro inedito già reso noto dal disco, hanno regalato a Mendes un lungo elenco di critiche positive arrivate dai principali media internazionali come Rolling Stone, Billboard, Idolator, Variety e Paste.

Lo scorso weekend Mendes è stato protagonista dei Billboard Music Awards dove ha dedicato il suo brano “YOUTH” alle vittime di armi da fuoco.
Questa la tracklist completa del disco:
1. In My Blood
2. Nervous
3. Lost In Japan
4. Where Were You In The Morning?
5. Like To Be You (Ft. Julia Michaels)
6. Fallin’ All In You
7. Particular Taste
8. Why
9. Because I Had You
10. Queen
11. Youth (ft. Khalid)
12. Mutual
13. Perfectly Wrong
14. When You’re Ready

Shawn Mendes ha annunciato le date del suo “Shawn Mendes: The Tour” che dal marzo del prossimo anno lo porterà in giro per America e Europa con 56 date (per info http://www.shawnmendesthetour.com).

Il tour farà tappa in Italia con 2 date: il 23 marzo 2019 all’Unipol Arena di Bologna e il 24 marzo al Pala Alpitur di Torino.
Per informazioni www.dalessandroegalli.it).

Chi acquisterà il nuovo album presso uno dei punti vendita Mondadori Store che aderiscono all’iniziativa o sul sito Mondadori potrà partecipare al concorso per vincere un esclusivo Meet & Greet e un biglietto per i concerti di Bologna o Torino.
Per informazioni https://www.mondadoristore.it/.

“F” in edicola: Pierfrancesco Favino racconta….

F COVER
F COVER

A pochi giorni dalla chiusura del Festival di Sanremo, dove ha vestito splendidamente i panni inediti di conduttore, Pierfrancesco Favino si racconta su F – il settimanale femminile di Cairo Editore diretto da Marisa Deimichei – in edicola domani.

L’attore romano, 48 anni, padre di due figlie, Greta e Lea avute con la compagna storica Anna Ferzetti, sul palco di Sanremo ha cantato e ballato, mostrando un aspetto inedito di sé.

Lei non si è mai sposato, pur avendo la stessa compagna da 15 anni. Perché? «La scelta è la coppia, stare insieme, creare una famiglia, sapersi rinnovare e trovare il coraggio della propria verità».

Tra voi è stato un colpo di fulmine? «Sì. Le ho pestato un piede in un locale. Credevo di conoscerla, ma lei non sapeva chi fossi. Ci siamo messi a parlare e non abbiamo più smesso».

È cresciuto in una famiglia con quattro donne, sua madre e le sue tre sorelle. Oggi vive con altre tre donne: la sua compagna e le vostre figlie. Sarà un esperto dell’universo femminile. «Macché. Mi sono sempre chiesto che cosa passasse nella mente delle donne, ma di loro non ho capito niente. Se ne fossi venuto a capo, avrei aperto un banchetto e ci avrei fatto un sacco di soldi. D’altronde, il fascino risiede anche in questo loro insondabile mistero».

Eppure nel film Moglie e marito, che abbiamo visto qualche mese fa, il suo personaggio scambiava anima e corpo con quello della moglie. Le è servito per capirci meglio? «In realtà, grazie a quel ruolo ho portato alla luce il lato femminile che ho sempre saputo di avere. Non ho mai creduto in una divisione rigida tra i due universi».

Sembra il classico family man. È davvero questo che la rende felice? «Per me la felicità è tornare a casa e sapere che risolveremo tutti insieme le grane che si presenteranno».

Il settimanale F è disponibile anche in versione iPad e iPhone, nell’edicola di iTunes Store.

Drake: Il nuovo singolo “God’s Plan”

drake-
drake-

DRAKE batte DRAKE e tutti gli altri.
Il suo nuovo singolo “GOD’S PLAN” è la canzone più ascoltata in streaming al mondo di tutti i tempi con oltre 100 milioni di stream in una settimana ed è la canzone più ascoltata in streaming sia su Apple Music (60 milioni di stream/settimana) che su Spotify (4.7 milioni di stream in un solo giorno).

Il brano ha debuttato al #1 posto della classifica americana singoli, la Billboard Hot 100, ma a fare la differenza rispetto al passato è il fatto che il brano ha raggiunto la #1 posizione solo grazie allo streaming ed è la prima volta che Drake debutta direttamente in vetta.

Oltre agli Stati Uniti, la canzone ha debuttato al #1 posto anche nella classifica inglese.

“God’s Plan” è una delle due tracce (l’altro inedito è “Diplomatic Immunity”) che Drake ha pubblicato a sorpresa lo scorso 19 gennaio nell’EP “Scary Hours”. Il brano è un’auto riflessione di Drake sulla sua vita e sul suo futuro, sulla gente che lo circonda e su chi desidera il suo fallimento.

“Ut.L’inizio”

UT
UT

Dopo essersi aggiudicato il Premio Gran Guinigi 2017 durante l’ultima edizione di Lucca Comics & Games nella categoria miglior serie, torna a far parlare di sé l’ormai leggendario UT. Personaggio quanto mai enigmatico e dalle caratteristiche davvero originali, UT nasce dalla mente di Corrado Roi, virtuoso artista tra i principali interpreti di Dylan Dog, e dalla penna di Paola Barbato, che ha sceneggiato la miniserie del 2016, molto apprezzata da critica e pubblico.

Arriva infatti in libreria e in fumetteria dal 16 novembre UT. L’INIZIO, un nuovo inedito volume che racconta da dove ebbe inizio la saga che ha appassionato i fan di Roi-Barbato. Siamo in un mondo futuro in cui l’umanità è scomparsa e quel che resta del pianeta è popolato da nuove specie simili all’uomo ma governate solo da bisogni primordiali. In questo universo di desolazione, dove non esistono quasi i sentimenti e le vecchie strutture sociali e interpersonali sono solo un vago ricordo, si muove UT, una creatura elementare feroce e infantile. Ma qual è l’origine delle case? E come è cominciato tutto?

Diaframma: “The Self Years”

selfyears
selfyears

sce il prossimo 3 novembre “THE SELF YEARS”, la raccolta “ragionata” dei Diaframma. Quindici brani, selezionati nel periodo 1998/2017, più un inedito, “Giorni”, realizzato con la collaborazione e gli arrangiamenti di King of the Opera.

Band mai ferma, con una produzione discografica imponente e migliaia di concerti, i DIAFRAMMA sono un elemento culturale imprescindibile per comprendere le trasformazioni di un Paese, il nostro, alla continua ricerca di un’identità che ha via via smarrito in questi ultimi venti anni, sacrificando coraggio e creatività sull’altare del facile e riconoscibile. Soprattutto, ha perduto la voglia di ridere di sé, come elemento di esorcizzazione e reazione positiva.