“Edizioni Curci – Una Storia Italiana da 160 anni”

Copertina_HR
Copertina_HR

Questa è la storia, e non l’apologia, di una famiglia che ha servito, e serve, da centossessant’anni la causa della musica e della cultura musicale in Italia.
Storia semplice, scandita dai fatti e dalle opere, dove le persone, pur mantenendo vivi e inconfondibili i loro caratteri e i loro apporti d’ingegno e di volontà, s’inseriscono in un tessuto di attiva intelligenza.

È disponibile nelle librerie fisiche e online il libro “EDIZIONI CURCI – UNA STORIA ITALIANA DA 160 ANNI” (Edizioni Curci – AA.VV. – 240 pagine – 29.90 euro), un volume imperdibile che percorre la vita, dalla fondazione nel 1860 fino ai giorni nostri, delle Edizioni Curci, una delle realtà indipendenti più importanti e rinomate nel panorama dell’editoria musicale italiana.
Il libro è anche disponibile in versione inglese.

Questo volume, arricchito da foto, riproduzioni di manifesti e lettere d’epoca, racconta sia 160 anni di una famiglia che, con cura e passione, ha trasmesso di padre in figlio i valori e le abilità imprenditoriali alla base del grande successo della casa editrice, sia la storia di un Paese di cui le Edizioni Curci hanno saputo interpretare e tradurre in musica l’identità e la cultura, scommettendo sempre con entusiasmo sulla creatività e sul futuro.

Quattro le macro-sezioni in cui è suddiviso il libro:
1. Un vivace debutto (1860/1910)
2. La svolta editoriale (1910/1960)
3. Un lungo successo (1960/2010)
4. La Curci oggi (2010/2020)
Ogni sezione presenta inoltre un’introduzione a firma, nell’ordine, di Angelo Foletto (Presidente Associazione nazionale critici musicali), Luca Ciammarughi (pianista e critico musicale), Gianpietro Quiriconi (Avvocato) e Andrea Laffranchi (giornalista e critico del Corriere della Sera).

La direzione delle Edizioni Curci è affidata al Dott. Alfredo Gramitto Ricci che, nel pieno rispetto della tradizione passata, ha saputo rinnovare l’azienda reinterpretandola con taglio moderno, anche grazie alla preziosa collaborazione dei suoi direttori generali: Claudia Mescoli per la sezione dedicata alla Musica Leggera e Laura Moro per la divisione di Musica Classica.
Arricchito di anno in anno, il roster delle Edizioni Curci oggi vanta autori e interpreti appartenenti ai più svariati generi musicali.
Pur svolgendo una proficua attività nell’ambito del genere classico, operistico e didattico, infatti, le Edizioni Curci sono universalmente conosciute per aver dato voce alla tradizione di musica leggera e popolare in Italia con brani divenuti successi internazionali e senza tempo. Da Domenico Modugno a Giovanni D’Anzi, da Pino Donaggio ad Astor Piazzolla, da Toto Cutugno a Giorgio Gaber passando per Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Pacifico, Daniele Silvestri e Diodato e con un catalogo in continua espansione comprendente i repertori di Claudio Baglioni, Antonello Venditti e Francesco Renga, le Edizioni Curci sono la casa dei più importanti nomi della musica di ieri, oggi e domani.

Ospedale Buzzi: hub pediatrico all’avanguardia

Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare
Giulio Gallera, assessore regionale al Welfare

Ospedale Buzzi, Gallera: 30 milioni per nuovo grande hub pediatrico all’avanguardia
L’assessore: da Fondazione importante supporto, portare avanti partnership positiva
(LNews – Milano, 13 feb) L’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha partecipato alla conferenza stampa di presentazione del Comitato d’Onore della Fondazione per l’Ospedale Buzzi e della campagna di ‘foundraising’ per nuovo ‘grande Buzzi’.

30 milioni per una nuova realtà
“Attraverso uno sforzo importante – ha detto Gallera – Regione Lombardia ha messo in campo ben 30 milioni dare a Milano, alla Lombardia e all’Italia una realtà che mancava. Prende ufficialmente vita, quindi, il nuovo ‘grande Buzzi’, una struttura che lavorerà in sinergia con gli altri presidi già presenti sul territorio e donerà a tutti i bambini e alle loro famiglie un ospedale d’eccellenza e all’avanguardia, un Hub pediatrico internazionale aperto a tutti”.

Eccellenze lombarde
“La sanità lombarda – ha proseguito l’assessore regionale al Welfare – può vantare vari punti di forza e il nostro compito, attraverso il lavoro costante e quotidiano, è migliorarlo ulteriormente, in un Paese che ha il pregio di fornire cure a chiunque si trovi sul territorio. La qualità delle cure che forniamo rappresenta una delle nostre maggiori eccellenze. Per mantenere questi livelli abbiamo il dovere di mettere a disposizione dei nostri professionisti gli strumenti necessari per operare al meglio e, contemporaneamente, permettere ai pazienti di trascorrere i periodi di degenza in condizioni ottimali. Perciò quello odierno è un altro grande risultato, che riesce a coniugare perfettamente queste due esigenze”.

Fondamentale supporto della Fondazione
“Mi preme ringraziare la Fondazione – ha aggiunto – che ha scelto di investire nella sanità pubblica, nonostante le difficoltà in cui si è costretti a operare. È la testimonianza di uno straordinario clima di collaborazione attraverso il quale si possono superare tante difficoltà. Evidentemente il faticoso lavoro di medici, infermieri e operatori sanitari riesce a trasmettere un messaggio importante. Esiste una buona sanità su cui si può investire: è quella lombarda. La giornata odierna, quindi, è motivo di grande orgoglio – ha concluso Gallera – e sono certo che sinergie di tale importanza daranno ulteriore slancio al nostro sistema”.

La Fondazione
La Fondazione Buzzi nasce per sostenere l’Ospedale dei Bambini ‘Vittore Buzzi’, uno degli undici ospedali pediatrici presenti in Italia, l’unico a Milano e in Lombardia, con oltre cento anni di storia. La Fondazione investe ogni donazione ricevuta nella realizzazione di progetti a sostegno della migliore ricerca scientifica, della tecnologia più avanzata e per far sì che le cure di ultima generazione siano alla portata di tutti. Tra i primi contributi per il nuovo edificio una Risonanza Magnetica 3 Tesla donata da Enel Cuore che verrà installata entro l’anno, un allestimento di 2 sale operatorie grazie allo studio Bonelli Erede e UBI Banca e 2 posti letto di Rianimazione Pediatrica grazie ad Acone Associati. (LNews)

MSC Foundation

msc-foundation
msc-foundation

Nasce una fondazione che opererà su scala globale, a sostegnodelle aree più fragili del mondo e delle esigenze del pianeta al fianco delle comunità più vulnerabili. Parliamo della MSC Foundation, un’organizzazione no profit creata dal GruppoMSC con l’intento di promuovere ed estendere il suo programma umanitario e sociale, nonché per accrescere il contributo del Gruppo alla sostenibilità. MSC opererà sia in maniera indipendente che con l’ausilio di esperti partner.

 Il Gruppo MSC, che comprende MSC Cargo, la seconda linea al mondo nel trasporto container, e MSC Crociere, la più grande compagnia di crociere privata del mondo, contribuisce attivamente sostenendo importanti programmi umanitari e di tutela dell’ambiente. Questo da oltre un decennio, salvando così migliaia di vite con azioni, come nel caso della partnership con l’UNICEF, volte a combattere la malnutrizione.

La MSC Foundation è stata istituita per incrementare questi impegni e svilupparne di nuovi, per un forte senso di responsabilità verso il pianeta, i suoi abitanti e le sue risorse – in particolare gli oceani – nella convinzione che tutti noi abbiamo il dovere di lasciare un mondo migliore alle generazioni future.

La MSC Foundation si concentra principalmente su tre aree: protezione ambientale, in particolare degli ecosistemi acquatici e marini, sostegno alle comunità più vulnerabili del mondo con sensibilizzazione e cure mediche, e sostegno d’emergenza alle popolazioni colpite da calamità naturali.

Nella fase iniziale la fondazione sosterrà 7 programmi:

• In Costa d’Avorio, con UNICEF, per promuovere il riciclaggio grazie ad attività che coinvolgono le donne nella trasformazione dei rifiuti di plastica in mattoni solidi e a basso costo per la costruzione di aule scolastiche.
• Ad Haiti con la Clinica Mobile della Andrea Bocelli Foundation per fornire cure mediche, trattamenti, vaccini ed educazione sanitaria a vantaggio delle comunità di cinque aree disagiate dell’isola.
• In Senegal con Mercy Ships, che sostiene le navi ospedaliere con un equipaggio di volontari e personale impegnato in operazioni di salvataggio in aree difficilmente raggiungibili e prive di accesso a strutture sanitarie.
• A Genova, con la fondazione dell’innovativo “Parco del Mare” per rigenerare l’area della Valpolcevera, colpita dal crollo del ponte Morandi.
• Nel Mediterraneo con Marevivo, finanziando attività didattiche per i giovani per accrescere la consapevolezza da parte dei ragazzi dell’importanza della protezione marittima e per contrastare l’inquinamento del mare.
• Alle Bahamas, con un programma di ricostituzione dell’ambiente marino che coinvolge 64 km2 di acque ed ecosistemi marini di Ocean Cay, comprese specie coralline vulnerabili.
• Nell’area di Amburgo, con la Elbe Habitat Foundation per migliorare lo status ecologico del fiume Elba, ripristinando gli habitat peculiari e la diversità naturale del suo paesaggio fluviale.

Paola Dongu

“Immaginando” – rassegna fotografica online

Immaginando
Immaginando

La Banca di Credito Cooperativo di Barlassina, in occasione del suo Sessantacinquesimo di fondazione, presenta “IMMAGINANDO” una rassegna fotografica online rivolta a tutti coloro che sono interessati a valorizzare, attraverso l’immagine, gli aspetti interessanti e singolari della realtà quotidiana delle Persone e dei luoghi in cui la BCC opera.

Il tema dell’edizione 2018 è “Il quotidiano che meraviglia”.
Gli appassionati di fotografia hanno l’opportunità di partecipare con un singolo scatto o con un progetto fotografico.

Le foto, che una giuria valuterà più consone al tema, verranno pubblicate sul sito dedicato per diventare oggetto a loro volta di una “votazione on line” da parte degli utenti della rete.

Destinatari dell’iniziativa sono tutti i maggiorenni residenti nelle province di Monza e Brianza, Como, Varese e Milano città metropolitana.
I termini per l’invio delle foto scadono il 30 giugno 2018, mentre la votazione on line sarà attiva da luglio a settembre.

www.immaginando.info

Museo del Ferro: Giornate della Partecipazione

Musil museo del ferro
Musil museo del ferro

Il Musil – Museo del Ferro di San Bartolomeo (in via del Manestro 117 a Brescia), in collaborazione con i Consigli di Quartiere, partecipa alle Giornate della Partecipazione, in programma venerdì 20 e sabato 21 ottobre 2017 dalle ore 15:00 alle 18:30.
Il Museo organizza visite guidate e intrattenimento per i bambini con truccabimbi. Durante il corso della giornata saranno inoltre proiettati film relativi al patrimonio di Fondazione Musil e Fondazione Micheletti.
Durante l’apertura saranno esposte alcune opere del pittore Giuseppe Merigo.