Roberto Vecchioni: “L’Infinito”

Roberto Vecchioni
Roberto Vecchioni

A distanza di cinque anni dall’ultimo lavoro discografico (“Io non appartengo più” del 2013), il 9 novembre esce “L’INFINITO”, il nuovo album di ROBERTO VECCHIONI, prodotto da Danilo Mancuso per DME e distribuito da Artist First, già in preorder in versione autografata su www.musicfirst.it.

Il lavoro, che racchiude 12 brani inediti, con musica e parole del Cantautore, sarà disponibile in formato CD, in edizione Deluxe arricchita dal saggio “Le parole del canto. Riflessioni senza troppe pretese” e in Vinile Limited Edition

L’album contiene l’eccezionale ritorno sulla scena musicale di FRANCESCO GUCCINI che, per la prima volta, duetta con Roberto Vecchioni nel brano “Ti Insegnerò a volare”, primo singolo estratto dall’album (in radio da martedì 6 novembre), ispirato al grande Alex Zanardi.

Due padri della canzone d’autore si rivolgono alle nuove generazioni, in un periodo in cui tutto si dissolve nella liquidità e nella precarietà culturale, invitandole a sfidare l’impossibile. La storia del campione è la metafora della “passione per la vita che è più forte del destino”.

“Questo brano – racconta Vecchioni – si specchia direttamente in quella che è stata chiamata la “canzone d’autore” e che non c’è, non esiste più dagli anni ’70. In realtà l’intero disco è immerso in quell’atmosfera perché là è nato e successo tutto. Là tutto è stato come doveva essere, cioè immaginato, scritto e cantato alla luce della cultura, semplice ed elementare oppure sottile e sofisticata, ma comunque cultura. Forse per questo Francesco Guccini (che ho fortemente voluto nel mio disco per quello che rappresenta, e lo ringrazio ancora di esserci stato), ha scelto di cantare con me”.

Un passaggio di testimone per una nuova “resistenza” che sceglie mezzi analogici: solo cd e vinile senza piattaforme streaming e download, una scelta coerente al progetto discografico che indica la volontà di non trattare la musica come prodotto di consumo veloce, scaricabile con un click, di non decontestualizzare l’ascolto del singolo brano, parte integrante della narrazione che tiene insieme ritratti diversi, da Alex Zanardi a Giulio Regeni, dalla guerrigliera curda Ayse a Leopardi, che l’autore accomuna nell’amore per la vita.

TRACK LIST
1. Una notte, un viaggiatore – 5’31”
2. Formidabili quegli anni – 4’01”
3. Ti insegnerò a volare (Alex) – 4’34”
4. Giulio – 4’30”
5. L’infinito – 5’36”
6. Vai, ragazzo – 4’03”
7. Ogni canzone d’amore – 4’33”
8. Com’è lunga la notte – 3’07”
9. Ma tu – 4’18”
10. Cappuccio rosso – 4’56”
11. Canzone del perdono – 3’05” (non presente nel Vinile)
12. Parola – 4’11”

Serata finale del Premio Pierangelo Bertoli

Manifesto Premio Pierangelo Bertoli 2017
Manifesto Premio Pierangelo Bertoli 2017

Cresce l’attesa per la serata finale della 5^edizione del PREMIO PIERANGELO BERTOLI che si svolgerà sabato 11 novembre, alle ore 21.00, al Teatro Storchi di MODENA (Largo Garibaldi, 15 – costo ingresso 10,00 euro, per gli iscritti al Bertoli Fans Club 5,00 euro – prevendite online sul sito www.emiliaromagnatestro.com, per informazioni contattare i numeri 059331355 o 0592136021). Lo spettacolo sarà condotto da Andrea Barbi.

Sul palco del Teatro Storchi sarà conferito il PREMIO PIERANGELO BERTOLI a FRANCESCO GUCCINI, celebre cantautore italiano che durante la sua carriera artistica ha inciso più di15 album, come imposto dal regolamento del Premio. Ritenuto uno degli esponenti di spicco della scuola dei cantautori italiani, i testi dei suoi brani vengono spesso assimilati a componimenti poetici, denotando una familiarità con l’uso del verso tale da costituire materia di insegnamento nelle scuole come esempio di poeta contemporaneo. Oltre all’apprezzamento della critica, Guccini riscontra un vasto seguito popolare, venendo considerato da molti il cantautore “simbolo”, a cavallo di tre generazioni.

Saranno conferiti anche il PREMIO PIERANGELO BERTOLI “ITALIA D’ORO” a SIMONE CRISTICCHI, per il suo impegno nel descrivere la situazione politico-sociale contemporanea o prospettica; il PREMIO PIERANGELO BERTOLI “A MUSO DURO” al gruppo musicale TAZENDA, per la loro capacità di affrontare il tema dell’anticonformismo e dall’indipendenza intellettuale; il PREMIO PIERANGELO BERTOLI “PER DIRTI T’AMO” alla band THE ZEN CIRCUS, per la loro elevata sensibilità verso il tema dell’amore anche sul piano universale. Tutti gli Artisti premiati saliranno sul palco dello Storchi.

Inoltre, durante la serata sarà assegnato il PREMIO PIERANGELO BERTOLI NUOVI CANTAUTORI a uno fra gli 8 finalisti della sezione Nuovi Cantautori. Grazie alla partnership con SIAE – SOCIETA’ ITALIANA DEGLI AUTORI ED EDITORI, quest’anno il premio consisterà in un riconoscimento in denaro pari a € 3.000,00 oltre alla partecipazione a manifestazioni di prestigio collaterali, anche televisive, che si svolgeranno in Italia nel 2018.

Al vintore sarà assegnata anche la Borsa di Studio ACEP/UNEMIA, del valore di €. 2.000,00 come supporto all’attività discografica e/o formativa.

I cantautori selezionati saranno accompagnati nella loro esibizione dalla band composta proprio dai musicisti di Pierangelo Bertoli, diretta da Marco Dieci.

Gli 8 finalisti della sezione Nuovi Cantautori sono: GLORIA GALASSI da Cesena con il brano “In un campo di grano”; ALICE GUERZONI da Ferrara con “Che rumore fanno i sogni”; PIERPAOLO IERMANO da Napoli con “Bagnoli Babylon”; PICCOLA ORCHESTRA KARASCIÒ da Bergamo con “Tabula rasa”; GIUSEPPE LIBÈ da Piacenza con “Aria nuova”; LIVIO LIVREA da Roma con “Nonostante tutto”; SALVARIO da Torino con “Canzonetta da bar”; ALESSANDRO ZANOLINI da Piacenza con “È la vita che hai scelto”.

A decretare il vincitore una Commissione Artistica composta da spiccate personalità del mondo della cultura come Giancarlo Governi, Leo Turrini, Paola Gallo, Dario Salvatori, Guido De Maria ed altri.

Il PREMIO PIERANGELO BERTOLI, dedicato al cantautore sassolese, nasce con il pieno appoggio della famiglia Bertoli. Il valore artistico di Pierangelo Bertoli è stato talmente elevato da motivare la nascita di questo concorso che intende premiare i Cantautori che, come ha fatto Pierangelo, siano capaci di arrivare al cuore della gente, attraverso i contenuti dei loro testi in primis, l’impegno sociale e il non uniformarsi alle tendenze di pensiero e di moda attuali.

Il Premio Pierangelo Bertoli è indetto dall’Associazione Culturale Montecristo, Comune di Modena e Comune di Sassuolo, con la collaborazione di Arci Nazionale Circuito Musicale, Arci Real, Arci Modena, BPER Banca, R&S&C Comunicazione e Marketing, Cantine Riunite Civ e TRCˋ (canale 827 satellitare e www.trc.tv).

Francesco Guccini: “LOstaria della Dame”

Francesco Guccini_Paolo De Francesco 3
Francesco Guccini_Paolo De Francesco 3

Il 3 novembre uscirà “L’OSTARIA DELLE DAME” (Universal Music), un progetto discografico che nasce dal ritrovamento dei nastri di 3 concerti acustici inediti di FRANCESCO GUCCINI, registrati nei primi anni ’80 all’Osteria delle Dame di Bologna, il locale fondato dal cantautore assieme a Padre Michele Casali nel 1970.

Saranno disponibili due versioni: un cofanetto deluxe che conterrà in 6 cd le registrazioni integrali (compresi gli interventi parlati tra un brano e l’altro!) dei 3 concerti (del 1982, 1984 e 1985) e un libro di 80 pagine con foto, testimonianze dei protagonisti dell’epoca, la storia dell’osteria e un’introduzione di Francesco Guccini, e un’edizione in 2 cd con una selezione dai tre concerti e il booklet. Questa seconda versione sarà disponibile anche sulle principali piattaforme streaming e in digital download negli store digitali.

Questo progetto discografico rappresenta un tassello della storia del cantautore che si aggiunge alla geografia gucciniana della Bologna degli anni ’70 e ’80, una serie di brani da ascoltare tutto d’un fiato per essere catapultati in quel momento storico, narrato dalla voce di Francesco Guccini accompagnata dalla chitarra di Juan “Flaco” Biondini.
Il trasferimento diretto dai nastri magnetici ha, infatti, mantenuto inalterata l’atmosfera dei concerti, che si svolgevano in modo del tutto informale in un ambiente goliardico e creativo tra le risate e gli applausi del pubblico e degli stessi protagonisti. Così gli ascoltatori potranno rivivere quell’irripetibile momento in modo genuino, grazie a parole e musica.

Il locale bolognese che fa da scenografia ai concerti, l’Osteria delle Dame, è chiuso dal 1985 ma riaprirà al pubblico dopo 32 anni a partire dal 14 novembre, grazie all’opera di recupero di Andrea Bolognini che ha voluto creare un circolo, una casa della canzone d’autore, nel mitico n°2 di Vicolo della Dame.

Di seguito la tracklist dei 6 cd del cofanetto deluxe:
Concerto del 23.01.1982
CD1: Intro, Canzone per un’amica, Intro, Canzone quasi d’amore, Intro, Osteria dei Poeti, Intro, Ti ricordi quei giorni, Intro, 100, Pennsylvania Ave., Intro, Incontro, Intro, Bologna, Intro e Gulliver.
CD2: Bisanzio, Intro, Jacinto Chiclana, Intro, I fichi, Intro, Venezia, Intro, Canzone di notte n.2, Intro e Un altro giorno è andato.

Concerto del 14.01.1984
CD1: Intro, Canzone per un’amica, Intro, Autogrill, Intro, Argentina, Intro, Canzone delle osterie di fuori porta, Intro, Bologna, Venezia, Intro, Jacinto Chiclana, Intro e Auschwitz.
CD2: Intro, Il treno va, Canzone di notte, Bisanzio, Intro, Inutile, Intro, Canzone dei 12 mesi, Intro, Gli amici, Intro, Incontro e Il treno va (Bis).

Concerto del 19.01.1985
CD1: Scirocco, Intro, Canzone per un’amica, Intro, Autogrill, Intro, Auschwitz, Intro, Argentina, Intro, Il vecchio e il bambino e Bisanzio.
CD2: Intro, A Don Nicanor Paredes, Intro, Il pensionato, Intro, I Fichi, Intro, Signora Bovary, Bologna, Venezia, Intro, Chacarera del 55, Intro, Yo quiero un caballo negro, Canzone quasi d’amore, Intro, Un altro giorno è andato e Ringraziamenti.

“L’Ostaria delle Dame” è disponibile in pre-order al seguente link: https://udsc.lnk.to/guccinidame.

Il 6 novembre Francesco Guccini presenterà “L’Ostaria delle Dame” e incontrerà i fan a La Feltrinelli di Milano (Piazza Piemonte – ore 18.30).

Il 13 settembre è uscito per Giunti Editore “Tempo da elfi”, il nuovo romanzo giallo di Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli.

Francesco Guccini al Rufus Thomas Park di Porretta Terme

GUCCINI_4813
GUCCINI_4813

FRANCESCO GUCCINI sarà protagonista di una rassegna di tre giorni a lui dedicata che si terrà dal 2 al 4 settembre a Porretta Terme (BO) presso il Rufus Thomas Park. Durante le tre giornate, ognuna caratterizzata da un tema centrale diverso (I LIBRI, LA MUSICA ed IL CINEMA), Guccini salirà sul palco non per cantare ma per raccontarsi, percorrendo l’Italia dal dopoguerra ai giorni nostri attraverso i suoi miti, le sue origini, le sue ispirazioni.

L’artista ha deciso di sostenere con questo evento una causa benefica a lui particolarmente cara: una parte del ricavato dei biglietti per gli incontri del 2 e del 3 settembre sarà infatti devoluto ad EMERGENCY Ong Onlus, associazione italiana indipendente e neutrale, nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.

Sia la giornata del 2 sia quella del 3 settembre avranno il costo unitario di 10 euro, la giornata del 4 settembre sarà invece ad ingresso libero. I biglietti sono disponibili in prevendita presso i punti vendita Vivaticket e online al sito vivaticket.it. Il 3 ed il 4 settembre sarà inoltre possibile acquistare i biglietti direttamente sul luogo dell’evento (info line: 366-1296449 – eventi@larcobaleno.net – www.larcobaleno.net).

Venerdì 2 settembre sarà la giornata dedicata ai LIBRI: alle ore 18.30 Francesco Guccini sarà intervistato da Alberto Bertoni (professore ordinario di Letteratura Italiana Contemporanea all’Università di Bologna) e alle 21.15 introdurrà il reading-spettacolo “FRA LA VIA EMILIA E IL WEST” di Giorgio Comaschi, con Juan Carlos Flaco Biondini alla chitarra.

Sabato 3 settembre sarà la volta del tema MUSICA. Alle ore 17.00 Antonio Silva e Sergio Secondiano Sacchi del Club Tenco presenteranno la musica di Francesco Guccini in lingua spagnola con il concerto dei musicisti Sílvia Comes, Miquel Pujadó e Rusó Sala. Alle ore 19.00 si terrà il conferimento a Francesco Guccini delle chiavi delle città di Alto Reno Terme. Ospite Enzo Iacchetti, che duetterà con Guccini.

A chiudere la serata alle 21.15 il concerto de I Musici, i musicisti che hanno accompagnato Francesco Guccini nella sua lunga carriera live.

Domenica 4 settembre, giornata conclusiva della rassegna, sarà invece dedicata al CINEMA. Dalle ore 10.00 verranno proiettati i documentari che hanno per protagonista Francesco Guccini: “AMERIGO – NASCITA DI UNA CANZONE” (Francesco Guccini – Pier Farri); “ALBUM CONCERTO CON I NOMADI” (Silvano Agosti); “NELL’ANNO 2002 DI NOSTRA VITA, IO FRANCESCO GUCCINI…” (Francesco Conversano – Nene Grignaffini); “FRANCESCO GUCCINI. LA MIA THULE” (Francesco Conversano – Nene Grignaffini); “BONUS TRACK – FRANCESCO GUCCINI” (Sky Arte).

Durante le tre giornate sarà possibile assistere alla mostra fotografica di Yago Corazza e Greta Ropa, viaggiatori che da anni collaborano con Unicef ed Emergency, all’installazione a cura di LIO e il mondo di TJ dal titolo “Io non volevo andarmene a casa” e ancora alla mostra fotografica “Fra la rete dei giardini – Canzoni fotografate”  di Cosimo Damiano Motta – Elisabetta e Pierangelo Vacchetto che sarà allestita all’interno del Parco delle Terme di Porretta.

L’evento è prodotto e organizzato da Unione Alto Reno in collaborazione con JM Production, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Città Metropolitana di Bologna con il sostegno di: Terme di Porretta, Banca di Credito Cooperativo Alto Reno, Piquadro, Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi, L’Arcobaleno, FORMart, C.O.S poliambulatorio odontoiatrico,Vap Servizi, Cosea ambiente, Hotel Helvetia, Hotel Santoli, Hotel Roma e Albergo Trattoria Toscana.

ENZO AVITABILE

ENZO AVITABILE domenica 22 luglio riceve, durante la serata finale del Premio Lunezia (a Marina di Carrara in Piazza Menconi), il “PREMIO LUNEZIA ETNO-MUSIC 2012” per il valor Musica-Letterario del suo ultimo disco “Black Tarantella(Black Tarantella-CNI Music).

Questa la motivazione del premio «Chi meglio di Enzo Avitabile potrebbe rappresentare la fusione di culture diverse, che però non è rinuncia alle proprie origini? Lo sa bene anche lui e così, per festeggiare i suoi trent’anni di carriera, nell’album “Black Tarantella” per prima cosa rimescola tutti gli ingredienti della sua attività più recente: un substrato di soul, una napoletanità senza stereotipi, una fusione di ritmi africani e rap, e tant’altro ancora, realizzando il miracolo che, malgrado le compenetrazioni, l’insieme ha un sound preciso e specifico per chi conosce il repertorio. Secondo, insiste sui temi internazionalisti che ha sempre approfondito, fruga dentro le miserie del mondo, ribadendo un senso di appartenenza al genere umano intero, senza nessuna barriera, parlando sia in lingua (lingue, dovremmo dire) che in dialetto (anzi, dialetti). Infine, splendidamente coerente, applica in misura esponenziale una pratica da lui sempre seguita: collaborare con amici e colleghi stimati. L’alternarsi di voci, suoni e timbri di provenienza (geografica e musicale) differenti però non stona, e l’amalgama etico-estetico è palese. Pino Daniele, Raiz, Daby Tourè, Francesco Guccini, Bob Geldolf, David Crosby, Mauro Pagani, Franco Battiato sembrano membri di una sola band.»

Black Tarantella” è un disco cosmopolita: 13 brani di cui 11 duetti con alcune delle voci più rappresentative del panorama italiano e internazionale come PINO DANIELE, RAIZ, FRANCESCO GUCCINI, DABY TOURÈ (compositore e pluristrumentista originario della Mauritania), ENRIQUE & SOLEA MORENTE (Enrique è stato uno dei massimi esponenti contemporanei del flamenco, Solea è sua figlia), IDIR (uno dei cantanti algerini più noti all’estero), BOB GELDOF, CO’ SANG, FRANCO BATTIATO, DAVID CROSBY, MAURO PAGANI e TOUMANI DIABATE’ (musicista del Mali).